Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Periferiche di Memorizzazione - Discussioni generali (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=17)
-   -   SSD: thread generale e consigli per gli acquisti (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2575800)


frafelix 16-11-2021 15:29

Già i 4k bene o male sono sempre alla stessa velocità da anni. Comunque controlla anche i risparmi energetici di windows, per avere le massime prestazioni li devi disabilitare

giovanni69 16-11-2021 16:07

Quote:

Originariamente inviato da DakmorNoland (Messaggio 47639623)
Vorrei capire anche per avere quei valori assurdi di 600+ MB/s sulle non sequenziali, ma bisogna avere dei chipset particolari con schede madri particolari che magari lavorano meglio? O forse dipende dal processore? Boh sono un po' perplesso da valori così distanti. Forse erano i primi esemplari che avevano controller migliore, che poi è stato rimpiazzato al risparmio.

Anche questi sono due bei quesiti...:ave: che non sono spesso trattati in questo thread, visto che quando un SSD viene consigliato o meno raramente ho visto discorsi relativi all'accoppiamento con schede madri, chipset/architettura, (mettendo da parte le più recenti difficoltà di trovare un SSD che sia quello che si pensa sia o non qualcosa d'altro per via del cambio di componenti). :O

frafelix 16-11-2021 17:33

In realtà è un discorso assai vecchio e non è cambiato negli anni...
I controller sata e nvme consumer migliori sono in ordine: gestito dalla cpu, gestito dal chipset, altri controller sia integrati nella scheda madre che su schede esterne. Nulla è cambiato anche qui. Di solito i controller esterni alla cpu e chipset soffrono giusto sui 4k.

Salvo rare incompatibilità (c'era stato un ssd nvme wd poco compatibile con schede amd mi pare) non ci sono altri problemi di sorta. I controller esterni che andavano qualche anno fa su pci-e per ssd nvme (schede madri che non avevano lo slot apposito) aggiungono latenze e perdita di prestazione nei 4k. Nel sequenziale si equivalgono

mtofa 16-11-2021 19:43

Quote:

Originariamente inviato da aled1974 (Messaggio 47638701)
figurati, quando e se avrai voglia ti invito a leggere le recensioni online su cosa comporti la mancata alimentazione, gli iops e le varie tipologie di cache draming (o l'assenza). Non devi mica ascoltare quello che dico io :D

quindi argomento chiuso anche per me, goditi il 980 liscio :mano:

No perchè poi non l'ho comprato :Prrr: :D

aled1974 16-11-2021 21:22

edit

aled1974 16-11-2021 21:27

Quote:

Originariamente inviato da Rigetto (Messaggio 47638851)
Be', essendo su un portatile sono costretto a quel formato. Quindi i soliti crucial e samsung immagino?

questo portatile ha solamente connessioni ti dipo m.2? nessun connettore sataIII per normali dischi 2,5”? :stordita:

se ha solo m.2 nvme allora sì, dovrai acquistare necessariamente e forzatamente un disco m.2 nvme, viceversa non è un obbligo ma una tua scelta :mano:

ciao ciao



Edit
nel caso controlla anche che tipo di connettività è offerta su questo connettore m.2 perché “m.2” è solamente un form factor, non implica necessariamente un tipo o l’altro di connettività :read:

esistono infatti gli m.2 sataIII (pochi e sempre meno), gli m.2 nvme (ormai quasi tutti sono nvme) e poi gli m.2 ibridi che offrono entrambe (sata e nvme) che a loro volta sono sempre meno :mano:



Quote:

Originariamente inviato da DakmorNoland (Messaggio 47639623)
Per le sequenziali invece va bene perchè siamo oltre i 3000 quindi ci sta per un gen 3.

finchè si tratta del pattern da 1gb per forza che vanno bene ;) visto che si opera praticamente sulla cache dram, se il carico supera la soglia della cache ecco che....


^^ cliccami

;)

ciao ciao

giovanni69 16-11-2021 22:47

Quote:

Originariamente inviato da frafelix (Messaggio 47639978)
In realtà è un discorso assai vecchio e non è cambiato negli anni...
I controller sata e nvme consumer migliori sono in ordine: gestito dalla cpu, gestito dal chipset, altri controller sia integrati nella scheda madre che su schede esterne. Nulla è cambiato anche qui. Di solito i controller esterni alla cpu e chipset soffrono giusto sui 4k.

