Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Caricabatterie (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1288461)


tweester 12-08-2008 20:30

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23671298)
OT x tweester: sei te che avevi il caricatore ICE?


Yesss !!! E pure un autocostruito forse anche migliore poichè completamente personalizzabile e monitorabile da pc.

marchigiano 12-08-2008 21:23

Quote:

Originariamente inviato da tweester (Messaggio 23671576)
Yesss !!! E pure un autocostruito forse anche migliore poichè completamente personalizzabile e monitorabile da pc.

ok allora ritorniamo IT :D

interessante un autocostruito, hai qualche link?

comunque sia a me interessano particolari funzioni, non so se l'ICE ce l'ha o ne conosci qualcun altro

1) vorrei un controllo totale di corrente e tensione, tipo carica in CC fino a 4.2V poi passa automaticamente in CV mantenendo i 4.2V fino a 50ma per dire...

2) oppure eroga 2000ma CC per un ora, poi 500ma CC per un'altra ora poi 20ma CC per 2-3 ore

3) e una funzione scarica in CC ma in generale mi servono correnti di almeno 5A di picco e voltaggi almeno di 24-30V

il problema è che i caricatori di oggi sono pochi quelli che scaricano oltre i 5A e di solito costano 2-300 euro, le ni-mh e ni-cd oramai sono tutti sul deltaV ma io preferisco la carica manuale perchè non ho batterie selezionate da modellista. infine per la ricarica delle litio già è difficile trovare un caricatore che ti carica a meno di 1C, poi molto spesso stanno in CC fino a 4.1-4.16V, da li iniziano la CV e neanche lineare, tipo stavi in CC a 2A, poi ti passa a 1.5A, poi a 1A, poi a 900mA... tutti gradini che rallentano la fase CV, poi alla fine arriva per dire a 100mA ma sta ancora a 4.16V per dire... da li arriva a 4.2V a 100mA è una vera rottura...

insomma dato che il caricatore perfetto non c'è preferisco uno manuale programmabile così mi gestisco tutto io

CarloR1t 12-08-2008 21:24

Visto che eravamo ot ne approfitto per un'ultima domanda :D devo cambiare un neon che lampeggia, un vecchio tubo sylvania da 115-120cm standard t12 (36,5mm diametro) 40W tonalità calda. Consigli su durata e consumi dei modelli attuali? In particolare oggi rendono di più di una volta? Perchè potrei prendere una potenza minore a parità di luce...

marchigiano 12-08-2008 21:27

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 23672019)
Visto che eravamo ot ne approfitto per un'ultima domanda :D devo cambiare un neon che lampeggia, un vecchio tubo sylvania da 115-120cm standard t12 (36,5mm diametro) 40W tonalità calda. Consigli su durata e consumi dei modelli attuali? In particolare oggi rendono di più di una volta? Perchè potrei prendere una potenza minore a parità di luce...

vai su un osram a luce fredda, sono i più efficienti e duraturi. la luce calda di solito cala un po di efficienza, però magari se ti serve per lavoro la luce calda (per avere più CRI) allora stai tranquillo su questa tanto la differenza è minima

CarloR1t 12-08-2008 21:34

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23672045)
vai su un osram a luce fredda, sono i più efficienti e duraturi. la luce calda di solito cala un po di efficienza, però magari se ti serve per lavoro la luce calda (per avere più CRI) allora stai tranquillo su questa tanto la differenza è minima

La luce fredda non va bene per l'ambiente in questione, dev'essere un po' calda (che sono i CRI, si mangiano? :fagiano: ) cmq leggevo che i t12 si possono rimpiazzare con t10 e t8 con stesso attacco G13. Cercherò gli osram (il vecchio tubo era sylvania...) ma dovrò prendere quel che si trova...

PS E' questo? ;)
http://en.wikipedia.org/wiki/Color_rendering_index

pabllllllo89 12-08-2008 22:15

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23671298)
in effetti pure io con le osram o philips mi sono sempre trovato bene... non me la sento di passare al "cinese" (che poi philips ha spostato le fabbriche in cina ma la qualità rimane elevata comunque...). forse pablo ha trovato dei modelli difettosi o non ha calcolato la giusta dissipazione. poi voglio ridere quando arriveranno le lampade a led :D li si vedrà la vera qualità.

OT x tweester: sei te che avevi il caricatore ICE?

Noooo! la dissipazione sulle lampade elettroniche noooo!!!:D

Dai sono troppo vecchio per cadere nella trappola del "che sfortuna" o "la statistica dice...".
La realtà è che la roba è + vicina a essere robaccia di quanto qualsiasi consumatore traviato e pilotato voglia ammettere.
Non a caso noto come pur non essendo parte in causa molti si ostinano a fare gli avvocati a gratis di multinazionali (vedi ad esempio quegli idioti di "macfanatici" basta dare una scorsa alle pagine calde dei forum omonimi...).
Ove alla meglio a chi capita il prodotto fallato è perchè "sfigato"?
La philips alto standard? quella monnezza di marca? ma lo sai cosa e da chi fà produrre?
Ma direi che tocca capire qualcosa di ingegneria e di materiale per stabilire se una cosa è buona.
E una vagonata di prodotto Philips sono solo trappole, le compri e le butti...
Il problema è che le differenze fra i marchi sono minime.
E le multinazionali al contrario di tanti chiacchieroni hanno i dati per poter trarre conclusioni sul comportamento delle bestie "i consumatori" e le loro risposte....
E il succo è che possono allegramente mettere in commercio merda senza che il loro nomne venga mai intaccato....
Specie quando le controparti fanno lo stesso...

