Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   News (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=51)
-   -   Immuni corre veloce verso 8 milioni di download e funzionerà per tutto il 2021 (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2923609)


zappy 09-10-2020 15:35

Quote:

Originariamente inviato da MiKeLezZ (Messaggio 47027004)
Io mi diverto come un matto a rispondere a caso alle domande dei sondaggi di Google.
Però mantenendo una certa coerenza, altrimenti non ti paga (se rileva delle incongruenze con i dati che gli hai dato precedentemente ti paga solo 1 o 2 centesimi, a sfregio).

che sondaggi?!?:confused:

zappy 09-10-2020 15:38

Quote:

Originariamente inviato da WarDuck (Messaggio 47027587)
...Lo dimostra il fatto che social network e servizi online inducono una polarizzazione degli individui molto forte, tant'è che mai come in questo periodo stiamo assistendo ad una estremizzazione delle posizioni politiche e non. Questo è frutto di algoritmi che mostrano informazioni selettive sulla base dei tuoi interessi.

Il problema è molto più reale di quello che si pensa.

:mano: :)

canislupus 09-10-2020 15:48

Quote:

Originariamente inviato da WarDuck (Messaggio 47027587)
È chiaro che il perfetto anonimato esiste solo se usi gli strumenti adeguati ed è comunque difficile da provare.

Ma c'è una differenza tra sbattere tutti i propri dati sui social network e tenerli privati.



Non sono d'accordo invece, è una condizione necessaria per la libertà dell'individuo.

Lo dimostra il fatto che social network e servizi online inducono una polarizzazione degli individui molto forte, tant'è che mai come in questo periodo stiamo assistendo ad una estremizzazione delle posizioni politiche e non. Questo è frutto di algoritmi che mostrano informazioni selettive sulla base dei tuoi interessi.

Il problema è molto più reale di quello che si pensa.

Personalmente non sono iscritto a nessun social network, a parte LinkedIn, ma non lo aggiorno da anni. Ovviamente ho tutti i servizi Google disattivati sul cellulare, ma pian piano sto cercando di usare applicazioni alternative e open.

Non ho social (avevo twitter, ma neanche mi ricordo le credenziali :D ), i servizi di Google sicuramente li ho attivi e in generale non mi preoccupo se mi arrivano suggerimenti mirati, se mi propongono ricerche personalizzate o se mi dicono dove sono stato.
Poi se volessero condizionare le mie scelte politiche, penso che farebbero una fatica immane dato che non ho una visione specifica orientata da una parte.

zappy 09-10-2020 15:49

Quote:

Originariamente inviato da giuliop (Messaggio 47027750)
...Il Bluetooth ti può erroneamente dire che sei a 10m di distanza quando sei a 1m (falso negativo), ma ti può anche dire, altrettanto erroneamente, che sei a 1m quando sei a 10m (falso positivo); ...

fonte TECNICA e SERIA per queste affermazioni?
perchè mi sembrano variazioni sul tema della stessa storiella priva di riscontri (appare in varie versioni, ognuna con "metrature" diverse, il che fa supporre sia una cazzata inventata da mmiocuggino)

zappy 09-10-2020 15:50

Quote:

Originariamente inviato da canislupus (Messaggio 47027787)
...Poi se volessero condizionare le mie scelte politiche, penso che farebbero una fatica immane dato che non ho una visione specifica orientata da una parte.

meglio ancora. appartieni alla categoria "indecisi influenzabili" per cui il tuo profilo vale oro per chi paga per condizionare le elezioni. TI bombardano con notizie tutte dello stesso orientamento e alla fine ti piegano...

Saturn 09-10-2020 15:52

Datevi una letta a questo articolo...non è scritto da Saturn ne' pubblicato sul FattoquotidAino....

...ma è uno studio dell'Università di Edimburgo, pubblicato sul British Medical Journal.

Non dico che debbano necessariamente aver ragione, quello ce lo dirà il tempo, ma è tanto per sentire anche una "campana diversa" ogni tanto...

canislupus 09-10-2020 16:03

Quote:

Originariamente inviato da zappy (Messaggio 47027795)
meglio ancora. appartieni alla categoria "indecisi influenzabili" per cui il tuo profilo vale oro per chi paga per condizionare le elezioni. TI bombardano con notizie tutte dello stesso orientamento e alla fine ti piegano...

Appartengo alla schiera di persone che non pensa esista il politico magico...
Quindi non ha senso focalizzarsi sempre su una parte.
Dal mio punto di vista ogni partito, anche il più piccolo, ha elementi che mi piacciono.
Quindi salvo che tu riesca a creare un Frankenstein, probabilmente è meglio che passi ad altre persone... ben più valide...:D :D :D

giuliop 09-10-2020 16:08

Quote:

Originariamente inviato da canislupus (Messaggio 47027479)
[...]
Se invece si limita a puntare il dito e dire che avrei potuto anche informarmi da solo, gli rispondo che nessuno l'ha obbligato a rispondermi.

Questa, come "se non ti piace non guardarlo", "nessuno ti costringe a fare la tal cosa", etc. è una fallacia logica dell'irrilevanza; se si sta parlando di qualcosa il punto è se le critiche abbiano senso o meno, non se alternativamente si possa andare a portare in giro il cane o leggersi un libro.