Salvo rare incompatibilità (c'era stato un ssd nvme wd poco compatibile con schede amd mi pare) non ci sono altri problemi di sorta. I controller esterni che andavano qualche anno fa su pci-e per ssd nvme (schede madri che non avevano lo slot apposito) aggiungono latenze e perdita di prestazione nei 4k. Nel sequenziale si equivalgono

Mi riferivo al fatto che nel non sequenziale non ricordo combinazioni specifiche di mobo + SSD / nvme in cui si è certi del risultato ottenibile in una fascia alta, almeno come quelle riportate da DakmorNoland ("per avere quei valori assurdi di 600+ MB/s sulle non sequenziali").

DakmorNoland 17-11-2021 14:53

Quote:

Originariamente inviato da aled1974 (Messaggio 47640272)
finchè si tratta del pattern da 1gb per forza che vanno bene ;) visto che si opera praticamente sulla cache dram, se il carico supera la soglia della cache ecco che....


^^ cliccami

;)

ciao ciao

Vabbè ma quelli sono casi limite, penso non interessino a nessuno, io non sposto 2Tera di dati frammentati da un disco all'altro non so te :D

Poi li vedo comunque valori sui 1000 mega/s che vanno benissimo, è sui non sequenziali che secondo me siamo bassi e troppo vicini ai SATA, fossero sui 1000 anche quelli nessun problema.

Farò qualche test con risparmi di Windows disabilitati.

EDIT: Controllato e in realtà ero già in "prestazioni massime", ho anche disattivato lo standby per i dischi fissi, ma cmq non cambia una mazza. :asd: Ho provato anche a mettere 16GB invece di 1GB, uguale identico il risultato, sulle sequenziali siamo a 3000+ e in lettura sui 3500+, per il resto valori che ho scritto sopra per le casuali, quindi non penso siano i risparmi di Windows.

Cmq rivedendo le recensioni vecchie tipo su guru3d del 970 evo plus mi sono reso conto che usano una versione di Crystal Mark molto vecchia e che ha i valori delle random invertite probabilmente e poi hanno fatto i test con 2 file da 1GB e poi 5 da 1Gb, in effetti con 5 segmenti da 1GB mi pare in linea con il mio per quanto riguarda il RND4k Q1T1, invece per il Q32T1 vedo valori del doppio visto che a loro fa 600+ MB dove a me ne fa 356 e 500+ dove a me ne fa 256.

Boh direi caso chiuso, sarà la versione diversa di Crystal Mark. Comunque ho provato a mettere solo 2 segmenti da 1GB, ma a me non da nessun beneficio prestazionale, ho le stesse performance che con 5.
Per il resto può anche essere che il taglio da 2TB (quelli testati e recensiti sono quasi tutti 1TB) sia leggermente più lento su certi frangenti, direi caso chiuso e grazie lo stesso ragazzi.

Spero che prima o poi avremo dei veri driver NVME in grado di fare almeno 1000 mega nelle letture random. :asd: Per ora siamo ancora molto lontani.

frafelix 17-11-2021 17:13

Il problema non sono i driver ma nand e controller

aled1974 17-11-2021 22:16

Quote:

Originariamente inviato da DakmorNoland (Messaggio 47641214)
Vabbè ma quelli sono casi limite, penso non interessino a nessuno, io non sposto 2Tera di dati frammentati da un disco all'altro non so te :D

CUT

sì, ma non serve movimentare 2TB di dati, basta superare la soglia della cache dram, ad esempio 32gb.... la copia di un backup/clone di un disco fai presto a superarla (o altri scenari)

e comunque non facciamo come ultimamente che un dato oggettivo riscontrabile in tutte le recensioni e verificabile anche a casa diventa una opinione mia :nonsifa:


si parlava che "questi nvme sono un po' una truffa", ebbene ho solo voluto ricordare che non bisogna fare attenzione solo sul randomico, molto importante nell'uso quotidiano per il 99% dell'utilizzo at-home (assieme agli iops), ma anche di non farsi abbagliare dal tanto strombazzato sequenziale dove leggi 3500 / 5000 / 7000 MB/s quando poi in realtà queste sono prestazioni con limitatore


un po' come un'auto che va a 350km/h (o 500 o 700 :sofico: ) , sì, ma solo per i primi 32-64 km, poi la sua velocità scende a 150km/h e da li non si muove :read:


concordo che per il 99% degli iscritti a questo forum non cambia una virgola visto l'uso modesto che si fa del mezzo (si e no 80 all'ora), al punto che c'è chi non percepisce neanche la differenza tra un disco dramless e uno con cache usati come OS-disk


però non ci siamo solo noi e i fatti sono quelli, che leggo e riporto. Ritenevo cosa utile ricordare che quei numeroni sono numeroni solo relativi :boh:


e comunque in questi anni, a memoria mi pare di aver consigliato dei nvme gen4 (con cache) affiancati a dei moduli intel-optane-memory in 4-5 occasioni, a persone a cui realmente servivano prestazioni continue e costanti ben oltre la cache dram onboard al ssd ;)


tanto perchè non si pensi che sia no-nvme a prescindere :Prrr:

ciao ciao

mtofa 17-11-2021 22:47

Quote:

Originariamente inviato da aled1974 (Messaggio 47641810)
sì, ma non serve movimentare 2TB di dati, basta superare la soglia della cache dram, ad esempio 32gb.... la copia di un backup/clone di un disco fai presto a superarla (o altri scenari)
e comunque non facciamo come ultimamente che un dato oggettivo riscontrabile in tutte le recensioni e verificabile anche a casa diventa una opinione mia :nonsifa:

si parlava che "questi nvme sono un po' una truffa", ebbene ho solo voluto ricordare che non bisogna fare attenzione solo sul randomico, molto importante nell'uso quotidiano per il 99% dell'utilizzo at-home (assieme agli iops), ma anche di non farsi abbagliare dal tanto strombazzato sequenziale dove leggi 3500 / 5000 / 7000 MB/s quando poi in realtà queste sono prestazioni con limitatore
un po' come un'auto che va a 350km/h (o 500 o 700 :sofico: ) , sì, ma solo per i primi 32-64 km, poi la sua velocità scende a 150km/h e da li non si muove :read:
concordo che per il 99% degli iscritti a questo forum non cambia una virgola visto l'uso modesto che si fa del mezzo (si e no 80 all'ora), al punto che c'è chi non percepisce neanche la differenza tra un disco dramless e uno con cache usati come OS-disk
però non ci siamo solo noi e i fatti sono quelli, che leggo e riporto. Ritenevo cosa utile ricordare che quei numeroni sono numeroni solo relativi :boh:
e comunque in questi anni, a memoria mi pare di aver consigliato dei nvme gen4 (con cache) affiancati a dei moduli intel-optane-memory in 4-5 occasioni, a persone a cui realmente servivano prestazioni continue e costanti ben oltre la cache dram onboard al ssd ;)
tanto perchè non si pensi che sia no-nvme a prescindere :Prrr:

ciao ciao

Tutte considerazioni giuste, dal punto di vista tecnico condivido, ma alla fine sono discorsi che lasciano il tempo che trovano perchè se questo offre il mercato questo si compra, quando i prezzi ormai sono così abbordabili da non giustificare l'acquisto di un sata formato 2,5" al posto di m2 nvme e lasciare vuoti gli slot delle schede madri, con tanto di cavetteria, biadesivi ecc.

giovanni69 17-11-2021 22:54

Quote:

Originariamente inviato da [K]iT[o] (Messaggio 47637919)

Se proprio bisogna risparmiare gli preferisco di gran lunga gli A55 di SP, hanno per lo meno una SLC cache.

Gli A55 di SP sono gli stessi A55 di Asenno?

Nicodemo Timoteo Taddeo 18-11-2021 13:35

'Azz... lo voglio, questo lo voglio

https://www.techpowerup.com/review/kingston-kc3000/

Domani vado in banca a fare il mutuo, ma fortissimamente lo voglio :D

Malek86 19-11-2021 00:31

Mi unisco a voi, ho ordinato un Kingston KC2500 da 500GB per rimpiazzare il mio vecchio M2 SATA che uso come disco primario.

Qual'è il metodo migliore per clonare tutto il contenuto del vecchio disco fisso su quello nuovo, considerando che ho un solo slot M2? Ho anche un SSD cablato da 1TB, con spazio ben più che sufficiente per tenerci un'immagine del disco primario.

La mia idea era di creare un'immagine del SATA su questo disco secondario, sostituire il SATA con l'NVMe, caricare un ambiente Macrium Reflect di boot da chiavetta, e usarlo per clonare l'immagine su NVMe. E' corretto?

