Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Caricabatterie (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1288461)


DOC-BROWN 17-06-2022 17:46

ok....va bene che fa caldo ma normale che sono leggermente calde anche se
le ricarico le Eneloop a solo 400 ?


ma come mai pile caricate qualche giorno fa , rimesse sotto carica ne va dentro ancora 200 o 400 mA , strano vero ?

Geppo Smart 20-06-2022 19:26

Quote:

Originariamente inviato da DOC-BROWN (Messaggio 47867879)
ok....va bene che fa caldo ma normale che sono leggermente calde anche se
le ricarico le Eneloop a solo 400 ?


ma come mai pile caricate qualche giorno fa , rimesse sotto carica ne va dentro ancora 200 o 400 mA , strano vero ?

Le batterie in vendita non vengono caricate completamente (mi sembra che vengono caricate al 70%), quindi è normale.

Idem è abbastanza normale che rimesse in carica dopo qualche giorno "prendano" ancora un po' di carica. E' fondamentalmente al sistema di rilevamento del punto di carica completa che ha bisogno di "vedere" un "delta" di tensione negativo, cosa che non può avvenire immediatamente. Semplicemente non dovresti farlo perchè è un modo per "sovraccaricare" le batterie.
In ogni caso, ricordati che la velocità di autoscarica è massima all'inizio e decresce nel tempo (non ha andamento lineare), quindi, per dirla in breve, significa che nella prima settimana si potrebbero scaricare più che in tutto il mese successivo.

DOC-BROWN 21-06-2022 10:35

Quote:

Originariamente inviato da Geppo Smart (Messaggio 47869867)
Le batterie in vendita non vengono caricate completamente (mi sembra che vengono caricate al 70%), quindi è normale.

Idem è abbastanza normale che rimesse in carica dopo qualche giorno "prendano" ancora un po' di carica. E' fondamentalmente al sistema di rilevamento del punto di carica completa che ha bisogno di "vedere" un "delta" di tensione negativo, cosa che non può avvenire immediatamente. Semplicemente non dovresti farlo perchè è un modo per "sovraccaricare" le batterie.
In ogni caso, ricordati che la velocità di autoscarica è massima all'inizio e decresce nel tempo (non ha andamento lineare), quindi, per dirla in breve, significa che nella prima settimana si potrebbero scaricare più che in tutto il mese successivo.

che dire .... OTTIMO !!! grazie

Nui_Mg 22-06-2022 16:56

I simpaticoni di Amazon sulle pagine di molte eneloop ti scrivono grande come la casa che sono made in japan, quando poi vedi che sono quasi sempre BK-4MCCE (Cina).

DOC-BROWN 22-06-2022 17:53

Quote:

Originariamente inviato da Nui_Mg (Messaggio 47871514)
I simpaticoni di Amazon sulle pagine di molte eneloop ti scrivono grande come la casa che sono made in japan, quando poi vedi che sono quasi sempre BK-4MCCE (Cina).

dai sono a quei livelli ?


qualcuno sa come vanno le Amazon Basic (testa verde) da 2.400 mA ??

dalle recensioni sembrano buone , chi ne sa di piu ?

Nui_Mg 22-06-2022 19:40

Quote:

Originariamente inviato da DOC-BROWN (Messaggio 47871553)
dai sono a quei livelli ?

Puoi controllare tu stesso (io l'ho fatto un mesetto fa).

Geppo Smart 23-06-2022 06:14

Quote:

Originariamente inviato da Nui_Mg (Messaggio 47871514)
I simpaticoni di Amazon sulle pagine di molte eneloop ti scrivono grande come la casa che sono made in japan, quando poi vedi che sono quasi sempre BK-4MCCE (Cina).

Per chiarire, comunque , la sigla BK-4MCCE non identifica necessariamente l'origine Cinese. Dal tuo discorso sembra di capire che tutte le Panasonic BK-4MCCE siano prodotte in Cina, cosa che non mi risulta. Esistono di entrambe le provenienze (su tutte le Eneloop che ho visto a oggi è sempre stampato "Made in ...."), questo è viceversa significativo.

