Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Pile/Batterie ricaricabili (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1486066)


marchigiano 10-05-2009 13:47

negli usa iniziano a vedersi le prime rayovac ibride formato C e D, capacità sui 3Ah

intanto sul sito rayovac ho trovato questo

http://rayovac.com/technical/pdfs/NM715_2100MAH.pdf

è una ni-mh non ibrida, notare la carica, in pratica ha un dV minimo :eek: deve essere molto difficile da caricare

nel grafico dei cicli invece si vede che già dopo 150 cicli (in laboratorio poi) la capacità scende a meno di 1700mAh con il cutoff a 0.9V, dato che quasi nessun apparecchio oggi scarica così in profondità, nell'uso reale questi cicli saranno molti meno :muro:

ho trovato anche il pdf del uniross 15 minuti lcd, niente male

http://www.sauseng.at/filemanager/do...5/SPRINTLC.pdf

chissà se il dV è a 12mV con la carica veloce e 6 con quella normale. la fase veloce è sempre a 15 minuti o si ferma prima se succede qualcosa? e cosa?

emiliano1975 10-05-2009 15:46

Buon pomeriggio, mi sono appena iscritto, complimenti il forum e' interessantissimo ed utilissimo.
Ne approfitterei subito per un quesito.
Ho acquistato un caricabatterie La Crosse Technology Bc 900, e delle pile ricaricabili stilo Panasonic Infinium. Quale corrente di ricarica conviene impostare? Nella confezione delle pile non ho letto nulla in merito. Nella discussione invece mi sembra di aver letto opinioni discordanti (c'e' chi scrive di caricare a 200 mah e chi a 700 mah).

Emiliano

lordalbert 10-05-2009 16:11

bah... oggi ho messo dentro le ibride della sony (quelle che avevo comprato ed erano già scariche)... le avevo caricate. Faccio 12 scatti (e dico 12 contati) e sono già scariche!! bah... Adesso provo a scaricarle completamente e ricaricarle

rischio0 10-05-2009 16:31

io e la mia ragazza avevamo il problema della macchinetta fotografica che si spegneva subito appena accesa con le nostre ricaricabili brondi con no piu' di 10 cicli di ricarica (fatti con lo schifoso caricatore compreso nel prezzo);macchine fotograifche economiche (la mia kodak,quella della mia girl un hp); comprate le panasonic infinium,senza neanche effettuare la prima carica,inserite nella digitale e come per magia problema risolto,grazie a voi e a questo thread siete mitici!!!

CarloR1t 10-05-2009 16:36

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27411457)
bah... oggi ho messo dentro le ibride della sony (quelle che avevo comprato ed erano già scariche)... le avevo caricate. Faccio 12 scatti (e dico 12 contati) e sono già scariche!! bah... Adesso provo a scaricarle completamente e ricaricarle

Con che caricabatterie le ricarichi che non ricordo?
E' già successo che inizialmente per qualche errore un caricabatterie per qualche motivo che non ricordo non le caricava bene e poi quando ne n'è accorto hanno funzionato bene, ma in altri casi è proprio la fotocamera incompatibile con le tensioni minori delle nicd e nimh. Trovi altri nella tua situazione molte pagine indietro... Naturalmente non si può nemmeno escludere che una pila nuova sia difettosa e ti abbassa la tensione. Hai provato se succede lo stesso con altre pile non ibride che funzionano regolarmente? In tal caso purtroppo puoi usare solo litio usa e getta o provare le nuove ni-zn..

lordalbert 10-05-2009 17:01

Per il caricatore uso un Panasonic BQ-550. Carica a timer (e nella descrizione su internet c'è scritto "Trickle charge and advanced safety features" ). Cmq ci mette circa 6ore, e c'è scritto che ricarica le AA fino a 2100mA
(poi ho visto su ebay che lo vendono a 32€ .. alla faccia! Allo stesso prezzo mi compro un La Crosse)
Sulla libretto della mia macchina fotografica (una Fujifilm FinePix A700) c'è scritto che supporta solo le alkaline e le ni-mh (sconsiglia invece le ni-cd perchè scaldano di più e possono danneggiare la macchina a causa del calore). E nella tabella, dice che con le alkaline fa 100 scatti, invece con le ni-mh riesce a fare 300 scatti. Però io non li ho mai visti 300 scati!!
Anzi, quando devo andare in viaggio e devo portarmi la macchina, compro le alkaline perchè durano molto di più rispetto alle ricaricabili (che siano ibride o no). Però il libretto della macchina dice esattamente il contrario, quindi non credo sia un problema della macchina, dovrebbe supportarle.

O magari è un problema di caricabatterie?
Altre pile ricaricabili che ho, sono energizer, duracell, e coop (e ad essere sincero, le pile coop sono quelle che durano di più in confronto a tutte le altre che ho avuto). Settimana scorsa in vacanza per fare 130foto ho usato 3 paia di pile, tra cui le duracell che sono durate 10-20 scatti.

E comunque prima con le sony mi ha segnato che le pile erano scariche. Ho spento, dopo mezz'ora riacceso e prima che me le segnasse nuovamente scariche, ho fatto altre 8 foto.

Quindi... non credo sia colpa della macchina. Non credo sia colpa delle pile... che sia il caricabatterie il colpevole di tutto?

