Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Pile/Batterie ricaricabili (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1486066)


iron84 15-10-2008 09:36

Grazie. Farò il refresh a corrente di ricarica 200mA e di scarica a 100mA.
Per le AA ci metteranno parecchi giorni, ma non importa, ho 4 alloggiamenti nel caricatore.

marchigiano 15-10-2008 13:44

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 24570935)
e infatti 2 di loro più scariche delle altre sono state rifiutate dal caricatore 808 che segnalava l'anomalia con l'icona della pila intera lampeggiante

le hai sovrascaricate, segnale così vediamo nel tempo se hanno subito danni

Braga83 15-10-2008 14:33

Il mio caricabatterie non ha la funzione di refresh. Va bene lo stesso se prima di ricaricarle le scarico completamente facendo andare il lettore cd portatile finche' non si ferma? Per curiosita' quanto vengono apparecchi per fare il refresh delle ricaricabili? Potete consigliarmi qualche modello?

Braga83 15-10-2008 14:52

Scusate sto dando un'occhiata al sito http://www.batteryuniverse.com, ma ho un dubbio linguistico: con "trickle charge" si intende la corrente di mantenimento dopo aver caricato le pile? C'e' una parte che dice che le nuove batterie dovrebbero essere lasciate in carica di mantenimento 24h prima di utilizzarle e la cosa mi giunge nuova.

Framol 15-10-2008 17:41

Quote:

Originariamente inviato da Braga83 (Messaggio 24578780)
Scusate sto dando un'occhiata al sito http://www.batteryuniverse.com, ma ho un dubbio linguistico: con "trickle charge" si intende la corrente di mantenimento dopo aver caricato le pile? C'e' una parte che dice che le nuove batterie dovrebbero essere lasciate in carica di mantenimento 24h prima di utilizzarle e la cosa mi giunge nuova.

Bè andando a naso è un pò come i cellulari,la prima volta bisogna dargli la caricatina maggiore per avere poi maggiore rendita dalla batteria...

CarloR1t 15-10-2008 17:58

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 24577532)
le hai sovrascaricate, segnale così vediamo nel tempo se hanno subito danni

Mi ricorderò la volta prossima, non l'ho fatto perchè pensavo fosse normale dato che le avevo appena tolte dalla radio in cui si erano 'sedute' da pochi minuti. Comunque il fatto che tutte e 4 le pile hanno raggiunto la piena carica quasi insieme nell'arco di uno o due minuti dovrebbe indicare che sno ancora in salute. Forse erano appena sotto la soglia di avviso del caricatore.

Qui dice che la soglia di scarica è 1V:
http://www.ecvv.com/offerdetail/I1401611.html

Poi ho trovato questo test giapponese di un sch808f rimarchiato, tu e tweester siete capaci di capirci qualcosa malgrado la traduzione allucinante? La sola cosa che mi pare di capire è che forse avevo ragione sulla variabilità della corrente di scarica in base al numero delle pile.
http://translate.google.it/translate...hl=it&ie=UTF-8

CarloR1t 15-10-2008 18:10

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 24573062)
Grazie. Farò il refresh a corrente di ricarica 200mA e di scarica a 100mA.
Per le AA ci metteranno parecchi giorni, ma non importa, ho 4 alloggiamenti nel caricatore.

giusto cmq anche 200 in scarica potrebbe bastare se marchigiano approva...

Quote:

Originariamente inviato da Braga83 (Messaggio 24578412)
Il mio caricabatterie non ha la funzione di refresh. Va bene lo stesso se prima di ricaricarle le scarico completamente facendo andare il lettore cd portatile finche' non si ferma? Per curiosita' quanto vengono apparecchi per fare il refresh delle ricaricabili? Potete consigliarmi qualche modello?

Di solito un apparecchio come un lettore cd è piuttosto esigente almeno durante la lettura di un cd col motore in funzione, non in standby, non dovrebbe scaricartele troppo quindi direi che va bene. Un etichetta dovrebbe indicare l'assorbimento di corrente...