Qui trovate alcune informazioni al riguardo:
https://eneloop101.com/batteries/how...facturing-date

Nui_Mg 23-06-2022 11:27

Quote:

Originariamente inviato da Geppo Smart (Messaggio 47871748)
Dal tuo discorso sembra di capire che tutte le Panasonic BK-4MCCE siano prodotte in Cina,

Quelle vendute su amazon? Poco ci manca. Nel summenzionato caso è perfino più sicuro acquistarle da reseller europei invece che su amazon (dove in quest'ultimo caso non vi è differenza tra .it, .com, .de, ecc. per quanto riguarda la provenienza della merce)

Totix92 23-06-2022 13:09

Io ho preso da poco le Eneloop bianche... sono made in Japan.
Non sono made in china.
BK-4MCCE e BK-3MCCE non significa che sono prodotte in cina, tutte quelle che arrivano da noi sono prodotte in giappone, come si può vedere anche qui

Nui_Mg 23-06-2022 14:19

Quote:

Originariamente inviato da Totix92 (Messaggio 47872212)
Io ho preso da poco le Eneloop bianche... sono made in Japan.
Non sono made in china.

Nel mesetto fa in cui ho fatto la verifica su Amazon, acquistando 4 pacchi di eneloop aaa (due uguali e altri due diversi), nessuno era made in japan ma china. In teoria le eneloop che giungono in europa dovrebbero essere made in japan, ma su Amazon tale cosa non vale affatto sempre (dicorso che ho citato nel precedente post) visto che la merce che arriva agli amazon europei spesso giunge da vari amazon oltre oceano.
E il colore bianco non vuol dire niente visto che pure le mie sono bianche e non sono made in japan

Edit: sono andato a controllare ora su amazon.it e quando le ho prese io avevano come indicazione solo BK-4MCCE, non BK-4MCCE/4BE come ora, strano perché mi pare che l'asin fosse lo stesso.

Geppo Smart 24-06-2022 08:30

Quote:

Originariamente inviato da Nui_Mg (Messaggio 47872099)
Quelle vendute su amazon? Poco ci manca. Nel summenzionato caso è perfino più sicuro acquistarle da reseller europei invece che su amazon (dove in quest'ultimo caso non vi è differenza tra .it, .com, .de, ecc. per quanto riguarda la provenienza della merce)

No, confondi due cose che non hanno relazione tra loro.
Assumendo anche il fatto che tutte le BK-4MCCE vendute su Amazon siano cinesi (cosa peraltro da dimostrare), non significa che le BK-4MCCE siano tutte cinesi.
La provenienza non è neppure identificata dal colore, ma dalla scritta "Made in ...." stampigliata su ogni batteria.

Se poi stai parlando di "fake", allora il discorso è ancora diverso, ma questo mi pare esuli dall'argomento trattato.

Personalmente le Eneloop non le compro da Amazon, ma da un distributore europeo e sono TUTTE made in Japan, incluse le BK-4MCCE da te citate.

DOC-BROWN 24-06-2022 09:30

io ho delle vecchie (2006) PANASONIC Infinium che mi pare siano quelle
prima delle Eneloop ? ma sono gia' da allora made in cina .



Allora grossa delusione con il CB EverActive ....

messa una pila scaricata a fondo quindi sui 1,05 Volt e .... NON la caricava
nulla !!!

mentre strano messa sul MAHA e ha cominciato subito la carica , boh ?

Geppo Smart 24-06-2022 13:23

Quote:

Originariamente inviato da DOC-BROWN (Messaggio 47872916)
io ho delle vecchie (2006) PANASONIC Infinium che mi pare siano quelle
prima delle Eneloop ? ma sono gia' da allora made in cina .



Allora grossa delusione con il CB EverActive ....

messa una pila scaricata a fondo quindi sui 1,05 Volt e .... NON la caricava
nulla !!!

mentre strano messa sul MAHA e ha cominciato subito la carica , boh ?

Strano, questo succede (con moltissimi caribatterie) quando le batterie sono quasi a zero, non a 1V. In ogni caso, se non la "vede", lasciala dentro per qualche minuto, vedrai che si "sveglia".
Che versione del firmware hai (viene visualizzata per un attimo quando alimenti il caricabatteria)?

Nui_Mg 24-06-2022 14:21

Quote:

Originariamente inviato da Geppo Smart (Messaggio 47872833)
Personalmente le Eneloop non le compro da Amazon, ma da un distributore europeo e sono TUTTE made in Japan, incluse le BK-4MCCE da te citate.

Io avevo ben citato che i problemi possono accadere sul versante di un "magazzino" mondiale come amazon. Distribuzione europea non dovrebbe avere alcun problema.