PS: Adesso sto scaricando le sony che non sono durate nulla... ma è da tanto che sono sotto-scarica e non hanno ancora finito. Di solito ci mettono di meno le pile a scaricarsi. Non so se è perchè sono ibride e si scaricano più lentamente, oppure erano cariche ma c'era qualcosa che non andava con la macchina. boh....

saretta86 10-05-2009 19:29

Salve ragazzi! Proprio ieri è arrivato il caricabatterie Uniross. Devo dire che sono soddisfatta. L'ho provato caricando le batterie che mi hanno dato in dotazione. E' andato tutto benissimo. :D
Ringrazio le persone che me lo hanno consigliato!

marchigiano 10-05-2009 20:02

x lordalbert

se con le alcaline ti funzia il problema non è nella macchina

quello di cui hai bisogno è una tensione più alta possibile, probabilmente le ni-mh ti scendono sotto i 1.15V e la fotocamera dovrebbe avere una soglia di spegnimento abbastanza elevata

strano che il libretto sconsigli le ni-cd, scaldano anche meno :eek: davvero non capisco. se non consiglia le litio comunque è meglio evitare le ni-zn, o almeno le lasciamo come ultima spiaggia

ora tentiamo di spremere più mV possibili dalle tue batterie, anche a discapito di qualche ciclo di ricarica. le sony non so come sono, tra le ibride sembrano essere le eneloop quelle che riescono ad erogare qualche mV in più durante la scarica, ma oramai hai le sony...

il caricatore intanto meglio se lo butti :D ha solo il timer sulle coppie, niente dV :muro:

nel frattempo, dato che carica e scarica a coppie, numera le batterie e caricale/scaricale sempre insieme, non mescolarle mai

prima ricaricarle scarica sempre bene le batterie, se non hai uno scaricatore basta che ti compri due diodi e due resistenze da 1 ohm e le saldi in serie, applicandole alle batterie riesci a scaricarle senza portare a zero la tensione (dato che il diodo non scende sotto i 0.7V)

cerca di programmare un minimo le uscite fotografiche in modo di avere a disposizione batterie fresche di carica, scordati di caricare le batterie e poterle usare dopo settimane perchè la tensione un po cala

vedi se trovi il modo di capire se le tue sony sono false o difettose

loredanar75 10-05-2009 20:30

Ciao a tutti, mi sono appena iscritta su questo interessante forum.
Sono appassionata di fotografia e posseggo una Pentax K200 che si alimenta con batterie stilo tipo AAA. Seguendo l'accuratissima ed esaustiva guida sulle caratteristiche delle batterie e dei carica batterie redatta dal Sig. marchigiano, nonche i consigli e le esperienze personali degli amici del forum mi sono decisa ad acquistare un MahaPowerex MH-C9000 e delle ricaricabili Sanyo Eneloop. L'entusiasmo iniziale però si è frantumato dinanzi alla prima accensione ! Lampeggiano un sacco di scritte, mi parla di MA, MAH, MIN, VOLT, il cursore va a spasso tra l' 1 e il 4, senza contare che le istruzioni sono in inglese. Chiedo aiuto a tutti coloro che lo sanno usare e che volessero darmi una mano a capire come funziona spiegandomi i vari menù.
Un Grazie anticipato a tutti

Loredana

silky.music 10-05-2009 20:30

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27414081)
prima ricaricarle scarica sempre bene le batterie, se non hai uno scaricatore basta che ti compri due diodi e due resistenze da 1 ohm e le saldi in serie, applicandole alle batterie riesci a scaricarle senza portare a zero la tensione (dato che il diodo non scende sotto i 0.7V)

non e' un po' esagerato scaricarle cosi' tanto? :stordita:

gpelli 10-05-2009 20:45

la crosse rs900
 
Ciao a tutti, leggendo questo bella discussione mi sono comprato un caricabatteria la cross rs900.. :D vorrei sapere se nella fase di scarico il caricatore porta a 0v le batterie oppure si ferma a 0,9 o più? :confused:

Grazie :)

silky.music 10-05-2009 20:54

ciao gpelli

e' la seconda che hai detto :)

CarloR1t 10-05-2009 21:45

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27412101)
Per il caricatore uso un Panasonic BQ-550. Carica a timer (e nella descrizione su internet c'è scritto "Trickle charge and advanced safety features" ). Cmq ci mette circa 6ore, e c'è scritto che ricarica le AA fino a 2100mA
(poi ho visto su ebay che lo vendono a 32€ .. alla faccia! Allo stesso prezzo mi compro un La Crosse)
Sulla libretto della mia macchina fotografica (una Fujifilm FinePix A700) c'è scritto che supporta solo le alkaline e le ni-mh (sconsiglia invece le ni-cd perchè scaldano di più e possono danneggiare la macchina a causa del calore). E nella tabella, dice che con le alkaline fa 100 scatti, invece con le ni-mh riesce a fare 300 scatti. Però io non li ho mai visti 300 scati!!
Anzi, quando devo andare in viaggio e devo portarmi la macchina, compro le alkaline perchè durano molto di più rispetto alle ricaricabili (che siano ibride o no). Però il libretto della macchina dice esattamente il contrario, quindi non credo sia un problema della macchina, dovrebbe supportarle.

O magari è un problema di caricabatterie?
Altre pile ricaricabili che ho, sono energizer, duracell, e coop (e ad essere sincero, le pile coop sono quelle che durano di più in confronto a tutte le altre che ho avuto). Settimana scorsa in vacanza per fare 130foto ho usato 3 paia di pile, tra cui le duracell che sono durate 10-20 scatti.

E comunque prima con le sony mi ha segnato che le pile erano scariche. Ho spento, dopo mezz'ora riacceso e prima che me le segnasse nuovamente scariche, ho fatto altre 8 foto.

Quindi... non credo sia colpa della macchina. Non credo sia colpa delle pile... che sia il caricabatterie il colpevole di tutto?

PS: Adesso sto scaricando le sony che non sono durate nulla... ma è da tanto che sono sotto-scarica e non hanno ancora finito. Di solito ci mettono di meno le pile a scaricarsi. Non so se è perchè sono ibride e si scaricano più lentamente, oppure erano cariche ma c'era qualcosa che non andava con la macchina. boh....

è possibile, oppure un'ibrida è guasta, la macchina usa 2 o 4 stilo? Presumo 4 o avresti provato a cambiare coppia.
E' improbabile che delle ibride facciano solo quegli scatti se un'apparecchio dichiara una compatibilità con le nimh, se è vero vedrai che si risolve, comperando un altro set di ibride se una è guasta o con un nuovo caricatore.

Comunque cercando il tuo caricatore, ho letto che il tempo di 6 ore dipende anche da quante pile sono in carica ed è controllato da una soglia di temperatura di 40° per l'arresto della carica.
Secondo me non le ha caricate bene, e probabilmente vale anche per le altre pile non ibride se durano una decina di scatti, il fatto inoltre che si siano scaricate in magazzino tanto da non durare un po' di più fa pensare a un lotto molto vecchio, relativamente ai tempi di autoscarica ben superiore a un anno.
Dimmi cosa dice esattamente il manuale panasonic delle correnti in base alle numero delle pile, temperatura e se carica a coppie o singolarmente?