Quote:

Originariamente inviato da canislupus (Messaggio 47027479)
[...]
Accusami anche di non voler accendere il cervello, ma dai il tuo contributo attivamente colmando le lacune.

"Io non voglio accendere il cervello, ma tu invece devi farlo, a mio beneficio".

Visto che non ti interessa la logica e il ragionamento puoi anche non rispondermi: non nel senso che puoi farti un giro, ma che per me se non lo fai non è un problema.

Ginopilot 09-10-2020 16:14

Quote:

Originariamente inviato da Saturn (Messaggio 47027803)
Datevi una letta a questo articolo...non è scritto da Saturn ne' pubblicato sul FattoquotidAino....

...ma è uno studio dell'Università di Edimburgo, pubblicato sul British Medical Journal.

Non dico che debbano necessariamente aver ragione, quello ce lo dirà il tempo, ma è tanto per sentire anche una "campana diversa" ogni tanto...

Purtroppo è tutto falso, magari fosse così.

giuliop 09-10-2020 16:45

Quote:

Originariamente inviato da zappy (Messaggio 47027788)
fonte TECNICA e SERIA per queste affermazioni?
perchè mi sembrano variazioni sul tema della stessa storiella priva di riscontri (appare in varie versioni, ognuna con "metrature" diverse, il che fa supporre sia una cazzata inventata da mmiocuggino)

Premesso che chiedere le fonti è un tuo diritto, ma sarebbe bello che la smettessi con questo tuo modo supponente che etichetta tutto quello che non sai come "cazzate" di default, anche (ma non solo) perché è più indice della tua ignoranza in merito che altro.

Riporto qualche link che già postato in precedenza:

Immuni, come funziona l’algoritmo che misura il rischio? Obiettivo limitare i falsi positivi

"Tuttavia l'attenuazione varia tantissimo, anche a parità di distanza: se l'utente tiene il cellulare in mano in un certo modo o in un altro (per esempio se copre l'antenna magari involontariamente), se lo mette nella tasca dei pantaloni; se è all'aperto o al chiuso. Persino vestiti di diversi materiali possono incidere".

The Inventors of Bluetooth Say There Could Be Problems Using Their Tech for Coronavirus Contact Tracing

"But like many great paper plans, the fundamental nature of the universe presents some complications. Underneath its blue runic branding, Bluetooth is just radio waves, the same chunk of the electromagnetic spectrum that allows for FM radio, Wi-Fi, and cell phones. And if you’ve ever used of these things, you know that getting a reliable signal can be a challenge even under seemingly ideal conditions. That’s because radio waves don’t just teleport from transmitter to receiver, but get bonked around and absorbed by objects in the way: Trees, houses, dogs and cats"

"I asked Jaap Haartsen and Sven Mattisson, who invented Bluetooth together while working at the Swedish telecom Ericsson, whether their tech was up to the task. While both expressed hope that Bluetooth could be used to save lives, they also noted that problems of accuracy are very real. Bluetooth Low Energy, or BLE, a more modern iteration of the tech that’s a great deal more efficient and accurate, and which is used in the Apple/Google contact tracing system, is still subject to finicky physics."

"Distance measurement using Bluetooth Low Energy"

Puoi anche provare con il tuo smartphone, i risultati quasi sicuramente non saranno gli stessi (da cui "metrature" diverse) perché ci sono moltissimi fattori in gioco (fra cui anche le caratteristiche dello smartphone stesso), ma il concetto di base non cambia.

canislupus 09-10-2020 16:55

Quote:

Originariamente inviato da giuliop (Messaggio 47027835)
Questa, come "se non ti piace non guardarlo", "nessuno ti costringe a fare la tal cosa", etc. è una fallacia logica dell'irrilevanza; se si sta parlando di qualcosa il punto è se le critiche abbiano senso o meno, non se alternativamente si possa andare a portare in giro il cane o leggersi un libro.



"Io non voglio accendere il cervello, ma tu invece devi farlo, a mio beneficio".

Visto che non ti interessa la logica e il ragionamento puoi anche non rispondermi: non nel senso che puoi farti un giro, ma che per me se non lo fai non è un problema.

Non ci ho capito nulla... ma mi sei mancato... mi stavo quasi preoccupando... :D :D :D

Ginopilot 09-10-2020 16:59

In realtà non dice quello che giuliop sostiene.

xcvbnm67 09-10-2020 18:10

Quote:

Originariamente inviato da Simonex84 (Messaggio 47026595)
Siccome (purtroppo) la notifica può essere ignorata e nessuno (purtroppo) viene a controllarti, se ti arriva la notifica tu sei liberissimo (purtroppo) di fregatene e continuare la tua vita come prima, invece sei dotato di un minimo di senso civico, informi il tuo medico di base e vai a fare un bel tampone.

"ti vai a fare un bel tampone" credo che nessuno me lo farebbe se non ho sintomi importanti quindi rimango lì in quarantena 14 gg senza poter uscire di casa .. bello no?

Ginopilot 09-10-2020 18:29

Quote:

Originariamente inviato da xcvbnm67 (Messaggio 47028082)
"ti vai a fare un bel tampone" credo che nessuno me lo farebbe se non ho sintomi importanti quindi rimango lì in quarantena 14 gg senza poter uscire di casa .. bello no?

Se vuoi. Nessuno ti costringe.