Geppo Smart 24-06-2022 19:06

Quote:

Originariamente inviato da DOC-BROWN (Messaggio 47872916)
io ho delle vecchie (2006) PANASONIC Infinium che mi pare siano quelle
prima delle Eneloop ? ma sono gia' da allora made in cina .



Allora grossa delusione con il CB EverActive ....

messa una pila scaricata a fondo quindi sui 1,05 Volt e .... NON la caricava
nulla !!!

mentre strano messa sul MAHA e ha cominciato subito la carica , boh ?

Allora ho verificato: qualcosa non quadra. Se risultasse verificato quanto dici temo che il tuo caricabatterie sia difettoso.
Tieni conto che:
1) Quando usi la funzione di scarica del caricabatterie la batteria viene scaricata fino a 0.9V, non avrebbe senso che il caricabatterie non sia in grado di caricare una batteria che ha scaricato lui stesso.
2) Mi pare di capire che sei chiaramente allergico alla lettura dei manuali, quindi ti segnalo che nel manuale è dichiarato esplicitamente "The charger has the unique capability to detect and charge near zero voltage cells. It will allow to charge every cell with the open circuit voltage of min. 0.01V", di conseguenza non ha senso che quello che addirittura è dichiarato come un punto di forza del caricabatterie non sia poi rispettato.
3) Non ho mai avuto problemi del genere. Ho caricato addirittura batterie "morte" (portate veramente a 0V) quindi non riconosciute dal caricabatterie (indicazione "null") semplicemente lasciandole un po' nel caricabatterie in modo che "risalissero" un minimo di tensione (il caricabatterie fornisce comunque poche decine di mA), dopodichè la carica è partita regolarmente.

Quindi ti consiglio di verificare accuratamente lo stato della batteria e fare altre prove a conferma, perchè potrebbe significare che ti è toccato un "limone".

Geppo Smart 24-06-2022 19:11

Quote:

Originariamente inviato da Nui_Mg (Messaggio 47873300)
Io avevo ben citato che i problemi possono accadere sul versante di un "magazzino" mondiale come amazon. Distribuzione europea non dovrebbe avere alcun problema.

La mia intenzione era quella di segnalare il fatto che la sigla citata non identifica il luogo di produzione e quindi a non fare confusione tra fornitori e sigle. Sono due cose distinte. Il modello in questione viene prodotto sia in giappone che in cina, il luogo di produzione è identificato da quanto è riportato sulla batteria stessa (Made in ....).

DOC-BROWN 25-06-2022 14:04

difatti mi pare di ricordare che il punto di forza di questo CB era proprio questa di caricare le pile sotto 1V , cosa che non doveva fare ( e infatti successo varie volte ! ) il maha....

eppure in questo caso successo esatto contrario , spero davvero NON sia
difettoso anche se nuovo !

Se non ricordo male dovrebbe essere V2 o 2.1 .....

se mi capita ancora una pila a circa 1 V provero' a lasciarla per alcuni minuti , anche se messa nel maha la ricarica e' partita subito, boh

Geppo Smart 26-06-2022 05:33

Quote:

Originariamente inviato da DOC-BROWN (Messaggio 47873942)
difatti mi pare di ricordare che il punto di forza di questo CB era proprio questa di caricare le pile sotto 1V , cosa che non doveva fare ( e infatti successo varie volte ! ) il maha....

eppure in questo caso successo esatto contrario , spero davvero NON sia
difettoso anche se nuovo !

Se non ricordo male dovrebbe essere V2 o 2.1 .....

se mi capita ancora una pila a circa 1 V provero' a lasciarla per alcuni minuti , anche se messa nel maha la ricarica e' partita subito, boh

Altro che sotto 1V...... non ho verificato la soglia reale, ma il manuale parla di 10mV. In ogni caso, ripeto, batterie "morte", rimaste per più di una settimana su un apparecchio "acceso", quindi praticamente a zero, sono state ricaricate senza problemi (indipendentemente dal fatto che le batterie non sono "felici" di un trattamento del genere).

Per fare una verifica, puoi utilizzare la funzione discharge per scaricare una batteria (imposta il valore minimo di corrente). La scarica si interrompe quando la tensione raggiunge 0.9V. Ovviamente, appena terminata la scarica, la tensione della batteria a circuito aperto risale generalmente sopra 1V, quindi se la misuri con il tester leggerai un valore decisamente superiore a 0.9V. A quel punto prova a ricaricarla. Non devi avere nessun problema, diversamente il tuo caricabatterie è difettoso.