Che fanno il refresh sono i La Crosse 700 e 900 sui 35-45€. Poco fa è stato segnalto un clone ritargato tipo magex dc4lcd, e ci sono gli sch808f e il sch600f che costano 14 euro, vedi la mia prova un paio di pagine indietro e altri in prima pagina.
Quote:

Originariamente inviato da Braga83 (Messaggio 24578780)
Scusate sto dando un'occhiata al sito http://www.batteryuniverse.com, ma ho un dubbio linguistico: con "trickle charge" si intende la corrente di mantenimento dopo aver caricato le pile? C'e' una parte che dice che le nuove batterie dovrebbero essere lasciate in carica di mantenimento 24h prima di utilizzarle e la cosa mi giunge nuova.

Si intende quello, al prezzo di una più ridotta vita utile dicono, non mi sembra che ci sia tutta questa esigenza di prestazioni e ci capiterà già l'occasione in seguito di lasciarle qualche ora in più nel caricatore...

CarloR1t 15-10-2008 18:24

Quote:

Originariamente inviato da supergems (Messaggio 24564921)
Salve ragazzi, volevo sapere se con il FUJICELL SCH808F è possibile utilizzare la sua porta USB anche per far funzionare e/o caricare dispositivi tipo lettori mp3 ecc....

supergems

Ho notato che il sch500f
http://www.spowerking.com/pro_002.asp
(che mi ricordo è già stato acquistato da uno di noi e mi pare sia ancora disponibile dal negozio ebay) ha la funzione 'power bank' che dici tu. Simile nel design al sch600f, è però un caricatore con delta v sulle coppie e senza display lcd, con in più una sfilza di adattatori in dotazione.

Va detto che il display con le icone delle pile a tacche di per sè serve a poco non essendo preciso e non avendo indicazioni numeriche del voltaggio o capacità come i la crosse.
Quanto al delta sulla coppia secondo me può anche andare bene, specialmente se si usano le ibride che si mantengono molto bilanciate a patto di non mischiare le pile mantenendo le coppie fisse segnandole con un pennarello da cd o un'etichetta.

Quando la prima pila della coppia raggiunge la carica il delta le stacca entrambe, ma anche la seconda pila dovrebbe essere quasi carica e poi ci pensa la carica di mantenimento (trickle) a livellarle.
Basta quindi avere l'abitudine di non toglierle subito dal caricatore appena segnala che le pile sono cariche e lasciarle un'oretta o due inserite.
Se sono ibride una volta su 5 ricariche dovrebbe bastare.
Non che si danneggino se si tolgono prima abitualmente, basta in questo caso avere l'accortezza di non sottoporle a scariche profonde rischiando che la meno dotata vada troppo sotto... ;)

Framol 15-10-2008 18:55

Quindi la carica di mantenimento serve solo a livellare le pile?

CarloR1t 15-10-2008 19:07

Quote:

Originariamente inviato da Framol (Messaggio 24582622)
Quindi la carica di mantenimento serve solo a livellare le pile?

Serve anche a quello, se non sono troppo sbilanciate da richiedere troppo tempo, la corrente è talmente bassa che non so quanto ci vorrebbe altrimenti ma in ogni caso non si surriscaldano in mantenimento. Serviva anche per tenere le batterie cariche, specie le nicd, fino al momento dell'uso, cosa che oggi non serve più con le pile giuste...

marchigiano 15-10-2008 20:21

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 24581795)
La sola cosa che mi pare di capire è che forse avevo ragione sulla variabilità della corrente di scarica in base al numero delle pile.
http://translate.google.it/translate...hl=it&ie=UTF-8

interessantissimo

ecco spiegato perchè o carica tutte o scarica tutte, non è come il lacrosse o il maha che hanno 4 canali indipendenti con 4 uscite dall'alimentazione principale

questo per contenere i costi ha una linea unica che penso arrivi a 7V e passa volts e tiene tutte le batterie in serie, però ha quei 4 IC che riescono a controllare singolarmente la batteria e staccarla lasciando funzionare le altre, probabilmente dopo staccata per non fare sbalzi di tensione potrebbe dirigere la corrente verso una resistenza per disperdere potenza

