Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Caricabatterie (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1288461)


marchigiano 02-09-2008 23:06

il fatto è che se una batt va di suo sotto 0.6V (mi pare questo il limite del lacrosse) vuol dire che ha un autoscarica elevata e probabilmente una resistenza interna notevole, quindi da buttare :D

Jo3 02-09-2008 23:14

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23919923)
le alcaline scariche (dato che alla fine si carica è normale avere le batterie cariche) possono anche stare a 1.2V come le ni-mh mezze cariche possono stare a 1.35V

Perdonami : quale parte di "integrare nel menu software della digitale un opzione On/off per la ricarica via USB" non ti risulta chiara?



Quote:

pochissima gente lascia il pc acceso, non guardare quello che fai te o altri qui sul forum, e ancora la gente comune (99.99% :D ) già ha poca autonomia sul portatile figuriamoci se la riduce ancora caricandoci la fotocamera, inoltre le usb dei portatili spesso fanno fatica a erogare i 500ma standard...

ripeto tutto sarebbe bello ma se non lo fanno è perchè non vale la candela
Le persone che si possono permettere una digitale sicuramente hanno anche la minima capacita di utilizzare un computer e internet.

Dai recenti sondaggi, piu del 70% della popolazione italiana passa almeno 4 ore al giorno davanti ad un monitor.

E onestamente, a meno che tu non faccia 300 scatti alla volta senza mai scaricarli da qualche parte, fa comodo generalmente ricaricare la batteria quel tanto che basta per coprire il consumo di quei tot scatti fotografici fatti.

Ergo non si sta parlando di sostituire il carica batterie principale ma piuttosto di "rabboccare" la capacita' delle batterie magari scaricate solo per 1/3.

Cosa peraltro comoda ,visto che gia l'USB fornisce di default quei 500 mA : perche allora non sfruttarli?

CarloR1t 02-09-2008 23:20

Quote:

Originariamente inviato da Mingo (Messaggio 23914032)
Ho comprato un LaCrosse rs900 su ebay da un ventitore italiano che vende articolidi da regalo.
Le batterie AA trovate all'interno della confezione sono nate morte!
E' capitato a qualcuno la stessa cosa?
Posso pretendere che mi mandi delle batterie nuove? Le batterie sono in garanzia?

Dovrebbe, ma possono sempre dire che le abbiamo rovinate noi. Difficile con il la crosse cmq ;) e se glielo segnali subito magari te le cambiano.
Ma date le prestazioni scarse e la spedizione chiederei solo un buono sconto per eventuali future ordinazioni o un risarcimento diretto sul tuo conto di pari importo compresa spedizione che devi sostenere, perchè vorranno in ogni caso che gliele rispedisci e imho alla fine non conviene star lì, se prendi le ibride non avrai dilemmi su cosa fare con quelle pile.
Quote:

Originariamente inviato da panocia (Messaggio 23915047)
Questo sembra proprio un la crosse bc900...
http://tinyurl.com/59avng

Secondo voi è stato rimarchiato o è una patacca?

Dovrebbe essere originale dato il prezzo abbastanza ordinario, si trova anche in italia cmq.

CarloR1t 02-09-2008 23:30

Quote:

Originariamente inviato da Jo3 (Messaggio 23929145)
Perdonami : quale parte di "integrare nel menu software della digitale un opzione On/off per la ricarica via USB" non ti risulta chiara?

Le persone che si possono permettere una digitale sicuramente hanno anche la minima capacita di utilizzare un computer e internet.

Dai recenti sondaggi, piu del 70% della popolazione italiana passa almeno 4 ore al giorno davanti ad un monitor.

E onestamente, a meno che tu non faccia 300 scatti alla volta senza mai scaricarli da qualche parte, fa comodo generalmente ricaricare la batteria quel tanto che basta per coprire il consumo di quei tot scatti fotografici fatti.

Ergo non si sta parlando di sostituire il carica batterie principale ma piuttosto di "rabboccare" la capacita' delle batterie magari scaricate solo per 1/3.