Gio22 10-10-2020 00:15

ROMA – Rischi di infondato allarmismo, falsi positivi, limitazioni inopportune della libertà di movimento (un possibile nuovo lockdown), violazioni della privacy e data breach: “su Immuni ci sono una serie di considerazioni che non si stanno facendo mentre si invita la popolazione in maniera spensierata ad utilizzare questo applicativo che è ancora insicuro”. Il presidente di ANORC Professioni ed esperto di Diritto dell’Informatica, avvocato Andrea Lisi, il giorno successivo alla richiesta di due deputati Fdi di un’interrogazione parlamentare al ministro Roberto Speranza in merito all’inadempienza alle 12 prescrizioni vincolanti del Garante della Privacy, torna a descrivere, parlando con la Dire, gli scenari che un utilizzo esteso dell’app Immuni potrebbe produrre.

“Effettivamente- spiega Lisi- con quel provvedimento del primo giugno il Garante autorizzava l’utilizzo dell’app, ma in una fase sperimentale, quindi soltanto in alcune regioni, e purché si superassero determinati problemi. Il Garante addirittura in 12 punti aveva evidenziato delle problematiche serie nell’utilizzo dell’app: da dati inesatti a problemi di sicurezza, alla configurazione dei ruoli. Anche il Garante ha sottolineato che non si comprendeva bene il ruolo di Bending Spoons nell’utilizzo dell’app e il ruolo di Google e Apple. C’erano molti lati oscuri che aveva sottolineato, concedendo 30 giorni al ministero della Salute perché risolvesse queste problematiche e lanciasse eventualmente l’app sul territorio nazionale. Questi 30 giorni sono passati e il ministero della Salute e il governo continuano a pubblicizzare l’app senza rispondere e senza confermare che quelle serie problematiche siano state risolte. La mia sensazione è che oggi siamo in una sorta di laboratorio di ricerca, in cui si tenta di capire se questa app funziona oppure no e le cavie siamo noi cittadini che veniamo invitati-in maniera forse esagerata- ad utilizzare un applicativo che è ancora in fase sperimentale”.

– Uno dei rischi è quello di ricevere degli alert basati su informazioni imprecise?

“Il Garante tra i vari doveri di trasparenza che dovrebbero essere garantiti in questa fase sperimentale dell’app- risponde Lisi- aveva sottolineato proprio il rischio di non informare correttamente i cittadini sugli alert ricevuti. Il problema grosso è che questi alert oggi secondo anche circolari del ministero della Salute dovrebbero comportare di chiudersi in casa e chiedere un tampone (e sappiamo tutti dei limiti che ci sono oggi per ottenerlo). Il dato inesatto è generato dal fatto che stiamo utilizzando una tecnologia che non è perfetta, forse potrebbe essere perfettibile, cioè il Bluetooth, non in grado di tracciare con esattezza la distanza specifica di 2 metri che ci deve essere tra le persone. Potrebbe indicare che c’è una vicinanza con un positivo, ma potrebbe trattarsi di un soggetto che sta dietro una parete o a 10 metri di distanza, magari con la mascherina. Quindi questa tecnologia regala dati potenzialmente inesatti, tantissimi, perché non fa differenze. E tutti questi dati inesatti genereranno degli alert nel momento in cui una sola persona dichiara di essere positiva. Tutto questo andrebbe controllato. Oggi non è gestito né gestibile e il rischio grosso è che se tutti utilizzeranno questa app si arriverà inevitabilmente a un altro lockdown”.

– C’è anche perplessità riguardo al flusso e alla conservazione dei dati personali?

“Io mi rifaccio sempre al brillante e approfondito parere del Garante sulla conservazione di questi dati, in merito a tempistiche e livelli di approfondimento. Si tratta di dati soltanto parzialmente pseudonimizzati e, in alcuni casi, grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale da parte di soggetti il cui ruolo non è chiaro-lo dice espressamente il Garante- potrebbero essere associati ad altri dati e rivelare l’identità del soggetto. Specialmente in zone dove la densità della popolazione non è elevata. Tutte queste sono paure non espresse da complottisti, ma da esperti della protezione dei dati, che hanno analizzato la Privacy impact assessment presentata dal Ministero della Sanità. La stessa ‘Pia’ andrebbe rivista in seguito ai bug rilevati in questo periodo: vari esperti hanno rilevato degli errori di configurazione dell’app e quindi degli scenari possibili di data breach con un utilizzo criminale dei dati. Ci sono un insieme di considerazioni che non si stanno facendo mentre si invita la popolazione in maniera spensierata ad utilizzare questo applicativo che è ancora insicuro”.

– Un altro aspetto recentemente emerso è che l’app Immuni può essere considerata un dispositivo medicale. In tal caso cosa cambierebbe?

“Ci sono norme che prevedono per questo tipo di software la configurazione come dispositivi medici. La conseguenza è che devono essere certificati secondo gli standard europei e ricevere il marchio CE. Questo l’app Immuni non l’ha fatto e il paradosso è che proprio chi deve sorvegliare, ossia il ministero della Salute, sia sopra il Garante privacy e la normativa comunitaria perché dovrebbe controllare se stesso. Mi domando: l’app Immuni è un giochino perché l’ha confezionata a Bending Spoons -che confeziona app ludiche- oppure è un dispositivo medico? Se lo è, deve essere gestita con attenzione soprattutto per quanto riguarda la protezione dei dati personali. E spero che il Garante intervenga oggi chiedendo il perché entro trenta giorni non abbia ricevuto risposte sul suo provvedimento e dall’altra parte il ministero della Salute deve chiarire perché l’app Immuni non è considerata un dispositivo medico. Se invece è un giochino allora lo scarichi chi non è impegnato sul lavoro. A mio avviso, il Garante deve far sentire autorevolmente la sua voce e pretendere chiarimenti. E senz’altro il Ministero della Sanità effettuare doverose verifiche sulla natura, sull’utilità e sulla sicurezza di questa soluzione”. AGENZIA DIRE


qualche esponente della mediocrità paranoica, può darci maggiori spiegazioni ?