la carica con la AC e la 12V DC arriva dicevo a 7V ed è a impulsi da 1000ma che però facendo media con i momenti a zero fa circa 780ma di media

quando invece si connette la 5V DC non c'è un circuito di step-up di tensione e quindi i 5V non sarebbero sufficienti a dare 4 impulsi in serie alle batterie, quindi vengono dati in sequenza come se fosse un motore a 4 cilindri, in questo caso la media di carica si abbassa a 250ma mentre con 2 batterie a 500ma (a occhio e croce)

la carica di mantenimento è sempre a impulsi da 1000ma ma molto brevi per fare una media di 33ma

se la batteria da ricaricare sta sotto i 0.5V non la accetta (quindi occhio alle tue due ibride, erano scese parecchio)

la scarica è abbastanza complessa, le sei resistenze sono 3 in parallelo x2, il x2 lo fa nel caso di scarica di più di 2 celle

quindi con una cella la corrente è 138ma, con 2 o 4 275ma, con 3 207ma circa, comunque tutte scaricate in serie, non so come interviene l'IC

sarebbe interessante provare a caricare e scaricare insieme una AA e una AAA, se ti va...

CarloR1t 15-10-2008 20:43

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 24584095)
interessantissimo

ecco spiegato perchè o carica tutte o scarica tutte, non è come il lacrosse o il maha che hanno 4 canali indipendenti con 4 uscite dall'alimentazione principale

questo per contenere i costi ha una linea unica che penso arrivi a 7V e passa volts e tiene tutte le batterie in serie, però ha quei 4 IC che riescono a controllare singolarmente la batteria e staccarla lasciando funzionare le altre, probabilmente dopo staccata per non fare sbalzi di tensione potrebbe dirigere la corrente verso una resistenza per disperdere potenza

la carica con la AC e la 12V DC arriva dicevo a 7V ed è a impulsi da 1000ma che però facendo media con i momenti a zero fa circa 780ma di media

quando invece si connette la 5V DC non c'è un circuito di step-up di tensione e quindi i 5V non sarebbero sufficienti a dare 4 impulsi in serie alle batterie, quindi vengono dati in sequenza come se fosse un motore a 4 cilindri, in questo caso la media di carica si abbassa a 250ma mentre con 2 batterie a 500ma (a occhio e croce)

la carica di mantenimento è sempre a impulsi da 1000ma ma molto brevi per fare una media di 33ma

se la batteria da ricaricare sta sotto i 0.5V non la accetta (quindi occhio alle tue due ibride, erano scese parecchio)

la scarica è abbastanza complessa, le sei resistenze sono 3 in parallelo x2, il x2 lo fa nel caso di scarica di più di 2 celle

quindi con una cella la corrente è 138ma, con 2 o 4 275ma, con 3 207ma circa, comunque tutte scaricate in serie, non so come interviene l'IC

sarebbe interessante provare a caricare e scaricare insieme una AA e una AAA, se ti va...

Quindi riassumendo la linea di alimentazione è unica e questo impedisce di gestire separatamente carica e ricarica delle singole pile, ma sono indipendenti i 4 controlli delta-v e di rilevazione della soglia minima di 1,0v della scarica per staccare ciascuna delle pile.

Farò più attenzione la volta prossima a non scaricare troppo le pile nella radio, ma spero le 2 hybrio si siano riprese bene...
Considera che ormai saranno 4-5 utilizzi in cui la radio si scarica del tutto con la voce che si affievolisce fino a scomparire alzando al max il volume (cosa che eviterò di fare la volta prossima) e l'autonomia di 2 mesi è rimasta tale (anche di piò stavolta avendola usata meno) e così il bilanciamento a giudicare dal raggiungimento della carica in tempi pressochè identici al minuto. Quindi direi che hanno resistito bene alle scariche profonde ma come giustamente dici è bene evitarlo.

Come pensavo ci impiega più tempo via usb, ma almeno così è meno a rischio di guastare il pc, sarebbero non più di 1A sulla porta. Resta da capire come va il caricatore 12v, in teoria uguale dato che lo spinotto incorpora un convertitore dcdc 12-5vcc anche se potrebbe fornire più corrente.

