PDA

View Full Version : Assenteismo nella pubblica amministrazione. Cosa ne pensate della "cura Brunetta"?


iasudoru
17-07-2008, 22:31
Salve!
Dato che se n'è sentito parlare tanto in questi giorni, mi chiedevo che idea avete in proposito...
Ecco un paio di link:
http://www.corriere.it/politica/08_luglio_17/brune_01_8035c258-5415-11dd-a440-00144f02aabc.shtml
http://www.repubblica.it/2008/06/sezioni/economia/pubb-ammin/brunetta-visitamedica/brunetta-visitamedica.html
:)

Brakon
17-07-2008, 22:36
Francamente mi trova concorde, una cosa che avrebbe dovuto essere fatta anni e anni fa. Meglio tardi che mai..

easyand
17-07-2008, 22:38
se valesse anche nei confronti dei politici....son pure sempre dipendenti pubblici

iasudoru
17-07-2008, 22:39
Si, ma l'idea che si ha dal di fuori, è quella di una amministrazione fannullona? Così non si rischia di generalizzare, di dare un giudizio negativo verso tutti i dipendenti pubblici?

ELISAMAC1
17-07-2008, 22:41
Finalmente e' arrivato uno ke mettera a posto la pubblica amministrazione.:D

sid_yanar
17-07-2008, 22:43
provvedimento molto demagogico, brunetta non ha inoltre titoli per criticare nessuno dato che ha fatto parte di una maggioranza che dal 2001 al 2006 ha fatto esplodere il debito pubblico. Se fosse coerente dovrebbe stare zitto.

iasudoru
17-07-2008, 22:46
Anche l'ipotesi ventilata dal ministro, di rendere pubbliche le assenze dei dipendenti dell'amministrazione, non sa tanto di gogna mediatica? Di voler svergognare il dipendente che si assenta? O è un modo per cercare consensi per un eventuale processo di smantellamento di tutto ciò che è pubblico?

Vifani
17-07-2008, 22:51
Io concordo pienamente con quanto sta facendo Brunetta.

sid_yanar
17-07-2008, 22:52
Anche l'ipotesi ventilata dal ministro, di rendere pubbliche le assenze dei dipendenti dell'amministrazione, non sa tanto di gogna mediatica? Di voler svergognare il dipendente che si assenta? O è un modo per cercare consensi per un eventuale processo di smantellamento di tutto ciò che è pubblico?

ipotesi condivisibile, in ogni caso è anche un modo per mettere tra di loro contro fasce della popolazione che avrebbero invece interessi in comune.
Detto questo il problema denunciato da brunetta esiste, trovo solo ridicola e pericolosa la soluzione proposta.

iasudoru
17-07-2008, 22:54
Io concordo pienamente con quanto sta facendo Brunetta.

Ma se un dipendente pubblico si becca l'influenza e il medico gli da tre/quattro giorni di malattia, perchè gli si deve decurtare lo stipendio alle voci accessorie (circa il 30%)?

*sasha ITALIA*
17-07-2008, 22:54
cioè scusate è lecito che una persona in malattia per i primi 10 giorni non prenda stipendio? Ma stiamo scherzando?

Solertes
17-07-2008, 23:01
Io concordo pienamente con quanto sta facendo Brunetta.

Per ora mi paiono solo buone intenzioni....e per quel poco che ho letto, gli intenti sono condivisibilissimi....ma in pratica, imho, le scelte sono perfettibili e non poco...ma è ancora presto per tirare le somme....imho fallirà miseramente.:O

iasudoru
17-07-2008, 23:02
cioè scusate è lecito che una persona in malattia per i primi 10 giorni non prenda stipendio? Ma stiamo scherzando?

No, non è che non prende lo stipendio, ma vengono scorporate da esso le voci accessorie che, in media, dovrebbero essere il 30%...

Mailandre
17-07-2008, 23:07
Cosa ne pensate, invece , dei Medici di base che compilano i certificati medici "fasulli" ???!!
No perchè, il certificato lo fa il medico,..questo è un professionista mica un dispensatore di riposo!! :fagiano:

Io comunque credo sia un pò "pappa" , !! chi può dire che non ho il mal di pancia o mal di schiena quel giorno???!!

Sulla decurtazione non ho dati sulla struttura della retribuzione .
E' un conto decurtare il premio risultato legato alla presenza rapportato alle ore di assenza,..è un conto andare oltre.
Non sono per una decurtazione contro un malato se questo è veramente malato.

חוה
17-07-2008, 23:09
Queste voci non vengono toccate e vengono pagate anche nei primi 10 gg

il “trattamento economico fondamentale” del personale del Comparto Regioni-Autonomie Locali si articola nelle seguenti voci retributive: lo stipendio tabellare (comprensivo della indennità integrativa speciale; la tredicesima mensilità, pienamente assimilabile per natura e funzione allo stipendio tabellare; la progressione economica orizzontale, che, rappresentando una forma di carriera esclusivamente retributiva del personale, si traduce in un incremento dello stipendio tabellare; la retribuzione individuale di anzianità, per il solo personale che già ne fruisce, in quanto conseguente al congelamento ed alla definitiva scomparsa alla fine degli anni ’80 delle classi e degli scatti di anzianità, che facevano parte integrante del trattamento fondamentale; gli eventuali assegni ad personam riconosciuti al personale, finalizzati a garantire il trattamento economico fondamentale già in godimento dello stesso nel momento dell’attribuzione di uno diverso e di importo più basso, per effetto di un mutamento intervenuto nei contenuti del suo rapporto di lavoro.


Queste sono le voci che non verrano pagate

1. compensi incentivanti la produttività ed il miglioramento dei servizi, secondo la disciplina dell’art.17, comma 2, lett. a) del CCNL dell’1.4.1999 e dell’art.37 del CCNL del 22.1.2004;
2. retribuzione di posizione e di risultato dei titolari di posizione organizzativa, secondo la disciplina degli artt.10 ed 11 del CCNL del 31.3.1999 e dell’art. 10 del CCNL del 22.1.2004;
3. indennità di turno, di reperibilità, di maneggio valori, di rischio, di disagio (art.22, art.23, art.36, art.37 del CCNL del 14.9.2000; art.17, comma 2, lett. e) del CCNL dell’1.4.1999);
4. indennità per orario notturno, festivo e notturno - festivo, secondo la disciplina prevista dall’art.24 del CCNL del 14.9.2000;
5. indennità per specifiche responsabilità ex art.17, comma 2, lett. f) ed i) del CCNL dell’1.4.1999;
6. incentivi per le specifiche attività e prestazioni correlate alla utilizzazione delle risorse indicate nell’art. 15, comma 1, lettera k), del CCNL dell’1.4.1999 (legge n.109/1994, ecc.);
7. indennità di L. 1.500.000 prevista per il personale della ex VIII q.f. dall’art. 37, comma 4, del CCNL del 6.7.1995 e dall’art.17, comma 3, del CCNL dell’1.4.1999;
8. indennità del personale dell'area di vigilanza, sia per l'esercizio delle funzioni di cui all' articolo 5 della legge 7 marzo 1986 n. 65 sia di carattere generale, ai sensi dell’art.37, comma 1, lett. b), primo e secondo periodo, del CCNL del 6.7.1995, con le integrazioni introdotte dall’art.16 del CCNL del 22.1.2004;
9. indennità del personale educativo degli asili nido, del personale insegnante delle scuole materne ed elementari, dei docenti delle scuole degli enti locali, dei docenti di sostegno operanti nelle scuole statali, del personale docente dei centri di formazione professionale (art.37, comma 1, lett. c), d) ed e) del CCNL del 6.7.1995; artt.30, 31, 32, 32-bis, e 34 del CCNL del 14.9.2000);
10. indennità di tempo potenziato, di cui all’art.37, comma 2, del CCNL del 6.7.1995;
11. indennità di L.125.000 annue lorde di cui all’art.4 del CCNL del 16.7.1996 per il personale delle categorie A e B1;
12. indennità di comparto, di cui all’art.33 del CCNL del 22.1.2004.

iasudoru
17-07-2008, 23:18
Non sono per una decurtazione contro un malato se questo è veramente malato.

Questo è il punto!
Come si dovrebbe stabilire con assoluta certezza in modo da punire i fannulloni e non punire chi è malato veramente?

Mailandre
17-07-2008, 23:28
Questo è il punto!
Come si dovrebbe stabilire con assoluta certezza in modo da punire i fannulloni e non punire chi è malato veramente?

Va anche detto , che nelle aziende artigiane i primi 3 gioni di malattia non vengono indennizzati.(a seconda del contratto di lavoro)
Gli edili , adirittura 6 giorni e gli altri a coefficiente.
Già ora ci sono persone che malate ,non percepiscono indennità!!

Le voci "penalizzate" non le conosco,...sulle indennità potrei essere daccordo.SE non ci sei , che indennità vuoi??!! L'indennità è un riconoscimento ulteriore al salario contrattuale, però lo dico senza convinzione. :fagiano:

scorpionkkk
18-07-2008, 00:07
E' il solito provvedimento inutile alla Brunetta maniera:

1)fallita la norma sui certificati di malattia: era talmente astrusa che, prima con una circoare, poi con un emendamento Brunetta non ha fatto altro che confermare che nulla era cambiato rispetto a prima: certificato di malattia dal medico di famiglia. E' bastato che un semplice cittadino facesse un quesito sull'interpretazione della norma: ridicolo.

2)fallita la norma di cui parla questo thread:risparmi minimi dovuti alla mancata erogazione delle competenze accessorie ai dipendenti pubblici, costi enormi dovuti nell'ordine:
2a)all'aumento dei costi di visita fiscale per il triennio (grazie al rinnovo della convenzione con i medici)
2b)al trattamento di ricorsi dovuti a chi percepisce competenze di condizione che non sono espresse esplicitamente.
2c)alla gestione di processi inutili a cui sono stat forzate le ASL (e io pago)
Senza contare la possibilità da parte del dipendente pubblico "fannullone" di continuare a fare i suoi porci comodi senza prendersi giorni di malattia.

3) già fallita anche la norma firmata proprio ieri da Brunetta con una circolare relativa alla visita fiscale anche dopo un giorno di assenza: è già stata interpretata come "segnalazione" da parte dell'amministrazione alla ASL di competenza dell'assenza poichè non è finanziariamente coperta a livello di ASL: impossibile mandare medici ad effettuare visite fiscali per tutte le tipologie di assenza.

4)falliti tutti i tentativi di appropriazione indebita dei progetti altrui sulla sanità e l'informatizzazione. Il Ministero di Brunetta non sta gestendo alcuna ricetta elettronica nè informatizzazione dell'amministrazione pubblica. Già prima di lui erano competenza del Ministero dell'Economia e tali sono rimaste.

5) fallite le prime direttive sulla trasparenza online dei ministeri. Ad oggi solo il Ministero di Brunetta ha messo sul proprio sito gli stipendi dei propri dirigenti ed ancora deve completare la propria azione mettendone competenze, curricula interi e assetto organizzativo.

6) falliti i tentativi di far passare l'introduzione della mobilità pubblica e della responabilità dirigenziale come novità assolute anche all'interno delle amministrazioni stesse. Esistevano già in precedenza e come tali erano state già recepite pur non venendo di fatto applicate, e disapplicate rimarranno.

Non è un fallimento della destra ma semplicemente il risultato di una incompetenza da parte di Brunetta. Con uno studio più concreto (che sarebbe andato contro la sua superbia) avrebbe potuto benissimo concepire norme più razionali tali da conseguire obiettivi reali in tempi brevi.
Poco sarebbe bastato per riorganizzare i processi della pubblica amministrazione configurando un aumento della produttività e colpendo i fannulloni anzichè agire attraverso teoremi demagogici già decrepiti in partenza.

scorpionkkk
18-07-2008, 00:18
Io concordo pienamente con quanto sta facendo Brunetta.

avesse un senso lo appoggerei anche io..ma ha già miseramente fallito.