Comunque, personalmente ti sconsiglierei di fare prove di scaricamento perchè se sbagli a misurare la tensione (si parla di decimi di volt) le rovini. Farei prima un altra prova col caricatore. Dato che agisce in base a temperatura e timer, quando indica che le pile sono cariche stacca l'apparecchio dalla corrente per resettare il timer, attendi che si raffreddino bene per almeno mezzora, per poi riattaccarlo di nuovo per completare la carica, che non dovrebbe durare oltre il necessario dato il controllo di soglia di temperatura basso.

Molti caricatori scaldano troppo le pile e la loro temperatura alla fine dipende anche da quanto tempo erano in carica, anche col mio 808 con delta v e che scalda poco le pile, se metto in carica pile completamente scariche dopo circa due ore di tempo verso la fine hanno accumulato più calore di altre pile ancora mezze cariche che messe in carica si completano in meno di metà del tempo meno calde.

Inoltre, se il tuo carica a coppie (conferma) e con soglia di temperatura, è possibile che la carica si interrompa quando solo una delle 2 pile di una coppia scalda abbastanza da attivare il sensore mentre l'altra rimane ancora scarica.
Quindi alla fine del primo ciclo quando passa in mantenimento, senti con un dito le pile e cerca di capire quali si sono scaldate di più tra le 2 o 4 in carica, e se noti per esempio che ce n'è una più calda dell'altra in ciascuna coppia, metti le 2 più calde insieme nella stessa coppia e idem per le 2 meno calde, poi dopo che si son raffreddate come dicevo, riavvia la carica per completare il ciclo. Probabilmente le 2 più calde erano già cariche e potresti mettere in carica anche solo le altre 2 meno calde. Se però noti un numero dispari di pile fredde 1 o 3 devi per forza metterne una in calda assieme se va a coppie.

Qui dipende di quanto le ibride si sono sbilanciate scaricandosi nel lungo periodo, di solito queste pile sono molto bilanciate (se non ce n'è una difettosa meno capiente) ma non sappiamo di quanto sono scaricate le tue in magazzino, potrebbero anche essersi scaricate troppo se erano rimaste lì invendute da 2 anni e forse si sono danneggiate. Ma allora non danneggi nulla a fare queste prove, anche di scarica.

Poi quando hai in caricatore con delta e reresh, noterai in quanto tempo ciascuna pila si carica e se quindi ci sono celle difettose da scartare.

thorndyke 10-05-2009 22:24

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27410006)
la fase veloce è sempre a 15 minuti o si ferma prima se succede qualcosa?

No, la fase veloce dura al massimo 15minuti, se non si sono caricate al 90% entro i 15 minuti interviene in timer di protezione.


Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27412101)
macchina fotografica (una Fujifilm FinePix A700)

Ho avuto il modello precedente, che funzionava sempre con 2AA e durava tantissimo. Se con le alkaline riesci a farci una novantina di scatti, allora il problema è il caricabatterie che ti era già stato detto di buttare tempo fa... altrimenti hai qualche perdita nella macchina, ma mi sembra difficile.


Quote:

Originariamente inviato da saretta86 (Messaggio 27413753)
ieri è arrivato il caricabatterie Uniross. Devo dire che sono soddisfatta

Quanto ci ha messo ad arrivare da mymemory?
Adesso compra pure le ibride AAA e vedrai che in casa non userai + alkaline.

lordalbert 10-05-2009 23:01

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27414081)
quello di cui hai bisogno è una tensione più alta possibile, probabilmente le ni-mh ti scendono sotto i 1.15V e la fotocamera dovrebbe avere una soglia di spegnimento abbastanza elevata

E' quello che pensavo anche io. Però sempre secondo il libretto della macchina, le ricaricabili dovrebbero durare il triplo rispetto alle alkaline. Ed è questo il fatto strano...

Quote:

ora tentiamo di spremere più mV possibili dalle tue batterie, anche a discapito di qualche ciclo di ricarica. le sony non so come sono, tra le ibride sembrano essere le eneloop quelle che riescono ad erogare qualche mV in più durante la scarica, ma oramai hai le sony...
Da quello che ho visto in rete, non sembrano male le Sony. Sono comunque le uniche ibride che ho trovato al supermercato, senza prenderle su internet.
Ad ogni modo, wikipedia dice che le Sony CycleEnergy sono state prodotte da Sanyo ( Sony CycleEnergy[11] (manufactured by Sanyo[12]) http://en.wikipedia.org/wiki/Eneloop#Sanyo_Eneloop) e qua ci sono anche un paio di grafici comparativi http://www.kansai-event.com/kinomayo.../sonyloop.html
Non sembrano male come pile.

Quote:

il caricatore intanto meglio se lo butti :D ha solo il timer sulle coppie, niente dV :muro:
Eh si, lo avevo già messo in conto. Pensavo di andare a fare un giro ad un supermercato di elettronica per vedere se ha qualche caricabatterie serio anche se dubito, ma tentare non nuoce. Se non lo trovo, pensavo di prenderne uno su ebay. Adesso sono indeciso tra un Fujicell 808 che è economico ma non sembra male, oppure un La Crosse 900. Indubbiamente è meglio il La Crosse, adesso vedo se ne vale veramente la pena oppure no.


Quote:

prima ricaricarle scarica sempre bene le batterie, se non hai uno scaricatore basta che ti compri due diodi e due resistenze da 1 ohm e le saldi in serie, applicandole alle batterie riesci a scaricarle senza portare a zero la tensione (dato che il diodo non scende sotto i 0.7V)
Carina l'idea del diodo. Ora le sto scaricando con la funzione di scarica inclusa nella macchina fotografica. L'aspetto negativo è che le scarica a coppie, però meglio di nulla :) Sto provando a scaricarle, e poi domani le ricarico, vedo se mi durano un po' di più.