Il problema potrebbe anche derivare dall'uso di batterie con valori di resistenza interna "astronomici" (quindi da buttare), quindi verifica anche questa possibilità.

DOC-BROWN 26-06-2022 13:29

Quote:

Originariamente inviato da Geppo Smart (Messaggio 47874215)
Altro che sotto 1V...... non ho verificato la soglia reale, ma il manuale parla di 10mV. In ogni caso, ripeto, batterie "morte", rimaste per più di una settimana su un apparecchio "acceso", quindi praticamente a zero, sono state ricaricate senza problemi (indipendentemente dal fatto che le batterie non sono "felici" di un trattamento del genere).

Per fare una verifica, puoi utilizzare la funzione discharge per scaricare una batteria (imposta il valore minimo di corrente). La scarica si interrompe quando la tensione raggiunge 0.9V. Ovviamente, appena terminata la scarica, la tensione della batteria a circuito aperto risale generalmente sopra 1V, quindi se la misuri con il tester leggerai un valore decisamente superiore a 0.9V. A quel punto prova a ricaricarla. Non devi avere nessun problema, diversamente il tuo caricabatterie è difettoso.

Il problema potrebbe anche derivare dall'uso di batterie con valori di resistenza interna "astronomici" (quindi da buttare), quindi verifica anche questa possibilità.

no al massimo sui 150 non oltre quindi non astronomici ....
provero' se mi capita ancora ad attendere e speriamo in bene .

controllato il mio versione 2.2 , ultima vero ?

Geppo Smart 26-06-2022 19:31

Quote:

Originariamente inviato da DOC-BROWN (Messaggio 47874419)
no al massimo sui 150 non oltre quindi non astronomici ....
provero' se mi capita ancora ad attendere e speriamo in bene .

controllato il mio versione 2.2 , ultima vero ?

Credo di si, io ho la 2.1.

DOC-BROWN 27-06-2022 10:07

Quote:

Originariamente inviato da Geppo Smart (Messaggio 47874648)
Credo di si, io ho la 2.1.

si confermo 2.2

Franz.b 16-07-2022 11:07

Quote:

Originariamente inviato da Geppo Smart (Messaggio 47866120)
Come ho detto, dipende da che caricabatteria utilizzi.
Se il caricabatterie lavora a impulsi (come l'EverActive) non credo che avrai problemi neppure con la corrente di carica più bassa, diversamente a valori inferiori a C/3 potresti avere il problema della mancata identificazione del corretto punto di fine carica, con il rischio di "friggere" le batterie.
Secondo specifiche Panasonic le Eneloop Pro AA dovresti caricarle a 1200mA, io con l'EverActive le carico normalmente a 400mA e non ho mai avuto un problema. Se ho fretta, salgo fino a 1A, ovviamente in questo caso è normale che le batterie scaldino un po'. Sull'EverActive regolati come meglio credi, non credo che avrai problemi in ogni caso.
Con lo SkyRC, tra i vari parametri, puoi impostare anche la temperatura massima ammessa per la batteria, oltre la quale il caricabatteria interviene interrompendo la carica, come pure puoi impostare la capacità massima fornita nel ciclo di carica oltre la quale il ciclo termina, come protezione nel caso che la carica non termini correttamente per mancata identificazione del punto di carica completa, cosa che si verifica puntualmente se carichi a valori di corrente troppo bassa (scordati di poter caricare le Eneloop Pro AA a 400mA, un valore accettabile è 800mA o superiore, dovuto al modo di funzionamento a corrente costante utilizzato).
Come vedi, quindi un apparecchio con molte più funzioni, ma più "legnoso" da utilizzare e con un'interfaccia utente tutto meno che perfetta e quindi anche assai meno semplice da utilizzare.

Ho utilizzato lo Skyrc per ministilo Tronic già vecchiotte e in carica non ha rilevato il fine ciclo in effetti.
Come andrebbe impostato il -dv per limitare questo problema?
(Però con il break-in, pur caricando a correnti basse, la rilevazione corretta c'è stata.)

hc900 17-07-2022 10:13

Quote:

Originariamente inviato da Franz.b (Messaggio 47889810)
Ho utilizzato lo Skyrc per ministilo Tronic già vecchiotte e in carica non ha rilevato il fine ciclo in effetti.
Come andrebbe impostato il -dv per limitare questo problema?
(Però con il break-in, pur caricando a correnti basse, la rilevazione corretta c'è stata.)