Se fosse stato un VERO ministro della funzione pubblica avrebbe capito come funziona il pubblico impiego escogitando misure efficaci. Invece si è lasciato guidare dalle leggende metropolitane di paese con il risultato che i dipendenti pubblici continueranno a fare i comodi loro e lo stato continuerà a buttare soldi.

Intanto nei ministeri se la ridono (tanto per la cronaca)...perchè di fatto non cambia nulla, inoltre i fannulloni hanno trovato giustificazione al loro operato e hanno portato verso la loro posizione anche quei pochi che lavoravano che, più fessi degli altri, si ritrovano ad essere colpiti pur facendo il proprio dovere.
Signori..cosi avrebbe agito mio nipote di due anni..non un ministro.

LUVІ
18-07-2008, 00:24
Ennesima porcata.
Per colpire un 10% si danneggiano tutti gli altri dipendenti, costretti a salti mortali per poter fare il certificato medico di malattia.
E' una maledetta porcata.
Meglio andare a lavoro con 40 di febbre, piuttosto.

Brunetta si conferma una persona PERICOLOSA, nella peggiore accezione del termine; meno male che gli altri ministri, pur pessimi, non gli danno ascolto, quando elargisce consigli.

LuVi

sander4
18-07-2008, 00:30
Ennesima porcata.
Per colpire un 10% si danneggiano tutti gli altri dipendenti, costretti a salti mortali per poter fare il certificato medico di malattia.
E' una maledetta porcata.
Meglio andare a lavoro con 40 di febbre, piuttosto.

Brunetta si conferma una persona PERICOLOSA, nella peggiore accezione del termine; meno male che gli altri ministri, pur pessimi, non gli danno ascolto, quando elargisce consigli.

LuVi

*

scorpionkkk
18-07-2008, 00:31
Senza contare (e qui mi fero poichè ho sonno) le stupidaggini dette durante la conferenza stampa.
Brunetta ha parlato di una diminuzione dell assenteismo del 20% a fine Maggio 2008.
:D

Peccato che non esista un sistema condiviso nè informatico nè cartaceo comune a tutte le amministrazioni, tant'è che il Ministero della Salute e il Ministero dell'economia stavano di fatto pensando all'informatizzazione dei certificati di malattia in maniera unificata, inoltre i dati interni sulle certificazioni di malattia hanno, nel migliore dei casi, tempi di aggregazione che vanno dai due ai tre mesi quando sono accorpati (chessò un Ministero) e, ovviamente, più dilatati quando comportano la trasmissione di documentazione (si veda la pubblica istruzione).
E non voglio parlare delle amministrazioni locali.

Insomma: una presa in giro di quelle colossali..

scorpionkkk
18-07-2008, 00:36
Brunetta si conferma una persona PERICOLOSA, nella peggiore accezione del termine; meno male che gli altri ministri, pur pessimi, non gli danno ascolto, quando elargisce consigli.

LuVi

Ma è anche ovvio...figurati se ad un Ministero dell'Economia o ad un Ministero del Welfare (Salute) interessa andare appresso a Brunetta.
Vengono accolte le norme e poi tutti amici come prima...ma la funzione pubblica continua a contare meno di zero lo stesso..

Hitman04
18-07-2008, 00:55
Finalmente e' arrivato uno ke mettera a posto la pubblica amministrazione.:D
Ah ok.
Ennesima porcata.
Per colpire un 10% si danneggiano tutti gli altri dipendenti, costretti a salti mortali per poter fare il certificato medico di malattia.
E' una maledetta porcata.
Meglio andare a lavoro con 40 di febbre, piuttosto.

Brunetta si conferma una persona PERICOLOSA, nella peggiore accezione del termine; meno male che gli altri ministri, pur pessimi, non gli danno ascolto, quando elargisce consigli.

LuVi
Ma no, lo fanno per i dipendenti :asd:

LUVІ
18-07-2008, 06:55
Finalmente e' arrivato uno ke mettera a posto la pubblica amministrazione.:D

[OT] Hai una amica che si chiama Liliana?

Phoenix68
18-07-2008, 07:49
cioè scusate è lecito che una persona in malattia per i primi 10 giorni non prenda stipendio? Ma stiamo scherzando?
In parecchie aziende e da parecchi anni i primi tre giorni di malattia non vengono retribuiti ;) , ho sempre pensato che così facendo la persona malata anzichè prendere 2 o tre giorni prende l'intera settimana, ma dicono che così facendo ci sia stata una diminuzione delle malattie, specialmente di quelle che casualmente comprendevano il Venerdì od il Lunedì ;)

_TeRmInEt_
18-07-2008, 08:05
Qui a S.Marino, nei primi 15gg di malattia, tutti gli stipendi (privati e pubblici), vengono decurtati del 13%...

Giusto che sia così :)

Ferdy78
18-07-2008, 08:10
A parte la questione malattia, decurtamento stipendio che trovo ASSURDA....se uno sta male sta male....

La questione su chi fa doppio lavoro la trovo invece ottima: CONOSCO ALMENO UNA DECINA DI IMPIEGATI STATALI CHE HANNO ALTRE ATTIVITà (incassano uno stipendio da prof..+ altro dalla libera professione...) E GIRANO CON IL SUV....

Però devono essere equi: ANCHE IL DOTTORE OSPEDALIERO STATALE, non DEVE ESERCITARE LIBERA PROFESSIONE, così come anche un docente universitario, non deve farsi li sordi...con altra professione extra....

Qua non si transige...poi voglio vedere n'dò arriviamo....:asd:

Ferdy78
18-07-2008, 08:12
Ennesima porcata.
Per colpire un 10% si danneggiano tutti gli altri dipendenti, costretti a salti mortali per poter fare il certificato medico di malattia.
E' una maledetta porcata.
Meglio andare a lavoro con 40 di febbre, piuttosto.

Brunetta si conferma una persona PERICOLOSA, nella peggiore accezione del termine; meno male che gli altri ministri, pur pessimi, non gli danno ascolto, quando elargisce consigli.

LuVi

più piccoli sono peggio è....:asd:

orestino74
18-07-2008, 08:17
cioè scusate è lecito che una persona in malattia per i primi 10 giorni non prenda stipendio? Ma stiamo scherzando?

Io non lo prendo, anche oltre i 10 giorni...e quindi?

Sono responsabile per tutto quello che ometto di fare o faccio male...e quindi?

Sono d' accordo con questo tentativo di Brunetta di fare in modo che chi non lavora se ne stia a casa e venga sostituito nel tempo con chi ha voglia di fare e purtroppo non riesce a trovare un posto nella P.A. perchè tutti occupati dai "fannulloni" e dai "malati immaginari"....

orestino74
18-07-2008, 08:20
Dai ragazzi, ormai siamo al limite del ridicolo....frequento per lavoro uffici della P.A.....parlano tra loro mentre tu sei lì allo sportello e attendi che ti degnino di uno sguardo, e di che parlano? di ferie, di chi ci va prima, di chi si deve dare malato, di responsabilità che non competono, un lamento continuo....

LUVІ
18-07-2008, 08:22
Un par di palle.
Per colpa di questa gente perchè ci deve rimettere mia moglie che se si fa due giorni all'anno di malattia è tanto?

orestino74
18-07-2008, 08:24
Un par di palle.
Per colpa di questa gente perchè ci deve rimettere mia moglie che se si fa due giorni all'anno di malattia è tanto?

La mia ragazza in 2 anni e mezzo ne ha fatti due...non mi sembra una grande perdita economica due giorni di stipendio in 2 anni o in anno di tua moglie...

Diversamente, chi ha il vizietto di stare malato, a differenza di tua moglie che è coscienziosa, quando si trova la busta paga alleggerita ci pensa due volte a farsi venire le sindromi del lunedì o del venerdì...

Non credi? A me non sembra così drammatico, mica ti tolgono un mese di stipendio...

Tensai
18-07-2008, 08:25
Si vede che Brunetta non conosce malati cronici,.

cocis
18-07-2008, 08:29
già . .perchè non toglie lo stipendio ai politici ... :muro:

LUVІ
18-07-2008, 08:29
La mia ragazza in 2 anni e mezzo ne ha fatti due...non mi sembra una grande perdita economica due giorni di stipendio in 2 anni o in anno di tua moglie...

Diversamente, chi ha il vizietto di stare malato, a differenza di tua moglie che è coscienziosa, quando si trova la busta paga alleggerita ci pensa due volte a farsi venire le sindromi del lunedì o del venerdì...

Non credi? A me non sembra così drammatico, mica ti tolgono un mese di stipendio...

Se uno sta male, veramente, piuttosto di dover fare i salti mortali per farsi fare il certificato medico e andarlo a prendere, nello stesso giorno di malattia... a questo punto meglio andare a lavoro con 40 di febbre.
Non so se ti sembra logico....

Phoenix68
18-07-2008, 08:32
Un par di palle.
Per colpa di questa gente perchè ci deve rimettere mia moglie che se si fa due giorni all'anno di malattia è tanto?
Partiamo dal presupposto che il malcostume di assenze e di malattie immaginarie è reale, ritengo che per chi lavora in modo coscienzioso il vedere altri del proprio ufficio che invece si comportano in modo completamente diverso le p...e glie le farà girare ;) .

orestino74
18-07-2008, 08:32
Se uno sta male, veramente, piuttosto di dover fare i salti mortali per farsi fare il certificato medico e andarlo a prendere, nello stesso giorno di malattia... a questo punto meglio andare a lavoro con 40 di febbre.
Non so se ti sembra logico....

Mi rendo conto che per chi lavora nella P.A. o come dipendente sembra logico, ma dal momento che io vado a lavoro anche con la febbre, tu capisci che lo trovo meno logico...in ogni caso, il discorso del certificato è vero, ci sta, ma stai tranquillo che chi si fa il giornetto di malattia è perchè ha la "sciorta" mattutina o i mal di testa o chissà che altro, il modo per avere i certificati si troverà, stanne certo.

orestino74
18-07-2008, 08:35
Partiamo dal presupposto che il malcostume di assenze e di malattie immaginarie è reale, ritengo che per chi lavora in modo coscienzioso il vedere altri del proprio ufficio che invece si comportano in modo completamente diverso le p...e glie le farà girare ;) .

Eh già, la stessa mia ragazza che dopo 2 anni ancora ringrazia tutte le mattine che è riiuscita a trovare questo lavoro, dopo anni di pianti e di nulla, lavora il doppio perchè il suo collega sta male 2 settimane al mese per "sindrome depressiva" ed è lo stesso che, in occasione di una rapina alla filiale dove lavorano entrambi in cassa, mentre uno dei malviventi teneva un taglierino sulla gola della mia ragazza, se ne è scappato a chiudersi al cesso...

Non parliamo di P.A. in questo caso, ma ben venga Brunetta, anche se non mi piace come persona in generale..

LUVІ
18-07-2008, 08:37
Partiamo dal presupposto che il malcostume di assenze e di malattie immaginarie è reale, ritengo che per chi lavora in modo coscienzioso il vedere altri del proprio ufficio che invece si comportano in modo completamente diverso le p...e glie le farà girare ;) .

Questo è assolutamente vero, sia nel pubblico che nel privato, ma non si può colpire nel mucchio per risolvere questi problemi.

LuVi

Phoenix68
18-07-2008, 08:44
Questo è assolutamente vero, sia nel pubblico che nel privato, ma non si può colpire nel mucchio per risolvere questi problemi.

