PDA

View Full Version : LM-317 Fanbus :D


deframat
15-04-2004, 10:51
Salve a tutti,
ho guardato un po' in giro per questo forum ma non ho trovato un circuito di regolazione delle ventole fatto con il regolatore di tensione LM317, così mi sono informato e l'ho fatto! Eccovi il risultato:

Foto:

Circuito 1 (con didascalia) (www.elritual.com/defra/lm317/circuito1.jpg )
Circuito 2 (www.elritual.com/defra/lm317/circuito2.jpg )
Circuito 3 (www.elritual.com/defra/lm317/circuito3.jpg )
Circuito 4 (www.elritual.com/defra/lm317/circuito4.jpg )
Esterno (www.elritual.com/defra/lm317/circuito5.jpg )
Piedinatura integrato (www.elritual.com/defra/lm317/lm-317.jpg )

Questo integrato permette una regolazione da circa 11v a 1.25v... Non può arrivare a 12v perchè l'integrato ha bisogno di essere alimentato e quindi si ciuccia via circa 1 volt... Teoricamente questo integrato supporta al massimo 1,5 Ampere perciò potete attaccarci almeno 7-8 ventole... Tuttavia io non lo farei, l'integrato si surriscalderebbe troppo e bisognerebbe metterci un generoso dissipatore... Se avete solo una ventola potete fare a meno del dissipatore ma se ne mettete 2 o più è meglio mettercelo... L'integrato dovrebbe resistere fino a 350°C ma meglio non sperimentarlo :D :D

Vi ho fatto, per vostra comodità, gli schemi elettrici; quello simbolico e quello pratico, spero siano comprensibili...

Schema simbolico (www.elritual.com/defra/lm317/schema1.jpg)
Schema Pratico/Realizzativo (www.elritual.com/defra/lm317/schema_pratico.jpg )

Devo dire per correttezza che la prima versione del circuito mi era venuta un po' troppo grande come dimensioni perciò ho dovuto rifarlo più compatto :D :D
Eccovi le foto della vecchia versione, potete anche vedere un interessante dissipatorino in rame autocostruito sull'integrato (nella nuova versione non ci stava, lo devo rifare :) :)

Circuito Vecchio 1 (www.elritual.com/defra/lm317/vecchio1.jpg)
Circuito Vecchio 2 (www.elritual.com/defra/lm317/vecchio2.jpg)
Circuito Vecchio 3 (www.elritual.com/defra/lm317/vecchio3.jpg)

Ultima cosa, i costi: tutti i componenti da utilizzarsi (esclusa la basetta millefori che avevo già) sono venuti a costare in totale 4.30 €...

Spero possa essere utile a qualcuno, e spero che non sia già stato pubblicato un progetto con questo integrato!

Ciao!

Jimmy3Dita
15-04-2004, 12:41
Bravo!
:owned:
;)

vinzi
15-04-2004, 14:00
Originariamente inviato da deframat
Salve a tutti,
ho guardato un po' in giro per questo forum ma non ho trovato un circuito di regolazione delle ventole fatto con il regolatore di tensione LM317, così mi sono informato e l'ho fatto!

Ciao!


Va bene un potenziometro qualsiasi oppure deve avere delle carateristiche particolari?

uno come questo (http://www.rs-components.it/cgi-bin/bv/browse/Module.jsp?BV_SessionID=@@@@1619117295.1082032148@@@@&BV_EngineID=cccdadcleikhfehcfngcfkmdgkldfhm.0&cacheID=itie&3259485595=3259485595&catoid=-160352131) andrebbe bene?

deframat
15-04-2004, 14:06
Per fare questo circuito va bene un potenziometro qualsiasi... Tutto il carico se lo assorbe l'integrato, quindi anche se un potenziometro è a basso assorbimento dovrebbe andare... Deve essere lineare e da 10k... Tutto qui...

vinzi
15-04-2004, 20:03
Originariamente inviato da deframat
Per fare questo circuito va bene un potenziometro qualsiasi... Tutto il carico se lo assorbe l'integrato, quindi anche se un potenziometro è a basso assorbimento dovrebbe andare... Deve essere lineare e da 10k... Tutto qui...


Se volesi gestire 4 ventole ho bisogno di quadruplicare il tutto giusto? Ci sono particolari accorgimenti?

deframat
15-04-2004, 20:11
Originariamente inviato da vinzi
Se volesi gestire 4 ventole ho bisogno di quadruplicare il tutto giusto? Ci sono particolari accorgimenti?

