Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scuola, lavoro e diritto (forum chiuso) (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=92)
-   -   Aprire la partita IVA (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1127663)


rgart 04-02-2006 09:38

Aprire la partita IVA
 
Ciao a tutti,sono uno studente di medicina,e x arrotondare la "paghetta" smpre misera ho un lavoretto come tecnico iperbarico.... Ora,fino al 31-12 ero assunto come un co.co.pro. ma dal primo gennaio è cambiata la "dirigenza" e ora richiedono che gli esterni aprino una P.I.

Mi sono un pò informato,e ho sentito parlare della P.I. semplificata,premetto lo stipendio varia da 100 a 200 euro al mese :cry: , ma al ministero delle finanze di bologna una signora gentilissima mi ha parlato della P.I. forfettaria...

Qualcuno mi può dare qualche consiglio???

Io prendo 17 euro lordi l'ora e ne faccio 10-20 al mese... Sò che con P.I. forfettaria pagherei il 20% di iva sul lordo e il 17% di tasse sul rimanente nel modello UNICO è giusto???
Non c'è qualche altro escamotage x pagare meno :D

Aggiungo che ho 22 anni,maschio,alto e prestante :sofico:

rgart 06-02-2006 09:39

Uffa non passa nessun commercialista da queste parti.......

Date un piccolo consiglio ad un ragazzo che non ne capisce una mazza di economia :D :D :D

Kewell 07-02-2006 00:10

Col c.d. "forfettino" hai una aliquota agevolata per 3 anni che consiste in una tassazione del 10% del tuo reddito. L'iva non la considerare perché l'addebiti in fattura. Devi poi versarla (ma non è che la tiri fuori di tasca tua).
Hai anche un credito di 900 euro (mi pare) per l'acuisto di apparecchiature informatiche. La contabilità puoi farla gestire da un tutor all'agenzia delle entrate (ti cosniglio di sentire lì se non vuoi spendere per un commercialista).

La vera rottura però sono i contributi INPS: sono pari al 19% in gestione separata. Il 4% sono a carico del "committente" e il 15% a carico tuo...

rgart 07-02-2006 10:49

Quote:

Originariamente inviato da Kewell
Col c.d. "forfettino" hai una aliquota agevolata per 3 anni che consiste in una tassazione del 10% del tuo reddito. L'iva non la considerare perché l'addebiti in fattura. Devi poi versarla (ma non è che la tiri fuori di tasca tua).
Hai anche un credito di 900 euro (mi pare) per l'acuisto di apparecchiature informatiche. La contabilità puoi farla gestire da un tutor all'agenzia delle entrate (ti cosniglio di sentire lì se non vuoi spendere per un commercialista).

La vera rottura però sono i contributi INPS: sono pari al 19% in gestione separata. Il 4% sono a carico del "committente" e il 15% a carico tuo...

Ciao e grazie mille x la risposta...

Xò mi dovresti chiarire ancora un pò la faccenda :D

Io prendo 17 euro lordi all'ora... A questi devo togliere l'iva xcui -20% al totale,che è il netto,tolgo il 10 % ....
A questo punto una volta all'anno sulla somma delle ore 17-20%-10% devo togliere il 15% .....

Giusto???

bazz46 07-02-2006 17:05

Presupponiamo di avere uno stipendio mensile lordo di €1000. Si calcola così:
- €200 di IVA
- €80 di Tasse sul reddito
- €108 di INPS
- Netto €612

Oppure si calcola così:
- €200 di IVA
- €100 di Tasse sul reddito
- €150 di INPS
- Netto €550

Kewell 08-02-2006 22:59

Quote:

Originariamente inviato da rgart
Ciao e grazie mille x la risposta...

Xò mi dovresti chiarire ancora un pò la faccenda :D

Io prendo 17 euro lordi all'ora... A questi devo togliere l'iva xcui -20% al totale,che è il netto,tolgo il 10 % ....
A questo punto una volta all'anno sulla somma delle ore 17-20%-10% devo togliere il 15% .....

Giusto???

Mi sono perso.
Con la partita IVA devi fare una fattura (mettiamo mese mese) di questo tipo, supponendo che il datore di lavoro non voglia tirar fuori più di 17 euro l'ora. Faccio l'esempio a 100 di imponibile per semplicità (basta fare le proporzioni).

Imponibile: 100
INPS (4%): 4
IVA (20%): 21

Il tuo datore di lavora ti dà 125 euro (i tuoi 17 all'ora, per intendersi). Di questi 21 dovrai versarli a titolo d'IVA e 4 all'INPS.

Il tuo reddito parte da 100. Su questi devi calcolare il contributo INPS tuo personale, cioé 15 euro (il 15%). I contributi INPS sono deducibili quindi prima di calcolare le tasse devi toglierli dai 100. Quindi 100-15(l'INPS che hai pagato a "titolo personale")=85. A questa cifra devi applicare l'aliquota sostitutiva del 10%, quindi 8,5 euro di imposte. Alla fine ti restano in tasca 76,5 euro.
Spero di aver detto tutto giusto.

Comunque ribadisco, fai un salto all'Agenzia delle Entrate, perché se opti per il "forfettino" hai l'assistenza gratuita per gli adempimenti fiscali.

