PDA

View Full Version : The elders scroll 4: Oblivion


karl90
09-09-2006, 23:21
Recensione scritta da Karl 90:
The Elders Scrolls (TES) è una saga composta da quattro episodi, ognuno, in un certo senso, legato. L'ultimo episodio di questa saga è TES4 Oblivion. Parlando della trama, impersonerete un prigioniero di qui non si sa nulla, se non che voi dovete letteralmente "crearlo", almeno fisicamente. A gran sorpresa di questo prigioniero, rintanato nella sua cella, verra a fargli "visita", l'imperatore in persona. L'imperatore, scortato dai suoi uomini, sembra voglia fuggire da qualcuno, o... da qualcosa. Una volta seguito l'imperatore, egli verrà ucciso, senza che noi potremmo reagire. Egli ci donera un ciondolo millenario, e ci ordinerà di andare alla citta di Cyrodill, dove trovare un prete a cui chiedere informazioni, ma fermiamoci qui, non vorrei rovinare la sorpresa.
GRAFICA:
TES4 graficamente al massimo è un capolavoro: eccellente in ogni dettaglio, da un singolo filo d'erba alla rifrazione acquatica di un lago o mare. Potremo modificare il tutto dalle opzioni di gioco o dall' ini., ma questo è per i più esperti.
Potremo attivare l'HDR, o il bloom, due effetti in grado di simulare il bagliore umano, ma più efficace nell HDR(High dinamyc range). Purtroppo tutta questa grafica è molto pesante, per giocare in modo degno occore una ge-force 7900 GXT da 512 mega, e per giocare bene uno sli con la precedente ge-force.
Audio:
L'audio di TES4 è di buona fattura, con ottime sincronizzazioni labiali e un buon repertorio di musiche. Sappiate che le musiche sono modificabili, essendo mp3. Quando attraverserete una prateria, per esempio, avrete la sensazione che sia "viva", tanto che i suoni rendono l'idea.
Giocabilità:
TES4 è un fps/fantasy, quindi via Colt 1911AI, carabine, mg42 ecc... qui vengono accolte spade, archi, asce, lance ecc... Potrete effettuare con ogni arma una combo, in grado di paralizzare, atterrare, disarmare l'avversario.
Ottenendo inoltre EXP, potrete aumentare di livello, ma le caratteristiche aumenteranno solo se prima del Level UP avrete effettivamente usato quella abilità, per esempio, non combattendo mai, non aumenterete la forza in buon modo, anche se avete corso sempre. Potrete anche modificare la difficolta ogni volta che volete, in modo da non dire "TES4 è una palla, perchè impossibile". Oltre a combattere e fare quello che si fa di solito in un fps, potrete anche comunicare con la gente, parlare, dire idiozie, serietà, bugie ecc..., e risultare simpatici o meno. Mi raccomando di non commettere pazie, come uccidere innocenti ecc..., o l'esercito delle guardia(trilioni di miliardi di guardie infinite) vi verranno a dosso, a meno che non lo effettuerete di nascosto con un apposito mod.
Longevità:
Mastodontica: dalle 30 ore all 100 e passa per completare tutto il gioco. Inoltre grazie ai mod multyplayer o coop vi divertirete un mondo!!!

Ma ogni medaglia a un rovescio...
infatti, il giochino qui in questione, prodotto dai Bethesha, fa schifo in stabilità: pensate che quando l'ho installato crashava sempre nelle grotte, oppure addirittura danneggiava in modo lieve, ma dannatamente fastidioso, il pc, rallentando l'avvio o addirittura annullarlo! Ma pensa te, con il pc che ho(un mostro di potenza), e questo potrebbe succedere anche a voi, e anche con la patch non cambia nulla! Quindi, mi raccomando, potrete divertirvi, ma non è sicuro...

Voti:
Grafica: 9.5
Sonoro e doppiaggio: 8
Giocabilità: 9
Longevità: 9.5
Stabilità: 2
Globale: 9

Conclusioni: un gioco bellissimo, molto divertente e longevo, ma pieno di bug e molto instabile.