Se devi gestire 4 ventole separatamente devi fare 4 circuiti separati identici... Se invece vuoi gestire 4 ventole con un unico circuito (e quindi vanno tutte alla stessa velocità) devi vedere se l'amperaggio totale supera 1,5 Ampere, se si devi cambiare integrato (ad es. l'lm350 o il 338), in ogni caso se metti più ventole devi adottare anche un dissipatore adeguato per il regolatore...

ciao!

vinzi
15-04-2004, 20:15
si voglio regolare 4 ventole separatamente e devo rare entrare tutto in uno slot da 3,5 xkè ho gia un rheobus e vorrei utilizre la sua maskerina:)


spero di farci entrare tutto!

Ciao, Vinzi

deframat
15-04-2004, 20:22
penso che *forse* ci dovrebbe stare... In teoria il circuito occupa circa 2 cm come spessore, il bay da 3 e 1/2 è circa 10cm quindi dovresti farcela...

deframat
16-04-2004, 21:21
Se a qualcuno può interessare ho postato sul mio sito un tutorial passo-passo per realizzare il circuito... Dateci un occhiata!

http://www.elritual.com/defra/lm317/

Ciao!

vinzi
17-04-2004, 04:01
CIao, mi sa ke uno dei 2 schemi è sbagliato. Controlla la posizione del condensatore elettrolitico...

Ciao, Vinzi

deframat
17-04-2004, 09:12
Hai ragione! L'elettrolitico è storto!
In più ho invertito gli schemi nei link!
Grazie!

G69T
17-04-2004, 09:26
Interessante ;)

Che dimensioni viene ad avere un circuito di questo tipo?

Ciaooo

Gianluca

deframat
17-04-2004, 09:37
Io l'ho fatto stare in una basetta da 1,8 x 3 cm... In altezza saranno 2 - 2,5 cm. Il tutto escludendo l'alberino del potenziometro. Cmq sul link ci sono le foto del circuito realizzato se vuoi renderti conto delle dimensioni...

Ciao!

Tarm@
17-04-2004, 13:22
Bellino, anch'io ho costruito un Electrobus... :D

Nel tuo post hai scritto che il transistor che hai utilizzato si surriscalda molto se collegato a più ventole contemporaneamente...

Visto che probabilmente dovrai controllarci tutte le ventole che hai nel case se ti può essere utile nel mio 3D c'è la spiegazione su come costruirlo con un transistor che si chiama "BD435", riesce a reggere fino a 3A e non ha nessun problema di surriscaldamento...

La discussione è qui:

http://forum.hwupgrade.it/showthread.php?s=&threadid=648345

Bye;)

deframat
17-04-2004, 16:20
Si, avevo visto il tuo post... Volevo solamente mettere una soluzione alternativa... Nel mio caso controllo una sola ventola quindi non ci sono problemi, in ogni caso nel tutorial ho spiegato che esistono varie versioni identiche dello stesso integrato che supportano però 3 o 5 Ampere, quindi se uno dovesse collegarci tanta roba, basta che cambi integrato, oppure utilizza la tua soluzione :D

Ciao!

Tarm@
17-04-2004, 20:02
Originariamente inviato da deframat
Si, avevo visto il tuo post... Volevo solamente mettere una soluzione alternativa... Nel mio caso controllo una sola ventola quindi non ci sono problemi, in ogni caso nel tutorial ho spiegato che esistono varie versioni identiche dello stesso integrato che supportano però 3 o 5 Ampere, quindi se uno dovesse collegarci tanta roba, basta che cambi integrato, oppure utilizza la tua soluzione :D

Ciao!

D'accordissimo per la soluzione alternativa, sai che noia se no...:D

Per l'integrato da 5A... :eek: ...quanta roba ci si può collegare!!!
magari anke due Delta insieme!!! :sofico:

Bye;)

utente101
26-07-2005, 20:27
Ragazzi date un okkiata qui! C'è una bella recensione fatta passo passo! :D
Rheobus Project (http://www.capponcino.it/alessio/rheobus1.html)

Sermiky
27-07-2005, 11:10
Scusa ma non lo dissipi l' LM317?

deframat
27-07-2005, 12:26
Per amperaggi relativamente bassi, sotto i 500mA, non è necessario dissipare, certo l'integrato si scalda un po', ma regge senza problemi...
Volendo raggiungere i 3A di targa serve un signor dissipatore, roba da thermalright :D :D

ally
28-07-2005, 13:17
...+12 -12 in ingresso?...sicuro di questi dati?...