Devi farlo scendere a -2mV o a 0mV a seconda delle batterie che utilizzi.

L'opzione 0mV rischia di far ricaricare le batterie al 80% ma non si rischia di rovinarle, andando su di qualche mV si riesce a ricaricarle meglio ma anche di sovra caricarle.

Geppo Smart 18-07-2022 17:07

Quote:

Originariamente inviato da Franz.b (Messaggio 47889810)
Ho utilizzato lo Skyrc per ministilo Tronic già vecchiotte e in carica non ha rilevato il fine ciclo in effetti.
Come andrebbe impostato il -dv per limitare questo problema?
(Però con il break-in, pur caricando a correnti basse, la rilevazione corretta c'è stata.)

Dopo molte prove ho deciso che 0mV è l'unica modalità che funziona in modo affidabile, ma non scendere sotto C/4 come corrente di ricarica (per intendersi, le AA caricale a 600mA, al minimo)

Geppo Smart 19-07-2022 07:06

Quote:

Originariamente inviato da Franz.b (Messaggio 47889810)
Ho utilizzato lo Skyrc per ministilo Tronic già vecchiotte e in carica non ha rilevato il fine ciclo in effetti.
Come andrebbe impostato il -dv per limitare questo problema?
(Però con il break-in, pur caricando a correnti basse, la rilevazione corretta c'è stata.)

Aggiungo qualcosa a quanto già detto ieri (ero di fretta).
L'algoritmo break-in non usa nessun tipo di rilevazione, il termine della carica è a tempo (16h), quindi è ovvio che dopo il tempo previsto abbia concluso il ciclo correttamente. Per il resto, il mio consiglio, se vuoi utilizzare correnti di carica inferiori a C/2 (ma non inferiori a C/4) è utilizzare esclusivamente 0mV. Con correnti di carica pari a C/2 dovrebbe funzionare correttamente anche -3mV.

DOC-BROWN 19-07-2022 09:02

Quote:

Originariamente inviato da Geppo Smart (Messaggio 47891759)
Aggiungo qualcosa a quanto già detto ieri (ero di fretta).
L'algoritmo break-in non usa nessun tipo di rilevazione, il termine della carica è a tempo (16h), quindi è ovvio che dopo il tempo previsto abbia concluso il ciclo correttamente. Per il resto, il mio consiglio, se vuoi utilizzare correnti di carica inferiori a C/2 (ma non inferiori a C/4) è utilizzare esclusivamente 0mV. Con correnti di carica pari a C/2 dovrebbe funzionare correttamente anche -3mV.

grande ! quindi alla fine delle 2.100 mA a quanto sarebbe meglio ricaricarle 400 o 600 mA ?

Geppo Smart 19-07-2022 19:05

Quote:

Originariamente inviato da DOC-BROWN (Messaggio 47891860)
grande ! quindi alla fine delle 2.100 mA a quanto sarebbe meglio ricaricarle 400 o 600 mA ?

Quanto detto era riferito allo SkyRC che esegue la carica in corrente continua, ma con il quale è possibile modificare il metodo di identificazione del punto di carica completa. Per una 2100mAh, nello SkyRC non consiglio si scendere sotto 500mA (C/4) usando dV=0mV. Con l'Everactive non puoi modificare questo parametro, ma solo la corrente di carica. In ogni caso, per il diverso modo con cui vengono caricate le batterie (a impulsi) nell'Everactive questo problema non c'è, potresti scendere anche a 200mA. Prova e vedrai che la carica termina comunque correttamente.
Sullo SkyRC, dopo aver caricato le batterie con i parametri indicati usando delle Eneloop - Eneloop Pro, ho verificato poi che la capacità reale della batteria fosse il valore atteso e confrontato con la capacità ottenuta dopo aver caricato la stessa batteria con l'Everactive, ottenendo valori molto simili. Quindi, per quanto mi riguarda, ritengo quei parametri di carica come validi.

La frequenza con cui utilizzo l'Everactive per la carica delle batterie, comunque, è almeno 10 volte superiore a quella con cui uso lo SkyRC. Vero è che utilizzo pochissime batterie al litio.....