Per la scarica ecco spiegato l'arcano della pila infinita... :sofico: ti posso già dire di aver provato una AAA hybrio carica insieme alla uniross 2300 la prima volta. L'AA stava con 2 tacche residue da ore, non ce la facevo più ad aspettare e ho provato a inserire la piletta se serviva a dargli una mossa e appena l'ho inserita la AA è scesa a una tacca certamente per il maggior carico di corrente e perchè stava in bilico tra le 2 tacche. In ogni caso non vedo come possa distinguere tra AA o AAA inserita dato che il contatto è unico, a meno di percepire una diversa resistenza interna ma dubito data la semplicità costruttiva.
Proverò certamente a caricare AA e AAA insieme per vedere come procede anche se da quanto sopra non mi aspetto differenti sorprese.

supergems 15-10-2008 21:18

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 24565136)
No l'ingresso usb sui caricatori 808F e 600F è solo in ingresso.
Sui caricatori non c'è una presa usb ma un minijack da usare col cavetto USB-jack fornito.

Però il 600F usa un piccolissimo e leggero alimentatore esterno con uscita a 5v identico a quelli per alimentare apparecchi usb dalla 220v, quindi sfruttabile senza comperarne uno apposito. Unico neo ha la spina UK e richiede un adattatore o un'apposita spina presa italiana che ho già illustrato nelle ultime 2 pagine.

Il 600 però carica 3-4 pile con 500mA in un tempo doppio dell'808 (circa 6 ore contro 3 per AA sui 2000-2300mAh) mentre 1-2 pile le caricano entrambi a in tempi uguali, come per tutte le altre funzioni. Il 600 dovrebbe essere più recente come modello, dato che sul sito del costruttore SPowerking (Fujicell è solo un marchio di vendita e non il solo...) viene inserito tra le novità:

http://www.spowerking.com/newproducts.asp
http://www.spowerking.com/products.asp

Entrambi hanno in dotazione anche l'alimentatore per auto, integrato nella spina auto, che converte i 12v in 5v.

Grazie della risposta. Dato che la funzione di alimentazione USB in uscita non è indispensabile anche se comoda, stavo pensando di comprare il MAHA MH-C9000, più adatto a un futuro ingegnere elettronico ;-) . La mia esigenza è quella di usare 4 pile NiMH AAA ricaricabili per la mia supercalcolatrice grafica HP 50g. Da quello che ho letto in questo forum le migliori marche sarebbero le UNIROSS HYBRIO e le SANYO ENELOOP, tra le due me ne consigliate una in particolare o la differenza è minima? La calcolatrice la uso molto spesso e consuma moltissimo. Per darvi un'idea in basso c'è una tabella nella quale sono riportati in milliampere i valori dei test di varie operazioni comuni della calcolatrice, trovati sul forum comp.sys.hp48. I test sono stati effettuati sia in assenza che in presenza di una scheda SD che la calclatrice è in grado di leggere. La calcolatrice è venduta con 4 pile AAA alcaline da 1,5 V, quindi per sapere la potenza consumata da ogni voce basta moltiplicare il relativo valore per 6. I test sono stati fatti con pile nuove e un resistore da 10 ohm in serie.

Saluti.

Codice HTML:

Calculator                50G    50G   
# of SD cards                0      1     
                          ----    ----   

Idle                      15.5    14.9   
Blinking                  18.8    18.2   
Plotting                  74.4    79.5   
Transmit Serial          89.2    93.1   
Transmit USB              86.1    89.9   
Transmit IR              88.5    92.0   
Open I/O Serial          30.7    34.9   
Open I/O USB              27.7    31.8   
Open I/O IR              31.0    35.2   
Beep 1 kHz                79.5    83.5   
Write flash              90.0    95.2   
Read flash                77.0    82.0   
Write SD                  n/a    72.0   
Read SD                    n/a    72.0   
Off                        0.0    0.0


iron84 15-10-2008 21:29

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 24581936)
giusto cmq anche 200 in scarica potrebbe bastare se marchigiano approva...