LuVi
concorderei , ma nel privato il problema è meno generalizzato a differenza del pubblico, per capirci mentre in caso di assenze ripetute nel privato è l'imprenditore che ci perde per cui manda i controlli, nel pubblico spesso c'è l'idea che paghi pantalone, ad esempio nel corpo insegnante spesso vengono segnalate assenze durante l'anno che creano non pochi problemi e fatti spesso dalle stesse persone (i problemi sono segnalati non solo dagli studenti ma anche dagli stessi insegnanti), ovviamente il problema si ripercuote anche sugli insegnanti "onesti" che sono costretti a coprire le ore dei primi.
p.s: ho preso l'esempio degli insegnanti ma si può tranquillamente traslare su medici , infermieri, poste etc. etc.

er-next
18-07-2008, 09:19
inutilmente vessatorie.. si passa da un eccesso all'altro..


ma io vorrei vedere tanto rigore e tanta durezza anche contro gli evasori.. brunetta.. dai.. dopo 3 scontrini non fatti, attività chiusa.. fatture gonfiate, impresa chiusa.. dai lavoro in nero, chiudi baracca...


sarò accontentato?:rolleyes:

alarico75
18-07-2008, 09:35
Ha fatto bene,ottimo provvedimento,ora prima di andare in malattia per un nonnulla ci penseranno due volte.
Buon lavoro.

ceccoos
18-07-2008, 09:35
Balla colossale..

Praticamente vende come "bastonata" leggi che esistono da anni...

Cosa vuol dire medico già al primo giorno??? Adesso è già così.

Certificato medico valido?? XKe adesso come funziona???

E quella del doppio lavoro??Ma guardate che già adesso è cosi' non si è inventato nulla...

Non capisco la storia di meno stipendio se fai malattia..

Che vuol dire??

Ma siamo matti?

Ci sono dipendenti di serie A e di serie B?
Se uno è ammalato che deve fare???

Le lotte fatte in passato dai lavoratori sono servite per questo???

Invece di cacciare le mele marce che stanno bel più in alto si colpevolizza una intera categoria??

Ah Brunetta....torna a fare sapore di mare va....

:O

scorpionkkk
18-07-2008, 09:45
Ha fatto bene,ottimo provvedimento,ora prima di andare in malattia per un nonnulla ci penseranno due volte.
Buon lavoro.

ma quale provvedimento è solo una interpretazione con una circolare delle norme già esistenti che tra l'altro era già stata data secoli fa.

alarico75
18-07-2008, 09:47
ma quale provvedimento è solo una interpretazione con una circolare delle norme già esistenti che tra l'altro era già stata data secoli fa.

Perfetto se per circolare si possono portare avanti queste istanze sono solo favorevole.
:)

willywilly77
18-07-2008, 09:54
La cosa più bella è il licenziamento in caso di doppio lavoro :(
Fortuna che mio padre ora è in pensione, prima andava a dare una mano a mia zia la sera al bar, perché non se la sentiva di restare sola la sera; se portava a casa 200€ era molto; è lo avrebbero licenziato per questo :doh:
E' chiaro che i tipi del timbro il cartellino di entrata, esco e vado a fare altro li caccerei a pedate ma, un minimo di elasticità per favore

Vifani
18-07-2008, 09:57
ma quale provvedimento è solo una interpretazione con una circolare delle norme già esistenti che tra l'altro era già stata data secoli fa.

Il provvedimento di per sé è una circolare, ma il punto è un altro. Il messaggio che si vuole mandare è quello che i controlli aumenteranno e questo è un passo in avanti rispetto ad una situazione nella quale nessuno dà questo messaggio, come del resto si è fatto da diverso tempo a questa parte.

Tu dici che nei ministeri se la ridono, ma ti assicuro che ho parenti e amici che lavorano in regione e provincia che sono preoccupati da Brunetta e io sono felicissimo che si preoccupino perché non deve essere possibile che mia zia va a fare la spesa alle 11 di mattina nei giorni feriali, invece di lavorare. Se la sola preoccupazione, che magari è ingiustificata e frutto dell'ignoranza, farà già pensare una volta in più chi fa assenze ingiustificate, è già un successo.

Per il resto sono certo che l'azione di Brunetta non si fermerà qui, ma ci saranno sicuramente provvedimenti più incisivi ed efficaci.

Questo è il punto!
Come si dovrebbe stabilire con assoluta certezza in modo da punire i fannulloni e non punire chi è malato veramente?

Chi è malato veramente ha un certificato medico che lo attesta e/o quando viene la visita lo accerta. Inoltre non sono previste decurazioni per chi si ricovera, quindi il problema non esiste per chi ha seri problemi di salute.

gioy
18-07-2008, 10:00
Un par di palle.
Per colpa di questa gente perchè ci deve rimettere mia moglie che se si fa due giorni all'anno di malattia è tanto?

Se tua moglie si fa due giorni di malattia all anno, il problema non la tocca piu di tanto, anzi dovrebbe essere contenta, perche tutti quelli che lavorano con lei e hanno approfittato del sistema, avranno la vita difficile.

ceccoos
18-07-2008, 10:01
Il provvedimento di per sé è una circolare, ma il punto è un altro. Il messaggio che si vuole mandare è quello che i controlli aumenteranno e questo è un passo in avanti rispetto ad una situazione nella quale nessuno dà questo messaggio, come del resto si è fatto da diverso tempo a questa parte.

Tu dici che nei ministeri se la ridono, ma ti assicuro che ho parenti e amici che lavorano in regione e provincia che sono preoccupati da Brunetta e io sono felicissimo che si preoccupino perché non deve essere possibile che mia zia va a fare la spesa alle 11 di mattina nei giorni feriali, invece di lavorare. Se la sola preoccupazione, che magari è ingiustificata e frutto dell'ignoranza, farà già pensare una volta in più chi fa assenze ingiustificate, è già un successo.

Per il resto sono certo che l'azione di Brunetta non si fermerà qui, ma ci saranno sicuramente provvedimenti più incisivi ed efficaci.



Chi è malato veramente ha un certificato medico che lo attesta e/o quando viene la visita lo accerta. Inoltre non sono previste decurazioni per chi si ricovera, quindi il problema non esiste per chi ha seri problemi di salute.


Come no...
:rolleyes:

Tensai
18-07-2008, 10:03
Il
Tu dici che nei ministeri se la ridono, ma ti assicuro che ho parenti e amici che lavorano in regione e provincia che sono preoccupati da Brunetta e io sono felicissimo che si preoccupino perché non deve essere possibile che mia zia va a fare la spesa alle 11 di mattina nei giorni feriali, invece di lavorare.

Cioé dovrebbe lavorare pure quando è in ferie?

alarico75
18-07-2008, 10:09
Cioé dovrebbe lavorare pure quando è in ferie?

Giorni feriali=giorni dove lavori
Giorni festivi=giorni di vacanza.

:)

dave4mame
18-07-2008, 10:11
La cosa più bella è il licenziamento in caso di doppio lavoro :(
Fortuna che mio padre ora è in pensione, prima andava a dare una mano a mia zia la sera al bar, perché non se la sentiva di restare sola la sera; se portava a casa 200€ era molto; è lo avrebbero licenziato per questo :doh:
E' chiaro che i tipi del timbro il cartellino di entrata, esco e vado a fare altro li caccerei a pedate ma, un minimo di elasticità per favore

non credo che tuo padre fosse assunto...

Scalor
18-07-2008, 10:12
avanti così bravo Brunetta, finchè la produttività degli impiegati pubblici non arrivi a quella degli impiegati non pubblici.

Kewell
18-07-2008, 10:14
Ottima cosa.

A parte la questione malattia, decurtamento stipendio che trovo ASSURDA....se uno sta male sta male....

La questione su chi fa doppio lavoro la trovo invece ottima: CONOSCO ALMENO UNA DECINA DI IMPIEGATI STATALI CHE HANNO ALTRE ATTIVITà (incassano uno stipendio da prof..+ altro dalla libera professione...) E GIRANO CON IL SUV....

Però devono essere equi: ANCHE IL DOTTORE OSPEDALIERO STATALE, non DEVE ESERCITARE LIBERA PROFESSIONE, così come anche un docente universitario, non deve farsi li sordi...con altra professione extra....

Qua non si transige...poi voglio vedere n'dò arriviamo....:asd:

Si parla di lavoro in nero, non di secondo lavoro regolare.

LUVІ
18-07-2008, 10:14
Se tua moglie si fa due giorni di malattia all anno, il problema non la tocca piu di tanto, anzi dovrebbe essere contenta, perche tutti quelli che lavorano con lei e hanno approfittato del sistema, avranno la vita difficile.

Ma anche no.
Piuttosto di sbattersi ad andare a farsi fare il certificato medico fra le 12.00 e le 13.00 per evitare di non farsi trovare dal medico fiscale, mentre magari sta male parecchio, si prenderà un giorno di ferie, come è già successo, invece che di malattia.
Vedo che non riuscite proprio a capire.

LuVi

Ferdy78
18-07-2008, 10:14
avanti così bravo Brunetta, finchè la produttività degli impiegati pubblici non arrivi a quella degli impiegati non pubblici.

quindi se un ragazzo non studia o è menteccatto o è TDC è colpa del docente e merita una fustagazione in pubblica piazza???

ho l'impressione che vogliano smantellare le istituzioni statali...

willywilly77
18-07-2008, 10:15
non credo che tuo padre fosse assunto...

Appunto, era in nero per modo di dire, dato che i licenziamento in tronco è per chi fa il doppio lavoro in nero

Tensai
18-07-2008, 10:17
Giorni feriali=giorni dove lavori
Giorni festivi=giorni di vacanza.

:)

E...?

Nelle ferie ognuno fa quello che vuole, dato che se ne hanno tot l'anno uno decide di prendersi un giorno di ferie per rilassarsi e intanto fa pure la spesa di mattina, se non si è messo in malattia non c'è niente di male.

Ferdy78
18-07-2008, 10:17
Ottima cosa.



Si parla di lavoro in nero, non di secondo lavoro regolare.


e quanti sono ad essere regolarizzati...:asd:

A stento è difficle avere il primo lavoro regolare....:D :D :D

alarico75
18-07-2008, 10:19
Ma anche no.
Piuttosto di sbattersi ad andare a farsi fare il certificato medico fra le 12.00 e le 13.00 per evitare di non farsi trovare dal medico fiscale, mentre magari sta male parecchio, si prenderà un giorno di ferie, come è già successo, invece che di malattia.
Vedo che non riuscite proprio a capire.
LuVi

Per due giorni di malattia all'anno non le cambia nulla siamo seri.
Piuttosto di non fare nulla per chi continuamente se ne va in malattia,come da pressioni dei sindacati sul precedente governo,qualcosa si smuove ed e' anche ora,visto che quelli piu' penalizzati da assenze farlocche sono proprio quelli nel pubblico che si trovano a lavorare di piu' per sopperire alle assenze altrui.

ceccoos
18-07-2008, 10:19
avanti così bravo Brunetta, finchè la produttività degli impiegati pubblici non arrivi a quella degli impiegati non pubblici.

Si si..
infatti vedo la produttività della grandi aziende italiana..

Guardate che non siamo in svizzera qui...

Creiamo prima di tutto sia nel pubblico che nel privato un sistema meritocratico e poi andiamo a beccare i nullafacenti che ci sono dappertutto...

:O

Ferdy78
18-07-2008, 10:20
E...?

Nelle ferie ognuno fa quello che vuole, dato che se ne hanno tot l'anno uno decide di prendersi un giorno di ferie per rilassarsi e intanto fa pure la spesa di mattina, se non si è messo in malattia non c'è niente di male.

Nei COMUNI, uffici regionali o provinciali è prassi farsi i porci comodi durante l'orario di lavoro....OSSIA ASSENTARSI TEMPORANEAMENTE o meno DAL posto di lavoro per andare a far la spesa...;)

claro??

feriale NON vuol dire vacanza, è l'esatto opposto...tranne che non si parli di gg di riposo settimanale che spetta ad alcune categorie di lavoratori oltre la Domenica che è festivo.

Kewell
18-07-2008, 10:24
Ma anche no.
Piuttosto di sbattersi ad andare a farsi fare il certificato medico fra le 12.00 e le 13.00 per evitare di non farsi trovare dal medico fiscale, mentre magari sta male parecchio, si prenderà un giorno di ferie, come è già successo, invece che di malattia.
Vedo che non riuscite proprio a capire.

