PDA

View Full Version : Sostituzione fusibile termico


Cyber_X
12-02-2014, 14:46
Salve a tutti,
ho una piccola stufetta elettrica da 2000w di quelle che si comprano nei centri commerciali... Si bruciato il fusibile termico sulla resistenza, l'ho sostiuito 2 giorni fa ed oggi nuovamente la resistenza non riscalda... La resistenza funziona perch facendo il ponte questa riscalda... Non posso eliminarlo il fusibile e fargli un ponte per evitare ancora questi problemi?
Perch si rotto di nuovo dopo 2 giorni?

alecomputer
12-02-2014, 15:18
Il fusibile termico si rompe quando la temperatura sale altre il valore di rottura o se viene superata la corrente di funzionamento che e scritta sul fusibile termico .

Se il fusibile e saltato dovresti controllare che la temperatura non raggiunga valori troppo elevati nel punto dove e messo il fusibile , e che la corrente assorbita dalla resistenza sia inferiore a quella scritta sul fusibile .

Il fusibile e importante visto che in caso di sovraccarico si brucia evitando corti circuiti o surriscaldamenti che possono provocare incendi .

bio.hazard
12-02-2014, 16:27
Non posso eliminarlo il fusibile e fargli un ponte per evitare ancora questi problemi?

solo se hai deciso di porre fine alla tua esistenza, dato che il termico l'unica cosa che si frappone tra te e un incendio.

Perch si rotto di nuovo dopo 2 giorni?

perch nella stufetta c' un guasto, causato da un eccessivo assorbimento di corrente da parte di qualche componente.

la rottura di quel termico li ad indicarlo chiaramente.
( come se ti stesse urlando a squarciagola "Ehi! C' un guasto! Aggiustami!")

porta la stufetta in assistenza.

Dumah Brazorf
12-02-2014, 19:31
Con 'ste cose c' poco da giocare, se va male ti prende fuoco casa.
Di stufette ne trovi nuove a due soldi, vale la pena rischiare?

bancodeipugni
12-02-2014, 20:06
solo se hai deciso di porre fine alla tua esistenza, dato che il termico l'unica cosa che si frappone tra te e un incendio.



perch nella stufetta c' un guasto, causato da un eccessivo assorbimento di corrente da parte di qualche componente.

la rottura di quel termico li ad indicarlo chiaramente.
( come se ti stesse urlando a squarciagola "Ehi! C' un guasto! Aggiustami!")

porta la stufetta in assistenza.

Con 'ste cose c' poco da giocare, se va male ti prende fuoco casa.
Di stufette ne trovi nuove a due soldi, vale la pena rischiare?
adesso su

la sicurezza dell'impianto non mica demandato ai fusibili sugli utilizzatori altrimenti saremmo a posto :sofico:

ci sono i magnetotermici e i differenziali al centralino, dimensionati sulla base delle linee che devono proteggere quindi in caso di dispersione rilevante neanche troppo cortocircuito o sovraccarico gli interruttori intervengono isolando l'impianto

il fusibile serve per proteggere l'utilizzatore stesso
ci sono alcuni dispositivi che manco ce l'hanno (le piastre elettriche da cucina ad esempio)

se l'impianto stato realizzato alla regola dell'arte questi previene l'insorgere di sovraccarichi che possono comportare rischi

cmq di solito quello scherzo lo fanno le resistenze sporche incrostate e logore che alterano il loro assorbimento portandolo facilmente a superare il valore di targa facendo aprire il fusibile

bio.hazard
13-02-2014, 13:23
adesso su

la sicurezza dell'impianto non mica demandato ai fusibili sugli utilizzatori altrimenti saremmo a posto :sofico:


it's better be safe than sorry...
:D

...e poi quelle stufette da 10 euro al Kg. ci mettono tre secondi a prendere fuoco!
;)

bancodeipugni
13-02-2014, 14:09
Vabb dai, te lo dico io...

Tanto per non fare il precisino ... ma per sicurezza e per normative, il controllo dei dispositivi di sicurezza del "centralino elettrico" v eseguito mensilmente.