Purtroppo il lacrosse hai la corrente di scarica dimezzata rispetto la corrente di carica.
Quindi se carico a 200mA, la scarica sarà di 100mA.
Per carità, non fa nulla il tempo, basta che serva un pelino ;)
Tanto ho 4 alloggiamenti, non metto sicuramente in refresh 4 pile in contemporanea.

frequentati 15-10-2008 22:15

Salve,
ho da poco acquistato un registratore digitale fantastico che consuma però un pò troppo...
Mi consigliereste delle stilo ricaricabili e l'eventuale caricatore???
P.S mi fareste felicissimo indicandomi un link....
GRAZIE

CarloR1t 15-10-2008 22:36

Quote:

Originariamente inviato da supergems (Messaggio 24585035)
Grazie della risposta. Dato che la funzione di alimentazione USB in uscita non è indispensabile anche se comoda, stavo pensando di comprare il MAHA MH-C9000, più adatto a un futuro ingegnere elettronico ;-) .

Quello va bene di sicuro come funzioni ma saprai già che è piuttosto grande come apparecchio, se lo usi a casa non c'è problema.
Quote:

La mia esigenza è quella di usare 4 pile NiMH AAA ricaricabili per la mia supercalcolatrice grafica HP 50g. Da quello che ho letto in questo forum le migliori marche sarebbero le UNIROSS HYBRIO e le SANYO ENELOOP, tra le due me ne consigliate una in particolare o la differenza è minima?
La produzioni di queste pile è ridotta a pochi oem, sanyo, pansonic, yuasa...poi etichettate per le marche di vendita e non abbiamo riscontrato differenze tra marche diverse, basta che siano ibride, prendi quelle che trovi...

La calcolatrice la uso molto spesso e consuma moltissimo. Per darvi un'idea in basso c'è una tabella nella quale sono riportati in milliampere i valori dei test di varie operazioni comuni della calcolatrice, trovati sul forum comp.sys.hp48. I test sono stati effettuati sia in assenza che in presenza di una scheda SD che la calclatrice è in grado di leggere. La calcolatrice è venduta con 4 pile AAA alcaline da 1,5 V, quindi per sapere la potenza consumata da ogni voce basta moltiplicare il relativo valore per 6. I test sono stati fatti con pile nuove e un resistore da 10 ohm in serie.

Saluti.

Codice HTML:

Calculator                50G    50G   
# of SD cards                0      1     
                          ----    ----   

Idle                      15.5    14.9   
Blinking                  18.8    18.2   
Plotting                  74.4    79.5   
Transmit Serial          89.2    93.1   
Transmit USB              86.1    89.9   
Transmit IR              88.5    92.0   
Open I/O Serial          30.7    34.9   
Open I/O USB              27.7    31.8   
Open I/O IR              31.0    35.2   
Beep 1 kHz                79.5    83.5   
Write flash              90.0    95.2   
Read flash                77.0    82.0   
Write SD                  n/a    72.0   
Read SD                    n/a    72.0   
Off                        0.0    0.0


Consumi altini, non so quanto durano di più le AAA ibride con un uso continuo, il loro pregio è mantenersi cariche nel tempo, presumibilmente non scarichi le pile in un paio di giorni facendo chissà quanto uso della calcolatrice, dovrebbero bastare uno o due pacchi da 4 per il ricambio al volo e carica rapida a casa.

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 24585196)
Purtroppo il lacrosse hai la corrente di scarica dimezzata rispetto la corrente di carica.
Quindi se carico a 200mA, la scarica sarà di 100mA.
Per carità, non fa nulla il tempo, basta che serva un pelino ;)
Tanto ho 4 alloggiamenti, non metto sicuramente in refresh 4 pile in contemporanea.