Quote:

cerca di programmare un minimo le uscite fotografiche in modo di avere a disposizione batterie fresche di carica, scordati di caricare le batterie e poterle usare dopo settimane perchè la tensione un po cala
Beh, si.. quelle sony le avevo caricate da 4-5 giorni.. quindi non dopo settimane. Bah..
Ah, sempre sul libretto della macchina (ormai me lo sto leggendo come fosse la bibbia, ahahaha :D ) c'è scritto che la funzione di scarica va usata quando la batteria non tiene più tanto la carica, (e questa non è una novità) e soprattutto quando compri le pile nuove (io non ci avevo mai pensato a scaricarle le pile nuove. Ci sto provando adesso..)

Quote:

vedi se trovi il modo di capire se le tue sony sono false o difettose
Pensavo di costruire un circuito elettrico con una resistenza da 1ohm, ci metto dentro una sola pila, e mentre è in funzione misuro la tensione col tester. Vedo se rimane stabile oppure cala troppo presto, o comunque se c'è qualche anomalia. Non sarà certo il modo migliore, però almeno meglio di niente :)
Forse ad avere il La Crosse, potrei testarle meglio, no? Nel senso che se non ricordo male c'era una funzione per vedere la capacità della pila, e quindi se ha una capacità sotto la norma me lo rivelerebbe. (stavo pensando se spenderli un po' di soldi in più per il 900 :) )

grazie! :)

lordalbert 10-05-2009 23:16

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 27415154)
è possibile, oppure un'ibrida è guasta, la macchina usa 2 o 4 stilo? Presumo 4 o avresti provato a cambiare coppia.
E' improbabile che delle ibride facciano solo quegli scatti se un'apparecchio dichiara una compatibilità con le nimh, se è vero vedrai che si risolve, comperando un altro set di ibride se una è guasta o con un nuovo caricatore.

Va con 2 AA. Effettivamente non ho provato ad usare l'altro paio di pile. Mi serviva fare soltanto un paio di foto alla torta per la festa della mamma, quindi mi son bastate quelle 12 che son riuscito a fare :)

Quote:

Comunque cercando il tuo caricatore, ho letto che il tempo di 6 ore dipende anche da quante pile sono in carica ed è controllato da una soglia di temperatura di 40° per l'arresto della carica.
Secondo me non le ha caricate bene, e probabilmente vale anche per le altre pile non ibride se durano una decina di scatti, il fatto inoltre che si siano scaricate in magazzino tanto da non durare un po' di più fa pensare a un lotto molto vecchio, relativamente ai tempi di autoscarica ben superiore a un anno.
Dimmi cosa dice esattamente il manuale panasonic delle correnti in base alle numero delle pile, temperatura e se carica a coppie o singolarmente?
Il manuale non l'ho più (ma non so se c'è mai stato. Più che altro è un caricabatterie che mi sono ritrovato in casa, lo deve aver comprato mio padre qualche giorno. Non ne so nulla :) ) Però carica a coppie, e solo a coppie. Infatti per caricarle devi metterle in serie

Quote:

Comunque, personalmente ti sconsiglierei di fare prove di scaricamento perchè se sbagli a misurare la tensione (si parla di decimi di volt) le rovini. Farei prima un altra prova col caricatore. Dato che agisce in base a temperatura e timer, quando indica che le pile sono cariche stacca l'apparecchio dalla corrente per resettare il timer, attendi che si raffreddino bene per almeno mezzora, per poi riattaccarlo di nuovo per completare la carica, che non dovrebbe durare oltre il necessario dato il controllo di soglia di temperatura basso.
Da quello che mi ricordo, quando ho provato a mettere tempo fa delle pile leggermente scariche, ci ha messo comunque molto tempo. Mi sa che carica a timer fisso. Quando poi finisce di caricare, le pile sono un pochino calde, ma non tanto. Secondo me, caricando a corrente bassa, le pile non si scaldano molto, e quindi il sensore non le rileva (ipotesi mia)

Quote:

Inoltre, se il tuo carica a coppie (conferma) e con soglia di temperatura, è possibile che la carica si interrompa quando solo una delle 2 pile di una coppia scalda abbastanza da attivare il sensore mentre l'altra rimane ancora scarica.
Quindi alla fine del primo ciclo quando passa in mantenimento, senti con un dito le pile e cerca di capire quali si sono scaldate di più tra le 2 o 4 in carica, e se noti per esempio che ce n'è una più calda dell'altra in ciascuna coppia, metti le 2 più calde insieme nella stessa coppia e idem per le 2 meno calde, poi dopo che si son raffreddate come dicevo, riavvia la carica per completare il ciclo. Probabilmente le 2 più calde erano già cariche e potresti mettere in carica anche solo le altre 2 meno calde. Se però noti un numero dispari di pile fredde 1 o 3 devi per forza metterne una in calda assieme se va a coppie.

Qui dipende di quanto le ibride si sono sbilanciate scaricandosi nel lungo periodo, di solito queste pile sono molto bilanciate (se non ce n'è una difettosa meno capiente) ma non sappiamo di quanto sono scaricate le tue in magazzino, potrebbero anche essersi scaricate troppo se erano rimaste lì invendute da 2 anni e forse si sono danneggiate. Ma allora non danneggi nulla a fare queste prove, anche di scarica.

Poi quando hai in caricatore con delta e reresh, noterai in quanto tempo ciascuna pila si carica e se quindi ci sono celle difettose da scartare.
ok, poi provo.
Grazie mille!

Adesso, per sicurezza, le sto scaricando tutte e quattro, e poi riproverò a caricarle domani.

marcus58 10-05-2009 23:48

Quote:

Originariamente inviato da IL brillo (Messaggio 27394994)
umh sembra un buon negozio , qualcuno ci ha già comprato ? Atlantic a te è già arrivata la merce ? Quanto hai pagato di spedizione ? Che mi dite di queste recyko ? Sono una discreta alternativa alle hybrio ?