LuVi

Mi risulta che sia possibile comunicare che il malato sarà assente da casa (ad esempio) dalle 15 alle 16 per andare a farsi fare il certificato e nel certificato ci dovrebbe pure essere l'ora in cui è stato scritto. Sbaglio?

e quanti sono ad essere regolarizzati...:asd:

A stento è difficle avere il primo lavoro regolare....:D :D :D

Beh, visto che hai parlato "specificatamente" di "libera professione" e non di "secondo lavoro" in senso generico, avevo capito che volevi il licenziamento anche per chi ha un secondo lavoro regolare.

ceccoos
18-07-2008, 10:24
Nei COMUNI, uffici regionali o provinciali è prassi farsi i porci comodi durante l'orario di lavoro....OSSIA ASSENTARSI TEMPORANEAMENTE o meno DAL posto di lavoro per andare a far la spesa...;)

claro??

feriale NON vuol dire vacanza, è l'esatto opposto...tranne che non si parli di gg di riposo settimanale che spetta ad alcune categorie di lavoratori oltre la Domenica che è festivo.

Evvai con il festival delle generalizzazioni...

:O

gioy
18-07-2008, 10:27
Ma anche no.
Piuttosto di sbattersi ad andare a farsi fare il certificato medico fra le 12.00 e le 13.00 per evitare di non farsi trovare dal medico fiscale, mentre magari sta male parecchio, si prenderà un giorno di ferie, come è già successo, invece che di malattia.
Vedo che non riuscite proprio a capire.

LuVi

Capisco benissimo.

Non lo vedo como un gran problema, sono 2 giorni l anno.

Se invece sará un gran problema per tutti i malati fasulli, ne sono molto felice.

dave4mame
18-07-2008, 10:29
E...?

Nelle ferie ognuno fa quello che vuole, dato che se ne hanno tot l'anno uno decide di prendersi un giorno di ferie per rilassarsi e intanto fa pure la spesa di mattina, se non si è messo in malattia non c'è niente di male.

ripeti insieme a me:

il giorno FERIALE non è giorno di FERIE...

dave4mame
18-07-2008, 10:31
Creiamo prima di tutto sia nel pubblico che nel privato un sistema meritocratico e poi andiamo a beccare i nullafacenti che ci sono dappertutto...

:O

ma come?
ma se quando la moratti osò proporlo (una delle poche cose che ha imbroccato come ministro dell'istruzione) proprio su queste pagine si è gridato allo scandalo !?!

Ferdy78
18-07-2008, 10:33
Evvai con il festival delle generalizzazioni...

:O

NON dico tutti, ma è evidente che li è più semplice svicolare piuttosto che un docente durante una lezione, al massimo può tardare di 10 min se rientra dal buco di una o + ore durante una lezione l'altra...;)
Per kewell:
io mi riferisco a quei medici che oltre il lavoro in ospedale, hanno anche lo studio LUSSOSO E PRIVATO A CUI UNO SI RIVOLGE PER DISPERAZIONE E CHE PER UN CONSULTO TI scippano la testa e se vuoi la ricevuta ti chiedono il pizzo....alchè molti disgraziati rinunciano alla ricevuta perchè il costo della prestazione...è già alto.

POI SE TI HO TOCCATO NEL PERSONALE MI SPIACE.;) ma continuo a non capire perchè uno statale onesto gira con una UNO di 20 anni fa o una qual si voglia macchina normale anche usata ma dignitosa e persone che girano con macchina da 30.000 € in su....

xenom
18-07-2008, 10:33
La questione su chi fa doppio lavoro la trovo invece ottima: CONOSCO ALMENO UNA DECINA DI IMPIEGATI STATALI CHE HANNO ALTRE ATTIVITà (incassano uno stipendio da prof..+ altro dalla libera professione...) E GIRANO CON IL SUV....


Io ne conosco uno così, e la sua dichiarazione dei redditi è di 0 euro :asd:

RiccardoS
18-07-2008, 10:35
E' il solito provvedimento inutile alla Brunetta maniera:

1)fallita la norma sui certificati di malattia: era talmente astrusa che, prima con una circoare, poi con un emendamento Brunetta non ha fatto altro che confermare che nulla era cambiato rispetto a prima: certificato di malattia dal medico di famiglia. E' bastato che un semplice cittadino facesse un quesito sull'interpretazione della norma: ridicolo.

2)fallita la norma di cui parla questo thread:risparmi minimi dovuti alla mancata erogazione delle competenze accessorie ai dipendenti pubblici, costi enormi dovuti nell'ordine:
2a)all'aumento dei costi di visita fiscale per il triennio (grazie al rinnovo della convenzione con i medici)
2b)al trattamento di ricorsi dovuti a chi percepisce competenze di condizione che non sono espresse esplicitamente.
2c)alla gestione di processi inutili a cui sono stat forzate le ASL (e io pago)
Senza contare la possibilità da parte del dipendente pubblico "fannullone" di continuare a fare i suoi porci comodi senza prendersi giorni di malattia.

3) già fallita anche la norma firmata proprio ieri da Brunetta con una circolare relativa alla visita fiscale anche dopo un giorno di assenza: è già stata interpretata come "segnalazione" da parte dell'amministrazione alla ASL di competenza dell'assenza poichè non è finanziariamente coperta a livello di ASL: impossibile mandare medici ad effettuare visite fiscali per tutte le tipologie di assenza.

4)falliti tutti i tentativi di appropriazione indebita dei progetti altrui sulla sanità e l'informatizzazione. Il Ministero di Brunetta non sta gestendo alcuna ricetta elettronica nè informatizzazione dell'amministrazione pubblica. Già prima di lui erano competenza del Ministero dell'Economia e tali sono rimaste.

5) fallite le prime direttive sulla trasparenza online dei ministeri. Ad oggi solo il Ministero di Brunetta ha messo sul proprio sito gli stipendi dei propri dirigenti ed ancora deve completare la propria azione mettendone competenze, curricula interi e assetto organizzativo.

6) falliti i tentativi di far passare l'introduzione della mobilità pubblica e della responabilità dirigenziale come novità assolute anche all'interno delle amministrazioni stesse. Esistevano già in precedenza e come tali erano state già recepite pur non venendo di fatto applicate, e disapplicate rimarranno.

Non è un fallimento della destra ma semplicemente il risultato di una incompetenza da parte di Brunetta. Con uno studio più concreto (che sarebbe andato contro la sua superbia) avrebbe potuto benissimo concepire norme più razionali tali da conseguire obiettivi reali in tempi brevi.
Poco sarebbe bastato per riorganizzare i processi della pubblica amministrazione configurando un aumento della produttività e colpendo i fannulloni anzichè agire attraverso teoremi demagogici già decrepiti in partenza.

*

fortuna che qualcuno vede ancora un pò più in là del proprio naso.

dave4mame
18-07-2008, 10:35
e comunque non ho capito la storia di "evitare il medico fiscale".
se davvero sto male, mi va benissimo che sia lui a muovere il culo anzichè dovermi sbattere io...

ceccoos
18-07-2008, 10:37
ma come?
ma se quando la moratti osò proporlo (una delle poche cose che ha imbroccato come ministro dell'istruzione) proprio su queste pagine si è gridato allo scandalo !?!

La Moratti?
Quella delle consulente d'oro al comune di Milano???

Ma che dite..

La memoria è proprio corta..

Kewell
18-07-2008, 10:39
Per kewell:
io mi riferisco a quei medici che oltre il lavoro in ospedale, hanno anche lo studio LUSSOSO E PRIVATO A CUI UNO SI RIVOLGE PER DISPERAZIONE E CHE PER UN CONSULTO TI scippano la testa e se vuoi la ricevuta ti chiedono il pizzo....alchè molti disgraziati rinunciano alla ricevuta perchè il costo della prestazione...è già alto.

Questo dipende dall'inefficienza dell'amministrazione pubblica (e dai disonesti).
Comunque prima avevi parlato di "prof. + liberi professionisti", che è diverso da questo caso.

POI SE TI HO TOCCATO NEL PERSONALE MI SPIACE.;) ma continuo a non capire perchè uno statale onesto gira con una UNO di 20 anni fa o una qual si voglia macchina normale anche usata ma dignitosa e persone che girano con macchina da 30.000 € in su....

No, assolutamente no :D

Non ho ancora capito, però, se vorresti una generale incompatibilità tra lavoro pubblico e secondo lavoro, oppure solo in certi specifici casi.

dave4mame
18-07-2008, 10:39
La Moratti?
Quella delle consulente d'oro al comune di Milano???

Ma che dite..

La memoria è proprio corta..

reductio ad hitlerum?
o semplicemente hai letto "moratti" e ti è andato in paresi il cervello?

ceccoos
18-07-2008, 10:40
NON dico tutti, ma è evidente che li è più semplice svicolare piuttosto che un docente durante una lezione, al massimo può tardare di 10 min se rientra dal buco di una o + ore durante una lezione l'altra...;)
Per kewell:
io mi riferisco a quei medici che oltre il lavoro in ospedale, hanno anche lo studio LUSSOSO E PRIVATO A CUI UNO SI RIVOLGE PER DISPERAZIONE E CHE PER UN CONSULTO TI scippano la testa e se vuoi la ricevuta ti chiedono il pizzo....alchè molti disgraziati rinunciano alla ricevuta perchè il costo della prestazione...è già alto.

POI SE TI HO TOCCATO NEL PERSONALE MI SPIACE.;) ma continuo a non capire perchè uno statale onesto gira con una UNO di 20 anni fa o una qual si voglia macchina normale anche usata ma dignitosa e persone che girano con macchina da 30.000 € in su....

Ma stiamo parlando di medici da 4-5000€ al mese o di impiegati da 1000 e qualcosa € in uffici pubblici con il rapporto di 1 dirigente ogni 10 impiegati (tipico in Italia)

Non mi hai toccato nel personale tranquillo ma odio le generalizzazioni e questi attacchi...

Se gli impiegati fanno quello che vogliono vanno colpiti come va colpito il dirigente che permette tutto questo..

Ma le leggi già esistono e gli slogan di Brunetta sono vecchi di almeno 30 anni...

Basta applicare le leggi già vigenti senza abbaiare dietro alla rete come fa questo ministro...

ceccoos
18-07-2008, 10:41
reductio ad hitlerum?
o semplicemente hai letto "moratti" e ti è andato in paresi il cervello?

Certo che mi va in paresi il cervello...

Come si può stimare e votare una persona del genere...una che predica male e razzola ancora peggio...

חוה
18-07-2008, 10:48
cmq il certificato va consegnato entro 2 giorni per cui anche in caso di assenza per un solo giorno c'è tempo e modo il giorno successivo di andare dol medico e farselo fare

inoltre siccome chiedere una visita fiscale costa ( al datore di lavoro) non sempre viene richiesta , specie dalla PA

generals
18-07-2008, 10:54
E' il solito provvedimento inutile alla Brunetta maniera:

1)fallita la norma sui certificati di malattia: era talmente astrusa che, prima con una circoare, poi con un emendamento Brunetta non ha fatto altro che confermare che nulla era cambiato rispetto a prima: certificato di malattia dal medico di famiglia. E' bastato che un semplice cittadino facesse un quesito sull'interpretazione della norma: ridicolo.

2)fallita la norma di cui parla questo thread:risparmi minimi dovuti alla mancata erogazione delle competenze accessorie ai dipendenti pubblici, costi enormi dovuti nell'ordine:
2a)all'aumento dei costi di visita fiscale per il triennio (grazie al rinnovo della convenzione con i medici)
2b)al trattamento di ricorsi dovuti a chi percepisce competenze di condizione che non sono espresse esplicitamente.
2c)alla gestione di processi inutili a cui sono stat forzate le ASL (e io pago)
Senza contare la possibilità da parte del dipendente pubblico "fannullone" di continuare a fare i suoi porci comodi senza prendersi giorni di malattia.

