Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Pile/Batterie ricaricabili (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1486066)


thorndyke 06-05-2009 16:14

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27361713)
la scarica completa della batteria a volte è utile ma bisogna farla a batterie separate, dentro la fotocamera sono in serie meglio evitare. compra un caricatore con la funzione scarica

la carica veloce è vero che accorcia la vita

Credo sia meglio specificare quell' "a volte serve", perchè nelle condizioni di uso normale la scarica completa delle batterie non serve a nulla... ma è già scritto nelle faq mi pare.
Poi dalla mia esperienza (ed anche di siti autorevoli) non mi pare proprio che la carica veloce accorci la vita, anzi... leggo di troppe persone che hanno rovinato le batterie con caricatori lenti.

L'uniross preso dal sito inglese ha l'adattatore italiano, ma la spina è di quelle con attacco universale, quindi facilmente sostituibile se non si vuole usare l'adattatore.

iron84 06-05-2009 20:03

Io ho l'impressione (non ho dati certi, ma solo appunto, impressioni da utilizzo), che le batterie ni-mh non ibride si rovinino con caricatori lenti (il mio era da 120 mA)...

CarloR1t 06-05-2009 20:18

Le vostre sono domande cicliche a cui avremo rispesto non so quante volte ultimamente, quindi non dovete leggere tutto il thread per trovare le risposte, ma solo le ultime 3-5 pagine attentamente e probabilmente troverete tutte le risposte e soluzioni che cercate. Se poi avete ancora dubbi siamo tutti qui per hobby e vi risponderemo... ;)

Aggiungo solo che quando leggete avvertenze di non caricare pile di taglio diverso (AA e AAA) su caricatori con il controllo di carica singolo, spesso è (o almeno credo che sia) solo un refuso di stampa derivante dalle istruzioni per caricatori convenzionali a coppie, lasciato dalla redazione del foglietto delle istruzioni. Sul mio SCH808F ho sempre caricato pile di formato misto senza inconvenienti.

marchigiano 06-05-2009 20:50

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27362068)
Ne hai qualcuno di quelli lenti da consigliarmi? Senza spendere eccessivamente.

nel primo post c'è il 808F che conosce bene anche carlor1t, carica a 800 circa e ha anche la funzione scarica. altrimenti il simil-magnex che è ancora più lento e sempre con la funzione scarica. li trovi entrambi su ebay a tipo 15 euro...

Quote:

cmq sul libretto della macchina c'è scritto di non scaricarle completamente, per esempio usandole nelle torce elettriche e scaricarle li dentro... perchè si rovinano. Consiglia però di scaricarle con la funzione apposita. Probabilmente tale funzione non le scarica completamente, ma fino ad una certa soglia.
è vero con una torcia elettrica la tensione può andare a zero e si rovinano, meglio usare i caricatori che ti ho elencato

Quote:

(un ultimo dubbio, ma la funzione di scarica va fatta ogni volta prima di caricare? o soltanto ogni tanto?)
mah... in teoria quasi mai e anche facendola non è che risolvi chissà cosa è... magari falla quando devi caricare batterie con ancora molta carica dentro

Quote:

Ho trovato un La Crosse AlphaPower BC-700 a 30€ spedizione inclusa, che differenze ci sono con il uniross? Oppure un bc-900 a 50€ ma credo non valga la pena spendere quei 20€ in più, sembrano molto simili. Ad ogni modo, questo lacrosse, è "semplice" da usare, no? (ho visto che ci sono vari parametri da configurare...)
il bc900 ha in più le cariche a 1000-1500-1800mA e la scarica a 500mA. secondo me sono utili perchè ti possono calcolare l'esatta capacità delle batterie e l'autoscarica, oltre al calo di tensione sotto carico, in pratica sono analizzatori di batterie così puoi testarle e vedere se ne hai una bacata

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 27365461)
Io ho l'impressione (non ho dati certi, ma solo appunto, impressioni da utilizzo), che le batterie ni-mh non ibride si rovinino con caricatori lenti (il mio era da 120 mA)...

pure io, anzi ne sono quasi certo, 120mA è davvero troppo poco, non so se un 500mA può essere meglio di un 2000mA dovrò fare dei test tra poco...

in generale i produttori seri danno la scheda tecnica delle batterie, tipo la eneloop AA c'è scritto che va caricata tra i 1000 e 2000mA, mi sembra ovvio che andare sopra o sotto tale range non è salutare per la batteria, altrimenti scrivevano chessò.... 200-6000mA

CarloR1t 06-05-2009 21:03

Quote:

Originariamente inviato da IL brillo (Messaggio 27358002)
si hanno notizie dell'808f ?
in ogni caso sto per prendere il 600, un pò a malincuore visto che l'808 costa solo qualche euro in più :(, sarei tentato di rischiare :D

Chiederei prima a quality che ne è anche concessioanrio se ha saputo la ragione dei guasti riscontrati sull'sch808f, comunque li ha cambiati senza problemi, almeno reclami in tal senso non ne abbiamo sentiti qui, quindi puoi rischiare se non hai urgenza tipo di partire per le vacanze o altro.
Cmq oltre al cavetto più semplice dell'808, anche il trasformatorino usb da 100-240v / 5v del 600 può tornare utile anche per altri usi con un adattatore per la spina uk. Non ha però l'alimentatore per auto.