...ciao...

deframat
06-08-2005, 16:13
Scusa non ho capito cosa intendi... (sono appena tornato dalle ferie :D)

bos201
27-08-2005, 22:46
Ho preso il circuito di base postato in questo 3ad e l'ho evoluto e modificato. La mia versione non prevede lo spegnimento di ventole, (tranne se viene regolato al minimo il voltaggio, ma causa un surriscaldamento del integrato) ma si può scegliere se alimentarle a 12v o ad una tensione inferiore, la scelta si può fare per tutte e 3 le ventole o separatamente una ad una. Il fatto è che non sono sicuro che il circuito che ho creato funziona corretamente. Prego perciò chi ne capische di elettronica di vederlo e segnalarmi eventuali errori. Per chi vuole copiare il circuito è libero di farlo :D
http://img341.imageshack.us/img341/8564/evoluzione5au.th.jpg (http://img341.imageshack.us/my.php?image=evoluzione5au.jpg)

bos201
28-08-2005, 14:18
Riguardando il circuito mi sono accorto di un piccolo errore, mi devo mettere all'opea per trovare una soluzione per risolverlo. :wtf:

bos201
28-08-2005, 20:44
Corretto e modificato il tutto, adesso funziona :D
http://img289.imageshack.us/img289/2184/evoluzionecorrettov104vk.th.png (http://img289.imageshack.us/my.php?image=evoluzionecorrettov104vk.png)

deframat
28-08-2005, 21:34
Ma perchè invece di 3 masse separate e 3 +12V in ingresso non ne fai uno unico? Alla fine è lo stesso no?

bos201
28-08-2005, 21:39
Perchè mi è più comodo per i connetori è vero che di massa ne posso fare una sola e penso di farlo. Per il resto il circuito funziona? I valori delle resistenze non sono sicuro, qualcuno me li può dire?

deframat
29-08-2005, 20:17
Ad occhio e croce direi che funziona... Ma bisognerebbe controllare a fondo, ci vuole molto tempo :(
Intendi le resistenze per i led? Mettile da 180 ohm...

bos201
29-08-2005, 22:29
Io nei vari circuiti da cui hò preso spunto ho tutti i valori delle resistenze appena ho tempo metto i valori :)

mabocrack
11-10-2005, 14:48
bravo deframat è proprio quello che cercavo :)

lo faccio piu per gioco che per utilità (a si??? ahaha) quindi credo che prendero in prestito quelche componente in laboratorio da mio padre che è appassionato di elettronica... ciaoooo

deframat
11-10-2005, 17:42
quindi credo che prendero in prestito quelche componente in laboratorio da mio padre che è appassionato di elettronica... ciaoooo

Un po' come ho fatto io! :D :D

Jaadre
12-05-2007, 11:45
Ciao a tutti,
sarei interessato a costruirmi un unico regolatore di velocità per 3 ventole (due Nexus DSL-12L 120mm, ed una NoiseBlocker XE1 92mm), da utilizzare tramite un semplice potenziometro, perchè, per via della disposizione all'interno del case e della portata d'aria molto simile, è perfetto poterle regolare tutte insieme tramite un unico dispositivo.
Così avevo pensato di sfruttare il circuito progettato da Deframat, montandoci un LM350 e dissipandolo con un vecchio dissipatore per Pentium III. A proposito Deframat, grazie per il contributo alla conoscenza! :mano:

Ho letto che viene detto di usare un potenziometro lineare, con una specifica di 10k: si intende 10 kOhm?
Mi chiedo questo perchè la maggior parte dei potenziometri in commercio (come quelli della Noiseblocker con il pannellino per slot pci, ad esempio) sono da 100 Ohm: 10000 Ohm dove li trovo?? :D Nel caso, non potrebbe bastare da 1kOhm, oppure da 2,2? E, ancora, è necessario che abbia 3 piedini (contatti) o va bene anche da due?

...in ogni caso se metti più ventole devi adottare anche un dissipatore adeguato per il regolatore...

Inoltre, leggendo queste righe dell'autore del thread, mi chiedevo se per regolatore si intendesse il regolatore di tensione del circuito, oppure il potenziometro: c'è bisogno di dissipare anche quest'ultimo, oltre all'integrato?

Grazie

EDIT: ah, ho appena notato che la discussione è un bel po' vecchiotta: segnalatemi, per piacere, se ce n'è qualche altra che nel frattempo l'ha rimpiazzata per soluzione migliore o tecnicamente innovativa.
E tenete conto del fatto che non posso spendere soldi!

deframat
12-05-2007, 14:51
Ciao,
andiamo con ordine... Il potenziometro da utilizzare è proprio da 10 kOhm, il valore è frutto di una serie di calcoli e dimensionamenti in base alle altre resistenze e condensatori presenti. Lo trovi in qualsiasi negozio di elettronica, cerca tipo nelle pagine gialle, ce ne è sicuramente uno nella tua città (il mio paese ha 20000 abitanti e ce ne sono due!). Un potenziometro del genere costerà tipo 30 centesimi o giù di lì... Se ti va male 1 euro...
Il potenziomentro non va dissipato dato che tutto il carico viene gestito dall'LM350 (in questo caso...). Quindi solo l'integrato va dissipato adeguatamente.