Cosa peraltro comoda ,visto che gia l'USB fornisce di default quei 500 mA : perche allora non sfruttarli?

Avere la possibilità di una ricarica parziale d'emergenza via usb è utile, ma come ha già detto marchigiano pare che stiano unificando questo ingresso di alimentazione, quindi in un certo senso avete ragione entrambi... ;)

Cmq ci sono anche mini trasformatori usb 5v e caricatori indipendenti compatibili con ingresso usb come spk 600f e 808f che forse è meglio come prestazioni evitando di confondere tipo delle pile. Una fotocamera difficilmente reggerebbe una ricarica così rapida della batteria.

Ciry 02-09-2008 23:37

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23929061)
il fatto è che se una batt va di suo sotto 0.6V (mi pare questo il limite del lacrosse) vuol dire che ha un autoscarica elevata e probabilmente una resistenza interna notevole, quindi da buttare :D

Essendo nuove possono essere state confezionate così o scaricate nello stoccaggio, cmq non che siano eccezzionali ma magari x qualche "emergenza" si possono utilizzare

iron84 02-09-2008 23:44

Che differenza c'è tra il La crosse rs900 e il La crosse bc900?

CarloR1t 03-09-2008 00:05

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 23929415)
Che differenza c'è tra il La crosse rs900 e il La crosse bc900?

Forse è solo una sigla di localizzazione, ma non so:

http://www.lacrossetechnology.fr/it/...pparecchi.html

http://www.lacrossetechnology.com/900/index.php#specs

panocia 03-09-2008 07:16

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 23929212)
Dovrebbe essere originale dato il prezzo abbastanza ordinario, si trova anche in italia cmq.

Ehm... un indizio su dove trovarlo in italia? ho cercato ovunque.
Anche se al momento la cosa più conveniente è farselo spedire dagli stati uniti.

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 23929415)
Che differenza c'è tra il La crosse rs900 e il La crosse bc900?

È lo stesso, una è la sigla per il prodotto americano, l'altra per quello europeo.

marchigiano 03-09-2008 15:01

Quote:

Originariamente inviato da Jo3 (Messaggio 23929145)
Perdonami : quale parte di "integrare nel menu software della digitale un opzione On/off per la ricarica via USB" non ti risulta chiara?

tranquillo che c'è una buona fetta di utilizzatori che farebbero comunque casini, a parte gli ignoranti proprio, ma anche uno informato che si dimentica. per le li-ion non ci sarebbero grandi problemi, ma con le ni-mh il rischio con le alcaline o peggio le litio non ricaricabili sarebbero elevati, penso neanche verrebbe approvato il prodotto a livello istituzionale

Quote:

Le persone che si possono permettere una digitale sicuramente hanno anche la minima capacita di utilizzare un computer e internet.
Cosa peraltro comoda ,visto che gia l'USB fornisce di default quei 500 mA : perche allora non sfruttarli?
se vai da un fotografo vedrai che moltissime persone hanno la digitale ma non il pc, portano la scheda direttamente al fotografo

poi ripeto per sfruttare i 500ma della usb va abbastanza bene se la fotocamera utilizza una li-ion o 2 ni-mh, ma con 2 li-ion o 4 ni-mh già ci vuole un circuito di step-up della tensione che porta via spazio-soldi-efficienza...

i produttori fanno ricerche di mercato e quindi sanno perfettamente che se una fotocamera ha la ricarica usb ma costa 20 euro più di un'altra, è più lenta a ricaricare di un'altra, ci sono maggiori rischi di defaillance, pesa qualche grammo in più, è qualche mm più grande, fa perdere più clienti di quelli guadagnati con la ricarica usb... alla fine non la fanno

se era una funzione richiesta dal grande pubblico vedevi come la integravano...

panocia 03-09-2008 15:54

Cercado info sul la crosse 900 vedo che alcuni parlano della versione firmware, v32 piuttosto che v33. Ne sapete qualcosa?