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 27358440)
Ti posso dire che il mio gode di ottima salute, ne sono soddisfattissimo!
:cool:

Scherzi a parte, valuta che c'è poca differenza tra l'808 ed il 600 (la corrente di carica a 0.8A anziché 1A), in fondo le protezioni sono le stesse; come sostiene Carlo, se non te la senti di rischiare vai tranquillo con il 600, ciao!

Idem con patate, fino a ieri va benissimo.

iron84 06-05-2009 21:18

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27366136)

in generale i produttori seri danno la scheda tecnica delle batterie, tipo la eneloop AA c'è scritto che va caricata tra i 1000 e 2000mA, mi sembra ovvio che andare sopra o sotto tale range non è salutare per la batteria, altrimenti scrivevano chessò.... 200-6000mA

sulle mie sanyo eneloop c'è solo stampigliata la capacità. Nn c'è scritto a quanto van caricate...

Debian-LoriX 06-05-2009 21:30

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 27366478)
sulle mie sanyo eneloop c'è solo stampigliata la capacità. Nn c'è scritto a quanto van caricate...

Pure sulle mie
:D

Ecco quanto cerchi:
http://www.eneloop.info/fileadmin/ED..._-_HR-3UTG.pdf
http://www.eneloop.info/fileadmin/ED..._-_HR-4UTG.pdf

dove, sia per le AA e AAA, è raccomandata la carica veloce, come poc'anzi ha scritto Marchigiano
:ave:

marchigiano 06-05-2009 21:36

è vero purtroppo sui blister ci scrivono solo minghiate invece delle cose serie, uno per sapere i dati di una batteria deve spulciare mezza rete in cerca delle schede tecniche che neanche sempre si trovano :muro:

lordalbert 06-05-2009 22:00

Da quanto dite allora sono meglio le cariche veloci.
Nelle faq poi leggo: "cariche più lente si possono fare ma innanzi tutto bisogna calcolare bene i tempi per non sovraccaricare, dato che il deltaV diventa difficile da vedere, ma una carica lenta a lungo andare ingrossa i cristalli e fa perdere spunto alla batteria, quindi se verrà utilizzata in una applicazione low drain tutto ok, ma in una high drain avrà dei problemi di tensione bassa. viceversa una carica molto veloce mantiene i cristalli molto piccoli e quindi non si notano particolari cali di tensione in apparecchi high drain, però una corrente 2-3 volte superiore al massimo consentito a lungo andare porta al danneggiamento dell'isolante interno e quindi all'aumento dell'autoscarica e resistenza interna, con queste correnti è già tanto arrivare a 100 ricariche, come si può vedere in questo test"

Non so la fonte, ma mi fido :D E da quel che ho capito, con i cristalli grossi, il voltaggio diminuisce. Mantengono meno la carica (quello che alcuni chiamano effetto memoria). E quindi è meglio una carica veloce (se poi la consigliano anche i produttori).
Alla fine forse è meglio prendere l'uniross che mi avete consigliato, su mymemory. Ma le batterie uniross incluse sono ibride?
Peccato forse che quell'uniross non ha la funzione di scarica (non intendo scarica completa, però a quei 0.9v che dicevate)
In alternativa ho visto (consigliato da Sector in questo forum) un La Crosse RS900 a circa 50€ ... secondo voi conviene spendere di più per quello? Ho visto che puoi selezionare la corrente di carica... bello! Ma non è troppo complesso vero? :D

Cmq sempre nelle faq, riguardo alla conservazione per parecchi mesi delle pile, c'è scritto: "le ni-cd e ni-mh vanno scaricate a zero". Infatti anche su wikipedia c'era scritto che lasciando a riposo una pila ni-mh carica, si verifica un ingrandimento della dimensione dei cristalli. Però per "scaricate a zero" vi riferite proprio a zero, oppure un voltaggio a 0.9 o cmq fino a quando la macchina fotografica non funziona più con quelle pile?

iron84 06-05-2009 22:10

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 27366635)
Pure sulle mie
:D