Ti segnalo questa discussione più recente, presenta vari metodi alternativi al mio: http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1070691

Ciao!

fabri00
12-05-2007, 15:23
... Il potenziometro da utilizzare è proprio da 10 kOhm, il valore è frutto di una serie di calcoli e dimensionamenti in base alle altre resistenze e condensatori presenti.

Basta cambiare R1, e puoi usare altri valori; i condensatori non centrano col valore del potenziometro.

A parte questo concordo con te che visto il costo irrisorio del potenziometro non vale la pena fare delle modifiche.

Jaadre
13-05-2007, 16:55
Grazie per la risposta e le precisazioni.
Ho subito dato un'occhiata alla discussione segnalata e...

____________________________________________________________
4- Pilotaggio a transistor
Vantaggi:
(a) Una sciocchezza da costruire, sono 3 componenti in croce :)
(b) Economico... massimo 2 euro tutto compreso
(d) Assorbimento della circuitera praticamente trascurabile
(e) Dissipazione termica molto molto bassa
(f) Con il transistor dello schema (2N2222A), massimo assorbimento 800mA circa (cioè almeno 5 ventole da 80mm @ 12V)
(g) Soluzione elegante, compatta e funzionale che non necessita di modifiche a componenti esistenti
(h) Estrema reperibilità dei componenti
(i) Tensione di uscita modificabile a piacimento.

Svantaggi:
(a) Tensione d'uscita non stabilizzata, e dipendente dalla tensione d'entrata.

Esempi:
http://img134.imageshack.us/img134/1039/efnpn2ga.th.gif (http://img134.imageshack.us/my.php?image=efnpn2ga.gif)

____________________________________________________________

...ho trovato quest'altra interessante soluzione. Credo sia altrettanto valida, soprattutto per chi può beneficiare dei voltaggi abbastanza stabili dati da un buon alimentatore di marca, no?

Scusate, vale anche in questo caso lo stesso ragionamento sul potenziometro, per quanto riguarda dissipazione e dimensionamento?

Sareste così gentili da propormi delle varianti su questo tema, indicando transistor (oltre al già menzionato 2N2222A) e relativi resistenza e potenziometro?
Per ultimo, si potrebbe conoscere il dimensionamento della resistenza in modo tale che la regolazione minima del potenziomentro parta da 5 Volt?

fabri00
13-05-2007, 17:10
...ho trovato quest'altra interessante soluzione. Credo sia altrettanto valida, soprattutto per chi può beneficiare dei voltaggi abbastanza stabili dati da un buon alimentatore di marca, no?

Scusate, vale anche in questo caso lo stesso ragionamento sul potenziometro, per quanto riguarda dissipazione e dimensionamento?

Sareste così gentili da propormi delle varianti su questo tema, indicando transistor (oltre al già menzionato 2N2222A) e relativi resistenza e potenziometro?
Per ultimo, si potrebbe conoscere il dimensionamento della resistenza in modo tale che la regolazione minima del potenziomentro parta da 5 Volt?

Non è che cambi ad avere un alimentatore di marca o meno...per alimentare delle ventole và bene qualsiasi alimentatore.

Il 2n2222 è un po' leggerino per alimentare una ventola, a mio avviso, e scalderebbe molto; fra l'altro su quel tipo di transistor si fà fatica a montare un aletta di raffreddamento.

Guarda qui, e trovi tutte le risposte che vuoi, compreso lo stesso circuito con un transistor molto più robusto:

http://www.cpemma.co.uk/ef.html

Per il potenziometro devi usare il valore indicato; la dissipazione non importa perchè deve solo polarizzare la base di un transistor, per cui un potenziometro normale và benissimo.

Se vuoi avere una corrente minima di 5v., più la base del transistor è positiva, più conduce e quindi aumenta la tensione in uscita.
Per regolare il minimo puoi mettere un trimmer al posto della resistenza fissa da 1 k e sperimentalmente trovare la posizione che ti và bene.

Sei consapevole che la giunzione del transistor inevitabilmente ti frega circa 1,25 v., per cui non avrai mai 12 V. al massimo ?

Jaadre
13-05-2007, 19:00
Ciao Fabri, grazie per le risposte.
Non è che cambi ad avere un alimentatore di marca o meno...per alimentare delle ventole và bene qualsiasi alimentatore.
... intendevo solo dire che non c'è grande necessità di stabilizzare le tensioni con un regolatore di tensione, se hai dei buoni valori in ingresso; è una considerazione superficiale o erronea?
Sei consapevole che la giunzione del transistor inevitabilmente ti frega circa 1,25 v., per cui non avrai mai 12 V. al massimo ?
Uhm, questo l'avevo considerato, ma speravo si trattasse di una caduta di tensione di circa la metà! :( 1,25 volt sono parecchi...
Non ci sono transistor che assorbono di meno, ad esempio sugli 0,6-0,8 V ?
L'alternativa per essere il più possibile vicini ai 12 Volt qual è?