Ginopilot 10-10-2020 10:07

Solite idiozie. Ne riparliamo tra qualche giorno quando il tracciamento di qualsiasi tipo sarà completamente inutile.

canislupus 10-10-2020 10:44

Quote:

Originariamente inviato da Ginopilot (Messaggio 47028786)
Solite idiozie. Ne riparliamo tra qualche giorno quando il tracciamento di qualsiasi tipo sarà completamente inutile.

Ah ok... quindi non mi installo Immuni... tanto hai detto che tra qualche giorno sarà inutile il tracciamento... :D :D :D
Presumo che tu voglia dire con le tue parole che con l'aumento dei contagi si procederà ad un nuovo lockdown generalizzato?
Credo che neanche se arrivassimo a 20.000 al giorno (vedi Francia), sarebbe possibile e attuabile.
Cerchiamo di capirci una volta per tutte.
Se non ho i soldi per mangiare (e di casi iniziano ad essercene diversi... tra chi non ha ancora la CIG e chi ha finito i risparmi), puoi dirmi quanto vuoi che fuori c'è un virus pericoloso.
Prima di ammalarmi devo anche sopravvivere e se non mi dai dei mezzi rapidi ed idonei, alla fine mi trovo di fronte ad un bivio: rischiare di prendere un virus che potrebbe portarmi anche alla morte (e le percentuali in tal senso sono basse... numeri alla mano) oppure andare lentamente verso la fine (non si muore di fame in un giorno ovviamente... però non è una bella prospettiva in ogni caso).

Ginopilot 10-10-2020 11:06

Quote:

Originariamente inviato da canislupus (Messaggio 47028827)
Ah ok... quindi non mi installo Immuni... tanto hai detto che tra qualche giorno sarà inutile il tracciamento... :D :D :D
Presumo che tu voglia dire con le tue parole che con l'aumento dei contagi si procederà ad un nuovo lockdown generalizzato?
Credo che neanche se arrivassimo a 20.000 al giorno (vedi Francia), sarebbe possibile e attuabile.

No, dico solo che sara' talemnte diffuso il virus che con il tracciamento normale in alcune zone si individuera' la maggior parte della popolazione, quindi tanto vale fare tamponi a tappeto. Non ci saranno piu' focolai circoscritti ma intere citta' focolaio.
L'app andava adottata massicciamente prima, piu' passa il tempo piu' qualsiasi forma di tracciamento diventa inutile. Il danno lo avete gia' fatto.

Quote:

Cerchiamo di capirci una volta per tutte.
Che sia la volta buona?

Quote:

Se non ho i soldi per mangiare (e di casi iniziano ad essercene diversi... tra chi non ha ancora la CIG e chi ha finito i risparmi), puoi dirmi quanto vuoi che fuori c'è un virus pericoloso.
Prima di ammalarmi devo anche sopravvivere e se non mi dai dei mezzi rapidi ed idonei, alla fine mi trovo di fronte ad un bivio: rischiare di prendere un virus che potrebbe portarmi anche alla morte (e le percentuali in tal senso sono basse... numeri alla mano) oppure andare lentamente verso la fine (non si muore di fame in un giorno ovviamente... però non è una bella prospettiva in ogni caso).
Quindi comprendi che bisognerebbe fare ogni cosa possibile, a maggior ragione quelle che non costano nulla, per evitare di arrivare a questa situazione? E invece no. Facciamoci pure del male, tanto la colpa e' di Conte.

canislupus 10-10-2020 11:40

Quote:

Originariamente inviato da Ginopilot (Messaggio 47028864)
No, dico solo che sara' talemnte diffuso il virus che con il tracciamento normale in alcune zone si individuera' la maggior parte della popolazione, quindi tanto vale fare tamponi a tappeto. Non ci saranno piu' focolai circoscritti ma intere citta' focolaio.
L'app andava adottata massicciamente prima, piu' passa il tempo piu' qualsiasi forma di tracciamento diventa inutile. Il danno lo avete gia' fatto.

A saperlo prima che ero io il colpevole, andavo a fare un tour di tutta Italia tossendo e starnutendo senza mascherina...
Invece di ridurre alle sole uscite per la spesa alimentare, qualche sporadica passeggiata nel parco e un ristorante una volta al mese.

Quote:

Che sia la volta buona?
Non ho tanta fiducia... ma ti lascio il beneficio del dubbio... :D

Quote:

Quindi comprendi che bisognerebbe fare ogni cosa possibile, a maggior ragione quelle che non costano nulla, per evitare di arrivare a questa situazione? E invece no. Facciamoci pure del male, tanto la colpa e' di Conte.
E niente... è durata poco la speranza...