CarloR1t 03-09-2008 19:02

Quote:

Originariamente inviato da panocia (Messaggio 23930220)
Ehm... un indizio su dove trovarlo in italia? ho cercato ovunque.
Anche se al momento la cosa più conveniente è farselo spedire dagli stati uniti.

È lo stesso, una è la sigla per il prodotto americano, l'altra per quello europeo.

Sembra scomparso infatti, si trova ma l'hanno esaurito, compare ogni tanto su ebay.it. Però si trova l'rs700 (da aris elettronica) con carica non superiore a 700mA che è giusta per il funzionamento del delta v e non è troppa per danneggiare le pile. 1000mA ancora ci poteva stare ma 1800mA mi sembra troppo per un apparecchio non ventilato...

panocia 04-09-2008 07:41

Ok, grazie. Comunque considerando che con il 900 ci sono anche 8 batterie più altrettanti adattatori non mi sembra svantaggioso...
Per la carica a 1800... in caso di fretta può toranre utile...

CarloR1t 04-09-2008 21:42

Le batterie in dotazione non si son rivelate granchè, a uno di noi addirittura sono arrivate morte. Gli adattotori sono molto utili se servono pile grandi, cmq ne trovi a basso costo da fontana componenti (sempre nel post nella mia firma) oppure non servono più se presto arrivano le nuove eneloop c e d con caricatore a singoli canali dedicato!

CarloR1t 04-09-2008 21:49

Cmq stavo cercando informazioni sulla carica impulsiva degli spk 600 e 808 che dichiarano Pulse and Series Charging. Non capendo cosa significa 'series' ho cercato e trovato solo pulse charging e reflex charging (detta anche burp o negative pulse charging) di cui si è accennato anche qui qualche volta e qualche opinione che non pare molto entusiasta, anche se male non fanno.

http://www.rcbatteryclinic.com/burp.html
http://www.mpoweruk.com/chargers.htm

Voi più esperti che cosa ne pensate, avete esperienze pratiche al riguardo sulla superiorità effettiva di questi sistemi di ricarica?

tweester 05-09-2008 18:23

In un caricatore senza impulsi si ha una fonte di alimentazione a tensione più alta di quella della pila da caricare e si limita la corrente di carica con una resistenza (o circuito similare) in modo da renderla costante ed adatta al valore necessario alla pila. In un caricatore ad impulsi per ottenere la corrente di carica si interrompe la tensione di alimentazione di quello che serve per ottenere la corrente media richiesta. In pratica alla pila arrivano impulsi ad alta corrente alternati a momenti di corrente = zero. La frequenza di questi impulsi è molto variabile a seconda del costruttore. Per fare un esempio riporto il funzionamento di un mio caricatore a impulsi da modellismo.
Il caricatore è alimentato a 12 volt e alimenta 6 celle (7.2 volt). Se regolo il caricatore per 5 A di carica il caricatore fornisce un treno di impulsi di 15 A, un impulso da 15 A supponiamo per 20 millisecondi seguito da una pausa di 40 millisecondi a corrente zero.....il ciclo si ripete ottenendo quindi una corrente media di 5A.
La carica impulsi serie immagino sia quella di quei caricatori che più pile metti e più aumenta il tempo di carica....in pratica ce ne sono tanti che lavorano in questo modo...

Sulla efficacia della carica a impulsi non saprei dirti, io ho sempre caricato a impulsi le mie batterie nicd da modellismo, si diceva che la loro vita sarebbe stata più lunga. Per le batterie Nimh però io sapevo non fosse indicata la carica a impulsi, infatti per modellismo io sinceramente non conosco alcun caricatore a impulsi.
Stesso discorso per la carica reflex, la quale serve a rompere i dentriti che si creano entro le batterie nicd, ho notato qualche miglioramento di capacità trattando pile nicd molto vecchie. Non so se sia consigliata sulle nimh. Viene applicato un cortocircuito ogni tanto alla pila in fase di carica, o anche un impulso di carica invertita.