EDIT: ho dato un'occhiata al link da te suggerito, ma purtroppo non ho capito benissimo tutto, per via dell'inglese tecnico usato... mi pare di aver afferrato, però, che l'ultima soluzione mostrata, con una coppia di transistor, farebbe al caso mio. Puoi aiutarmi a costruirla, indicandomi i pezzi e, prima ancora, valutando se va bene per le tre ventole che devo pilotare (aventi all'incirca una corrente di attraversamento di 0,30 A l'una) ?

fabri00
17-05-2007, 08:40
... intendevo solo dire che non c'è grande necessità di stabilizzare le tensioni con un regolatore di tensione, se hai dei buoni valori in ingresso; è una considerazione superficiale o erronea?

E' una considerazione giusta, in valore assoluto, ma abbastanza inutile parlando di ventole.
Se anche hai un'oscillazione di +/- 0,5 V. nell'alimentare una ventola, non cambia quasi nulla all'atto pratico.



Uhm, questo l'avevo considerato, ma speravo si trattasse di una caduta di tensione di circa la metà! :( 1,25 volt sono parecchi...
Non ci sono transistor che assorbono di meno, ad esempio sugli 0,6-0,8 V ?
L'alternativa per essere il più possibile vicini ai 12 Volt qual è?

Le giunzioni hanno sempre una caduta di tensione; si può guardare un po' nei datasheet e cercare il transistor che l'ha più bassa.
Per non avere caduta di tensione devi usare un circuito pwm, che è un po' più complicato da costruire, ma ha dalla sua anche il vantaggio di non scaldare.
In ogni modo avresti avuto un po' di caduta anche usando l'LM.


EDIT: ho dato un'occhiata al link da te suggerito, ma purtroppo non ho capito benissimo tutto, per via dell'inglese tecnico usato... mi pare di aver afferrato, però, che l'ultima soluzione mostrata, con una coppia di transistor, farebbe al caso mio. Puoi aiutarmi a costruirla, indicandomi i pezzi e, prima ancora, valutando se va bene per le tre ventole che devo pilotare (aventi all'incirca una corrente di attraversamento di 0,30 A l'una) ?
Usa il secondo, quello con il darlington e sei a posto con anche un pelo di maggiore semplicità.
Il vantaggio del terzo circuito è che hai un po' meno di perdita di tensione sui 12 v., come dice nel testo.

deframat
17-05-2007, 14:10
Per non avere caduta di tensione devi usare un circuito pwm, che è un po' più complicato da costruire, ma ha dalla sua anche il vantaggio di non scaldare.


Attenzione che alimentare le ventole con il pwm non va sempre bene... Io ho un fanbus a 4 canali che regola appunto in pwm, non scalda niente come hai detto però certe ventole se gli riduci il voltaggio con questa modalità ronzano, è abbastanza fastidioso...

fabri00
17-05-2007, 17:32
Attenzione che alimentare le ventole con il pwm non va sempre bene... Io ho un fanbus a 4 canali che regola appunto in pwm, non scalda niente come hai detto però certe ventole se gli riduci il voltaggio con questa modalità ronzano, è abbastanza fastidioso...

Sono d'accordo con te, specialmente se il regolatore pwm è fatto male progettualmente.
Fatto bene non ronza.

rayman2007
31-05-2007, 15:40
Scusate ma il pwm alla fine fà lavorare le ventole sempre a 12v? per abbassare l'rpm su cosa agisce?
Faccio questa domanda xke sto usando il programma Speedfan e vario l'rpm di 2 ventola collegate alla mobo(quella in firma ke inspiegabilmente le fa girare a 1300 anzike 2400), quindi nel variare l'rpm agisce sulla tensione erogata?.

deframat
31-05-2007, 17:25
Per dirla in soldoni, il pwm fa funzionare la ventola ad impusi, invece di fornire continuamente tensione e corrente, li fornisce per un po' di tempo sì e per un po' di tempo no :)

rayman2007
31-05-2007, 20:26
Capito grazie, quindi x far variare la velocità si agisce sulla frequenza degli impulsi inviati, quindi si può sempre fare un calcolo sul consumo medio.