Ginopilot 10-10-2020 13:35

Quote:

Originariamente inviato da canislupus (Messaggio 47028930)
A saperlo prima che ero io il colpevole, andavo a fare un tour di tutta Italia tossendo e starnutendo senza mascherina...
Invece di ridurre alle sole uscite per la spesa alimentare, qualche sporadica passeggiata nel parco e un ristorante una volta al mese.



Non ho tanta fiducia... ma ti lascio il beneficio del dubbio... :D



E niente... è durata poco la speranza...

Non dico che con un uso massiccio dell’app non saremmo arrivati alla situazione attuale, ma certamente avremmo avuto qualche giorno/settimana in più.

giuliop 10-10-2020 14:35

Quote:

Originariamente inviato da canislupus (Messaggio 47027938)
Non ci ho capito nulla... ma mi sei mancato... mi stavo quasi preoccupando... :D :D :D

Con questa calorosa (ri)accoglienza non importa, tutte le fallacie sono scusate :cry: :)

Quote:

Originariamente inviato da canislupus (Messaggio 47028930)
E niente... è durata poco la speranza...

Permettimi un quote indiretto, ce l'ho in "ignore" ma purtroppo non posso fare a meno di vedere le citazioni altrui: come già dimostrato il problema è che si dimentica sempre di mettere la postilla, "bisognerebbe fare ogni cosa possibile (purché io abbia deciso arbitrariamente che si debba fare)".
Mi spiace Gino, rispondi pure se vuoi ma rimani nell'angolo in ignore :asd:

Ginopilot 10-10-2020 14:51

Non capisco perché giuliop mi tenga in ignore ma commenti i miei post. Oltretutto continuando a capire le cose a modo suo. Mah.

maxsy 10-10-2020 15:03

Quote:

Originariamente inviato da Gio22 (Messaggio 47028591)
ROMA – Rischi di infondato allarmismo, falsi positivi, limitazioni inopportune della libertà di movimento (un possibile nuovo lockdown), violazioni della privacy e data breach: “su Immuni ci sono una serie di considerazioni che non si stanno facendo mentre si invita la popolazione in maniera spensierata ad utilizzare questo applicativo che è ancora insicuro”. Il presidente di ANORC Professioni ed esperto di Diritto dell’Informatica, avvocato Andrea Lisi, il giorno successivo alla richiesta di due deputati Fdi di un’interrogazione parlamentare al ministro Roberto Speranza in merito all’inadempienza alle 12 prescrizioni vincolanti del Garante della Privacy, torna a descrivere, parlando con la Dire, gli scenari che un utilizzo esteso dell’app Immuni potrebbe produrre.

“Effettivamente- spiega Lisi- con quel provvedimento del primo giugno il Garante autorizzava l’utilizzo dell’app, ma in una fase sperimentale, quindi soltanto in alcune regioni, e purché si superassero determinati problemi. Il Garante addirittura in 12 punti aveva evidenziato delle problematiche serie nell’utilizzo dell’app: da dati inesatti a problemi di sicurezza, alla configurazione dei ruoli. Anche il Garante ha sottolineato che non si comprendeva bene il ruolo di Bending Spoons nell’utilizzo dell’app e il ruolo di Google e Apple. C’erano molti lati oscuri che aveva sottolineato, concedendo 30 giorni al ministero della Salute perché risolvesse queste problematiche e lanciasse eventualmente l’app sul territorio nazionale. Questi 30 giorni sono passati e il ministero della Salute e il governo continuano a pubblicizzare l’app senza rispondere e senza confermare che quelle serie problematiche siano state risolte. La mia sensazione è che oggi siamo in una sorta di laboratorio di ricerca, in cui si tenta di capire se questa app funziona oppure no e le cavie siamo noi cittadini che veniamo invitati-in maniera forse esagerata- ad utilizzare un applicativo che è ancora in fase sperimentale”.

– Uno dei rischi è quello di ricevere degli alert basati su informazioni imprecise?

“Il Garante tra i vari doveri di trasparenza che dovrebbero essere garantiti in questa fase sperimentale dell’app- risponde Lisi- aveva sottolineato proprio il rischio di non informare correttamente i cittadini sugli alert ricevuti. Il problema grosso è che questi alert oggi secondo anche circolari del ministero della Salute dovrebbero comportare di chiudersi in casa e chiedere un tampone (e sappiamo tutti dei limiti che ci sono oggi per ottenerlo). Il dato inesatto è generato dal fatto che stiamo utilizzando una tecnologia che non è perfetta, forse potrebbe essere perfettibile, cioè il Bluetooth, non in grado di tracciare con esattezza la distanza specifica di 2 metri che ci deve essere tra le persone. Potrebbe indicare che c’è una vicinanza con un positivo, ma potrebbe trattarsi di un soggetto che sta dietro una parete o a 10 metri di distanza, magari con la mascherina. Quindi questa tecnologia regala dati potenzialmente inesatti, tantissimi, perché non fa differenze. E tutti questi dati inesatti genereranno degli alert nel momento in cui una sola persona dichiara di essere positiva. Tutto questo andrebbe controllato. Oggi non è gestito né gestibile e il rischio grosso è che se tutti utilizzeranno questa app si arriverà inevitabilmente a un altro lockdown”.

– C’è anche perplessità riguardo al flusso e alla conservazione dei dati personali?