P.S: l'iva su un totale di 1000 non è 200 ;)

bazz46 09-02-2006 10:15

Non è €200 perchè c'è anche il contributo del 4% dell' INPS.

Kewell 09-02-2006 10:44

Devi fare 1000/1.2=833,3333 (periodico). Moltiplicando per 20% ottieni di nuovo 1000 ;)

Mi sono accorto di un errore nel mio precededente calcolo. L'iva va calcolata anche sul contributo INPS a "carico del committente" e tale contributo non va considerato per la deduzione.

bazz46 09-02-2006 18:48

Questo vale sempre (cioè se uno ha/non ha figli)? E IRPEF e INPDAP?

Kewell 09-02-2006 23:22

Non ho capito la domanda:fagiano:

Framerate 31-03-2006 12:33

Aprire la partita iva
 
Allora volevo chiedere agli esperti un consiglio per la situazione in cui mi trovo..
Ho dei miei clienti che mi sono portato dietro dopo essermi licenziato dal negozio d'informatica nel quale lavoravo, ora mi ha proposto uno di essi un lavoro abbastanza costoso e vantaggioso per me, la mia domanda è, quanto costa aprire la partita Iva? Mi hanno detto che aprirla non paghi niente, ma poi paghi una " tassa " a fine anno, il mio altro problema è che ho riniziato a lavorare in regola presso un negozio..
Io a questa cliente devo farle delle fatture su dei pc e monitor.
Se io apro una partita iva e lavoro presso un negozio vengo tassato di più??

GRazie e scusate per il casino che ho scritto :D:D

edivad82 31-03-2006 13:06

vai da un commercialista e spiegagli tutto ;)

Framerate 31-03-2006 13:14

Dal commercialista ci devo andare la settimana prossima però volevo sapere anticipatamente se qualcuno sapeva dirmi qualcosa :)

kestral 31-03-2006 15:31

Molto interessato alla discussione anche io ;)

ayeye 31-03-2006 15:55

aprire la partita iva ti costa 0

vai in una qualunque agenzia delle entrate (ti conviene la piu' vicina e prenotati l'appuntamento via internet) col tuo codice fiscale non farti ladrare soldi dal tuo commercialista!

quando sei la' chiedi se puoi avere il regime agevolato ed eventualmente il tutoraggio (la' ti spiegano tutto)

Kewell 02-04-2006 00:58

La partita IVA non costa niente, però, poi ti devi iscrivere entro trenta giorni al registro imprese (l'iscrizione mi pare che costi 96 euro).

*sasha ITALIA* 02-04-2006 01:03

...però se fatturi poco non conviene, sono solo spese

Liudmila 02-04-2006 10:45

Il contratto con partita Iva è una particolare forma di gestione retributiva e fiscale riservata ai lavoratori autonomi (ad es. liberi professionisti, consulenti, collaboratori ). L’apertura della partita Iva deve essere effettuata presso l’Ufficio delle Entrate competente per territorio.

Il lavoratore può optare tra diversi regimi contabili dal più semplice (forfettario, adatto a chi inizia un’attività e presume un volume d’affari molto basso) al più complesso (contabilità ordinaria) e deve essere assistito nella gestione della contabilità da un consulente per le incombenze richieste dalla legge.

I lavoratori con questo tipo di contratto, eccetto i liberi professionisti iscritti agli Albi professionali, devono iscriversi alla Gestione Separata Inps e versare ogni mese un contributo pari al 17,80% e devono anche essere assicurati all’Inail.
L’iscrizione alla Gestione Separata da diritto ad alcune prestazioni erogate dall’Inps come:
- indennità di maternità
- indennità di malattia solo in caso di ricovero ospedaliero
- assegno per il nucleo familiare

Spoiker 07-06-2006 18:01

Partita IVA
 
Ho notato che per molti lavori viene richiesto di avere una partita iva come lavoratore autonomo...

La mia domanda è la seguente:
Cosa comporta iscriversi alla partita IVA?

Cosa succede quando uno ha la partita IVA? Vantaggi? Svantaggi? Problemi?

Quanto costa iscriversi? E se un giorno volessi toglierla? Quanto costa? E poi..quanto costa all'anno? Ho sentito che uno deve pagare un tot all'anno...

L'Iva poi quando viene versata? Una volta all'anno? come funziona?

Gemma 07-06-2006 18:26

aprire e chiudere una partita iva di per sè costa poco e nulla...
però
ti devi pagare tu tasse e contributi:
le tasse sul fatturato, ovviamente, ma l'inps te lo paghi indipendentemente da quanto guadagni.
Io nel 2005 non ho fatturato nulla e ho sborsato quasi 1500€ di inps :muro:
Le ritenute non sono poche, ma per la specifica ci vuole un commercialista.
Considera poi che esiste una cosa bellissima che si chiama "studi di settore" e che stabilisce che tu debba fatturare almeno TOT (a seconda della categoria). Se sei sotto sono cazzi.

Ad ogni modo credo che davvero tu faccia meglio ad informarti bene presso un commercialista o le associazioni di categoria.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 20:07.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.