3) già fallita anche la norma firmata proprio ieri da Brunetta con una circolare relativa alla visita fiscale anche dopo un giorno di assenza: è già stata interpretata come "segnalazione" da parte dell'amministrazione alla ASL di competenza dell'assenza poichè non è finanziariamente coperta a livello di ASL: impossibile mandare medici ad effettuare visite fiscali per tutte le tipologie di assenza.

4)falliti tutti i tentativi di appropriazione indebita dei progetti altrui sulla sanità e l'informatizzazione. Il Ministero di Brunetta non sta gestendo alcuna ricetta elettronica nè informatizzazione dell'amministrazione pubblica. Già prima di lui erano competenza del Ministero dell'Economia e tali sono rimaste.

5) fallite le prime direttive sulla trasparenza online dei ministeri. Ad oggi solo il Ministero di Brunetta ha messo sul proprio sito gli stipendi dei propri dirigenti ed ancora deve completare la propria azione mettendone competenze, curricula interi e assetto organizzativo.

6) falliti i tentativi di far passare l'introduzione della mobilità pubblica e della responabilità dirigenziale come novità assolute anche all'interno delle amministrazioni stesse. Esistevano già in precedenza e come tali erano state già recepite pur non venendo di fatto applicate, e disapplicate rimarranno.

Non è un fallimento della destra ma semplicemente il risultato di una incompetenza da parte di Brunetta. Con uno studio più concreto (che sarebbe andato contro la sua superbia) avrebbe potuto benissimo concepire norme più razionali tali da conseguire obiettivi reali in tempi brevi.
Poco sarebbe bastato per riorganizzare i processi della pubblica amministrazione configurando un aumento della produttività e colpendo i fannulloni anzichè agire attraverso teoremi demagogici già decrepiti in partenza.

quotissimo :O
sono inoltre norme discriminatorie rispetto ai lavoratori privati e saranno facilmente cassate dai giudici ordinari e costituzionali.
Purtroppo e' solo la vanità di avere prime pagine di giornali che lo spinge a fare questi provvedimenti punitivi e persecutori di tutti i lavoratori indiscriminatamente :rolleyes:

dave4mame
18-07-2008, 11:00
Certo che mi va in paresi il cervello...

Come si può stimare e votare una persona del genere...una che predica male e razzola ancora peggio...

vedo.
quindi se un personaggio "discutibile" come la moratti avanza una buona proposta, questa va cassata a prescindere?

ceccoos
18-07-2008, 11:04
vedo.
quindi se un personaggio "discutibile" come la moratti avanza una buona proposta, questa va cassata a prescindere?

Anche il Berlusca ogni tanto fa qualche buona proposta..
Poi l'hai vista attuata?

Ti fidi sul serio?

dantes76
18-07-2008, 11:06
belle parole... ma.. di tutti quelli presi quanti perderebbero effetivamente il posto? dico hanno fatto una legge... ma la legge che regola i licenziamenti o i ricorsi l'hanno modificata? o su cento presi 99 ritornerebbero al lavoro?

dave4mame
18-07-2008, 11:10
manchi il punto.
hai appena detto: "introduciamo la meritocrazia della PA" (cosa buona e giusta).
la moratti aveva detto "introduciamo la meritocrazia nella scuola" (e almeno qui è la ci è riuscita) ed è una cazzata?

a, va beh.

dantes76
18-07-2008, 11:12
manchi il punto.
hai appena detto: "introduciamo la meritocrazia della PA" (cosa buona e giusta).
la moratti aveva detto "introduciamo la meritocrazia nella scuola" (e almeno qui è la ci è riuscita) ed è una cazzata?

a, va beh.

????

dave4mame
18-07-2008, 11:12
????

ti sei "intromesso" mentre rispondevo al post sopra di te :)

Tensai
18-07-2008, 11:27
EDIT: Niente, mi sono proprio confuso.

fba00
18-07-2008, 11:46
Sono d' accordo con questo tentativo di Brunetta di fare in modo che chi non lavora se ne stia a casa e venga sostituito nel tempo con chi ha voglia di fare e purtroppo non riesce a trovare un posto nella P.A. perchè tutti occupati dai "fannulloni" e dai "malati immaginari"....

d'accordissimo pure io,ma leggete quà,a questi chi ci pensa? :read: (ed in testa alla classifica,con più di 98% di assenze,un uomo un mito :sofico:)

http://www.ilsole24ore.com/includes2007/speciali/tools/assenteismo-parlamentare/assenteismo-parlamentare.shtml

Cfranco
18-07-2008, 12:01
vedo.
quindi se un personaggio "discutibile" come la moratti avanza una buona proposta, questa va cassata a prescindere?
Il diavolo si nasconde nei dettagli .
"Meritocrazia" vuol dire tutto e niente , chi misura il merito ? Cosa misura ? Come lo misura ?
A parlare di massimi sistemi son capaci tutti , è metterli in pratica che diventa difficile , come la "meritocrazia" di quella società pubblica dove i dirigenti si davano i voti da soli ... tutti fenomeni .

Così come Brunetta , dire "lotta ai fannulloni è facile" , il difficile è metterla in pratica , vediamo i risultati di un tale accanimento :

1)fallita
2)fallita l
3) già fallita
4)falliti
5) fallite
6) falliti

A parole son bravi tutti , persino Brunetta .

Kars
18-07-2008, 12:11
sono sostanzialmente d'accordo con brunetta, peccato solo che per colpa di pochi ci rimettono tutti. Sembra di essere tornati a scuola ma la situazione doveva cambiare comunque.

dantes76
18-07-2008, 12:21
ti sei "intromesso" mentre rispondevo al post sopra di te :)

tasto--->quote

dave4mame
18-07-2008, 12:51
Il diavolo si nasconde nei dettagli .
"Meritocrazia" vuol dire tutto e niente , chi misura il merito ? Cosa misura ? Come lo misura ?
A parlare di massimi sistemi son capaci tutti , è metterli in pratica che diventa difficile , come la "meritocrazia" di quella società pubblica dove i dirigenti si davano i voti da soli ... tutti fenomeni .

magari come si fa nel privato?

Cfranco
18-07-2008, 14:43
magari come si fa nel privato?
Quindi avanti leccaculi , parenti e "conoscenti" come nelle grosse aziende ?

Sai qual è il problema ?
Il problema è che la meritocrazia non la vuole nessuno , perchè i primi a essere buttati fuori a calci sarebbero i dirigenti delle aziende , gente incompetente come Tronchetti e Cimoli , gente che ha fatto strada solo grazie alle parentele come Emma Marcegaglia o i vari Lapo Elkann o Marina Berlusconi , furbetti del quartierino e prestigiatori di bilanci .
Se fosse stata applicata la meritocrazia la prima ad andarsene avrebbe dovuto essere la Moratti stessa ...
Quindi quando si parla di "meritocrazia" a me viene da ridere , perchè in realtà si parla di un sistema con cui distribuire premi e promozioni in base alle simpatie del capo , un sistema in cui i pochi che lavorano bene vengono trattati male perchè danno il cattivo esempio e fanno notare gli errori altrui .
Tanto vale andare avanti con gli scatti di anzianità , almeno non si vedranno discriminati quelli più bravi .

ceccoos
18-07-2008, 14:47
Quindi avanti leccaculi , parenti e "conoscenti" come nelle grosse aziende ?

Sai qual è il problema ?
Il problema è che la meritocrazia non la vuole nessuno , perchè i primi a essere buttati fuori a calci sarebbero i dirigenti delle aziende , gente incompetente come Tronchetti e Cimoli , gente che ha fatto strada solo grazie alle parentele come Emma Marcegaglia o i vari Lapo Elkann o Marina Berlusconi , furbetti del quartierino e prestigiatori di bilanci .
Se fosse stata applicata la meritocrazia la prima ad andarsene avrebbe dovuto essere la Moratti stessa ...
Quindi quando si parla di "meritocrazia" a me viene da ridere , perchè in realtà si parla di un sistema con cui distribuire premi e promozioni in base alle simpatie del capo , un sistema in cui i pochi che lavorano bene vengono trattati male perchè danno il cattivo esempio e fanno notare gli errori altrui .
Tanto vale andare avanti con gli scatti di anzianità , almeno non si vedranno discriminati quelli più bravi .

Appunto,
come funziona nel privato funziona nel pubblico quindi Brunetta che intende fare?

Se pensa di sanare un sistema semplicemente vendendo come rivoluzionarie leggi già in atto da anni siamo proprio fuori strada..

E i giornalisti che fanno?
Nessuno gli ha fatto notare che il 99% delle cose che sta dicendo sono già in atto?

Il problema è che mancano i controlli xke costano e xke fanno paura in primis ai dirigenti...

plutus
18-07-2008, 14:51
belle parole... ma.. di tutti quelli presi quanti perderebbero effetivamente il posto? dico hanno fatto una legge... ma la legge che regola i licenziamenti o i ricorsi l'hanno modificata? o su cento presi 99 ritornerebbero al lavoro?

forse nessuno, ora non lo so. Allora non si dovrebbe cambiare nulla? va bene cosi com'e' la situazione?

plutus
18-07-2008, 14:52
Se pensa di sanare un sistema semplicemente vendendo come rivoluzionarie leggi già in atto da anni siamo proprio fuori strada..



ecco appunto, le leggi ci sono sicuramente ma non sono in "atto"

ceccoos
18-07-2008, 14:56
ecco appunto, le leggi ci sono sicuramente ma non sono in "atto"

E pensi che con l'attuale governo cambi qualcosa?

Leron
18-07-2008, 14:58
concorderei , ma nel privato il problema è meno generalizzato a differenza del pubblico, per capirci mentre in caso di assenze ripetute nel privato è l'imprenditore che ci perde per cui manda i controlli, nel pubblico spesso c'è l'idea che paghi pantalone, ad esempio nel corpo insegnante spesso vengono segnalate assenze durante l'anno che creano non pochi problemi e fatti spesso dalle stesse persone (i problemi sono segnalati non solo dagli studenti ma anche dagli stessi insegnanti), ovviamente il problema si ripercuote anche sugli insegnanti "onesti" che sono costretti a coprire le ore dei primi.
p.s: ho preso l'esempio degli insegnanti ma si può tranquillamente traslare su medici , infermieri, poste etc. etc.
mia madre è insegnante, quest'anno si è assentata 5 giorni per un'influenza intestinale e altri 2 giorni per degli esami medici (pressione alta)

non vedo perchè debba rimetterci lei se (cosa verissima) altri si prendono mesi di pausa per malattie inventate. facessero più controlli invece.

PS: suo fratello (mio zio) è il nostro medico, ma mai si sognerebbero di concordare assenze false.


io stesso cmq quest'anno mi son fatto quasi 20 giorni di malattia purtroppo, ma non per colpa mia: lavorando con i bambini mi son beccato 2 volte l'influenza intestinale e 20 giorni fa mi son slogato una caviglia (facendo un lacoro di animazione/educazione non ho potuto fisicamente andare per una settimana) ma non sapete quanto avrei voluto essere al lavoro...

plutus
18-07-2008, 14:58
E pensi che con l'attuale governo cambi qualcosa?

spero di si.Tra 5 anni (o forse meno) giudichero'

LightIntoDarkness
18-07-2008, 16:26
d'accordissimo pure io,ma leggete quà,a questi chi ci pensa? :read: (ed in testa alla classifica,con più di 98% di assenze,un uomo un mito :sofico:)

http://www.ilsole24ore.com/includes2007/speciali/tools/assenteismo-parlamentare/assenteismo-parlamentare.shtml
"Presidente del Consiglio che non c'è"...

dave4mame
18-07-2008, 16:28
Quindi avanti leccaculi , parenti e "conoscenti" come nelle grosse aziende ?


questo è quello che dicono gli incapaci quando rosicano nel vedersi passare avanti quelli pù bravi.