“Io mi rifaccio sempre al brillante e approfondito parere del Garante sulla conservazione di questi dati, in merito a tempistiche e livelli di approfondimento. Si tratta di dati soltanto parzialmente pseudonimizzati e, in alcuni casi, grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale da parte di soggetti il cui ruolo non è chiaro-lo dice espressamente il Garante- potrebbero essere associati ad altri dati e rivelare l’identità del soggetto. Specialmente in zone dove la densità della popolazione non è elevata. Tutte queste sono paure non espresse da complottisti, ma da esperti della protezione dei dati, che hanno analizzato la Privacy impact assessment presentata dal Ministero della Sanità. La stessa ‘Pia’ andrebbe rivista in seguito ai bug rilevati in questo periodo: vari esperti hanno rilevato degli errori di configurazione dell’app e quindi degli scenari possibili di data breach con un utilizzo criminale dei dati. Ci sono un insieme di considerazioni che non si stanno facendo mentre si invita la popolazione in maniera spensierata ad utilizzare questo applicativo che è ancora insicuro”.

– Un altro aspetto recentemente emerso è che l’app Immuni può essere considerata un dispositivo medicale. In tal caso cosa cambierebbe?

“Ci sono norme che prevedono per questo tipo di software la configurazione come dispositivi medici. La conseguenza è che devono essere certificati secondo gli standard europei e ricevere il marchio CE. Questo l’app Immuni non l’ha fatto e il paradosso è che proprio chi deve sorvegliare, ossia il ministero della Salute, sia sopra il Garante privacy e la normativa comunitaria perché dovrebbe controllare se stesso. Mi domando: l’app Immuni è un giochino perché l’ha confezionata a Bending Spoons -che confeziona app ludiche- oppure è un dispositivo medico? Se lo è, deve essere gestita con attenzione soprattutto per quanto riguarda la protezione dei dati personali. E spero che il Garante intervenga oggi chiedendo il perché entro trenta giorni non abbia ricevuto risposte sul suo provvedimento e dall’altra parte il ministero della Salute deve chiarire perché l’app Immuni non è considerata un dispositivo medico. Se invece è un giochino allora lo scarichi chi non è impegnato sul lavoro. A mio avviso, il Garante deve far sentire autorevolmente la sua voce e pretendere chiarimenti. E senz’altro il Ministero della Sanità effettuare doverose verifiche sulla natura, sull’utilità e sulla sicurezza di questa soluzione”. AGENZIA DIRE


qualche esponente della mediocrità paranoica, può darci maggiori spiegazioni ?

cosa cè da spiegare???

l'avvocato lisi su richiesta di 2 deputati FdI sconsigliano l'uso dell'app Immuni
avvocato che probabilmente non è un virologo...e 2 deputati FdI che probabilmente no sono manco avvocati.

cè altro?

EDIT:
spetta che mi sono divertito a cercare in rete ( sempre sia lodata :asd:) alcune dichiarazioni dell'avvocato lisi sempre su richiesta dei 2 parlamentari di FdI.
eccole:
  • App Immuni: l’Avv. Andrea Lisi invita a non scaricarla (5 giu 2020)
  • Immuni, applicazione pericolosa e inutile – il parere dell’Avv. Andrea Lisi (4giu2020)
  • Immuni: nessuna utilità se non per i grandi player. L’Avv. Andrea Lisi interviene su SkyTG24 (2giu2020)
  • App Immuni, l’esperto (Avv. Lisi): “Resta il sospetto di ‘profilazione di massa’” (11giu2020)
  • App Immuni, l’esperto(Avv.Lisi): “I cittadini ‘cavie’ pagheranno il prezzo della sperimentazione” (03giu2020)
  • Immuni, un disastro annunciato (Avv. Lisi) (07sett2020)
  • Perché il progetto "Immuni" va messo subito in soffitta (Avv. Lisi) 25magg2020
  • E se non la scaricasse nessuno? L’ Avv. Andrea Lisi prova a fare ordine tra gli allarmismi degli ultimi giorni (28magg2020)
  • 10 dubbi sull’app Immuni di Andrea Lisi (31magg2020)
  • La Saga Immuni continua tra imbarazzi istituzionali e passi del gambero (10giu2020)
  • Coronavirus, app Immuni illegittima e Garante ignorato. (3 ore fa)
  • Le barriere umanitarie di Immuni (14lug2020)

ad un certo punto ha avuto pure una sbandata:
  • Fake news e complottismi hanno vinto: Immuni scaricata solo da 3 milioni di italiani 23giu2020

...figurati!:)

maxsy 10-10-2020 15:08

Quote:

Originariamente inviato da Ginopilot (Messaggio 47028786)
Solite idiozie. Ne riparliamo tra qualche giorno quando il tracciamento di qualsiasi tipo sarà completamente inutile.

ohh, finalmente
ci voleva tanto a dirlo?

Ginopilot 10-10-2020 15:27

Quote:

Originariamente inviato da maxsy (Messaggio 47029279)
ohh, finalmente
ci voleva tanto a dirlo?