Cmq io non mi fermo mai alla superficialità, come detto per ora le cinesi stanno alla pari delle altre lampadine che ho usato negli anni.
E anche se durassere la metà ( e alcune lo hanno già superato di molto questo traguardo) visto il costo dimezzato, non ci perdo nulla anzi ci stò guadagnando, facendo una media...:D
Per me non esiste, nel mondo del consumismo una regola fissa e sempre vera, a volte è vero che pagare di + è giustificato, il classico la qualità si paga.
Ma altre volte e non di rado paghi di + solo perchè ti stanno solando alla grande (prendono un prodotto scadente, ci appioppano un marchio e della pubblicità o sanno che la categoria "tira" vedi giochi audio telefonia gadget etc e si fannop due calcoli e arrivano alla conclusione che la gente accetta di poagare tot per l'esclusiva per essere i primi o altro).
Basta guardare i cellulari, nulla di REALE giustifica un prodotto che passa da 300 euro a 59 euro.
E staisicuro che a 59 continuano a guadagnarci.
Quindi quando lo vendevano a 300...il profitto quanto era? (le storie di avviare la produzione, il marketing la distribuzione ecc sono così ininflkuenti che si definiscono da sole: caxxate.
I marchi come Sony ecc hanno già fabbriche, hanno già distribuzione ecc ecc).


PS ho scritto al volo, sicuramente qualche bestialità l'ho detta, ma spero che si capisca il concetto di base....:)

marchigiano 12-08-2008 23:47

x carlo: http://en.wikipedia.org/wiki/Color_rendering_index. vai di warm quindi

x pablo: davvero non riesco a spiegarmelo, philips e sopratutto osram, tra incandescenti (notevoli le IRC -infra red coated-) e le fluorescenti non mi hanno ancora deluso. per i led invece osram fa un po pena, idem philips che si è comprata la lumileds che è peggiorata di brutto, per fortuna esiste cree :sofico: ma le fluo che ho mi durano tranquillamente 5-6 anni a stare accese 8-10 ore al giorno e senza particolari ventilazioni anzi... poi una volta ho smontato una fluorescente osram e dentro ci ho trovato componentistica di qualità, tutta a 105°... se invece parliamo di elettronica generale philips allora non posso giudicare non avendo esperienza

tweester 13-08-2008 13:03

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23672006)
ok allora ritorniamo IT :D

interessante un autocostruito, hai qualche link?

comunque sia a me interessano particolari funzioni, non so se l'ICE ce l'ha o ne conosci qualcun altro

1) vorrei un controllo totale di corrente e tensione, tipo carica in CC fino a 4.2V poi passa automaticamente in CV mantenendo i 4.2V fino a 50ma per dire...

2) oppure eroga 2000ma CC per un ora, poi 500ma CC per un'altra ora poi 20ma CC per 2-3 ore

3) e una funzione scarica in CC ma in generale mi servono correnti di almeno 5A di picco e voltaggi almeno di 24-30V

il problema è che i caricatori di oggi sono pochi quelli che scaricano oltre i 5A e di solito costano 2-300 euro, le ni-mh e ni-cd oramai sono tutti sul deltaV ma io preferisco la carica manuale perchè non ho batterie selezionate da modellista. infine per la ricarica delle litio già è difficile trovare un caricatore che ti carica a meno di 1C, poi molto spesso stanno in CC fino a 4.1-4.16V, da li iniziano la CV e neanche lineare, tipo stavi in CC a 2A, poi ti passa a 1.5A, poi a 1A, poi a 900mA... tutti gradini che rallentano la fase CV, poi alla fine arriva per dire a 100mA ma sta ancora a 4.16V per dire... da li arriva a 4.2V a 100mA è una vera rottura...

insomma dato che il caricatore perfetto non c'è preferisco uno manuale programmabile così mi gestisco tutto io

Confermo che il caricatore perfetto non esiste, ma con 2 direi ci se la fa....
le caratteristiche che ti interessano facendo riferimento ai tuoi punti descritti le trovi come indicato:

1. questa caratteristica la trovi nell'autocostruito di cui ti parlavo, puoi settare qualsiasi valore
2. questa caratteristica la trovi nel ICE con un massimo di 4 periodi/fasi di carica
3. Questa caratteristica la trovi nell'autocostruito, corrente di scarica da 0,1 a 25C, tensione massima 22,8 però...ma credo si possa aumentare.

L'ice lo conoscerai e in rete trovi il manuale, l'autocostruito fai riferimento a questo link:
http://www.seven-segments.com/index....eshow&idcat=43
oppure all'omologo italiano:
http://www.oscilloscopio.it/CMS/inde...d=89&Itemid=59

Se ti servono info in + scrivimi in privato.

rricom 14-08-2008 20:10

Caricabatterie reporter 80923 com'è?
 
1 Allegato(i)
Salve a tutti.
Ho acquistato una compatta in un negozio di fotografia e mi hanno venduto anche un caricabatterie spacciandolo per molto buono che allego in figura.
Che caricabatterie è?E' buono? Qualcuno lo conosce?
Questi i dati di targa:
Reporter Modello 80923
caricabatterie Ni-Cd & Ni-MH (With AV e TIMER)
con funzioni di carica/scarica e refresh (che se qualcuno me le può spiegare...grazie)
2 o 4 batterie
primario 12V-13,8V cc
Secondario: AA 2,8V/5,6V cc 800mA, AAA 2,8V/5,6V cc 300mA 4,48VA (max)

CarloR1t 14-08-2008 20:37

Quote:

Originariamente inviato da rricom (Messaggio 23692163)
Salve a tutti.
Ho acquistato una compatta in un negozio di fotografia e mi hanno venduto anche un caricabatterie spacciandolo per molto buono che allego in figura.
Che caricabatterie è?E' buono? Qualcuno lo conosce?
Questi i dati di targa:
Reporter Modello 80923
caricabatterie Ni-Cd & Ni-MH (With AV e TIMER)
con funzioni di carica/scarica e refresh (che se qualcuno me le può spiegare...grazie)
2 o 4 batterie
primario 12V-13,8V cc
Secondario: AA 2,8V/5,6V cc 800mA, AAA 2,8V/5,6V cc 300mA 4,48VA (max)

L'indicazione 2 o 4 batterie probabilmente significa che non ha un canale di ricarica Delta V (scritto simile a AV) per ogni pila, ma solo a coppie, questo vuol dire che è meglio di quelli che non hanno nessun delta v ma questa funzione è più valida per ogni singola pila. Sugli inconvenienti o meno lascio la parola ai più esperti di me, visto che questa tendenza alla funzione delta v sulle coppie si sta diffondendo.