DOC-BROWN 20-07-2022 09:55

Quote:

Originariamente inviato da Geppo Smart (Messaggio 47892491)
Quanto detto era riferito allo SkyRC che esegue la carica in corrente continua, ma con il quale è possibile modificare il metodo di identificazione del punto di carica completa. Per una 2100mAh, nello SkyRC non consiglio si scendere sotto 500mA (C/4) usando dV=0mV. Con l'Everactive non puoi modificare questo parametro, ma solo la corrente di carica. In ogni caso, per il diverso modo con cui vengono caricate le batterie (a impulsi) nell'Everactive questo problema non c'è, potresti scendere anche a 200mA. Prova e vedrai che la carica termina comunque correttamente.
Sullo SkyRC, dopo aver caricato le batterie con i parametri indicati usando delle Eneloop - Eneloop Pro, ho verificato poi che la capacità reale della batteria fosse il valore atteso e confrontato con la capacità ottenuta dopo aver caricato la stessa batteria con l'Everactive, ottenendo valori molto simili. Quindi, per quanto mi riguarda, ritengo quei parametri di carica come validi.

La frequenza con cui utilizzo l'Everactive per la carica delle batterie, comunque, è almeno 10 volte superiore a quella con cui uso lo SkyRC. Vero è che utilizzo pochissime batterie al litio.....

grande ! si parlo del Everactive versione 2.2

non capisco se sono tutti cosi o difettoso solo il mio e che abbia problemi
a rilevare la fine carica , vedo che a volte con alcune pile ci mette una
vita e arriva anche oltre 1.47 volt di carica .... boh ???

quindi con Everactive cosa mi consiglia la ricarica delle AA da 2.100
meglio 400 mA o ? grazieee

Geppo Smart 20-07-2022 20:16

Quote:

Originariamente inviato da DOC-BROWN (Messaggio 47892859)
grande ! si parlo del Everactive versione 2.2

non capisco se sono tutti cosi o difettoso solo il mio e che abbia problemi
a rilevare la fine carica , vedo che a volte con alcune pile ci mette una
vita e arriva anche oltre 1.47 volt di carica .... boh ???

quindi con Everactive cosa mi consiglia la ricarica delle AA da 2.100
meglio 400 mA o ? grazieee

A mio parere 400mA vanno benissimo, mai avuto un problema nè con le Eneloop (standard o Pro) AA, nè con altre marche. Ma se hai fretta, puoi salire tranquillamente a 600mA. Come ho già detto Panasonic indica C/2 come corrente di carica standard per le Eneloop, quindi 0.9A per le Eneloop AA Standard e 1,25A per le Pro. Personalmente preferisco caricarle a valori decisamente più bassi e ridurre al minimo il riscaldamento in fase di carica.

Geppo Smart 20-07-2022 20:21

Quote:

Originariamente inviato da DOC-BROWN (Messaggio 47892859)
grande ! si parlo del Everactive versione 2.2

non capisco se sono tutti cosi o difettoso solo il mio e che abbia problemi
a rilevare la fine carica , vedo che a volte con alcune pile ci mette una
vita e arriva anche oltre 1.47 volt di carica .... boh ???

quindi con Everactive cosa mi consiglia la ricarica delle AA da 2.100
meglio 400 mA o ? grazieee

In ogni caso 1.47V non è un valore astronomico. Se non ricordo male, le Eneloop caricate a C/2 possono raggiungere 1.56-1.58V in fase di carica, ma questo valore dipende in parte dalla corrente di carica, più è alta e più alto è il valore di tensione raggiunto in fase di carica.

Geppo Smart 21-07-2022 06:36

Quote:

Originariamente inviato da DOC-BROWN (Messaggio 47892859)
grande ! si parlo del Everactive versione 2.2

non capisco se sono tutti cosi o difettoso solo il mio e che abbia problemi
a rilevare la fine carica , vedo che a volte con alcune pile ci mette una
vita e arriva anche oltre 1.47 volt di carica .... boh ???

quindi con Everactive cosa mi consiglia la ricarica delle AA da 2.100
meglio 400 mA o ? grazieee

Puoi essere più preciso sul significato di "ci mette una vita", specificando il tempo impiegato, la corrente di carica e la capacità della batteria?

Geppo Smart 21-07-2022 09:05

Quote:

Originariamente inviato da DOC-BROWN (Messaggio 47892859)
....e arriva anche oltre 1.47 volt di carica .... boh ???