Si, ci voleva tanto. Perché fintanto che si riesce a contenere il contagio è l’unico strumento efficace per non far peggiorare la situazione. Ma quando i numeri crescono, ci si rende conto che i focolai cominciano a sovrapporsi e alcuni soggetti risultano tracciati più volte. Questo dovrebbe essere il campanellino d’allarme ma vedo che ancora i messaggi in tv sembrano minimizzare.

maxsy 10-10-2020 15:36

Quote:

Originariamente inviato da Ginopilot (Messaggio 47029335)
Si, ci voleva tanto. Perché fintanto che si riesce a contenere il contagio è l’unico strumento efficace per non far peggiorare la situazione. Ma quando i numeri crescono, ci si rende conto che i focolai cominciano a sovrapporsi e alcuni soggetti risultano tracciati più volte. Questo dovrebbe essere il campanellino d’allarme ma vedo che ancora i messaggi in tv sembrano minimizzare.

ti dovevi arrendere all'evidenza molto tempo fà.
l'evidenza è venuta fuori palesemente sui motivi per cui la gente non scarica immuni.
bastava riflettere
:read:

anzi, ti diro di più:
io l'ho istallata dal primo giorno e tenuta attiva fino a ieri. punto.

canislupus 10-10-2020 15:38

Quote:

Originariamente inviato da Ginopilot (Messaggio 47029262)
Non capisco perché giuliop mi tenga in ignore ma commenti i miei post. Oltretutto continuando a capire le cose a modo suo. Mah.

Il forum anche se metti qualcuno in ignore list (mi sembra di capire... perchè non ho nessuno), ti permette ugualmente di leggere i quote di altri utenti.
Quindi se tu scrivi una cosa e io ti quoto e commento... ridiventi leggibile per tutti... poi ti faccio fattura per questo servizio... :D :D :D

canislupus 10-10-2020 15:41

Quote:

Originariamente inviato da maxsy (Messaggio 47029349)
ti dovevi arrendere all'evidenza molto tempo fà.
l'evidenza è venuta fuori palesemente sui motivi per cui la gente non scarica immuni.
bastava riflettere
:read:

Meno male che avete tutte le risposte alle domande...
Ok... avete fatto la vostra battaglia per Immuni ignorando qualsiasi giustificazione (strano che non abbiate detto a chi non ha uno smartphone di comprarlo per il benessere del mondo).
Adesso consiglierete il lockdown ignorando anche i numeri degli ospedali? Unica ragione riconosciuta per chiudere le persone in casa? (dato che i contagi asintomatici o paucisintomatici NON SONO in nessuna parte del mondo una ragione per chiudere).

maxsy 10-10-2020 15:50

Quote:

Originariamente inviato da canislupus (Messaggio 47029357)
Meno male che avete tutte le risposte alle domande...
Ok... avete fatto la vostra battaglia per Immuni ignorando qualsiasi giustificazione (strano che non abbiate detto a chi non ha uno smartphone di comprarlo per il benessere del mondo).
Adesso consiglierete il lockdown ignorando anche i numeri degli ospedali? Unica ragione riconosciuta per chiudere le persone in casa? (dato che i contagi asintomatici o paucisintomatici NON SONO in nessuna parte del mondo una ragione per chiudere).

lockdown?
assolutamente no
non ci penso minimamente a consigliare un nuovo lockdown
i numri degli ospedali? quali numeri? :D

canislupus 10-10-2020 16:26

Quote:

Originariamente inviato da maxsy (Messaggio 47029372)
lockdown?
assolutamente no
non ci penso minimamente a consigliare un nuovo lockdown
i numri degli ospedali? quali numeri? :D

Beh gli attuali numeri... pur nella loro gravità (sono sempre persone che stanno male... poco importa se per Covid o altro) non lo giustificherebbero...
Però non sono io al governo.

Ginopilot 10-10-2020 16:27

Quote:

Originariamente inviato da maxsy (Messaggio 47029349)
ti dovevi arrendere all'evidenza molto tempo fà.
l'evidenza è venuta fuori palesemente sui motivi per cui la gente non scarica immuni.
bastava riflettere
:read:

anzi, ti diro di più:
io l'ho istallata dal primo giorno e tenuta attiva fino a ieri. punto.

Mica parlo di immuni. È tutto il tracciamento che non ha più alcuna utilità quando i focolai hanno dimensioni urbane. Immuni da quel poco in più che consente di gestire meglio l’individuazione dei focolai Ma quando il tappo salta, il disastro è inarrestabile e si passa a strumenti che sono di contenimento del contagio e sono ben più drastici di quelli cui ci stavamo abituando.

Ginopilot 10-10-2020 16:30

Quote:

Originariamente inviato da maxsy (Messaggio 47029277)
cosa cè da spiegare???

l'avvocato lisi su richiesta di 2 deputati FdI sconsigliano l'uso dell'app Immuni
avvocato che probabilmente non è un virologo...e 2 deputati FdI che probabilmente no sono manco avvocati.

cè altro?