Esempio tipo quando facciamo girare con la mano una ruota tipo bici, e poi ogni tanto con la stessa frequenza gli ridiamo una spintarella, così in teoria mantiene gli stessi giri.
Ora se la tensione la paragoniamo all'intensità con cui diamo la spintarella,per farla girare piu piano allunghiamo il tempo che intercorre tra una spinta e l'altra, ma diminuiamo anche l'intensità con cui spingiamo??

Jaadre
09-06-2007, 19:50
Usa il secondo, quello con il darlington e sei a posto con anche un pelo di maggiore semplicità.
Il vantaggio del terzo circuito è che hai un po' meno di perdita di tensione sui 12 v., come dice nel testo.

Ok Fabri, grazie per le dritte; mi sono infine deciso per il pilotaggio con coppia di transistor (la terza soluzione, appunto), così da poter avere la minima caduta di tensione possibile a pieno regime: puoi suggerirmi una buona coppia di transistor da comprare?
Se per avere questo aiuto devo fornire le specifiche esatte delle ventole, ditemelo che ve le posto al più presto.

Ciao e grazie ancora.

Duke.N.4ever
25-10-2007, 21:10
ho un piccolo problema devo dimensionare l uscita di un lm 350 a 12v uno 5 e un altro a 3.3 solo che sulla linea dei 12 v mi occorrono circa 17 W

ke che valore metto delle resistenze sia in ohm che in watt
grazie

deframat
25-10-2007, 23:35
Ciao,
sul datasheet dell'lm-350 dovrebbero esserci delle formule per calcolare la v di uscita in base alle resistenze che metti... Dovrei guardare, al momento non so risponderti.
Per quanto riguarda il wattaggio delle resistenze, non è importante in quanto servono solo da riferimento per l'lm350, non ci passa corrente elevata. L'unico che gestisce correnti elevate è l'integrato, che sicuramente andrà dissipato.

Duke.N.4ever
30-10-2007, 17:36
allora ho trovato la formula Vout=Vrif x (1+r2\r1)+IadjR2

qualcuno mi delucidi un attimo la formula thx

Paky
01-11-2007, 15:59
r1 ed r2 le dimensioni tu

vrif e Iadj sono sicuramente dati ricavabili dal datasheet

Duke.N.4ever
06-11-2007, 19:41
allora vi do il link del datasheet http://www.ortodoxism.ro/datasheets/nationalsemiconductor/DS009061.PDF
xkè non la riesco a trovare sta Iadj

Duke.N.4ever
07-11-2007, 20:35
UP:D ne ho bis entro il 9

Duke.N.4ever
15-11-2007, 16:34
umm ripensandoci potrei usare un trimmer come r2 al posto di un potenziomentro o della resistenza e cercare le tensioni cn il tester cosi dovrebbe essere piu semplice

Gerozz88
10-02-2008, 14:15
Ho letto con molto interesse la guida, mi pare davvero ben fatta.
Stavo pensando, secondo voi sarebbe una buona idea installare di fianco al potenziometro anche un deviatore a levetta per bypassare il circuito ed evitare il drop di tensione?
In questo modo si potrebbe avere la possibilità di fornire i 12 volt normalmente oppure dagli undici volt in giù, senza perdere preziosi rpm della ventola :)

Paky
10-02-2008, 14:20
dipende dove vuoi piazzare questo deviatore

Gerozz88
10-02-2008, 14:39
dipende dove vuoi piazzare questo deviatore

Stavo pensando a qualcosa di semplice per bypassare completamente il circuito
Qui uno schemino con paint ^_^
http://img85.imageshack.us/img85/7772/schema1id9.th.jpg (http://img85.imageshack.us/my.php?image=schema1id9.jpg)

Si potrebbe acquistare un deviatore a pannello e collocarlo di fianco al potenziometro

Paky
10-02-2008, 14:50
si , il collegamento è corretto , ma manca un diodo
devi piazzarlo in uscita tra lm317(pin2) e +OUT , altrimenti riversi la 12 V sul circuito

per evitare di introdurre un'ulteriore caduta di di 0.7 sul Vout metti un diodo al germanio , così' la contieni in 0.3

Gerozz88
10-02-2008, 15:16
si , il collegamento è corretto , ma manca un diodo
devi piazzarlo in uscita tra lm317(pin2) e +OUT , altrimenti riversi la 12 V sul circuito

per evitare di introdurre un'ulteriore caduta di di 0.7 sul Vout metti un diodo al germanio , così' la contieni in 0.3

Hai ragione, non ci avevo pensato.
La caduta di 0,3 volt sarebbe sugli 11 volt di uscita del circuito, giusto?
Dunque il deviatore permetterebbe di scegliere tra circa 10,5 V in giù e i 12 volt per far girare la ventola a pieno regime.
Qui la modifica:
http://img513.imageshack.us/img513/863/schema1li0.th.jpg (http://img513.imageshack.us/my.php?image=schema1li0.jpg)