Cfranco
18-07-2008, 16:34
questo è quello che dicono gli incapaci quando rosicano nel vedersi passare avanti quelli pù bravi.
:rotfl: :rotfl:

Di bravi che fanno carriera ne ho visto ben pochi .
Di leccaculi incapaci invece sono piene le classi dirigenziali .
E il bello è che non è affatto un problema solo italiano , anzi ...
la Legge di Imhoff colpisce a ogni latitudine .

dave4mame
18-07-2008, 16:41
vuol dire che vivo in un'isola felice io, allora.
uhm.. in TRE isole felici.

dantes76
18-07-2008, 16:55
forse nessuno, ora non lo so. Allora non si dovrebbe cambiare nulla? va bene cosi com'e' la situazione?

no quello, lo stanno facendo adesso..ovvero non cambiare nulla...

WhiteWolf42
18-07-2008, 16:58
Così non si rischia di generalizzare, di dare un giudizio negativo verso tutti i dipendenti pubblici?

La mi a risposta è SI, ma questo è un problema generalizzato. la politica è: viviamo in un paese di furbi, non riusciamo a specificare il giusto dal furbacchione ? Puniti TUTTI,

Questo è il punto!
Come si dovrebbe stabilire con assoluta certezza in modo da punire i fannulloni e non punire chi è malato veramente?

Bella domanda ... è difficilissimo, per cui la loro politica è: nel dubbio, ranziamoli tutti !

Signori..cosi avrebbe agito mio nipote di due anni..non un ministro. Concordo pienamente. la politica del "nel dubbio ranziamoli tutti" la fanno le persone poco preparate sull'argomento (qualsiasi). Una persona colta, capace ma soprattutto CON COGNIZIONE DI CAUSA avrebbe apportato degli interventi mirati alla risoluzione del problema.
Così sono capaci tutti ...

è come dire: "Ci sono degli stupri, sterilizziamo tutti i maschi d'Italia" ... per favore signori, per favore, non scherziamo !

La questione su chi fa doppio lavoro la trovo invece ottima: CONOSCO ALMENO UNA DECINA DI IMPIEGATI STATALI CHE HANNO ALTRE ATTIVITà (incassano uno stipendio da prof..+ altro dalla libera professione...) E GIRANO CON IL SUV....

Però devono essere equi: ANCHE IL DOTTORE OSPEDALIERO STATALE, non DEVE ESERCITARE LIBERA PROFESSIONE, così come anche un docente universitario, non deve farsi li sordi...con altra professione extra....

Qua non si transige...poi voglio vedere n'dò arriviamo....:asd:

io sono daccordo in parte: alcuni dipendenti statali prendono veramente poco e devono per farza fare il 2° lavoro per sopravvivere. Anche qui è una generalizzazione che punisce soprattutto i più deboli: imho biosgnerebbe mettere un tetto al reddito massimo oltre il quale non si può esercitare il 2° lavoro:

!! Attenzione !! tale calcolo non deve essere fatto a c**o, ma deve comprendere tutti i dati del caso: inflazione, costo della vita (PER ZONA D'ABITAZIONE), composizione del nucleo familiare, numero di figli, numero di persone lavoratrici (e che pagano le tasse), ecc ecc ...

Un par di palle.
Per colpa di questa gente perchè ci deve rimettere mia moglie che se si fa due giorni all'anno di malattia è tanto?

vedi sopra, cmq chi è precario la "malattia" se la sogna, così come le ferie e il TFR.

La mia ragazza in 2 anni e mezzo ne ha fatti due...non mi sembra una grande perdita economica due giorni di stipendio in 2 anni o in anno di tua moglie...

Diversamente, chi ha il vizietto di stare malato, a differenza di tua moglie che è coscienziosa, quando si trova la busta paga alleggerita ci pensa due volte a farsi venire le sindromi del lunedì o del venerdì...

Non credi? A me non sembra così drammatico, mica ti tolgono un mese di stipendio...

Un conto è chi ha il vizietto, ma se hai un incidente (non in auto) in cui un'ipotetica assicurazione non risponde devi stare a casa in "malattia" e perdi i soldi del lavoro (aggiungerei anche il rischio licenziamento) per una colpa non tua. Questa legge è stata fatta in fretta e male ... qui si passa dalla (quasi) completa impunità a un regime totalitario ...

Belle teste di migna !

WhiteWolf42
18-07-2008, 17:05
forse nessuno, ora non lo so. Allora non si dovrebbe cambiare nulla? va bene cosi com'e' la situazione?

Assolutamente NO, la situazione va cambiata, ma va cambiata in meglio.
Ribadisco: questa legge è stata pensata in fretta, in maniera incompleta e approssimativa.

La politica del "Nel dubbio, falciamo tutti" la mettono in pratica le persone che brancolano nel buoi e che non sanno più che pesci pigliare.

Vediamo di parlarci chiaro: qui non stiamo parlando di caramelle, di bambini che imbrattano un muro a cui si vieta di vedere la televisione per una settimana.

Qui si parla di famiglie, si parla di vite umane: sul lavoro una persona ci campa.

ESEMPIO LAMPANTE:

Uno che lavora in comune e guadagna 1100€ (sparo) al mese, non gli bastano e deve lavorare la sera in un ristorante per arrivare a fine mese è completamente diverso dal chirurgo pubblico che per comprarsy il Q7 fa consulenze private nello studio dell'amico.

Questa legge accomuna questi due episodi in maniera brutale, e questo non deve accadere.

Concordo con te che le cose devono essere cambiate, ma cambiate CON COGNIZIONE DI CAUSA, porco due !!!

WhiteWolf42
18-07-2008, 17:12
questo è quello che dicono gli incapaci quando rosicano nel vedersi passare avanti quelli pù bravi.

Permettimi (esperienza personale) ...questo è quello che dice un impiegato quando:

lo stipendio gli viene erogato "in data da definire perchè l'azienda non dispone al momento della liquidità necessaria"
vede il figlio del capo tutto il giorno in ufficio a grattarsi la ciolla e a navigare su internet
una tabella organizzativa del tutto inesistente e operai che si autogesticono
l'azienda fallisce dopo 1 anno che ci lavora dentro

scorpionkkk
18-07-2008, 19:18
Il provvedimento di per sé è una circolare, ma il punto è un altro. Il messaggio che si vuole mandare è quello che i controlli aumenteranno e questo è un passo in avanti rispetto ad una situazione nella quale nessuno dà questo messaggio, come del resto si è fatto da diverso tempo a questa parte.

Tu dici che nei ministeri se la ridono, ma ti assicuro che ho parenti e amici che lavorano in regione e provincia che sono preoccupati da Brunetta e io sono felicissimo che si preoccupino perché non deve essere possibile che mia zia va a fare la spesa alle 11 di mattina nei giorni feriali, invece di lavorare. Se la sola preoccupazione, che magari è ingiustificata e frutto dell'ignoranza, farà già pensare una volta in più chi fa assenze ingiustificate, è già un successo.


Queste affaermazioni erano valide ad aprile.
Non dopo il decreto legge che avrebbe dovuto risolvere alcuni problemi.

Questo è il lavoro di 3 mesi? lo faceva mio cugino in 6 ore e mezza leggendo 3 norme.

Per quanto riguarda tua zia ti do ragione. Nei ministeri se la ridono perchè comunque rimangono confinati all'interno dello stabile e non vanno a fare la spesa fuori alle 11 di mattina perchè semplicemnete la fanno dentro: nel supermercato e nei bar interni.
Dimostrazione questa di quanto la soluzione sia lontana da ciò che vuole risolvere.

Per quanto concerne il "passo in avanti" parliamone: norme già esistenti e niente soldi per la loro applicazione coatta. Se questo è un passo in avanti...
Bastava semplicemente (a zero spese) effettuare una concreta riorganizzazione del comparto pubblico spingendo i team di dipendenti a produrre attraverso una azione sui loro dirigenti ed un monitoraggio fattivo, non è che ci volesse un genio. Invece con queste norme continueranno ad esistere schiere di dipendenti che NON HANNO NULLA DA FARE perchè è il loro ufficio stesso ad essere inutile o ridondante.

fba00
18-07-2008, 19:20
dal blog di grillo :asd:

"Se i dipendenti pubblici avessero le percentuali da desaparecidos dei parlamentari potremmo chiudere i ministeri e nessuno se ne accorgerebbe. Ma il Parlamento esiste veramente? Se un parlamentare non va a lavorare per un solo giorno Brunetta mandi il medico fiscale. Nel caso sia un condannato, un prescritto, un inquisito (quindi spesso) faccia accompagnare il medico dai Carabinieri (per proteggerlo)." :D

generals
18-07-2008, 19:25
Sindacalisti e lavoratori contestano la circolare di Brunetta
"Norme analoghe esistono già da oltre 10 anni"
Visita fiscale dal primo giorno?
"Le norme ci sono, i soldi no"
Scetticismo su più precise modalità di applicazione: i controlli costano
è per questo che vengono effettuati "a macchi di leopardo"
di ROSARIA AMATO

Visita fiscale dal primo giorno? "Le norme ci sono, i soldi no"

Il ministro Brunetta

ROMA - "Io ho sempre ricevuto la visita fiscale, anche per un solo giorno di malattia", dice Sandra, insegnante alla scuola media. "Il professor Brunetta ha scoperto l'acqua calda, in quanto l'obbligo della visita fiscale (dal primo giorno) già esiste da tempo nei Contratti Nazionali di comparto (che fanno schifo...)", scrive un lettore di Repubblica.it. Insomma, come si legge su un comunicato che oggi apre il sito della Uil Funzione Pubblica, "Circolare del ministro dell'Innovazione sulle assenze: poche novità, molta propaganda".

La temuta visita fiscale annunciata infatti da Brunetta per scovare i dipendenti pubblici assenteisti è stata introdotta da tutti i contratti collettivi di settore dal 1994. "Chi ha mal di testa o mal di denti ormai va al lavoro comunque, proprio per evitare la visita fiscale...però poi ci sono i furbi che riescono a stare a casa 20 giorni con un certificato rilasciato da un medico compiacente", si lamenta un lettore. In un comunicato congiunto i responsabili sindacali dell'Inps contestano il ministro anche con toni più aspri: "Sta vendendo fumo", accusano, riferendosi alla circolare pubblicata ieri.

LEGGI IL TESTO DELLA CIRCOLARE

I sindacalisti citano tutte le norme: "Penalizzazione dal primo giorno di malattia e per i primi giorni con la decurtazione dello stipendio accessorio: è così dal 1994. Licenziato chi svolge un secondo lavoro: lo stabilisce dal 1994 un decreto dell'allora ministro Frattini. Nessun premio sarà distribuito in base ad automatismi: è già così dal 1990".

In cosa consisteno allora le novità della circolare di Brunetta? Forse nell'obbligatorietà delle norme, che al momento, per stessa ammissione sindacale, sono state applicate "a macchia di leopardo"? Neanche in questo, sono pronti a replicare i vari titolari delle segreterie della Funzione Pubblica: fare le visite fiscali costa, alcune amministrazioni se lo possono permettere, altre no, e comunque non con una regolarità matematica. Sarebbe utopistico pensare che adesso tutti i responsabili si attiveranno per far partire sempre le visite fiscali dal primo giorno. Quanto all'effetto deterrente della norma, più di un sindacalista ironizza sul calo del 20% delle malattie che il ministro Brunetta afferma di aver già riscontrato a partire da maggio.

Se anche le visite fiscali venissero effettuate con estrema puntualità per effetto della circolare, nessuno tuttavia le contesterebbe, assicura il segretario generale della Fps-Cisl Rino Tarelli: "E' evidente che è un costo aggiuntivo, ma se la Pubblica Amministrazione ha le risorse per un investimento di questo tipo, che si pone come obiettivo quello di combattere le malattie fittizie, non vedo perché non debba farlo. Anche aumentare le ore di disponibilità del dipendente non mi sembra un'abnormità: chi è malato sta a casa, se ha delle esigenze particolari legate al suo stato di salute può sempre dimostrarlo".

Altri rappresentanti sindacali hanno però contestato l'ampliamento delle ore di disponibilità: alla fine il malato che ha delle esigenze particolari (come quella di comprare le medicine) potrebbe usufruire solo dell'equivalente di una risicatissima "ora d'aria".