Come regola generale se si vuole comperare qualcosa di meglio del solito caricabatterie lento con timer, che è sicuro se gestito correttamente essendo impreciso, è consigliabile cercare modelli che caricano ciascuna pila in modo indipendente con delta v su ciascun canale, che oltre a dire questo si riconoscono dal fatto che non dicono '2 o 4 pile' ma permettono di ricaricarne anche 1 o 3.

Per curiosità a quanto costa quel modello in negozio?

Comunque con Delta V si intende una funzione che rileva la piena carica di una pila nimh (e per questo ha senso su ogni singola pila) rilevando il calo di tensione che si viene a creare sulla cella dopo che è carica e inizia a sovraccaricarsi.
http://en.wikipedia.org/wiki/Nickel_...harging_method

rricom 14-08-2008 21:20

Grazie e mille delle info, aspetto di sentire anche altri. Il caricabatterie reporter l'ho pagato 30 € acquistato nel 2005.

CarloR1t 14-08-2008 21:57

Quote:

Originariamente inviato da rricom (Messaggio 23692634)
Grazie e mille delle info, aspetto di sentire anche altri. Il caricabatterie reporter l'ho pagato 30 € acquistato nel 2005.

Pensavo che l'avevi appena preso, sono usciti modelli nuovi elencati nel primo post di questa discussione
http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1486066
che ormai sostituisce la presente discussione sui caricatori, ma non tutti sono reperibili, anzi diciamo pure che è raro trovarne qualcuno dei migliori nei negozi. Ma non vedo motivo di cambiare il tuo a meno di opinioni esperte contrarie al riguardo.

La cosa più importante sono comunque le pile, ti consiglio le nimh 'ibride' a bassa autoscarica (low self discharge nimh) linkate e spiegate nella mia firma, se ancora non le hai provate, vanno bene anche col tuo caricatore.

marchigiano 15-08-2008 13:37

Quote:

Originariamente inviato da rricom (Messaggio 23692163)
Salve a tutti.
Ho acquistato una compatta in un negozio di fotografia e mi hanno venduto anche un caricabatterie spacciandolo per molto buono che allego in figura.
Che caricabatterie è?E' buono? Qualcuno lo conosce?
Questi i dati di targa:
Reporter Modello 80923
caricabatterie Ni-Cd & Ni-MH (With AV e TIMER)
con funzioni di carica/scarica e refresh (che se qualcuno me le può spiegare...grazie)
2 o 4 batterie
primario 12V-13,8V cc
Secondario: AA 2,8V/5,6V cc 800mA, AAA 2,8V/5,6V cc 300mA 4,48VA (max)

è un caricatore abb scarso... addirittura carica e scarica 4 batterie in serie? queste cose di solito le fanno i modellisti con batterie sempre selezionate, ogni massimo 10 ricariche (ma c'è anche chi lo fa ogni ricarica) le batterie vengono misurate e riselezionate in base alla capacità. te non penso hai strumenti adatti e voglia di fare queste cose... quindi se non vuoi cambiarlo l'unico consiglio che ti posso dare è quello di caricare solo 2 batt per volta, non mescolare mai le coppie, se a fine carica una batteria è più calda dell'altra vuol dire che l'altra non si è caricata al massimo perchè è più capiente, al limite potresti provare a cambiare coppia, mettendo insieme le 2 che non si scaldano durante la ricarica

CarloR1t 15-08-2008 18:08

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23696416)
è un caricatore abb scarso... addirittura carica e scarica 4 batterie in serie? queste cose di solito le fanno i modellisti con batterie sempre selezionate, ogni massimo 10 ricariche (ma c'è anche chi lo fa ogni ricarica) le batterie vengono misurate e riselezionate in base alla capacità. te non penso hai strumenti adatti e voglia di fare queste cose... quindi se non vuoi cambiarlo l'unico consiglio che ti posso dare è quello di caricare solo 2 batt per volta, non mescolare mai le coppie, se a fine carica una batteria è più calda dell'altra vuol dire che l'altra non si è caricata al massimo perchè è più capiente, al limite potresti provare a cambiare coppia, mettendo insieme le 2 che non si scaldano durante la ricarica

Non penso che carica 4 pile in serie, se ti riferisci all'indicazione '2 o 4 batterie' vorrà dire ha due canali delta v per ciascuna delle due coppie di pile in serie. Da qui non si capisce, non so se il manuale di rricom dice di più...
http://www.reporter-fiab.it/prodotti...arbatterie.htm

marchigiano 15-08-2008 19:46

è quel 5.6V che mi mette il dubbio... a che gli serve tale voltaggio che guardacaso è doppio di 2.8v?

CarloR1t 15-08-2008 19:54

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23699227)
è quel 5.6V che mi mette il dubbio... a che gli serve tale voltaggio che guardacaso è doppio di 2.8v?

mi era sfuggito, vedremo se il manuale lo precisa altrimenti a quel punto non conviene fidarsi di questi caricatori, o dicono esplicito che sono 4 canali indipendenti o meglio prendere caricatori lenti con timer.