Paky
10-02-2008, 15:33
si , tutto giusto, anche se in questo 3d si è troppo ottimisti

il drop out del 317 è 3v

quindi 12-3-0.3=8.7V MAX stabilizzati da cristiani

Gerozz88
10-02-2008, 15:46
si , tutto giusto, anche se in questo 3d si è troppo ottimisti

il drop out del 317 è 3v

quindi 12-3-0.3=8.7V MAX stabilizzati da cristiani
Da qui ho letto che il vdrop è di 1,7-2 volt
http://www.cpemma.co.uk/reg.html
E sarebbe ancora accettabile, ma con il tuo post mi hai fatto venire qualche dubbio.
Credo che alla fine ripiegherò su un ben più economico deviatore 12V 7V, dal momento che me ne servirebbero almeno 3 per pilotare altrettante ventole da 7 watt

Paky
10-02-2008, 16:18
bisogna far riferimento sempre al datasheet , carta canta

LM317T
http://img229.imageshack.us/img229/6339/317jt7.png

significa che per stabilizzare la differenza tra Vi e Vo deve essere compresa tra un minimo di 3v ad un massimo di 40V (oltre crepa)

malocchio
17-07-2008, 09:34
Da qui ho letto che il vdrop è di 1,7-2 volt
http://www.cpemma.co.uk/reg.html
E sarebbe ancora accettabile, ma con il tuo post mi hai fatto venire qualche dubbio.
Credo che alla fine ripiegherò su un ben più economico deviatore 12V 7V, dal momento che me ne servirebbero almeno 3 per pilotare altrettante ventole da 7 watt

Sui datasheet la tensione di caduta è uguale al VREF, per cui 1.25v.

Quindi tensione massima in uscita con VIN=12v
10.75v

Paky
17-07-2008, 10:24
meno male che ho postato il il riferimento del datasheet un post sopra il tuo :D

gnek
04-09-2008, 12:06
volevo ringraziare l'autore del tread, ho realizzato un fanbus con i suoi schemi e funziona alla grande!! però ho aggiunto un deviatore (3vie 1 posizione), collegando il comune alla fan e le due uscite rispettivamente alla +12 e all'uscita del circuito.
chiedo scusa a deframat perchè ho (AB)usato dei sui disegni nel tread "[guida] downvolting e affini"
tenete conto che io NON SO NULLA di elettronica e questo è il primo tread in cui è spiegato chiaramente, anche per noi profani. grazie!

minocus
27-09-2008, 08:57
Hai ragione, non ci avevo pensato.
La caduta di 0,3 volt sarebbe sugli 11 volt di uscita del circuito, giusto?
Dunque il deviatore permetterebbe di scegliere tra circa 10,5 V in giù e i 12 volt per far girare la ventola a pieno regime.
Qui la modifica:
http://img513.imageshack.us/img513/863/schema1li0.th.jpg (http://img513.imageshack.us/my.php?image=schema1li0.jpg)

Salve a tutti.
Sto costruendo anche io tale circuito per regolare tutte le ventole (sei) messe in parallelo.
Premettendo che l'assorbimento totale delle ventole è di 3A, sostituirò l' LM317T (1,5A max) con l' LM338 (5A max).
Il problema è il diodo di protezione: è proprio necessario???
Volevo metter su un volgare 1N4001 ma dal datasheet vedo che la corrente max è di 1A, quindi non dovrebbe andare bene.
Volevo domandarvi quindi quale diodo mettere (che regga almeno una corrente di 3A)?
Grazie.

Paky
27-09-2008, 11:24
1N54XX

una domanda...

ma che razza di ventole devi montarci?
500mA l'una mi sembra un'assurdo

minocus
27-09-2008, 18:08
1N54XX

una domanda...

ma che razza di ventole devi montarci?
500mA l'una mi sembra un'assurdo

Allora le ventole che ho sono:
silverstone FM123 da 2600rpm 0.5A (sul Thermalright Ultra-120 Extreme)
Scythe SlipStream da 1900rpm 0,53A (sul Case CoolerMaster CM590)
Scythe SlipStream da 1600rpm 0,41A (DUE) (sul Case CoolerMaster CM590)
Scythe SlipStream da 1200rpm 0,26A (DUE) (sul Case CoolerMaster CM590).
Assorbimento totale delle ventole= 2,37 Ampere.
Poi ho tenuto conto della corrente di spunto per far partire le ventole, che per esempio per le ventole da 0,5A era di 0,7 Ampere (misurata), ed ecco che arriviamo ai 3 Ampere (circa).
Comme regolatore potevo usare l' LM350 da 3A, ma lavolerebbe al limite di corrente max, cosi opto per l' LM338 da 5A in package metallico.
Se ho sbagliato in qualcosa ditemelo, non ho ancora montato il circuitino.
Grazie comunque per la risposta.