Ecco quanto cerchi:
http://www.eneloop.info/fileadmin/ED..._-_HR-3UTG.pdf
http://www.eneloop.info/fileadmin/ED..._-_HR-4UTG.pdf

dove, sia per le AA e AAA, è raccomandata la carica veloce, come poc'anzi ha scritto Marchigiano
:ave:

Grazie! Ho visto che le AA le devo caricare a 2000mA
Per fortuna che ho il Lacrosse-900 che mi da 1800mA :)
Io le prime volte le ho caricate a 1A.... mi sa che è bassina come corrente di carica...

marchigiano 06-05-2009 22:18

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27367052)
Però per "scaricate a zero" vi riferite proprio a zero, oppure un voltaggio a 0.9 o cmq fino a quando la macchina fotografica non funziona più con quelle pile?

intendo 0.9V con correnti basse, sui 100-200mA

la carica veloce va bene ma senza esagerare, se la sanyo consiglia 1000-2000mA, 1000 non è per niente lenta, 6500 è un po altina... a meno che il caricatore non la usi per i primissimi minuti per poi passare alla corrente più "umana"

thorndyke 06-05-2009 22:39

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27367052)
Peccato forse che quell'uniross non ha la funzione di scarica

No, non ha la funzione di scarica, ma come ti è stato detto non serve a nulla! Anzi si, serve a sprecare cicli di carica se fatta spesso e ad accorciare la vita delle batterie.

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27367264)
6500 è un po altina... a meno che il caricatore non la usi per i primissimi minuti per poi passare alla corrente più "umana"

infatti quell'uniross si comporta esattamente così: dopo i primi minuti diminuisce la corrente di carica proprio per caricarle nel minor tempo possibile senza rovinarle.

lordalbert 06-05-2009 22:55

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 27367505)
No, non ha la funzione di scarica, ma come ti è stato detto non serve a nulla! Anzi si, serve a sprecare cicli di carica se fatta spesso e ad accorciare la vita delle batterie.

in teoria, da quel che sto capendo, è meglio conservare le pile scariche. Quindi potrebbe servire per portarla a 0.9v prima di metterle via per alcuni mesi.
Però vabbè, non è fondamentale...
Credo di aver più o meno capito.. adesso rifletto se prendere quel uniross (probabilmente prenderò quello) o spendere un po' di più per la cross 900.

Ah, ultimo dubbio... il lacross per misurare la capacità della pila, fa una scarica, una ricarica completa e una scarica... giusto? In tal caso perdi un ciclo, per una cosa forse non tanto utile da sapere... (alla fine me ne accorgo quando non tiene più la carica). E in tal caso non mi servirebbe.

Ma se io volessi costruire un circuito di scarica? Prendo un portapila (singolo), lo collego ad una resistenza (il valore da decidere) e fino a quando non arriva a 0.9 la lascio collegata. In questo modo posso prendermi un uniross e scaricare le pile quando magari sono mezze cariche, o al max solo quando devo conservarle per lungo tempo. Dite che è una cavolata? :D

IL brillo 06-05-2009 23:03

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27367763)
in teoria, da quel che sto capendo, è meglio conservare le pile scariche. Quindi potrebbe servire per portarla a 0.9v prima di metterle via per alcuni mesi.
Però vabbè, non è fondamentale...
Credo di aver più o meno capito.. adesso rifletto se prendere quel uniross (probabilmente prenderò quello) o spendere un po' di più per la cross 900.

Ah, ultimo dubbio... il lacross per misurare la capacità della pila, fa una scarica, una ricarica completa e una scarica... giusto? In tal caso perdi un ciclo, per una cosa forse non tanto utile da sapere... (alla fine me ne accorgo quando non tiene più la carica). E in tal caso non mi servirebbe.

Ma se io volessi costruire un circuito di scarica? Prendo un portapila (singolo), lo collego ad una resistenza (il valore da decidere) e fino a quando non arriva a 0.9 la lascio collegata. In questo modo posso prendermi un uniross e scaricare le pile quando magari sono mezze cariche, o al max solo quando devo conservarle per lungo tempo. Dite che è una cavolata? :D

ti hanno già spiegato che la scarica è un'operazione inutile, perciò perchè ti dovresti costruire un marchingegno simile ?

lordalbert 06-05-2009 23:09

Quote:

Originariamente inviato da IL brillo (Messaggio 27367872)
ti hanno già spiegato che la scarica è un'operazione inutile, perciò perchè ti dovresti costruire un marchingegno simile ?