pabllllllo89 16-08-2008 00:26

:D Sono quasi sicuro che quel valore significa che il circuito carica due pile in serie, quando ne metti 4 esse sono caricate in serie...
Altrimenti la tensione indicata sarebbe 2.8V.
A proposito mi sono deciso a prendere il beghelli carica 500 hibrid con 4 pile 2100 hybrid.
Ha un attacco per pile 9v a 15 mah quindi carica lenta, lentissima (18 ore x una pila da 200 mah).
Sul "manualetto" dicono che ha controllo a microprocessore quindi dovrebbe avere deltaV su due canali.
Difatti le pile a coppia possono essere messe sia a destra che a sinistra (la merdaccia dell'uniross che avevo invece no...ad indicare che quando si inserivano 4 pile le caricava in serie, vi era anche un interruttore appunto per commutare....) a fine carica passa alla corrente di mantenimento.
Carica 2 pile a 500 mah e 4 pile a 380mah, non male sono valori, almeno il primo, perfettamente in linea con quelli dati dalla panasonic per questo tipo di pile.
Il succo è che il caricatore tecnicamente costa 6 euro (15.90 caricatore e 4 pile, siccome le pile sono vendute 4 a 9.90 ecco perchè mi son deciso a prendere il beghelli).
Però ora mi stò un poco preoccupando, ho messo una pila da 9 volt ieri sera, è l'una di notte e stà ancora in carica praticamente 24 ore quasi....devo buttare un occhio al manuale, comincio a pensare che il deltav sulla 9v non ci sia, contrariamente a quello che pensavo....
Ovviamente salvo appunto un uso "limitatissimo" non lo consiglio come caricatore, se era a canali indipendenti si...ma pare che i produttori lo facciano apposta a creare confusione e robaccia.
Andiamo se il meglio è il canale indipendente fai questo è basta, invece di 6 euro lo vendi a 10 e buonanotte....
Considerando cma che trappole dai cinesi sono vendute a 5 euro....e li compri una resistenza un diodo e un led.........il beghelli non sfigura troppo.......

Ps ovviamente lo sò che c'è di meglio a poco + ma il solito problema è che non si trova...se potevo avrei preso il caricatore per 9v che ha postato carlo :D

marchigiano 16-08-2008 11:30

tranquillo pablo, le 9V se le carichi a 15ma puoi tenerle sotto carica un mese, anzi come carica minima 18h è un limite basso, puoi arrivare anche a 22-24. di sicuro quel caricatore non ha nessun controllo sul canale a 9v, anche perchè effettivamente non ne ha bisogno.

interessante quel tuo uniross con interruttore per caricare 4 batterie, evidentemente in serie, usando batterie selezionate sarebbe anche fattibile, usando quello che capita è un suicidio...

comunque sia sull'altro thread vedrai che nella guida iniziale ho inserito anche un sacco di caricatori carini che fa la varta, probabilmente in italia non li trovi, ma già basta che vai sul trovaprezzi tedesco e ce ne sono a pacchi...

vedi il cube charger, il multi confort e il travel charger

pabllllllo89 16-08-2008 21:59

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23702985)
tranquillo pablo, le 9V se le carichi a 15ma puoi tenerle sotto carica un mese, anzi come carica minima 18h è un limite basso, puoi arrivare anche a 22-24. di sicuro quel caricatore non ha nessun controllo sul canale a 9v, anche perchè effettivamente non ne ha bisogno.

interessante quel tuo uniross con interruttore per caricare 4 batterie, evidentemente in serie, usando batterie selezionate sarebbe anche fattibile, usando quello che capita è un suicidio...

comunque sia sull'altro thread vedrai che nella guida iniziale ho inserito anche un sacco di caricatori carini che fa la varta, probabilmente in italia non li trovi, ma già basta che vai sul trovaprezzi tedesco e ce ne sono a pacchi...

vedi il cube charger, il multi confort e il travel charger

Vedi l'uniroos se avesse dichiarato onestamente cosa vendeva e spiegato due cosette io non avrei in primis tribolato tanto nel capire come mai pile quasi nuove di pacca cedessero dopo pochi scatti (usavo una nikon con accessorio pile AA 8 elementi o 6 ora non ricordo bene) per poi accorgermi che mi aveva cotto ben benino diverse pile portandole a temperature altissime, tipo breve tocco ustione sicura...
Per la 9Volt...si in effetti + che altro credevo che si spegnesse da se...insomma alla fine sulle 9 volt forse non è diverso da un "cinese"..:D

Il punto è che tutta quella "meraviglia" almeno dalle mie parti non si trova..
E certamente per un caricatore eco non vale la pena ne girare mezza roma ne per me ordinare via internet...pagherei + di spese consegna e pagamento che il prodotto..:)

Ad esempio il caricatore che hai indicato come migliore del lacrosse...io se non su ebay non ne ho trovato uno di sito che lo venda in italia (ho usato google).
E ovviamente non tutti hanno la possibilità o la voglia di acquistare all'estero o tramite ebay...;)

CarloR1t 17-08-2008 00:40

Ma le beghelli carica 500 che hai preso sono davvero un nuovo tipo ibride o sono quelle tenute cariche negli speciali espositori-caricabatteria? Ibride beghelli non riesco a trovarle in rete.

Per il caricatore maha powerex mh c9000 alternativo al lacrosse sarà ottima ma sappi che è enorme, una volta e mezza le dimensioni:
http://www.mahaenergy.com/store/view...?idProduct=423



In compenso fa anche questo che è il paradiso (o l'inferno dati i tempi di ricarica) delle 9v...
http://www.mahaenergy.com/store/view...?idProduct=274

Jo3 17-08-2008 10:55

Ciao Ragazzi:

Avrei bisogno di una cortesia :

Conoscete per caso negozi online che vendano caricabatterie economici con carica/scarica/e spegnimento per pacchi batteria da 9,6 V composti da 8 AA stilo ni-mh?


Ho 3 pacchi batteria con presa di ricarica jack da 2,5 mm per ricetrasmittenti, e sono alla ricerca di un carica/scarica batterie con il prezzo piu possibilmente economico per tali pacchi batterie.

Se il caricabatterie fornisse uscite multiple avrei trovato il prodotto ideale.

Grazie per i consigli.

tweester 17-08-2008 12:26

Quote:

Originariamente inviato da Jo3 (Messaggio 23710646)
Ciao Ragazzi:

Avrei bisogno di una cortesia :

Conoscete per caso negozi online che vendano caricabatterie economici con carica/scarica/e spegnimento per pacchi batteria da 9,6 V composti da 8 AA stilo ni-mh?