E non mi fiderei di manomettere un qualsiasi elettrodomestico o stufetta, bipassando le sicurezze se non ho l'impianto domestico fatto seriamente...il quale esula dal classico modo anche detto "regola d'arte" dei soliti elettricisti che non si vogliono adeguare alle norme vigenti.
Con i vecchi impianti, se non son separate e protette indipendentemente le linee, rischi di fare un bel casino, bipassando i fusibili degli utilizzatori.

Tanto per dirla tutta, la normativa CEI 64-8 arrivata gi alla variante V3...(un piccolo riassunto di cosa prevederebbe un'impianto elettrico civile di un'appartamento lo puoi trovare qu (http://www.lavorincasa.it/articoli/in/normative/centralino-casa-norma-cei-64-8-v3/))
tu utilizzeresti un impianto elettrico con le protezioni malfunzionanti ?
allora il problema non riguarda solo la stufetta, ma tutto il resto: quindi cosa facciamo controlliamo se ci sono i fusibili dappertutto ? :fagiano:

era per dire che un guasto a un utilizzatore non mette immediatamente a rischio incendio ma devono succedere in serie tutte le altre cose: gi meno probabile


Con i vecchi impianti, se non son separate e protette indipendentemente le linee, rischi di fare un bel casino, se un impianto realizzato alla regola dell'arte con le protezioni coordinate alle sezioni dei cavi delle linee non ci sono problemi che siano una 2 3 o 50...

bipassando i fusibili degli utilizzatoriquesto lo hai scritto tu non io

Tanto per dirla tutta, la normativa CEI 64-8 arrivata gi alla variante V3...(un piccolo riassunto di cosa prevederebbe un'impianto elettrico civile di un'appartamento lo puoi trovare qu (http://www.lavorincasa.it/articoli/in/normative/centralino-casa-norma-cei-64-8-v3/))[/leggitela bene
non applicabile dappertutto ;)

un impianto ben realizzato negli anni 70 con le protezioni funzionanti e adeguata messa a terra ancora sicuro anche se vecchio anche se ha i fili rigidi se non ha 200 sezionamenti di linea se non ha i differenziali multipli 6 prese tv e via discorrendo

Ma le hai smontate le pistre elettriche (induzione) da cucina ?
O parli per sentito dire ?ma si stava parlando di una stufetta elettrica o sbaglio ? :mbe:

dove si parlava di piano a induzione ?

forse rileggendo puo' aver causato equivoci l'ultima parte del post

per piastra elettrica intendevo in altre parole una bistecchiera dotata di resistenza elettrica che scalda la piastra ecc per cuocere roba varia
non un piano a induzione
fanno presto a passare i 2kw e incrostarsi di robaccia: fusibili non ne ho visti o se ci sono sono molto tolleranti

susetto
13-02-2014, 20:46
IMHO, se il fusibile adeguato e si brucia, la stufetta ha un difetto
probabilmente alcune spire/serpentine di resistenza si toccano
la resistenza in Ohm diminuisce e quindi la potenza aumenta
il filamento potrebbe diventare rosso, generarando temperature elevate e pericolose

Necessita un controllo di una persona esperta e competente

bancodeipugni
14-02-2014, 10:51
di solito si fa prima a buttarla via: tanto per quello che costano non vale la riparazione

Cyber_X
15-02-2014, 09:26
Buongiorno e grazie a tutti per le risposte :)
Ok ho capito tutto a riguardo e no non ne vale la pena assolutamente :) :ciapet:
Quindi da come ho capito i problemi possono essere dovuti

1) alla resistenza che incrostata

oppure

2) ce un contatto nella resistenza giusto?

Altri motivi? perche nn ci sono parti elettriche particolari all interno... solo fili e meccanica per le manopole...

bancodeipugni
15-02-2014, 10:50
resistenza deteriorata fine classica che fanno anche tutti i ferri da stiro ecc

anzi strano che non sia scattato il differenziale della casa proprio di solito si associano anche dispersioni ma non sapendo che stufa sia magari a doppio isolamento e se ne frega proprio :sofico:

Cyber_X
17-02-2014, 12:23
una Howell Delice...

Ok grazie mille :)