Semmai, osserva Tarelli, norme di questo tipo andrebbero applicate sempre, e non solo in senso punitivo nei confronti del lavoratore. Il riferimento è in particolare al mancato pagamento dei premi di produttività nel periodo di malattia: "E' giusto che chi ha malato non percepisca la parte di retribuzione legata alla produttività. Se però le somme stanziate vengono semplicemente trattenute dall'Amministrazione, il provvedimento mira solo a fare cassa. Andrebbero invece assegnate, previa verifica, agli altri colleghi, che sono costretti a lavorare di più quando c'è un malato, se si intendono raggiungere i medesimi obiettivi". La produttività, insomma, va premiata, non deve essere solo uno spauracchio.

E la giusta esigenza di "combattere i fannulloni", afferma il segretario della Uil Pa, Luigi Bosco, non deve tradursi in "disposizioni che sembrano ispirarsi a principi punitivi e vessatori".
(18 luglio 2008)


:read:

Fabryzius
18-07-2008, 21:34
Scusate ma devo fare questa domanda, tra nord e sud siamo alla stessa stregua ?

niko974
19-07-2008, 13:05
finalmente uno che mette a posto i parassiti fannulloni statali

li farei andare a lavorare nelle aziende private dalla mattina fino alle 7 di sera per 1000 euro al mese per fargli capire veramente cosa e' il lavoro a sta gente

INDUBBIAMENTE PRIVILEGIATA rispetto ai lavoratori del privato...

avanti cosi brunetta!!!

er-next
19-07-2008, 13:06
ci sono già altri 3d aperti

scorpionkkk
19-07-2008, 13:33
finalmente uno che mette a posto i parassiti fannulloni statali

li farei andare a lavorare nelle aziende private dalla mattina fino alle 7 di sera per 1000 euro al mese per fargli capire veramente cosa e' il lavoro a sta gente

INDUBBIAMENTE PRIVILEGIATA rispetto ai lavoratori del privato...

avanti cosi brunetta!!!

QUOTO, l'hanno anche detto in http://it.wikipedia.org/wiki/Televisione
:doh:

Marco!
19-07-2008, 13:35
finalmente uno che mette a posto i parassiti fannulloni statali

li farei andare a lavorare nelle aziende private dalla mattina fino alle 7 di sera per 1000 euro al mese per fargli capire veramente cosa e' il lavoro a sta gente

INDUBBIAMENTE PRIVILEGIATA rispetto ai lavoratori del privato...

avanti cosi brunetta!!!

anche io credo che in italia il pubblico goda di molti vantaggi rispetto al privato, ma da quel poco che ho letto a riguardo, brunetta vuol fare l'ennesima cazzata di questo governo

TheMash
19-07-2008, 14:42
finalmente uno che mette a posto i parassiti fannulloni statali

li farei andare a lavorare nelle aziende private dalla mattina fino alle 7 di sera per 1000 euro al mese per fargli capire veramente cosa e' il lavoro a sta gente

INDUBBIAMENTE PRIVILEGIATA rispetto ai lavoratori del privato...

avanti cosi brunetta!!!

facciamo di tutta l'erba un fascio, dai!...
d'altronde PUBBLICO = fannulloni perchè pagati dallo Stato...
Ora tutti a cavalcare l'onda del fannullolismo (concedetemela) come detto da Brunetta...
Tutti a definire il settore pubblico l'harem dei fancazzisti!
Ripetiamo tutti come pappagalli su, e non interroghiamoci seriamente se le cose stanno così oppure no.

niko974
19-07-2008, 14:56
facciamo di tutta l'erba un fascio, dai!...
d'altronde PUBBLICO = fannulloni perchè pagati dallo Stato...
Ora tutti a cavalcare l'onda del fannullolismo (concedetemela) come detto da Brunetta...
Tutti a definire il settore pubblico l'harem dei fancazzisti!
Ripetiamo tutti come pappagalli su, e non interroghiamoci seriamente se le cose stanno così oppure no.
taglio dei premi(a che servivano?)
vite fiscali a gogo e apliamento delle fasce di reperibilta' con poassibilita' di licenziamento!

col caxxo ke ora la gente si mettera' in "finta" malattia(che solo nel pubblico e' concessa)

wildsliver
19-07-2008, 15:03
secondo me Brunetta ci va pure leggero con gli statali :D per (svariate) esperienze personali li reputo, in gran parte, inutili se non addirittura dannosi. Si pensi a tutta la burocrazia sovrabbondante, creata solo per dare posti inutili di lavoro a spese della collettività.

Cmq se fa solo il 50% di quel che dice, merita il posto di presidente della repubblica :)


ps. sono un accanito denigratore dell'attuale governo

scorpionkkk
19-07-2008, 15:04
taglio dei premi(a che servivano?)

errato..i premi esistono ancora e le competenze accessorie non sono state tagliate da Brunetta ma da Tremonti che le ripristinerà l'anno prossimo con un taglio del 10% a tutti.
vite fiscali a gogo e apliamento delle fasce di reperibilta' con poassibilita' di licenziamento!

errato...le visite fiscali non aumenteranno..verrà segnalata alla ASL la malattia con annessa la richiesta di visita fiscale. Esisteva già dal 1994 ma Brunetta se ne è appropriato. In ogni caso nel privato la visita fiscale dopo un solo giorno NON ESISTE..alcune società la applicano per il lunedi e il venerdi ma di fatto la visita fiscale di venerdi pomeriggio o di lunedi mattina non avviene.

col caxxo ke ora la gente si mettera' in "finta" malattia(che solo nel pubblico e' concessa)

errato..essendo queste norme già esistenti da circa 10 anni.

Puoi riprovare se vuoi con un altro post..se al secondo tentativo non riesci ad argomentare le tue affermazioni hai buone possibilità di vincere il "manuale di ciòchedicelativvì" direttamente a casa.

scorpionkkk
19-07-2008, 15:08
secondo me Brunetta ci va pure leggero con gli statali :D per (svariate) esperienze personali li reputo, in gran parte, inutili se non addirittura dannosi. Si pensi a tutta la burocrazia sovrabbondante, creata solo per dare posti inutili di lavoro a spese della collettività.

Cmq se fa solo il 50% di quel che dice, merita il posto di presidente della repubblica :)


ps. sono un accanito denigratore dell'attuale governo

sarei d'accordo con te se i tuoi strali fossero diretti a chi dirige i dipendenti pubblici.

Altrimenti staresti affermando che la burocrazia italiana (e le relative norme) sono stranamente decise dall'ultima ruota del carro: cioè il dipendente.

Non sarebbe stato più semplice , come dico sempre, assumere nel pubblico persone con capacità oggettive e metterle a fare il proprio lavoro mettendo loro a disposizione i dipendenti pubblici esistenti? Ma non si può fare perchè il direttore generale o il dirigente devono essere per forza coerenti con il sistema attuale.

E allora: è colpa del dipendente.

Sarebbe come se l'antitrust europeo incolpasse i dipendenti Microsoft della politica aziendale in Europa.

wildsliver
19-07-2008, 15:38
sarei d'accordo con te se i tuoi strali fossero diretti a chi dirige i dipendenti pubblici.

Altrimenti staresti affermando che la burocrazia italiana (e le relative norme) sono stranamente decise dall'ultima ruota del carro: cioè il dipendente.

Non sarebbe stato più semplice , come dico sempre, assumere nel pubblico persone con capacità oggettive e metterle a fare il proprio lavoro mettendo loro a disposizione i dipendenti pubblici esistenti? Ma non si può fare perchè il direttore generale o il dirigente devono essere per forza coerenti con il sistema attuale.

E allora: è colpa del dipendente.

Sarebbe come se l'antitrust europeo incolpasse i dipendenti Microsoft della politica aziendale in Europa.

forse mi sono espresso male, ma la colpa per me è trasversale, da chi li ha messi lì per interessi personali (il consenso per i politici) a chi si è fatto mettere lì pagando o portando voti, da chi fa il dirigente mediando sulle due posizioni, ossia contribuendo a manterere questo stato permanente di improduttività.

Che poi si badi bene, lo dico sempre: nel pubblico impiego lavora bene il 20% delle persone, che fra l'altro sono le più colpite da questa stortura, perchè per spirito di lealtà e dedizione (anche a loro rode vedere questo sfascio) sono costretti a lavorare il doppio se non il triplo di quanto dovuto.


Per quanto riguarda la situazione generale, credo sia davvero critica e vi vada messa seriamente mano, senza troppi tentennamenti

Sgorg
19-07-2008, 15:48
Certo, evviva i luoghi comuni!

Andatelo a dire mia madre che lavora in una segreteria di una scuola, dove si fa tutti i giorni un mazzo tanto perchè in carenza di personale mostruosa.

Andate a rompere le scatole a gente come i dirigenti sanitari del lazio che nonostante il deficit si sono aumentati lo stipendio del 30% e non a chi arriva a fine mese con 1100 euro con il rinnovo contrattuale in ritardo di DUE ANNI.

Andate a leggere il Corriere della Sera di ieri, edizione cartacea, troverete che l'assenteismo nel pubblico è l'1% maggiore che nel privato, ma tenete pure conto che è una MEDIA NAZIONALE, altrimenti ci si accorgerebbe che gli assenteisti fannulloni si concentrano mostruosamente in certe regioni.

scorpionkkk
19-07-2008, 15:59
forse mi sono espresso male, ma la colpa per me è trasversale, da chi li ha messi lì per interessi personali (il consenso per i politici) a chi si è fatto mettere lì pagando o portando voti, da chi fa il dirigente mediando sulle due posizioni, ossia contribuendo a manterere questo stato permanente di improduttività.

Che poi si badi bene, lo dico sempre: nel pubblico impiego lavora bene il 20% delle persone, che fra l'altro sono le più colpite da questa stortura, perchè per spirito di lealtà e dedizione (anche a loro rode vedere questo sfascio) sono costretti a lavorare il doppio se non il triplo di quanto dovuto.


Per quanto riguarda la situazione generale, credo sia davvero critica e vi vada messa seriamente mano, senza troppi tentennamenti

Ma secondo te è questa una situazione che si risolve con le norme di Brunetta?
Secondo me no..è solo un modo per fare un pò di marketing pro-governo e un pò di cassa.

E poi, appunto, quelli che lavorano (ma perchè devono lavorare, perchè c'è qualcuno che l fa lavorare) perchè dovrebbero subire le conseguenze di eventuali norme (dico eventuali perchè quelle attuali non cambaino la situazione di una virgola, è solo una questione di principio)

HenryTheFirst
19-07-2008, 16:39
discussioni unite

generals
19-07-2008, 18:18
taglio dei premi(a che servivano?)
vite fiscali a gogo e apliamento delle fasce di reperibilta' con poassibilita' di licenziamento!

col caxxo ke ora la gente si mettera' in "finta" malattia(che solo nel pubblico e' concessa)

ma perchè nel privato i finti malati non esistono? ma fammi il piacere :doh:

conosco gente nel privato (donne ad esempio) che si fanno certificare gravidanze a rischio e da mesi vanno a spasso in lungo e in largo in Italia facendo vacanza....:fagiano:
smettiamola con i luoghi comuni, gli abusi ci sono ovunque e se si e seri si colpiscono gli abusi non indiscriminatamente tutti :muro:
ma chiaro che la serietà non c'è quando si vuol fare solo propaganda...

Phoenix68
19-07-2008, 19:14
ma perchè nel privato i finti malati non esistono? ma fammi il piacere :doh:

conosco gente nel privato (donne ad esempio) che si fanno certificare gravidanze a rischio e da mesi vanno a spasso in lungo e in largo in Italia facendo vacanza....:fagiano:
smettiamola con i luoghi comuni, gli abusi ci sono ovunque e se si e seri si colpiscono gli abusi non indiscriminatamente tutti :muro:
ma chiaro che la serietà non c'è quando si vuol fare solo propaganda...
Il problema c'è di sicuro in entrambe le categorie, ma mentre nel privato chi paga è l'imprenditore, per cui il controllo è maggiore nel secondo caso chi paga è il contribuente, ed il controllo è spesso inesistente ;)

niko974
19-07-2008, 20:47
Certo, evviva i luoghi comuni!