Alternativamente, siccome ho ordinato una enclosure USB-M.2 per il vecchio SATA (dato che vorrei riutilizzarlo su altri dispositivi)... sarebbe possibile spostare il SATA su USB, inserire l'NVMe nello slot, fare il boot di Windows da USB, e clonare direttamente il disco su quello nuovo? Non vorrei che poi mi si incasinasse qualcosa con le lettere dei dischi fissi, tipo trovarmi con E:\ come disco primario :stordita:

LentapoLenta 19-11-2021 07:00

Quote:

Originariamente inviato da Malek86 (Messaggio 47643166)
Mi unisco a voi, ho ordinato un Kingston KC2500 da 500GB per rimpiazzare il mio vecchio M2 SATA che uso come disco primario.

Qual'è il metodo migliore per clonare tutto il contenuto del vecchio disco fisso su quello nuovo, considerando che ho un solo slot M2? Ho anche un SSD cablato da 1TB, con spazio ben più che sufficiente per tenerci un'immagine del disco primario.

La mia idea era di creare un'immagine del SATA su questo disco secondario, sostituire il SATA con l'NVMe, caricare un ambiente Macrium Reflect di boot da chiavetta, e usarlo per clonare l'immagine su NVMe. E' corretto?

Alternativamente, siccome ho ordinato una enclosure USB-M.2 per il vecchio SATA (dato che vorrei riutilizzarlo su altri dispositivi)... sarebbe possibile spostare il SATA su USB, inserire l'NVMe nello slot, fare il boot di Windows da USB, e clonare direttamente il disco su quello nuovo? Non vorrei che poi mi si incasinasse qualcosa con le lettere dei dischi fissi, tipo trovarmi con E:\ come disco primario :stordita:

Mah… io collegherei il disco nuovo, boot dal vecchio, clonazione sotto Windows, spengi, stacchi il vecchio e dai gas… 10/11 dovrebbero essere in grado di ripristinare il boot corretto, ma se anche non fosse, ti basterebbe ricollegare il disco vecchio e tentare diversamente.

stefano25 19-11-2021 08:41

Come vedete il Crucial p5 plus? Disco affidabile e sapete se scalda molto? Magari rispetto ad un WD black SN850.

Malek86 19-11-2021 10:07

Quote:

Originariamente inviato da LentapoLenta (Messaggio 47643216)
Mah… io collegherei il disco nuovo, boot dal vecchio, clonazione sotto Windows, spengi, stacchi il vecchio e dai gas… 10/11 dovrebbero essere in grado di ripristinare il boot corretto, ma se anche non fosse, ti basterebbe ricollegare il disco vecchio e tentare diversamente.

Per fare il boot dal vecchio e avere anche il nuovo collegato, l'unico modo sarebbe collegare il vecchio al caddie M2 via USB. Penso che non ci dovrebbero essere problemi a far partire Windows 10 da USB?

Nicodemo Timoteo Taddeo 19-11-2021 10:39

Quote:

Originariamente inviato da Malek86 (Messaggio 47643420)
Per fare il boot dal vecchio e avere anche il nuovo collegato, l'unico modo sarebbe collegare il vecchio al caddie M2 via USB. Penso che non ci dovrebbero essere problemi a far partire Windows 10 da USB?

Se hai Macrium Reflect come mi pare di aver capito, per prima cosa fai la chiavetta di boot. Collega due dischi al computer in qualche modo, fai il boot con la chiavetta, esegui la clonazione da vecchio a nuovo.

Strumento clonazione dischi, "Clone this disk".

Nicodemo Timoteo Taddeo 19-11-2021 10:41

Quote:

Originariamente inviato da stefano25 (Messaggio 47643287)
Come vedete il Crucial p5 plus? Disco affidabile e sapete se scalda molto? Magari rispetto ad un WD black SN850.


È buono, è affidabile fino a prova contraria, però tende a scaldare. Se lo impegnerai parecchio un buon dissipatore è indispensabile. Buona cosa dissiparlo in ogni caso d'uso, male non fa.

LentapoLenta 19-11-2021 14:39

Quote:

Originariamente inviato da Malek86 (Messaggio 47643420)
Per fare il boot dal vecchio e avere anche il nuovo collegato, l'unico modo sarebbe collegare il vecchio al caddie M2 via USB. Penso che non ci dovrebbero essere problemi a far partire Windows 10 da USB?

Scusa, forse ho capito male io... hai un SSD SATA ed uno nVme o no?


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 00:21.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.