Ho verificato e confermo che 1.47V è un valore assolutamente normale. Eneloop Pro AA in perfette condizioni 1.49V, Eneloop Pro AA a fine vita (R>500mohm) benchè con capacità ancora eccellente 1.51V, Tronic AA 2100mAh 1.48V.

Franz.b 25-07-2022 09:30

Quote:

Originariamente inviato da hc900 (Messaggio 47890351)
Devi farlo scendere a -2mV o a 0mV a seconda delle batterie che utilizzi.

L'opzione 0mV rischia di far ricaricare le batterie al 80% ma non si rischia di rovinarle, andando su di qualche mV si riesce a ricaricarle meglio ma anche di sovra caricarle.

Utilizzo sempre correnti prossime a C/2, qualcosa meno, ma non tanto. -dV impostato di default a 0 ma non ha rilevato.
Nella modalità break-in non mi sembra sia impostabile il -dV, ma ha rilevato correttamente. :boh:

Geppo Smart 26-07-2022 05:38

Quote:

Originariamente inviato da Franz.b (Messaggio 47896572)
Utilizzo sempre correnti prossime a C/2, qualcosa meno, ma non tanto. -dV impostato di default a 0 ma non ha rilevato.
Nella modalità break-in non mi sembra sia impostabile il -dV, ma ha rilevato correttamente. :boh:

Suppongo tu stia parlando dello SkyRC MC3000....
La modalità Break-In è un algoritmo di carica A TEMPO. La carica termina esclusivamente dopo un tempo prestabilito (16 ore a C/10) e non viene utilizzata nessuna soglia -dV per l'identificazione del punto di carica completa.
Questo è descritto in modo molto chiaro nel manuale, che indubbiamente fa schifo, ma è molto chiaro su questo punto che riporto di seguito:

"• Break_in - Based on norm §7 of IEC 61951-1 Ed. 3.0 2013-10 and IEC 61951-2 Ed. 3.0 2011-05, this mode enables the user to perform the industrial standard procedure to verify the declared rated capacity of single NiCd or NiMH cells. The norm specifies that first the battery shall be discharged at -0.2C constant current down to 1.0V cut-off, then charged at 0.1C CC for exactly 16h including a 6h overcharge, afterwards stored for 1-4h, and finally discharged for at least 5h at -0.2C CC down to 1.0V cut-off again. This 28h+ long D>C>D procedure shall be repeated up to 5 times until the rated capacity has been met, otherwise the battery rating is no good. Similarly, the 39h+ long C>D>C procedure can serve as battery forming charge, once every 30 cycles for NiMH batteries or every half year, recommended both for brand-new batteries and for batteries that cannot be rescued by the Refresh mode. Because of the timer based charge termination Break_in cannot be simulated by the Cycle operation mode. Not available for NiZn nor for rechargeable Libatteries"

hc900 26-07-2022 09:35

Quote:

Originariamente inviato da Franz.b (Messaggio 47896572)
Utilizzo sempre correnti prossime a C/2, qualcosa meno, ma non tanto. -dV impostato di default a 0 ma non ha rilevato.
Nella modalità break-in non mi sembra sia impostabile il -dV, ma ha rilevato correttamente. :boh:

Chi si era comprato il caricabatterie MC3000 si sarebbe aspettato il prodotto definitivo.
Si nota come HKJ faccia tutti i test con batterie di altissima qualità Eneloop e raramente altre poche variazioni sul tema.
Qui il prodotto "definitivo" quoce le batterie Eneloop senza problemi:


Visto quello che potrebbe capitare conviene andare su correnti di ricarica prossime a 1/C.
Impostare il -Delta V a 0mV ed impostare il temporizzatore di sicurezza ad un valore di circa 1,1C o 1,2C, come dire per una batteria da 2000mA non andare oltre 2200mA o 2400mA.
Questo lavoro non è automatico ma va impostato dall'utente.
Volendo se la batteria non brilla per qualità, si potrebbe ricaricare a correnti più basse per evitare un possibile surriscaldamento.

Per il -Delta V a 0mV mi capitano delle batterie da 2500mAh che si fermano a 2000mAh di ricarica, qui mi è indispensabile impostare il -Delta V a 2mV o 3mV.
Come si vede ogni batteria ha le sue esigenze specifiche quando la si ricarica a vera corrente costante.