perchè ho letto nel primo post che è meglio conservare le pile, se inutilizzate per alcuni mesi, scariche. Perchè se le conservi cariche, i cristalli possono aumentare di dimensione e poi avere un voltaggio inferiore. In pratica ti durano di meno.
Se non è così smentite, e correggete le faq del primo post ;) (ma in teoria, in generale, non sarebbe male citare pure le fonti)
Già pensavo di farlo per testare le vecchie pile se sono ancora valide. Mettendo una resistenza, e misurando con un tester se il voltaggio rimane costante sui 1.2v per alcuni minuti. Questa idea l'avevo letta in un post di CarloR1T qualche pagina indietro.

thorndyke 06-05-2009 23:22

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27367763)
è meglio conservare le pile scariche

Non credo sia una buona idea. Specialmente le ibride sono comode perchè le lasci cariche e quando ti servono le usi. Io le ricarico ogni sei mesi quando cambia l'ora solare/legale anche se non sono scariche e non ho mai avuto problemi (le ho da quando sono state immesse sul mercato). Secondo me ti fai troppi problemi. Cioè va bene chi ci perde tempo per hobby, ma se le vuoi usare da "utilizzatore" le carichi e basta senza complicarti la vita o fare misure, cicli di carica/scarica etc... almeno io la penso così.

lordalbert 06-05-2009 23:29

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 27368167)
Non credo sia una buona idea. Specialmente le ibride sono comode perchè le lasci cariche e quando ti servono le usi. Io le ricarico ogni sei mesi quando cambia l'ora solare/legale anche se non sono scariche e non ho mai avuto problemi (le ho da quando sono state immesse sul mercato). Secondo me ti fai troppi problemi. Cioè va bene chi ci perde tempo per hobby, ma se le vuoi usare da "utilizzatore" le carichi e basta senza complicarti la vita o fare misure, cicli di carica/scarica etc... almeno io la penso così.

eh si, hai ragione :) Mi faccio troppi problemi :D
Più che altro, visto che alla fine non mi costa nulla, mi interessavo appunto per evitare di rovinare le pile e farle durare di più.
E poi alla fine mi sto facendo un po' di cultura sulle pile ricaricabili :D E non mi dispiace, sono argomenti interessanti.. anche se purtroppo ci sono un sacco di voci discordanti sul web, poco chiare, e nessun documento ufficiale.

marchigiano 07-05-2009 00:13

i documenti ufficiali sono i pdf che (difficilmente) si trovano sui siti dei produttori

molta altra roba c'è su battery university e nei manuali dei caricabatterie da modellismo

scaricare a zero la batteria può servire se deve stare ferma oltre 6 mesi, con le ibride anche 1-2 anni, che le compri a fare per tenerle ferme così a lungo? ;)

scaricare a zero aiuta anche col voltage depression, nel tuo caso potrebbe essere particolarmente utile

50 euro per il lacrosse sono troppi, ti ci fai il maha o addirittura puoi passare alle ni-zn (prendi caricatore e batterie direttamente su ritzcamera)

per i cicli di vita, ovviamente diventando schiavo delle batterie si può allungare la loro vita, poi dipende quanto uno vuole sacrificare un po di cicli per avere delle comodità

se le eneloop in condizioni ideali dopo 1000 cicli hanno ancora l'80% di capacità, caricandole con l'energizer 15 minuti (che è ben più veloce e quindi stressante del'uniross) dopo 100-150 cicli sono praticamente da buttare (vedi test nelle faq)

poi uno può scegliersi la giusta via di mezzo tra comodità e durata

marchigiano 07-05-2009 00:16

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 27368167)
Io le ricarico ogni sei mesi quando cambia l'ora solare/legale anche se non sono scariche e non ho mai avuto problemi (le ho da quando sono state immesse sul mercato)

be ma mica stanno ferme... sono in un orologio che le scarica, inoltre il consumo di un orologio è così basso che non ti accorgeresti del voltage depression neanche se i cristalli diventano grossi come dei swarowski :D quando le tiri fuori dall'orologio dalle a lordalbert vediamo quanti scatti ci fa. ti ricordo che lui ha preso delle sony ibride nuove ferme da mesi nel blister, erano precaricate ma il voltage depression gli ha fatto spegnere la fotocamera dopo 4 scatti...

cuorisità: dove le usi le altre eneloop? in un registratore portatile se ricordo bene? potresti dirmi il modello?

thorndyke 07-05-2009 00:25

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27368797)
be ma mica stanno ferme... sono in un orologio che le scarica, inoltre il consumo di un orologio è così basso che non ti accorgeresti del voltage depression neanche se i cristalli diventano grossi come dei swarowski

ne approfitto per caricare anche le altre che stanno ferme, ad esempio le AAA di un lettore mp3 che uso molto di rado

Quote:

dove le usi le altre eneloop? in un registratore portatile se ricordo bene? potresti dirmi il modello?
Edirol R-09, ma anche molte altre cose: macchina fotografica, flash, lampade da testa, etc...


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 16:53.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.