CarloR1t 05-09-2008 22:33

Quote:

Originariamente inviato da tweester (Messaggio 23974956)
In un caricatore senza impulsi si ha una fonte di alimentazione a tensione più alta di quella della pila da caricare e si limita la corrente di carica con una resistenza (o circuito similare) in modo da renderla costante ed adatta al valore necessario alla pila. In un caricatore ad impulsi per ottenere la corrente di carica si interrompe la tensione di alimentazione di quello che serve per ottenere la corrente media richiesta. In pratica alla pila arrivano impulsi ad alta corrente alternati a momenti di corrente = zero. La frequenza di questi impulsi è molto variabile a seconda del costruttore. Per fare un esempio riporto il funzionamento di un mio caricatore a impulsi da modellismo.
Il caricatore è alimentato a 12 volt e alimenta 6 celle (7.2 volt). Se regolo il caricatore per 5 A di carica il caricatore fornisce un treno di impulsi di 15 A, un impulso da 15 A supponiamo per 20 millisecondi seguito da una pausa di 40 millisecondi a corrente zero.....il ciclo si ripete ottenendo quindi una corrente media di 5A.

Ossia varia il duty cycle dell'impulso di corrente a intensità fissa?
Quote:

La carica impulsi serie immagino sia quella di quei caricatori che più pile metti e più aumenta il tempo di carica....in pratica ce ne sono tanti che lavorano in questo modo...
Infatti per l'spk 600 indicano un tempo doppio per 4 pile AA con 500mA invece di 1A con 2AA. (nota, pur avendo in questo caso canali singoli con delta v potendo caricare anche 1 o 3 pile)
Ma per l'808 la corrente indicata è fissa a 1A e i tempi sono sempre uguali per 2 o 4 pile eppure ripetono 'pulse and series charging technology'.
Si potrebbe riferire a quando vengono usati in modalità usb dato che questi caricatori hanno l'adattatore, in tal caso forse i tempi sono maggiori, ma non lo specificano.

Comunque sia dal punto di vista della per la salute della pila i caricatori con questi impulsi in serie tra le pile e duty cycle con pausa prolungata non dovrebbero risultare peggiori o no? Tempi di ricarica a parte...
Quote:


Sulla efficacia della carica a impulsi non saprei dirti, io ho sempre caricato a impulsi le mie batterie nicd da modellismo, si diceva che la loro vita sarebbe stata più lunga. Per le batterie Nimh però io sapevo non fosse indicata la carica a impulsi, infatti per modellismo io sinceramente non conosco alcun caricatore a impulsi.
Stesso discorso per la carica reflex, la quale serve a rompere i dentriti che si creano entro le batterie nicd, ho notato qualche miglioramento di capacità trattando pile nicd molto vecchie. Non so se sia consigliata sulle nimh. Viene applicato un cortocircuito ogni tanto alla pila in fase di carica, o anche un impulso di carica invertita.
A parte le vecchie nicd su cui mi hai risposto nell'altra discussione (grazie ;) ) non ne ho altre da riesumare, finirà che provo sti caricatori e vi faccio sapere.

Ultimamente ho dei dubbi a prenderli perchè ci tenevo anche a sapere una pila è guasta e la vera capacità e per questo i display a tacche servono a poco o a niente, ci vuole una misurazione numerica tipo la crosse e maha, ma pare che anche il primo sia sparito dalla circolazione.

iron84 05-09-2008 23:32

No, il La Crosse si trova. La prossima settimana lo acquisto io. Il modello RS900.

panocia 06-09-2008 11:26

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 23978696)
No, il La Crosse si trova. La prossima settimana lo acquisto io. Il modello RS900.

Link???
Anche in pvt, grazie! :)

panocia 12-09-2008 08:04

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 23978696)
No, il La Crosse si trova. La prossima settimana lo acquisto io. Il modello RS900.

Sei riuscito ad aquistarlo? A me hanno detto che sarebbe stato disponibile entro ieri, ma non l'ho mai visto disponibile nel sito che mi hai linkato... Che sia sato esaurito in 4 secondi?

iron84 12-09-2008 11:45

Presumo non sia ancora arrivato a loro:(
Attendiamo inizio prossima settimana.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 11:04.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.