Allora se metti 200-250 di scarica e ricarica al doppio dovrebbe andare a 500? Forse basta anche così per 'rinfrescarle'...
Quote:

Originariamente inviato da frequentati (Messaggio 24585829)
Salve,
ho da poco acquistato un registratore digitale fantastico che consuma però un pò troppo...
Mi consigliereste delle stilo ricaricabili e l'eventuale caricatore???
P.S mi fareste felicissimo indicandomi un link....
GRAZIE

Quelle che prende supergems ;) vedi nella mia firma tutti i marchi e i test che abbiamo fatto. Come caricatore se anche tu vuoi l'apparecchio più sofisticato ci sono i la crosse 700 o 900 (si trova online in italia) e maha c9000 (dall'estero) altrimenti posso consigliarti il mio, che si trova solo in un negozio ebay inglese (quality discounts) che vende anche le hybrio a metà prezzo.
http://www.hwupgrade.it/forum/showth...postcount=1098

marchigiano 15-10-2008 23:40

spettacolo quella calcolatrice... ad avercela quando andavo a scuola... :sbav:

ma oggi non fai prima a trovare qualche software per palmare o pc?

frequentati 16-10-2008 00:12

Carlo ti ringrazio,
volevo solo avere un'altra delucidazione:
il mio registratore(zoom h2) mi scarica le normali stilo(delle philips non ricaricabili)nel giro di 2 ore in registrazione, pensi che con le hybrio possa tenere almeno 4-5 ore???O mi consigli un altro tipo di batterie e relativo caricatore??Grazie

P.S Ho visto in quel negozio su ebay che hanno un pacchetto comprensivo di quel caricatore da te indicatomi più 4 AA Duracell da 2650mah, come sono??Potrebbero andare??Grazie

Ciry 16-10-2008 06:36

Quote:

Originariamente inviato da supergems (Messaggio 24585035)
. Da quello che ho letto in questo forum le migliori marche sarebbero le UNIROSS HYBRIO e le SANYO ENELOOP, tra le due me ne consigliate una in particolare o la differenza è minima?

La differenza è minima, difatti le ibrde sono brevetto sanyo lasciato in icenza oem alle altre case come la uniross, xcui sono praticamente uguali:)

CarloR1t 16-10-2008 13:50

Quote:

Originariamente inviato da frequentati (Messaggio 24586954)
Carlo ti ringrazio,
volevo solo avere un'altra delucidazione:
il mio registratore(zoom h2) mi scarica le normali stilo(delle philips non ricaricabili)nel giro di 2 ore in registrazione, pensi che con le hybrio possa tenere almeno 4-5 ore???O mi consigli un altro tipo di batterie e relativo caricatore??Grazie

Bel giocattolino! Ho visto il video, dichiara 4 ore con 2 alcaline, sono generosi...

Vedi se c'è una targhetta che indica il consumo di corrente massimo o in registrazione, anche nel manuale. Dividi la capacità delle pile per quel numero per avere una stima.

In genere le alcaline reggono molto meno delle nimh ricaricabili (da 2000-2700) in apparecchi ad alto consumo, mentre reggono molto meglio coi consumi molto bassi. Presupponendo un consumo di un certo livello le ricaricabili in genere dovrebbero darti più autonomia delle alcaline
Le ibride sono ideali per alti e bassi consumi ma abbastanza diluiti nel tempo, come per l'uso di una fotocamera, mentre nel caso di apparecchi usati continuativamente fino a esaurimento in qualche ora e volendo spremere il massimo dovresti prendere in considerazione delle 2700 di ottima qualità tipo sanyo, uniross ecc. Le hybrio si vendono anche in confezioni da 2AA se le trovi potresti provare quali vanno meglio. Le ibride hanno il vantaggio di restare ben cariche se fai un cambio al volo con un pacco scorta anche molto tempo dopo che le hai ricaricate allo scopo.
Cmq a occhio direi che rispetto alle alcaline c'è buona probabilità di ottenere le fatidiche 4-5 ore di uso continuo sia con le hybrio che con delle nimh di qualità da 2300 in su...

Quote:

Originariamente inviato da Ciry (Messaggio 24587406)
La differenza è minima, difatti le ibrde sono brevetto sanyo lasciato in icenza oem alle altre case come la uniross, xcui sono praticamente uguali:)

;)


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 09:58.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.