Ho 3 pacchi batteria con presa di ricarica jack da 2,5 mm per ricetrasmittenti, e sono alla ricerca di un carica/scarica batterie con il prezzo piu possibilmente economico per tali pacchi batterie.

Se il caricabatterie fornisse uscite multiple avrei trovato il prodotto ideale.

Grazie per i consigli.

http://www.dmmodel.it/prodotti.asp?i=4585

Fa quello che serve a te e costa poco...trovi apparecchi similari nel campo del modellismo. C'è anche qualcosa a uscite multiple, ma non concorda con il requisito "economico". Meglio allora prendere 2 o 3 di quei caricatori li.

marchigiano 17-08-2008 12:44

http://www.batteryspace.com/index.as...OD&ProdID=3331

questo ha il vantaggio di non necessitare di alimentatore a 12v esterno, si attacca direttamente alla 220v

invece non pensare di scaricare in serie 8 stilo, se vuoi le togli dal pacco e le scarichi una a una

Jo3 17-08-2008 13:40

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23711756)
http://www.batteryspace.com/index.as...OD&ProdID=3331

questo ha il vantaggio di non necessitare di alimentatore a 12v esterno, si attacca direttamente alla 220v

invece non pensare di scaricare in serie 8 stilo, se vuoi le togli dal pacco e le scarichi una a una

Ciao : grazie dei consigli.

Per caso esiste un caricabatterie con amperaggio basso? (150/250 mA)?
Eviterei se possibile le ricariche veloci.

pabllllllo89 17-08-2008 20:43

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 23709050)
Ma le beghelli carica 500 che hai preso sono davvero un nuovo tipo ibride o sono quelle tenute cariche negli speciali espositori-caricabatteria? Ibride beghelli non riesco a trovarle in rete.

Per il caricatore maha powerex mh c9000 alternativo al lacrosse sarà ottima ma sappi che è enorme, una volta e mezza le dimensioni:
http://www.mahaenergy.com/store/view...?idProduct=423



In compenso fa anche questo che è il paradiso (o l'inferno dati i tempi di ricarica) delle 9v...
http://www.mahaenergy.com/store/view...?idProduct=274

Si sono proprio le hybride o come si vogliono chiamare, la beghelli le chiama "carica500hybrid e non sono nello stand che le tiene cariche, non hanno i contatti.
Al solito chi realizza le confezioni soffre di schizzofrenia dissociativa:D dato che da una parte di dicono pronte all'uso e le solite pappardelle su 80% carica\anno, ma sulla scritta piccola c'è ancora la vecchia dicitura "caricare prima dell'uso" :read:
Si lo so che il c9000 è enorme, ma se non lo usi in viaggio o non sei proprio risicato come spazio x trasportarlo...mi piace il display grosso, lo leggi subito e se è anche completo come info.
Immagino che una parte della dimensione sia data dalle correnti + alte per canale.
Forse è che ha l'alimentatore interno? una cosa che mi incuriosisce è che parla di 2A di corrente di carica ma non ha ventilazione x le pile...direi che a quelle correnti è facile che le pile scaldino parecchio anche troppo.....

CarloR1t 17-08-2008 21:12

Quote:

Originariamente inviato da pabllllllo89 (Messaggio 23716211)
Si sono proprio le hybride o come si vogliono chiamare, la beghelli le chiama "carica500hybrid e non sono nello stand che le tiene cariche, non hanno i contatti.
Al solito chi realizza le confezioni soffre di schizzofrenia dissociativa:D dato che da una parte di dicono pronte all'uso e le solite pappardelle su 80% carica\anno, ma sulla scritta piccola c'è ancora la vecchia dicitura "caricare prima dell'uso" :read:
Si lo so che il c9000 è enorme, ma se non lo usi in viaggio o non sei proprio risicato come spazio x trasportarlo...mi piace il display grosso, lo leggi subito e se è anche completo come info.
Immagino che una parte della dimensione sia data dalle correnti + alte per canale.
Forse è che ha l'alimentatore interno? una cosa che mi incuriosisce è che parla di 2A di corrente di carica ma non ha ventilazione x le pile...direi che a quelle correnti è facile che le pile scaldino parecchio anche troppo.....

Si ho trovato qualcosa qui sulle beghelli carica500 hybrid:
http://www.mondopratico.it/view.php?p=1093
Infine, recentissima è la presentazione di Carica500 Hybrid, che racchiudono il meglio della tecnologia ricaricabile offrendo tutti i vantaggi tipici delle batterie alcaline: oltre a essere vendute già cariche, presentano una bassa autoscarica. Sono ideali in particolare per i dispositivi a basso consumo e che rimangono inutilizzati per diverso tempo, come orologi, sveglie, telecomandi, radio…
strano che non ci sia ancora traccia in rete, cmq è la seconda marca che usa il termine hybrid...le aggiungerò alla lista. Se però hai dei link, immagini o altro dammi pure... ;)

Il c9000 dovrebbe avere un suo sisitemad i raffreddamento non meglio specificato (così dicono) oltre a una forma d'onda particolare che però siete voi a dover spiegare a me... ;)
Ha anche un rialzo che lo solleva non poco (non sarà solo questo spero) dalle prove di l0cutus riferite da marchigiano pare che scaldi poco le pile nonostante la corrente usata.

Sottolineavo le dimensioni, e le metterei in evidenza, perchè molti usano le pile ricaricabili per le fotocamere ed è sottinteso che si preferisca un caricatore usabile anche in viaggio, senza dover prenotare un secondo posto in aereo... :sofico:
Cmq per casa o trasporto in macchina va benissimo, il problema è che si vende solo all'estero.

marchigiano 17-08-2008 21:48

Quote:

Originariamente inviato da Jo3 (Messaggio 23712331)
Ciao : grazie dei consigli.