Andatelo a dire mia madre che lavora in una segreteria di una scuola, dove si fa tutti i giorni un mazzo tanto perchè in carenza di personale mostruosa.

Andate a rompere le scatole a gente come i dirigenti sanitari del lazio che nonostante il deficit si sono aumentati lo stipendio del 30% e non a chi arriva a fine mese con 1100 euro con il rinnovo contrattuale in ritardo di DUE ANNI.

Andate a leggere il Corriere della Sera di ieri, edizione cartacea, troverete che l'assenteismo nel pubblico è l'1% maggiore che nel privato, ma tenete pure conto che è una MEDIA NAZIONALE, altrimenti ci si accorgerebbe che gli assenteisti fannulloni si concentrano mostruosamente in certe regioni.
mi spiace x tua mamma ma
non diciamo fregnacce
conosco persone che si mettevano pure 2 mesi in finta malattia cose che nel privato nn puoi mai fare

avanti cosi brunetta perche gi statali sono stati sempre privilegiati!!!

niko974
19-07-2008, 20:49
ma perchè nel privato i finti malati non esistono? ma fammi il piacere :doh:

conosco gente nel privato (donne ad esempio) che si fanno certificare gravidanze a rischio e da mesi vanno a spasso in lungo e in largo in Italia facendo vacanza....:fagiano:
smettiamola con i luoghi comuni, gli abusi ci sono ovunque e se si e seri si colpiscono gli abusi non indiscriminatamente tutti :muro:
ma chiaro che la serietà non c'è quando si vuol fare solo propaganda...
a differenza del pubblico dove nessuno rompe il caxxo se presenti un certificato medico
nel privato puoi metterti in finta malattia ma dove?
forse nelle grosse aziende non certo nelle medio e piccole e cioe' la maggioranza delle aziende private in italia!

-kurgan-
19-07-2008, 20:49
Assenteismo nella pubblica amministrazione. Cosa ne pensate della "cura Brunetta"?

penso che sia parecchio ipocrita da parte dei nostri politici parlare di assenteismo nella pubblica amministrazione quando LORO PER PRIMI fanno assenteismo tra i banchi del parlamento. Loro forse non sono pagati dai cittadini come l'ultimo impiegato di un comune?

ELISAMAC1
19-07-2008, 21:23
Un mio amico di sx mi diceva spesso che uno dei mali dell'italia era la pubblica amministrazione.Adesso ke il cdx tenta di metterci il naso comincia gia' a dire che e' una cosa sbagliata.Nn hanno ancora fatto niente, ma solo pensato di fare e' questo gia' si lamenta.Ecco cos'e' la politica.Se una cosa ben fatta viene fatta dallo schieramento opposto nn va bene.:muro:

scorpionkkk
19-07-2008, 21:28
Un mio amico di sx mi diceva spesso che uno dei mali dell'italia era la pubblica amministrazione.Adesso ke il cdx tenta di metterci il naso comincia gia' a dire che e' una cosa sbagliata.Nn hanno ancora fatto niente, ma solo pensato di fare e' questo gia' si lamenta.Ecco cos'e' la politica.Se una cosa ben fatta viene fatta dallo schieramento opposto nn va bene.:muro:

Da contribuente pretendo che il governo non metta mano ai problemi solo a chiacchiere ma faccia delle cose concrete e magari coerenti con un piano.

Questo governo non ha fatto altro che inventare leggi già esistenti..e quando non ha inventato (come nel caso dei certificati di malattia) ha partorito oscenità senza alcun senso.

le chiacchiere, i giri intorno alla norma, la precisazione di punti minuscoli, l'imbroglio dell'elettorato attraverso i media non passano più...come diceva qualcuno "stavolta se falliamo ci vengono a prendere a casa".

scorpionkkk
19-07-2008, 21:32
a differenza del pubblico dove nessuno rompe il caxxo se presenti un certificato medico
nel privato puoi metterti in finta malattia ma dove?
forse nelle grosse aziende non certo nelle medio e piccole e cioe' la maggioranza delle aziende private in italia!

vorrei capire come funziona..perchè nelle piccole aziende non vengono fatti "falsi" certificati di malattia?

TheMash
19-07-2008, 21:33
le chiacchiere, i giri intorno alla norma, la precisazione di punti minuscoli, l'imbroglio dell'elettorato attraverso i media non passano più...come diceva qualcuno "stavolta se falliamo ci vengono a prendere a casa".

il problema è che la gente veramente informata è ancora troppo poca per permettere di andarli a prendere fino a casa..
datosi che l'italiano se non partono tutti non si muove dalla propria poltrona.
Io se abitassi in quel di Roma mi fionderei ogni volta a dirgliene 4, a costo di farmi prendere le generalità (ovviametne sarei furbo da non cadere nella denuncia).

-kurgan-
19-07-2008, 21:46
Un mio amico di sx mi diceva spesso che uno dei mali dell'italia era la pubblica amministrazione.Adesso ke il cdx tenta di metterci il naso comincia gia' a dire che e' una cosa sbagliata.Nn hanno ancora fatto niente, ma solo pensato di fare e' questo gia' si lamenta.Ecco cos'e' la politica.Se una cosa ben fatta viene fatta dallo schieramento opposto nn va bene.:muro:

io crederò alla volontà di trovare una soluzione al problema quando i parlamentari per primi dovranno portare un certificato medico per le assenze. Oppure quando verranno pagati a presenza.

-kurgan-
19-07-2008, 21:47
vorrei capire come funziona..perchè nelle piccole aziende non vengono fatti "falsi" certificati di malattia?

perchè nelle piccole aziende pure se ti ammali davvero ti cacciano a calci in culo.. uno che conosco è stato licenziato perchè si è fatto male ad un occhio e non poteva più guidare per qualche mese :rolleyes:
da un estremo all'altro..

scorpionkkk
19-07-2008, 22:20
perchè nelle piccole aziende pure se ti ammali davvero ti cacciano a calci in culo.. uno che conosco è stato licenziato perchè si è fatto male ad un occhio e non poteva più guidare per qualche mese :rolleyes:
da un estremo all'altro..

ah ora capisco..:D

Korn
19-07-2008, 22:25
mi spiace x tua mamma ma
non diciamo fregnacce
conosco persone che si mettevano pure 2 mesi in finta malattia cose che nel privato nn puoi mai fare

avanti cosi brunetta perche gi statali sono stati sempre privilegiati!!!le visite fiscali esistono anche ne pubblico :asd:

alarico75
20-07-2008, 00:04
le visite fiscali esistono anche ne pubblico :asd:

I certificati falsi esistono e ci sono casi limite poco giustificabili.
Ora con un periodo di prova vedremo spuntare tutti questi casi poco accettabili.
Meglio eliminare le mele marce che sfruttano il lavoro degli altri.

Korn
20-07-2008, 00:17
beh anche nel privato, staremo a vedere

LUVІ
29-07-2008, 09:58
Follia.

evelon
29-07-2008, 10:05
Ottimo

gioy
29-07-2008, 10:23
a differenza del pubblico dove nessuno rompe il caxxo se presenti un certificato medico
nel privato puoi metterti in finta malattia ma dove?
forse nelle grosse aziende non certo nelle medio e piccole e cioe' la maggioranza delle aziende private in italia!

Parole sante.

Da tutti i post scritti sull argomento non posso che constatare che:

- i dipendenti pubblici non si rendono conto dei privilegi di cui godono e credeno che nel privato ci sia la stessa situazione. Chi sa per quale motivo gli imprenditori italiani si lamentano di tutto tranne che dell assenteismo dei lavoratori.

- farsi fare un certificato medico in caso di malattia, cosa normale per un lavoratore del "privato", é un problema grandissimo per un dipendente pubblico e per evitarlo é giusto lasciare le cose cosi come stanno.

- lavorare con 36,5 di febbre non si puó!!! (Io, dipendente del privato, l ho fatto piu di una volta cosi come i miei colleghi e siamo tutti ancora forti e in salute)

- e ció che piu mi scandalizza é che i dipendenti pubblici che si autodefiniscono onesti e gran lavoratori sono i primi difensori dei fannulloni.

casmar
29-07-2008, 11:32
Effetto Brunetta, meno fannulloni ammalati. Assenze in calo dal 15% al 50%
I dati fotografati da un'indagine del ministero
A settembre il controllo delle assenze diventerà mensile

ROMA - I fannulloni si sono spaventati e ora fanno meno assenze. Lo dicono i dati presentati dal ministero della pubblica amministrazione: il numero delle giornate di assenza per malattia si è ridotto, infatti, del 15% nel bimestre maggio-giugno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. E la contrazione delle assenze, pari all'11% circa nel mese di maggio, è quasi raddoppiata a giugno (-20%).

VARIAZIONI RILEVANTI - L'effetto annuncio del ministro Renato Brunetta sulle malattie facili sembra dunque aver funzionato. Almeno secondo l'indagine pilota condotta dal ministero su un campione di 27 fra amministrazioni centrali, periferiche ed enti di previdenza. Il rapporto fotografa una galassia variegata nella quale si confrontano realtà storicamente diverse per dimensioni e abitudini, ma in alcuni casi le variazioni percentuali risultano decisamente rilevanti. Nel mese di giugno all'Aran, l'agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni, ad esempio, il numero delle giornate medie di assenza per dipendente si è dimezzato, mentre nello stesso periodo all'Inps e al ministero degli affari esteri si è registrata una contrazione del 30%.

NUOVI CONTROLLI A SETTEMBRE - In controtendenza, invece il ministero dello sviluppo economico dove le giornate medie di assenza mensili per malattia per dipendente sono in aumento in giugno del 10%. Intanto il ministro Brunetta non si ferma e ha preannunciato che a settembre verrà avviata un'attività di raccolta sistematica di dati mensili, per monitorare il fenomeno dell'assenteismo dei lavoratori pubblici.


27 luglio 2008

Qualche buon effetto lo ha ottenuto.

:D

LUVІ
29-07-2008, 11:39
Effetto Brunetta, meno fannulloni ammalati. Assenze in calo dal 15% al 50%
I dati fotografati da un'indagine del ministero
A settembre il controllo delle assenze diventerà mensile
27 luglio 2008

...

Qualche buon effetto lo ha ottenuto.

:D

Si, una manica di cazzate.

http://www.hwupgrade.it/forum/showpost.php?p=23488256&postcount=40

Non ditemi che vi siete sciroppati anche questa... :gluglu: no non ci posso credere! :D

Ora, mi chiedo:

1) il DL 112/08 è del 25 giugno 2008.:D

2) è in vigore dal 26 giugno.:D:D

3) dal 26 al 30 ci stanno in mezzo un sabato ed una domenica. :D:D:D

Quindi, la differenza giugno 2008 - giugno 2007, se imputabile al DL 112/08, su cosa l'hanno calcolata? su due gg.? :sofico:

Potenza della propaganda sulle masse inerti...

:gluglu:

Buona bevuta.

:gluglu: :gluglu: :gluglu: :gluglu: :gluglu: :gluglu: :gluglu:

casmar
29-07-2008, 11:49
Si, una manica di cazzate.

http://www.hwupgrade.it/forum/showpost.php?p=23488256&postcount=40



Buona bevuta.

:gluglu: :gluglu: :gluglu: :gluglu: :gluglu: :gluglu: :gluglu:



La fonte a cuoi ho attinto la bevuta e' anche sul tuo beneamato Repubblica

LUVІ
29-07-2008, 11:54
La fonte a cuoi ho attinto la bevuta e' anche sul tuo beneamato Repubblica

Sempre cazzate restano.

alarico75
29-07-2008, 12:10
L'effetto annuncio c'e' e si vede.
Ora vediamo come va con le modifiche in attivo,da settembre-ottobre vedremo i risultati.