Questo è un utilizzatore molto esperto e testa le batterie con scrupolo.
I risultati indicano le Recyko+ come ottime !

http://www.chirio.com/battery_test.htm

marchigiano 11-05-2009 12:53

sto facendo dei test a carica lenta e i mAh erogati in scarica sono il 98% di quelli accumulati in carica... quindi è valida la storia della ricarica a C/10 per 16 ore? :mbe:

una sovraccarica del genere di sicuro massimizza i mAh erogati ma altrettanto di sicuro abbasserà la tensione media durante la scarica... oltre che accorciare la vita dell'accumulatore

iron84 11-05-2009 13:37

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27420677)
sto facendo dei test a carica lenta e i mAh erogati in scarica sono il 98% di quelli accumulati in carica... quindi è valida la storia della ricarica a C/10 per 16 ore? :mbe:

una sovraccarica del genere di sicuro massimizza i mAh erogati ma altrettanto di sicuro abbasserà la tensione media durante la scarica... oltre che accorciare la vita dell'accumulatore

..che appunto quello che serve in molti apparecchi di elettronica è il voltaggio della batteria durante l'uso.... non tanto i mAh erogati....

lordalbert 11-05-2009 14:09

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27420677)
sto facendo dei test a carica lenta e i mAh erogati in scarica sono il 98% di quelli accumulati in carica... quindi è valida la storia della ricarica a C/10 per 16 ore? :mbe:

perchè, una carica veloce non garantisce il 98% (o giù di lì) tra mAh erogati in scarica e quelli accumulati? (per "veloce" intendo un intervallo attorno ai 1000-1500mA)
Spiegate a me, che non mi intendo tanto in materia, la conclusione di questo test :D Meglio veloce o lenta?

iron84 11-05-2009 14:36

In pratica con una carica lenta tendi a non vedere il deltaV e quindi a sovraccaricare la pila, ma non è questo il problema.
Il problema sta nella scarica.
Se te aumenti la corrente di scarica, aumenti il calore. Quel calore che la pila genera, sono mAh che se ne vanno e vengono dispersi e non vengono erogati per alimentare il dispositivo ad esso collegato.
Entra in gioco la resistenza interna (o mamma, non ricordo la formula).
Infatti le alcaline che han una resistenza interna alta, non riescono ad erogare forti correnti di scarica...

marchigiano 11-05-2009 14:40

Quote:

Originariamente inviato da loredanar75 (Messaggio 27414338)
Ciao a tutti, mi sono appena iscritta su questo interessante forum.
Sono appassionata di fotografia e posseggo una Pentax K200 che si alimenta con batterie stilo tipo AAA. Seguendo l'accuratissima ed esaustiva guida sulle caratteristiche delle batterie e dei carica batterie redatta dal Sig. marchigiano, nonche i consigli e le esperienze personali degli amici del forum mi sono decisa ad acquistare un MahaPowerex MH-C9000 e delle ricaricabili Sanyo Eneloop. L'entusiasmo iniziale però si è frantumato dinanzi alla prima accensione ! Lampeggiano un sacco di scritte, mi parla di MA, MAH, MIN, VOLT, il cursore va a spasso tra l' 1 e il 4, senza contare che le istruzioni sono in inglese. Chiedo aiuto a tutti coloro che lo sanno usare e che volessero darmi una mano a capire come funziona spiegandomi i vari menù.
Un Grazie anticipato a tutti

Loredana

la pentax dovrebbe andare con le AA ;) comunque hai comprato un ottimo caricatore e ottime batterie, il c9000 è anche un analizzatore che per imparare ad usarlo ci vuole un po di tempo, nel frattempo puoi usarlo come caricatore semplicissimo: inserisci le batterie e lui le carica automaticamente a 1000mA, quando viene fuori la scritta DONE le batterie sono cariche al 95% (forse un po meno le eneloop causa tensione leggermente superiore), se vuoi puoi usarle subito così oppure aspettare altre 2 ore che il caricatore esegue la carica di riempimento

come prima ricarica però, forse è meglio che fai la break-in settando la capacità in 1900mAh, solo che ci impiegherà parecchie ore vedi te se hai voglia di aspettare

Quote:

Originariamente inviato da silky.music (Messaggio 27414342)
non e' un po' esagerato scaricarle cosi' tanto? :stordita:

si è vero, dovrà sacrificare qualche ciclo di carica per rosicchiare qualche mV in più durante la scarica

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27415963)
Pensavo di andare a fare un giro ad un supermercato di elettronica per vedere se ha qualche caricabatterie serio anche se dubito, ma tentare non nuoce. Se non lo trovo, pensavo di prenderne uno su ebay. Adesso sono indeciso tra un Fujicell 808 che è economico ma non sembra male, oppure un La Crosse 900. Indubbiamente è meglio il La Crosse, adesso vedo se ne vale veramente la pena oppure no.

Forse ad avere il La Crosse, potrei testarle meglio, no? Nel senso che se non ricordo male c'era una funzione per vedere la capacità della pila, e quindi se ha una capacità sotto la norma me lo rivelerebbe. (stavo pensando se spenderli un po' di soldi in più per il 900 :) )

di sicuro un caricatore/analizzatore ti risolve molti problemi con le batterie, almeno sai dove agire. ma se trovi qualche altro buono a spendere meno prendi quello e per analizzare le batterie usi una resistenza e un tester

Quote:

Originariamente inviato da marcus58 (Messaggio 27416341)
Questo è un utilizzatore molto esperto e testa le batterie con scrupolo.
I risultati indicano le Recyko+ come ottime !

http://www.chirio.com/battery_test.htm

si solo che i test vengono fatti con 4 batterie in serie e i caricatori usati sono diversi... quindi i risultati non sono perfettamente comparabili. da come scrive sembra che sia rimasto indietro negli sviluppi delle ni-mh e si sia perso le ultime tecniche di ricarica

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27421820)
perchè, una carica veloce non garantisce il 98% (o giù di lì) tra mAh erogati in scarica e quelli accumulati? (per "veloce" intendo un intervallo attorno ai 1000-1500mA)
Spiegate a me, che non mi intendo tanto in materia, la conclusione di questo test :D Meglio veloce o lenta?