Per caso esiste un caricabatterie con amperaggio basso? (150/250 mA)?
Eviterei se possibile le ricariche veloci.

http://www.batteryspace.com/index.as...OD&ProdID=2378

c'è questo a 600ma, a meno corrente diventa difficile capire il delta peak, ci vorrebbe un alimentatore manuale e dovresti staccarlo dopo tot tempo, la carica manuale comunque è utile a ripareggiare le batterie caricate in serie, con una sovraccarica di un 20-30%, col deltaV bisognerebbe lasciare il pacco in trickle charge per diverse ore, se non c'è la carica di mantenimento il rischio di sbilanciare il pacco è alto

ma queste batterie sono saldate? sono selezionate?

per il maha... pensavo che era grosso ma non così :D ma l'ali è esterno? sarà bello grosso pure quello. bisogna capire che scarica a 4 volte la capacità del lacrosse e carica al doppio... di sicuro ha mosfet e dissipatori più grandi specie se è passivo. l'importante comunque è l'IC, che sia preciso al millivolt e che ci siano delle mappe che diano la giusta sovraccarica a seconda della corrente impostata

rricom 17-08-2008 23:06

1 Allegato(i)
Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 23698503)
Da qui non si capisce, non so se il manuale di rricom dice di più...

Questo è il manuale... e garzie ancora delle risposte.

CarloR1t 17-08-2008 23:34

Quote:

Originariamente inviato da rricom (Messaggio 23717292)
Questo è il manuale... e garzie ancora delle risposte.

Dice esplicitamente che non ricarica 1 o 3 pile e fin qui ci siamo, poi c'è l'interruttore per 2 o 4 pile che conferma la carica delle 4 pile in serie con una tensione doppia, l'interruttore seleziona infatti la tensione 2,8/5,6volt.
Secondo me considerando che molti caricano le pile in serie, vedi post precedenti, non è così male se il delta v è sensibile abbastanza per fermarsi alla prima pila che raggiunge la piene carica, però devi usarlo solo per ricaricare pacchi batterie con uso identico nello stesso apparecchio, non puoi caricare per es coppie di pile usate in apparecchi diversi e quindi con livelli di scarica diversi. Devono essere il più possibile bilanciate. Se il delta stacca prima ci penserà poi la corrente di mantenimento a completare la carica delle pile che stanno leggermente più indietro, per cui un consiglio (se altri non hanno motivo di correggermi) sarebbe quello di lasciare le pile nel caricatore con la luce verde, dopo la ricarica, per qualche ora in più o anche mezza giornata per bilanciarle bene.

Se poi usi pile nimh a bassa autoscarica, nella mia firma, queste si sbilanciano pochissimo e richiedono di meno tale accorgimento.

pabllllllo89 18-08-2008 14:28

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 23716453)
Si ho trovato qualcosa qui sulle beghelli carica500 hybrid:
http://www.mondopratico.it/view.php?p=1093
Infine, recentissima è la presentazione di Carica500 Hybrid, che racchiudono il meglio della tecnologia ricaricabile offrendo tutti i vantaggi tipici delle batterie alcaline: oltre a essere vendute già cariche, presentano una bassa autoscarica. Sono ideali in particolare per i dispositivi a basso consumo e che rimangono inutilizzati per diverso tempo, come orologi, sveglie, telecomandi, radio…
strano che non ci sia ancora traccia in rete, cmq è la seconda marca che usa il termine hybrid...le aggiungerò alla lista. Se però hai dei link, immagini o altro dammi pure... ;)

Il c9000 dovrebbe avere un suo sisitemad i raffreddamento non meglio specificato (così dicono) oltre a una forma d'onda particolare che però siete voi a dover spiegare a me... ;)
Ha anche un rialzo che lo solleva non poco (non sarà solo questo spero) dalle prove di l0cutus riferite da marchigiano pare che scaldi poco le pile nonostante la corrente usata.

Sottolineavo le dimensioni, e le metterei in evidenza, perchè molti usano le pile ricaricabili per le fotocamere ed è sottinteso che si preferisca un caricatore usabile anche in viaggio, senza dover prenotare un secondo posto in aereo... :sofico:
Cmq per casa o trasporto in macchina va benissimo, il problema è che si vende solo all'estero.



Ecco questo è il max che ho potuto, come si vede il caricatore da 6 euro ha una realizzazione economica ma sempre superiore a quello dei cinesi, ha un alimentatore swiching, qualche componente è sembra saldato alla buona:D
Tutto sommato visto il costo....
Le pile direi che sono delle comuni pile ibride da 2100 mah con etichetta verde...
Ieri mi sà che ho avuto una onferma che la carica veloce è ai limiti di tolleranza delle pile, o ho beccato una difettosa, avevo preso delle hybrid beghelli AAA (2 5,90 800mah) e una ha cominciato a rumoreggiare, praticamente è uscito del gas, l'ho ficcata in acqua fredda sia per freddarla in fretta che per verificare la perdita che è risultata.
La pila funziona, ma da oggi le AAA hybrio le carico lentamente...il trattamento veloce lo riservo alle vecchie ni-mh di cui non mi interessa + di molto dato che tendono a durare cmq assai poco come carica...:D

CarloR1t 18-08-2008 21:07

Grazie delle immagini! Se puoi fare una foto anche alle pile, con comodo... :D

Comunque non è con quel caricatore che ti esplosa la ibrida ma con il beghelli da 15min giusto? Potrebbe essere una pila difettosa, altrimenti non è una cosa da poco, se puoi darci qualche dettaglio. La pila era completamente scarica o no? E' successo all'inizio quando la corrente è maggiore o verso la fine della carica?