EDIT:
spetta che mi sono divertito a cercare in rete ( sempre sia lodata :asd:) alcune dichiarazioni dell'avvocato lisi sempre su richiesta dei 2 parlamentari di FdI.
eccole:
  • App Immuni: l’Avv. Andrea Lisi invita a non scaricarla (5 giu 2020)
  • Immuni, applicazione pericolosa e inutile – il parere dell’Avv. Andrea Lisi (4giu2020)
  • Immuni: nessuna utilità se non per i grandi player. L’Avv. Andrea Lisi interviene su SkyTG24 (2giu2020)
  • App Immuni, l’esperto (Avv. Lisi): “Resta il sospetto di ‘profilazione di massa’” (11giu2020)
  • App Immuni, l’esperto(Avv.Lisi): “I cittadini ‘cavie’ pagheranno il prezzo della sperimentazione” (03giu2020)
  • Immuni, un disastro annunciato (Avv. Lisi) (07sett2020)
  • Perché il progetto "Immuni" va messo subito in soffitta (Avv. Lisi) 25magg2020
  • E se non la scaricasse nessuno? L’ Avv. Andrea Lisi prova a fare ordine tra gli allarmismi degli ultimi giorni (28magg2020)
  • 10 dubbi sull’app Immuni di Andrea Lisi (31magg2020)
  • La Saga Immuni continua tra imbarazzi istituzionali e passi del gambero (10giu2020)
  • Coronavirus, app Immuni illegittima e Garante ignorato. (3 ore fa)
  • Le barriere umanitarie di Immuni (14lug2020)

ad un certo punto ha avuto pure una sbandata:
  • Fake news e complottismi hanno vinto: Immuni scaricata solo da 3 milioni di italiani 23giu2020

...figurati!:)

Quindi, riassumendo, questo avvocato lisi è un idiota. Ed in buona compagnia.

Ginopilot 10-10-2020 16:32

Quote:

Originariamente inviato da maxsy (Messaggio 47029372)
lockdown?
assolutamente no
non ci penso minimamente a consigliare un nuovo lockdown
i numri degli ospedali? quali numeri? :D

Ormai manca poco ai primi lockdown locali. Spero siano più efficaci di quelli di marzo. Altrimenti o si chiude di nuovo tutto o i 35mila morti saranno un piacevole ricordo.

gioffry81 10-10-2020 16:39

Niente da fare ci saranno sempre quelli contro un’app che alla fine male non fa a nessuno. Se può salvare anche una sola vita, l’app è servita allo scopo, punto.

Ginopilot 10-10-2020 16:42

Quote:

Originariamente inviato da gioffry81 (Messaggio 47029477)
Niente da fare ci saranno sempre quelli contro un’app che alla fine male non fa a nessuno. Se può salvare anche una sola vita, l’app è servita allo scopo, punto.

Esatto. Io continuerò ad usarla e la consigliero a tutti perché male non fa e la sua efficacia e maggiore dov’è il contagio non è ancora esploso, come dalle mie parti.

StylezZz` 10-10-2020 16:49

Quote:

Originariamente inviato da Ginopilot (Messaggio 47029468)
Ormai manca poco ai primi lockdown locali. Spero siano più efficaci di quelli di marzo. Altrimenti o si chiude di nuovo tutto o i 35mila morti saranno un piacevole ricordo.

No, semplicemente oltre ai morti per covid si aggiungerebbero anche i morti di fame e le imprese fallite che sarebbero davvero un piacevole ricordo, e a meno che tu non voglia vedere un insurrezione, sarebbe meglio per tutti cancellare dalla propria mente anche solo l'idea di chiudere nuovamente tutto.

maxsy 10-10-2020 16:50

Quote:

Originariamente inviato da gioffry81 (Messaggio 47029477)
Niente da fare ci saranno sempre quelli contro un’app che alla fine male non fa a nessuno. Se può salvare anche una sola vita, l’app è servita allo scopo, punto.

Quote:

Originariamente inviato da Ginopilot (Messaggio 47029487)
Esatto. Io continuerò ad usarla e la consigliero a tutti perché male non fa e la sua efficacia e maggiore dov’è il contagio non è ancora esploso, come dalle mie parti.

io invece no.
ho smesso di usarla e la Sconsiglierò a tutti.
per i ''motivi'' citati in questo e in altri thread immuni.

:cincin:

canislupus 10-10-2020 17:02

Quote:

Originariamente inviato da StylezZz` (Messaggio 47029495)
No, semplicemente oltre ai morti per covid si aggiungerebbero anche i morti di fame e le imprese fallite che sarebbero davvero un piacevole ricordo, e a meno che tu non voglia vedere un insurrezione, sarebbe meglio per tutti cancellare dalla propria mente anche solo l'idea di chiudere nuovamente tutto.

Esatto.
Un secondo lockdown non sarebbe MAI accettato (poi con i numeri attuali).
Dopo che le persone hanno vissuto sulla propria pelle quello che era preventivabile, non potrebbero essere più tanto felici di cantare sui balconi.

Ginopilot 10-10-2020 17:06

Quote:

Originariamente inviato da StylezZz` (Messaggio 47029495)
No, semplicemente oltre ai morti per covid si aggiungerebbero anche i morti di fame e le imprese fallite che sarebbero davvero un piacevole ricordo, e a meno che tu non voglia vedere un insurrezione, sarebbe meglio per tutti cancellare dalla propria mente anche solo l'idea di chiudere nuovamente tutto.

Io non sono quello che decide. Ma non vorrei essere nei loro panni tra qualche mese, con la sanità al collasso e morti a 3 cifre.

Ginopilot 10-10-2020 17:08

Quote:

Originariamente inviato da maxsy (Messaggio 47029496)
io invece no.
ho smesso di usarla e la Sconsiglierò a tutti.
per i ''motivi'' citati in questo e in altri thread immuni.

:cincin:

E quali sarebbero questi motivi? Oggi ha ancora senso usarla e continuerà lì dove non si arriverà al collasso. Quindi generalmente è un si, almeno per ora. Anzi, mi auguro crescerà molto la sua diffusione.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 18:36.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.

1