si dice sempre che si può caricare a C/10 per 16 ore (quindi 160% di carica), le 6 ore in eccesso servono perchè la batteria non accumula il 100% dei mAh che riceve. dai miei test non mi pare affatto così... quindi le 6 ore in eccesso sono sovraccarica pura e danneggia le batterie (o almeno accentua il voltage depression)

la carica veloce sono tutti concordi che il 105% in ricarica è sufficiente

tra l'altro ho appena caricato una nicd a 2C sul caricatore da modellismo e a fine carica la batteria era appena tiepida mentre sul lacrosse a poco più di 1C diventa ben più calda... :fagiano: il -dV è stato di circa 6mV (purtroppo per ora ho un alimentatore da rete che non è precisissimo mi toccherà prendere una batteria SLA da 12V)

y0tsuya 11-05-2009 14:47

consiglio x elettrostimolatore
 
ciao
ho un elettrostimolatore a 4 canali dove nel manuale dice di alimentarlo con 4 batterie aaa da 1.5V.
questo particolare (1.5V) purtroppo l'ho notato dopo aver preso un caricabatt da 16€ per 4 stilo o ministilo..

posso rimediare trovando delle ricaricabili da 1.5V?
Se sì dove posso trovarle? solo online?
Avete altri consigli da darmi? Del tipo: "butta tutto e prendi questo.." oppure "x gli elettrostimolatori devi usare batterie nn ricaricabili", etc.

vi ringrazio x l'attenzione e vi saluto

lordalbert 11-05-2009 16:17

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27422344)
di sicuro un caricatore/analizzatore ti risolve molti problemi con le batterie, almeno sai dove agire. ma se trovi qualche altro buono a spendere meno prendi quello e per analizzare le batterie usi una resistenza e un tester

ok, allora no problem! :) Anche perchè mi ha sempre incuriosito l'elettronica e creare circuiti elettrici, quindi lo faccio volentieri.
Il problema è che oltre a misurare la stabilità di tensione quando la pila è in funzione, non so che altri test posso fare con una resistenza e un tester.
consigli? :D Non credo che, per esempio, si possano calcolare i mAh contenenti...

Quote:

tra l'altro ho appena caricato una nicd a 2C sul caricatore da modellismo e a fine carica la batteria era appena tiepida mentre sul lacrosse a poco più di 1C diventa ben più calda... :fagiano: il -dV è stato di circa 6mV (purtroppo per ora ho un alimentatore da rete che non è precisissimo mi toccherà prendere una batteria SLA da 12V)
non è strano? boh.. e poi una carica veloce dovrebbe disperdere maggior energia il calore, perchè dovrebbero scaldarsi di più. Tantè che i caricatori veloci sono dotati di ventola, gli altri generalmente no.

Non capisco cmq tutti questi pareri discordanti, il non sapere se è meglio una carica veloce o lenta, varie contraddizioni....

Ad ogni modo, per il mio problema, (quello per cui riesco a fare pochissimi scatti con la macchina fotografica) è meglio un caricatore veloce o uno lento? a quanti mA circa?

lordalbert 11-05-2009 16:20

Quote:

Originariamente inviato da y0tsuya (Messaggio 27422465)
ciao
ho un elettrostimolatore a 4 canali dove nel manuale dice di alimentarlo con 4 batterie aaa da 1.5V.
questo particolare (1.5V) purtroppo l'ho notato dopo aver preso un caricabatt da 16€ per 4 stilo o ministilo..

posso rimediare trovando delle ricaricabili da 1.5V?
Se sì dove posso trovarle? solo online?
Avete altri consigli da darmi? Del tipo: "butta tutto e prendi questo.." oppure "x gli elettrostimolatori devi usare batterie nn ricaricabili", etc.

vi ringrazio x l'attenzione e vi saluto

non esistono ricaricabili a 1.5V. Quindi io ti consiglio di fare una cosa: Carica le pile che hai comprato e prova. Se va ok, se non si accende proprio oppure dura poco, compra le alcaline.
Potresti provare le ni-zn che hanno 1.9V e dovrebbe andare, dipende se un voltaggio così alto possa rovinare l'apparecchio. questo non lo so, lascio il parere ad altri.

y0tsuya 11-05-2009 18:47

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27423724)
non esistono ricaricabili a 1.5V. Quindi io ti consiglio di fare una cosa: Carica le pile che hai comprato e prova. Se va ok, se non si accende proprio oppure dura poco, compra le alcaline.
Potresti provare le ni-zn che hanno 1.9V e dovrebbe andare, dipende se un voltaggio così alto possa rovinare l'apparecchio. questo non lo so, lascio il parere ad altri.

ho già provato cn delle ricaricabili da 1.2V ke ha mia sorella (x fortuna..): il programma dell'elettrostimolatore parte, ma dopo 2-3 min (un programma dura 20-30 min) funziona un solo canale (su 4..), praticam inutilizzabile.
Quindi a meno ke + di uno di voi mi dice: "vai tranquillo con le 1.9V" (ma nn credo) sn costretto a comperarmi "scorte" di alcaline..

intanto grazie

lordalbert 11-05-2009 19:03

Quote:

Originariamente inviato da y0tsuya (Messaggio 27425667)
ho già provato cn delle ricaricabili da 1.2V ke ha mia sorella (x fortuna..): il programma dell'elettrostimolatore parte, ma dopo 2-3 min (un programma dura 20-30 min) funziona un solo canale (su 4..), praticam inutilizzabile.
Quindi a meno ke + di uno di voi mi dice: "vai tranquillo con le 1.9V" (ma nn credo) sn costretto a comperarmi "scorte" di alcaline..

intanto grazie

se vuoi, prova a comprare delle nuove ni-mh ibride. Dovrebbero durare di più. Al max, se non ti vanno, le usi per un altro apparecchio elettronico che va a pile (macchina fotografica, radio, mp3, telecomando di casa, etc etc...)

marchigiano 11-05-2009 19:11

Quote:

Originariamente inviato da y0tsuya (Messaggio 27422465)
ciao
ho un elettrostimolatore a 4 canali dove nel manuale dice di alimentarlo con 4 batterie aaa da 1.5V.
questo particolare (1.5V) purtroppo l'ho notato dopo aver preso un caricabatt da 16€ per 4 stilo o ministilo..