Paky
27-09-2008, 18:26
urka che corazzata :eekk:

Paky
28-09-2008, 14:45
bazzico questo 3d di tanto in tanto , e devo ammettere che non avevo mai cliccato sull'immagine per visionarla in full screen

oggi l'ho fatto e vorrei fare un appunto

http://www.elritual.com/defra/lm317/schema1.jpg

il circuito non è dimensionato correttamente

1) anzitutto la R1 da 1Kohm non va bene , la casa madre consiglia valori intorno ai 220ohm

2) l'accoppiata scelta per R1 e R2 permette di regolare la tensione di uscita da un minimo di 1,25V ad un massimo di quasi 14V , quando la tensione di ingresso è di soli 12V

La soglia minima di 1,25V rende la regolazione difficoltosa dato che si rischia di scendere troppo e trovarsi con le ventole ferme

3) la polarizzazione è funzionale ma è minima , occorrerebbe un altro condensatore per stabilizzare il pin di regolazione e 2 diodi per preservare l'integrato dalla scarica dei condensatori

gnek
28-09-2008, 18:44
bazzico questo 3d di tanto in tanto , e devo ammettere che non avevo mai cliccato sull'immagine per visionarla in full screen

[CUT]... condensatori
io non ci capisco nulla. ma il mio per il momento va. quindi ti chiedo: "in spiccioli, va bene così o devo aggiungere tutta quella roba che hai detto tu?"

Paky
28-09-2008, 20:42
io non ho detto che non funziona... ho detto che:

-regola da 1.25V (inutile e deleterio perchè scendendo troppo la ventola si ferma)

-fino ad un massimo di 14V...soglia che il regolatore non raggiunge mai e quindi lavora male col potenziometro al MAX

-che sul pin di regolazione manca un condensatore per migliorare la stabilità della Vregolata

-che e non è protetto dallo scaricarsi dei condensatori


la variante + corretta è questa

http://img513.imageshack.us/img513/931/schemabi8.png

il circuito in questo modo varia la sua VOUT da:

-un minimo di 4V circa (potenziometro tutto sinistra)
-ad un massimo di 9.6V circa (potenziometro tutto a destra)

in questo modo la regolazione delle ventole è + fluida
non si rischia di trovarle ferme
e soprattutto si rispetta la differenza tra IN-OUT di 3V come stabilito dal costruttore dell' LM317


P.S. Si tenga presente che la condizione di massima dissipazione termica si ha con l'uscita a 4V (ventole al minimo)

non conviene andare oltre i 15W

quindi ipotizzando un carico massimo di 4 ventole da 250mA a 4V
il totale assorbito sarà di 1A

e la relativa potenza dissipata di --> (VIN-VOUT)*1A

(12.5-4)*1= 8.5W

accettabile , ma consiglio un piccolo dissipatore

gnek
29-09-2008, 13:45
sono sicuro che sia fantastico, ma ti trovo subito qualche piccolo problema:
- il potenziometro dov'è? non lo vedo...
- la corrente in uscita cala ancora di più, tenendolo al massimo è già un bel po' downvoltata
- con tutta quella roba in più è molto più difficile da fare e molto più costoso (una delle caratteristiche che aveva era di essere "quattro componenti in croce"). a me è venuto 5 euro al circuito. ne ho fatti 4.... se non avevo esigenze estetiche mi sarebbe costato molto meno comprarne uno da due soldi.

Paky
29-09-2008, 17:16
sono sicuro che sia fantastico, ma ti trovo subito qualche piccolo problema:
- il potenziometro dov'è? non lo vedo...
è sempre al suo posto :D , a destra ha il valore 1 Kohm

- la corrente in uscita cala ancora di più, tenendolo al massimo è già un bel po' downvoltata
Tensione , questo circuito regola solo quella

al massimo sono 9,6V , quasi 10... perdi qualche centinaio di giri/min rispetto ad un collegamento diretto senza FAnbus, non mi sembra una tragedia


- con tutta quella roba in più è molto più difficile da fare e molto più costoso

tutta quella roba? costoso? :mbe:

rispetto al circuito che hai realizzato ci sono in + :

3 condensatori 1€
1 resistenza 5 cent. €
2 diodi 30 cent. €

Totale : 1.35€

a me è venuto 5 euro al circuito

beh il venditore ci ha lucrato un po su

LM317 = 1.5€
i 2 condensatori = 60 cent. €
il potenziometro a carbone = 1€

totale = 3.1€