Stavo già pensando di tirar fuori l'uniross da 15min per usarlo con queste pile ma stilo o ministilo non mi fiderei più.

marchigiano 18-08-2008 22:10

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 23717460)
Se il delta stacca prima ci penserà poi la corrente di mantenimento a completare la carica delle pile che stanno leggermente più indietro, per cui un consiglio (se altri non hanno motivo di correggermi) sarebbe quello di lasciare le pile nel caricatore con la luce verde, dopo la ricarica, per qualche ora in più o anche mezza giornata per bilanciarle bene.

giustissimo, 80ma di mantenimento non sono neanche pochi, qualche ora così e si pareggia tutto, l'importante è che il caricatore stacchi prima e non dopo la ricarica totale della prima cella altrimenti la frigge :D

Quote:

Originariamente inviato da pabllllllo89 (Messaggio 23722591)
... e una ha cominciato a rumoreggiare, praticamente è uscito del gas, l'ho ficcata in acqua fredda sia per freddarla in fretta che per verificare la perdita che è risultata.
La pila funziona, ma da oggi le AAA hybrio le carico lentamente...

bravo inizi a fare i casini che faccio io... :D che divertimento è :D devi vedere quando apro le li-ion e li-poly le scintille :D sappi che quando fuoriesce gas la pressione interna è sui 13 bar, se la valvola si blocca anche di più e la pila esplode e 13 bar non sono mica da ridere... comunque ti è uscito dell'elettrolita e ora avrai perso per lo meno 50mah di capacità, tienilo a mente quando la usi in serie. sarebbe anche interessante misurare ora l'autoscarica di quella cella, per vedere se è peggiorata rispetto le altre

pabllllllo89 18-08-2008 23:02

Allora in ordine x marchigiano, guarda che non è la prima che "cuocio":D sono "navigato".
Uscito è uscito del "gas" l'esterno è pulitissimo non c'è alcuna traccia di roba liquida..
Rispondo a carlo: Si era col beghelli fast 15, assicuro che è la prima pila, ecco perchè sono cmq propenso a pensare che sia una pila difettosa.
cmq ero davanti al pc e siccome il begghelli era li a fianco ho potuto verificare che la fuoriuscita è iniziata nella seconda fase, all'inizio della fine carica.
Ma è anche la fase ove le pile sono + calde....
Con le uniroos le uniche ibride AAA che ho non è mai successo.

Per la foto delle pile, guarda una come le precedenti è roba fatta di corsa, vi ho messo un panno daino per migliorare il contrasto e ridurre l'abbagliamento del flash (foto discrete ma canon maledettamdente lenta...) provo con una risoluzione maggiore delle prime:


marchigiano 18-08-2008 23:13

Quote:

Originariamente inviato da pabllllllo89 (Messaggio 23728192)
Allora in ordine x marchigiano, guarda che non è la prima che "cuocio":D sono "navigato".

benvenuto nel club :D allora ti racconto quando avevo messo a ricaricare 5 li-ion da 4.2Ah l'una senza protezione in parallelo... batterie formato D quindi immagina lo spunto di tali bestie

usavo dei magneti per fare il contatto dei cavetti di carica, a fine carica stacco i primi magneti ma mi scappa di mano e si attaccano insieme... con le altre 4 celle ancora connesse... BAM non ho idea di quanta corrente sarà passata su quel cavo, ma dalla paura ho cercato di staccare a mano i due magneti mentre passavano ampere su ampere, il calore generato era notevole tant'è che mi sono ustionato le dita e mi sono rimaste le cicatrici dei cavi per qualche mese... il calore ha sciolto sia la plastica isolante dei cavi che le saldature a stagno...

le batterie per fortuna si sono salvate, il PTC interno non si è isolato, ma da quel giorno sto mooooooolto più attento con i magneti... :D

CarloR1t 18-08-2008 23:23

La foto va benissimo grazie!

x marchigiano ami vivere pericolosamente? :D Starei attento alle litio piuttosto che ai magneti e proverei le nano. Sei esperto e potrai dirci come vanno... ;)

pabllllllo89 20-08-2008 20:55

:D Salve, preso da follia ho deciso di prendermi il lacrosse bc-900 dopo il vano tentativo di trovare il diretto concorrente powerex 9000.

Cmq vediamo di dare le prime impressioni, l'ho provato proprio sulle pile beghelli fra cui la AAA hybrid che ha "fumato".
Tralascio la descrizione delle funzioni e bla bla xchè è già stato detto tutto e meglio qui e ovunque.:D

Dirò subito cosa x me è oggettivamente un difetto, inteso come usabilità, non altro.

1) non capisco perchè non permettere una COMODA regolazione dei vari parametri, invece devi scapicollarti se no dopo 8 secondi ti fotte.

Sei così costretto a INSERIRE UNA PILA ALLA VOLTA e sperare di non sbagliare.
Poi credo che tutti possano immaginare tranquillamente funzioni o opzioni che non sarebbero costate nulla se presenti e avrebbero reso l'uso + immediato.

2) il caricatore ha la funzione di scarica di cui conta quanta corrente eroga in totale la pila, a mio avviso è il modo migliore per sapere la reale capacità della pila, l'attendibilità è data dal fatto che tutti i fattori sono noti, tensione, corrente erogata e carico.
In fase di carica invece non si è molto precisi.
quindi sarebbe logico pensare che il caricatore tenga in memoria questo dato.
No esso finito il ciclo di carica passa alla carica resettando tutto.
Il valore visualizzato poi a fine ciclo è quello dei mah orari forniti alla pila.
Bastava una semplice memoria non volatile per memorizzare entrambi i valori, come quelle usate nelle bilance elettroniche con indicazione % grasso corporeo, e si trovano a 19 euro, x sottolineare che tale funzione ha un costo irrisorio oramai...:)
Dettagli, questo come altri immaginabili facilmente, avrebbero reso il caricatore migliore e + appetibile commercialmente parlando, giustificando ancora di più il costo non indifferente.