posso rimediare trovando delle ricaricabili da 1.5V?
Se sì dove posso trovarle? solo online?
Avete altri consigli da darmi? Del tipo: "butta tutto e prendi questo.." oppure "x gli elettrostimolatori devi usare batterie nn ricaricabili", etc.

vi ringrazio x l'attenzione e vi saluto

dovresti provare le ni-mh eneloop che dovrebbero mantenere una tensione lievemente più elevata delle altre. il caricatore spero sia buono altrimenti potrebbe essere causa di problemi

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27423695)
Il problema è che oltre a misurare la stabilità di tensione quando la pila è in funzione, non so che altri test posso fare con una resistenza e un tester.
consigli? :D Non credo che, per esempio, si possano calcolare i mAh contenenti...

per calcolare abbastanza precisamente i mAh dovresti segnarti ogni 5 secondi la tensione su un foglio excel e alla fine sommare il tutto così calcoli i mAh... un po noioso :D per il resto puoi simulare i carichi e vedere dopo quanto tempo la tensione scende sotto il valore che ti interessa

Quote:

non è strano? boh.. e poi una carica veloce dovrebbe disperdere maggior energia il calore, perchè dovrebbero scaldarsi di più. Tantè che i caricatori veloci sono dotati di ventola, gli altri generalmente no.
il fatto è che le ni-cd sono endotermiche e non fanno calore fino alla fine, l'unico calore è quello che si genera sui contatti e quello appunto alla fine della carica. la ventola nei caricatori serve più che altro a raffreddare l'elettronica, non le batterie. se una batteria si scalda si danneggia comunque anche se viene ventilata, la soluzione è non generare calore (o almeno non troppo)

Quote:

Non capisco cmq tutti questi pareri discordanti, il non sapere se è meglio una carica veloce o lenta, varie contraddizioni....
è che molta gente è rimasta alle vecchie tecniche che oggi non si possono più applicare

Quote:

Ad ogni modo, per il mio problema, (quello per cui riesco a fare pochissimi scatti con la macchina fotografica) è meglio un caricatore veloce o uno lento? a quanti mA circa?
più che altro guarda la precisione di ricarica, per il resto tra 1000 e 2000 tutto va bene, uno da 6000 preciso è meglio di uno da 500 che sovraccarica

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27423724)
Potresti provare le ni-zn che hanno 1.9V e dovrebbe andare, dipende se un voltaggio così alto possa rovinare l'apparecchio. questo non lo so, lascio il parere ad altri.

purtroppo le ni-zn per ora ci sono solo AA :muro: dovrebbero uscire le D, le sub-C ci sono già, le AAA non so...

dex 11-05-2009 19:16

Quote:

Originariamente inviato da dex (Messaggio 26799223)
e infatti è arrivato faccio 2 prove e......display acceso senza vedere la carica delle batterie !!! ma parcaccia miseria !!:mad:

a questo punto non voglio che me lo sostituisca ne con il 808f ne con il 600 secondo voi è possibile farsi ridare i soldi ?

meno male che non ho lasciato feedback a QD.


Eccomi qua, allora, ho rimandato l'808 a QD il 2 aprile, arrivato oggi 11/5/09 nuovo (avevo inciso un segno a quello vecchio, su questo non c'e quindi è nuovo)...vediamo se questo funziona....
:rolleyes:

emiliano1975 11-05-2009 19:31

Un consiglio per ricaricare delle stilo ibride!
 
Buona sera a tutti, mi dareste per cortesia un consiglio sulla corrente di carica da applicare a delle ricaribabili stilo Panasonic Infinium, utilizzando un caricabatterie La crosse technology bc900 ?

Grazie mille.

Emiliano

marchigiano 11-05-2009 19:41

Quote:

Originariamente inviato da emiliano1975 (Messaggio 27426290)
Buona sera a tutti, mi dareste per cortesia un consiglio sulla corrente di carica da applicare a delle ricaribabili stilo Panasonic Infinium, utilizzando un caricabatterie La crosse technology bc900 ?

Grazie mille.

Emiliano

da 1000 in su

emiliano1975 11-05-2009 19:43

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27426428)
da 1000 in su

Grazie mille marchigiano!

saretta86 11-05-2009 20:56

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 27415566)
Quanto ci ha messo ad arrivare da mymemory?
Adesso compra pure le ibride AAA e vedrai che in casa non userai + alkaline.

Considera che me lo hanno spedito il 30 Aprile e mi è arrivato il 9 mattina.. Le ibride le ho comprate.. della panasonic.. ma ancora le devo scartare ;)

silky.music 11-05-2009 21:56

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27423724)
non esistono ricaricabili a 1.5V

veramente esistono.....e si chiamano ram :asd:

che io sappia pero', danno non pochi problemi

RikyJrOrio 12-05-2009 13:10

caricabatterie uniross da 8AA x enrgizer 2500MAh
 
Ciao a tutti; mi scuso se ripropongo lo stesso post di qualche settimana fa ma non ho risolto. Il mio quesito: con un caricabatterie della Uniross a 8 posti acquistato x delle ready to use della medesima marca, posso caricare 8 stilo AA della Energizer da 2500MAh-non ready to use-? Se sì x quanto tempo di carica?
E poi, le AA Uniross ibride, alla prima ricarica, devono avere un "tempo specifico" di ricarica? Vanno scaricate totalmente prima?
Grazie!

thorndyke 12-05-2009 13:34

Quote:

Originariamente inviato da RikyJrOrio (Messaggio 27434251)
caricabatterie della Uniross a 8 posti

ti consiglio di non usare quello, e prenderne uno + moderno con controllo di carica, ad esempio per la uniross c'è lo sprint 15min lcd che costa poco in UK.
se non hai il controllo di carica le batterie vengono caricate male e le rovini pure

loredanar75 12-05-2009 15:02

Consigli per MaHa Powerex MH-C9000
 
Grazie infinite marchigiano !
Mi era sembrato già di capire, leggendo il manuale che se non tocco nulla per 5 secondi parte la ricarica automatica a 1000mA, ma il mio problema e che ho anche batterie precedenti (Panasonic Infinium) che vorrei rigenerare e quindi volevo sfruttare meglio le enormi capacità del caricatore. A tale proposito Le sarei grata se mi volesse indicare i passi da seguire per impostare la funzione break-in e settare la capacità consigliatami di 1900mAh .
Grazie ancora

rischio0 12-05-2009 17:53

una cosa che non mi piace del maha,premetto che ho anche il lacrosse 900:
il test iniziale mi e' capitato spesso che non mi permettesse di caricare alcune pile che con il lacrosse carico ed uso regolarmente....in altri termini se avessi avuto solo il maha non avrei potuto caricare in alcun modo quelle pile (e forse le avrei anche buttate) che non superano il suo test automatico iniziale...considerato che invece quelle pile le carico regolarmente col lacrosse e le uso regolarmente nel mio lettore mp3...mi-vi chiedo: ma secondo voi non sarebbe stato 100 volte meglio se il maha dopo l'esito negativo del test facesse ugualmente scegliere manualmente se caricare o meno la batteria che non supera il test?

CarloR1t 12-05-2009 19:21

Quote:

Originariamente inviato da RikyJrOrio (Messaggio 27434251)
Ciao a tutti; mi scuso se ripropongo lo stesso post di qualche settimana fa ma non ho risolto. Il mio quesito: con un caricabatterie della Uniross a 8 posti acquistato x delle ready to use della medesima marca, posso caricare 8 stilo AA della Energizer da 2500MAh-non ready to use-? Se sì x quanto tempo di carica?
E poi, le AA Uniross ibride, alla prima ricarica, devono avere un "tempo specifico" di ricarica? Vanno scaricate totalmente prima?
Grazie!

Gli apparecchi economici che caricano 8 pile talvolta caricano addirittura 4 pile in serie, neanche a coppie, quindi sarebbero da evitare anche se secondo me con le ibride, che si mantengono molto bilanciate, è possibile usare caricatori a coppie e oltre, perchè raggiungono la carica in tempi molto simili col minimo sovraccarico per quelle che si caricano prima.
Però le ibride devi prima usarle cariche, sono fatte apposta. Per caricare batterie ancora parzialmente cariche ci vuole un apparecchio che 'sente' (delta v) quando ciascuna pila è caric e le stacca, altrimenti se ha solo un timer e le carichi adesso da nuove o da non completamente scariche, le sottoponi solo a un sovraccarico per ore.
Colgo l'occasione della tua domanda per ricordare che esiste anche un maha da 8 stilo con controllo delta v su singola pila ma non ha test di misura della capacità. D'altra parte costa di più di due spk 600 o 808 o altri tipo magnex.

CarloR1t 12-05-2009 19:38

Quote:

Originariamente inviato da marcus58 (Messaggio 27416341)
Questo è un utilizzatore molto esperto e testa le batterie con scrupolo.
I risultati indicano le Recyko+ come ottime !

http://www.chirio.com/battery_test.htm

Wow!
ho aggiunto il test al mio post sulle ibride! ;)

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27420677)
sto facendo dei test a carica lenta e i mAh erogati in scarica sono il 98% di quelli accumulati in carica... quindi è valida la storia della ricarica a C/10 per 16 ore? :mbe:

una sovraccarica del genere di sicuro massimizza i mAh erogati ma altrettanto di sicuro abbasserà la tensione media durante la scarica... oltre che accorciare la vita dell'accumulatore

Sarebbe proprio da capire per non accorciare la vita delle batterie.

Quote:

Originariamente inviato da y0tsuya (Messaggio 27422465)
ciao
ho un elettrostimolatore a 4 canali dove nel manuale dice di alimentarlo con 4 batterie aaa da 1.5V.
questo particolare (1.5V) purtroppo l'ho notato dopo aver preso un caricabatt da 16€ per 4 stilo o ministilo..

posso rimediare trovando delle ricaricabili da 1.5V?
Se sì dove posso trovarle? solo online?
Avete altri consigli da darmi? Del tipo: "butta tutto e prendi questo.." oppure "x gli elettrostimolatori devi usare batterie nn ricaricabili", etc.

vi ringrazio x l'attenzione e vi saluto

Esistono alcaline ricaricabili Alcava da 1,5v e bassissima autoscarica, ma hanno solo 1000mA, richiedono un apposito caricabatterie e non reggono carichi pesanti come fotocamere.
http://www.alcava.it/Italia/alcava2.htm
ormai servono in pochhe applicazioni essendo sostituibili con le nimh ibride a bassa autoscarica, che anche la stessa alcava produce col nome di all in one.
http://www.alcava.it/Italia/allinone.htm

In un apparecchio del genere dovrebbero quindi andare bene le ibride, vedi le altre marche nella mia firma. Tieni conto che la maggioranza degli apparecchi che non siano fotocamere con alti consumi, indicano solo di usare pile da 1,5v solo perchè questa è l'indicazione classica, ma si sono da sempre usate le nicd e nimh da 1,2v ben sapendo che hano una tneisone minore. Inoltre è vero che la loro tensione è più bassa, ma tende a mantenersi per quasi tutta la carica per crollare alla fine, mentre le alcaline hanno un calo di tensione progressivo man mano che si scaricano, anche sotto gli 1,2v, a cui un apparecchio quindi deve essere progettato per funzionare ancora, anche con le alcaline.

Quote:

Originariamente inviato da dex (Messaggio 27426057)
Eccomi qua, allora, ho rimandato l'808 a QD il 2 aprile, arrivato oggi 11/5/09 nuovo (avevo inciso un segno a quello vecchio, su questo non c'e quindi è nuovo)...vediamo se questo funziona....
:rolleyes:

In trepida attesa...

Quote:

Originariamente inviato da emiliano1975 (Messaggio 27426290)
Buona sera a tutti, mi dareste per cortesia un consiglio sulla corrente di carica da applicare a delle ricaribabili stilo Panasonic Infinium, utilizzando un caricabatterie La crosse technology bc900 ?

Grazie mille.

Emiliano

IMHO 700-1000, oltre se uno ha fretta...


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 10:56.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.