Qui con le tue Tronic AAA ti tocca fare delle prove per capire come impostare il caricabatterie (di Tronic ci sono oltre 5 varietà differenti .....)

Geppo Smart 26-07-2022 13:05

Quote:

Originariamente inviato da hc900 (Messaggio 47897427)
Chi si era comprato il caricabatterie MC3000 si sarebbe aspettato il prodotto definitivo.
Si nota come HKJ faccia tutti i test con batterie di altissima qualità Eneloop e raramente altre poche variazioni sul tema.
Qui il prodotto "definitivo" quoce le batterie Eneloop senza problemi:


Visto quello che potrebbe capitare conviene andare su correnti di ricarica prossime a 1/C.
Impostare il -Delta V a 0mV ed impostare il temporizzatore di sicurezza ad un valore di circa 1,1C o 1,2C, come dire per una batteria da 2000mA non andare oltre 2200mA o 2400mA.
Questo lavoro non è automatico ma va impostato dall'utente.
Volendo se la batteria non brilla per qualità, si potrebbe ricaricare a correnti più basse per evitare un possibile surriscaldamento.

Per il -Delta V a 0mV mi capitano delle batterie da 2500mAh che si fermano a 2000mAh di ricarica, qui mi è indispensabile impostare il -Delta V a 2mV o 3mV.
Come si vede ogni batteria ha le sue esigenze specifiche quando la si ricarica a vera corrente costante.

Qui con le tue Tronic AAA ti tocca fare delle prove per capire come impostare il caricabatterie (di Tronic ci sono oltre 5 varietà differenti .....)

Non c'è il minimo dubbio che con una corrente di carica di 0.2C lo SkyRC faccia "il fritto"!
Personalmente ho identificato in C/4 il valore di corrente di carica *minimo* utilizzabile con le Eneloop AA (quindi 0.6A) che consente ancora la corretta identificazione del punto di carica completa usando 0dV.
Ovviamente ho anche impostato il limite di capacità a 1.2C, ma comunque con batterie "sane", la carica termina correttamente.

hc900 26-07-2022 16:20

Viene il dubbio: tra una ricarica a corrente costante e l'altra vi è una breve pausa per misurare i Volt (tracciato verde) che dura solo qualche milliSecondo.


Si vede come togliendo la corrente di ricarica i Volt scendono nel dove si acquisisce il valore rilevato dai voltmetri. Guardando bene il tracciato verde pare che la batteria avrebbe bisogno di ancora qualche milliSecondo di tempo per assestarsi e dare un chiaro segnale del -Delta V ?

Geppo Smart 26-07-2022 19:56

Quote:

Originariamente inviato da hc900 (Messaggio 47897914)
Viene il dubbio: tra una ricarica a corrente costante e l'altra vi è una breve pausa per misurare i Volt (tracciato verde) che dura solo qualche milliSecondo.


Si vede come togliendo la corrente di ricarica i Volt scendono nel dove si acquisisce il valore rilevato dai voltmetri. Guardando bene il tracciato verde pare che la batteria avrebbe bisogno di ancora qualche milliSecondo di tempo per assestarsi e dare un chiaro segnale del -Delta V ?

Sembrerebbe, comunque la scala è in secondi, quindi la pausa sembra durare oltre un secondo e due misure successive spaziate di circa 20 secondi.

hc900 27-07-2022 12:11

Ho controllato adesso e in pratica dopo 30 secondi di ricarica si fa una pausa di 3 secondi per la misurazione.

Dispongo di un multimetro con minor risoluzione di quello usato da HKJ, ma i tempi sono 30 + 3 secondi. Non combaciano con il test, ma nel frattempo i firmware sono stati modificati.

Geppo Smart 27-07-2022 19:34

Quote:

Originariamente inviato da hc900 (Messaggio 47898499)
Ho controllato adesso e in pratica dopo 30 secondi di ricarica si fa una pausa di 3 secondi per la misurazione.

Dispongo di un multimetro con minor risoluzione di quello usato da HKJ, ma i tempi sono 30 + 3 secondi. Non combaciano con il test, ma nel frattempo i firmware sono stati modificati.

Mi sembrano valori "ragionevoli"..... le reazioni elettro-chimiche sono fenomeni molto lenti.
Ho multimetri fino a 5 e 1/2 cifre, ma in questo caso non ha senso fare misure con questo livello di risoluzione, ritengo più che sufficiente utilizzare un oscilloscopio digitale.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 23:01.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.