3: costruzione: l'idea è di un assemblaggio votato all'economicità specialmente i tasti, che rendono ancor + frustrante settare il caricatore, frustrazione già presente come detto causa scelta discutibile dell'interfaccia, cioè la scelta delle operazioni da fare.
Uan su tutte i 4 tasti x canale si potevano sostituire con un tasto e una rotella, la rotella si usa per scorrere le varie voci il pulsante x conferma, con la stessa rotella si seleziona il vano pila desiderato.
Risultato sistema + comodo, + efficiente e risparmio di due tasti.
Ultimo non c'è la funzione scrolling cioè la visualizzazione ciclica di tutte le fasi e i valori tipo: tensione pila - corrente di carica o scarica - tempo trascorso.
Questo renderebbe spesso superfluo l'uso del tasto display.....
----------------------
Veniamo alla prova, andando un pelino di fretta ho selezionato il ciclo che comprende scarica e carica della pila, ovviamente, la prima a 500 e la seconda obbligatoriamente a 1000 mah.
Le pile sono 2 ministilo beghelli AAA da 800mah hybrid e 2 stilo AA Hybrid beghelli da 2100mah.
Ecco i valori riportati:

AAA beghelli hybrid 800 mah pila A (fumata: ha emesso gas su altro caricatore fast 15 beghelli) e pila B

A: 949mah 1h07min tempo di carica
B: 1018mah 1h23min "

AA beghelli hybrid 2100 pile A e B:

A: 2,33Ah - - - 2h44min 1,46V
B: 2,38AH - - - 2h47min 1.47V

Mi sa che marchigiano, e non ne dubitavo, ha ragione la AAA "fumata" ha perso un pò di capacità, ma vabbò pensavo peggio.:D

Cmq x ora credo che come caricatore sia fra o il migliore reperibile in ita per la categoria (omettendo ovviamente caricatori per uso modellistico ecc), anche il prezzo (che senza spedizione e contrassegno è stato di 54 euro) non è folle se si considera che si vendono caricatori tutt'altro che completi (ad esempio questo:UNIROSS CAR. SPRINT 1 ORA + 4 STILO 2500 pare sia venduto a 42 euro + o -).
Se si trovasse facilmente nei nego direi che sarebbe il caricatore di riferimento, da scegliere, salvo ovvio necessità diverse, se devi caricare due pile una tantum ovviamente la cifra è altina.:D

PS non sò perchè le pile date in dotazione mi danno delle "cacatine" avrei preferito spendere 10 euro in meno e non avere le pile...:D

marchigiano 20-08-2008 21:44

bravo pablo, hai fatto un ottima recensione, la sua logica di funzionamento è un po ridicola ma il caricatore risale al 2005, quella volta era il futuro :D non a caso ho detto che il maha lo rende obsoleto, non per questo il maha è perfetto... niente è perfetto, però c'è sempre un evoluzione...

i mah erogati durante la carica comunque non indicano affatto la capacità della batteria, quelli li vedi solo con la scarica, saranno sicuramente meno, la differenza indica la sovraccarica che prende la batteria per pareggiarsi. prova per es. a scaricare le batterie dopo 24h dalla carica, avrai un dato preciso sulla carica che riescono ad immagazzinare

come carica comunque almeno per le AAA ti consiglio di stare a 500ma, le AA vai un po a 1000...

infine quoto che le batterie incluse fanno proprio pena... ma se non le mettevano il prezzo era 1€ in meno :D cioè il loro valore :D usale in applicazioni low-drain e caricale lentamente...

pabllllllo89 20-08-2008 22:11

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23752124)
bravo pablo, hai fatto un ottima recensione, la sua logica di funzionamento è un po ridicola ma il caricatore risale al 2005, quella volta era il futuro :D non a caso ho detto che il maha lo rende obsoleto, non per questo il maha è perfetto... niente è perfetto, però c'è sempre un evoluzione...

i mah erogati durante la carica comunque non indicano affatto la capacità della batteria, quelli li vedi solo con la scarica, saranno sicuramente meno, la differenza indica la sovraccarica che prende la batteria per pareggiarsi. prova per es. a scaricare le batterie dopo 24h dalla carica, avrai un dato preciso sulla carica che riescono ad immagazzinare

come carica comunque almeno per le AAA ti consiglio di stare a 500ma, le AA vai un po a 1000...

infine quoto che le batterie incluse fanno proprio pena... ma se non le mettevano il prezzo era 1€ in meno :D cioè il loro valore :D usale in applicazioni low-drain e caricale lentamente...

:D Grazie, ho semplicemente messo le impressioni che ho avuto.
Magari correggo ora qualche errore di digitazione e della tastiera (è senza fili e guarda caso interferisce col trasmettitore audio-video che uso per vedere sky in camera:muro: ).
Per le pile hai ragione io erroneamente ho considerato (una volta tanto a favore del consumatore..:Prrr: ) il "valore di mercato", hai presente? quello famoso "siori e siore sto sturacessi ha il valore di mercato di 700 euro, ma solo per voi e ai primi 10 intelligentoni lo avrete a soli 100 euro.....!!":sbonk: :sbonk: :sbonk:
Mentre quello reale...probabilmente il tuo è corretto..
Ho già trovato l'uso ho delle cuffie senza file della Sony che ovviamente si son rotte e non funziona + la ricarica, le usa mia nonna che è dura di orecchi, ecco perchè ho preso il beghelli carica500 hibrid, così ci ficco 4 pile e le lascio li attaccate.
E' a due canali ma chissene per quel che deve fare....
Mentre il lacrosse lo userò per le pile hybrio che uso sulla fotocamerta ecc.
Il fast lo userò solo quando vado di fretta e sulle pile "normali".

PS si lo so che le AAA è meglio caricarle a meno di 1A, ma appunto andavo di fretta e oltre a questo, diciamo, che ho testato come si comporta il caricatore portantdo le pile ai limiti (tipo se la pila surriscalda si ferma o cala la corrente?).
Le pile sono diventate poco + che tiepide-calde e come, se ricordo bene, ho scritto quella "danneggiata" non ha riemesso alcun gas, evidentemente o era difettosa o ha errato il beghelli fast.:)

pabllllllo89 20-08-2008 22:12

xchè doppio post?

marchigiano 20-08-2008 23:28

Quote:

Originariamente inviato da pabllllllo89 (Messaggio 23752413)
xchè doppio post?

perchè il lacrosse ti ha dato la scossa :D

no scemenze a parte... volevo chiederti che versione firmware hai, io la 32, lo scrive appena accendi


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 06:29.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.