Gaspe91
10-09-2006, 16:44
Beh ti quoto quasi in tutto, anche se nella stabilità gli avrei dato un pochino di più... ma forse dipende da pc a pc.
Bisogna aggiungere poi il fattoche la Bethesda se ne sta FREGANDO della localizzazione in ita, dato che sono mesi che aspettiamo la patch che dovrebbe risolvere qualcosa :doh:

danyarco
14-09-2006, 17:27
vi quoto e sottolineo il problema dei miliardi di bug presenti nel gioco ... cmq tutto il resto lo rendono un ottimissimo gioco

Martino84
25-09-2006, 16:06
Sono daccordo con te karl, vorrei aggiungere comunque che per quanto riguarda la stabilità per quello che ho letto (cosa completamente confermata da quanto ho visto) l'instabilità colpisce soprtutto le GPU di Nvidia, io ho una ATI Radeon di fascia alta con i driver aggiornati e in molte ore non credo sia MAI saltato, mentre mio cugino con una vecchia GeForce c'è diventato semo.
Per quanto riguarda la grafica in generale è magnifica ma un difetto ce l'ha: le texture a distanza media e lontana "sgranano" decisamente troppo rispetto a quelle, dettagliatissime, più vicine.
Ultima nota sulla localizzazione... non credo di aggiungere nulla se dico che è davvero tremenda, e che mina il divertimento del gioco.
Ciao!

Cfranco
25-09-2006, 16:39
Trovo la recensione molto buona .
Per i bug , ho una X1800XT , col sistema pulito e aggiornatissimo , il gioco crasha regolarmente all' uscita :mbe: , e , sporadicamente , anche durante l' azione , mi è successo un paio di volte anche di restare incastrato tra le rocce senza poter uscire :muro:
Consiglio a tutti di usare spesso il salvataggio veloce ( F5 ) , dover ricominciare un dungeon dall' inizio può essere fastidioso , e a chi sa l' inglese di evitare la versione italiana doppiata da cani .
Anch' io dò i miei voti:
Grafica: 9 , ottima ma esosa di risorse .
Sonoro e doppiaggio: 6 , 9 per il sonoro e 3 per la localizzazione .
Giocabilità: 9 , sistema di combattimento abbastanza intuitivo .
Longevità: 8 , molto lungo ma un po' ripetitivo
Stabilità: 4 , giocabile , ma ci sono sporadici crash fastidiosi .
Globale: 9 , un must del genere .
PRO : grafica meravigliosa , c' è un continente da esplorare , tantissime quest , buona trama .
CONTRO : Alcuni bug , localizzazione fatta con il traduttore di google , a tratti ripetitivo .

Per un confronto fra poco esce Gothic 3 , vediamo chi vincerà .

Martino84
25-09-2006, 20:54
A me non crasha mai :D e ho anch'io la Radeon X1800XT... sarò un miracolato... :ciapet:

Dancing Poet
24-01-2007, 12:34
The Elder Scroll IV: Oblivion

http://www.dpluss.nl/oblivion.jpg



Di Oblivion si è parlato moltissimo e, nel bene e nel male, si è facilmente imposto come un pilastro dei videogames di nuova generazione; addirittura si potrebbe asserire che la sua esistenza fa davvero da "spartiacque" tra vecchia e nuova generazione di videogames.
Suo punto di forza sta certamente nella grafica e nel gamplay. In Oblivion non vi è solo grafica mozzafiato, ma anche l'importante concetto del rendere tutto (o quasi) interagibile. All'interno di un edificio potremmo raccogliere, spostare o rubare la maggior parte (si potrebbe tranquillamente dire "tutti") degli oggetti visibili. Questo è una caratteristica a cui ci si abitua, dimenticando che sono davvero pochissimi i giochi che vantano un'interagibilità così potenziata. Camminando per le città si ha la percezione di trovarsi in un ambiente realmente vivo, in cui le persone si alzano la mattina per andare a lavorare, lavorano, chiudono il negozio, vanno in una taverna a bere la sera per poi tornare a casa. Ogni singolo essere vivente pensante del gioco avrà un suo personale parere su di noi, ad alcuni piaceremo ad altri assolutamente no e, non di meno, con il proseguire delle nostre avventure la nostra fama accrescerà, anche in questo caso, nel bene o nel male.
Oblivion si pone come un gioco di ruolo tuttavia, i moltissimi fanatici del genere, non risparmiano assolutamente le proprie numerose critiche personali. Oblivion, ai più, appare come un gioco di ruolo mancato, poichè la trama e i fili del racconto non sono propriamente quelli di un fresco gioco di ruolo. La notevole libertà fa sì che la trama risulti costantemente fluttuante in un iperuranio di cui si dimentica spesso anche l'esistenza. Dopo molte ore di gioco si ha la frustrante sensazione che, forse, una trama nemmeno ci sia. Appurando e ammettendo l'effettiva debolezza della trama principale, un pò "moscia" e "dozzinale", è importante far notare alcuni punti assolutamente a favore del titolo per quanto concerne l'argomento. Le tante quest del gioco, a parer mio, risultano, nella maggior parte dei casi, molto ben orchestrate. Alcune sono molto intelligenti e ruolisticamente parlando avvincenti, soprattutto quelle a sfondo investigativo o quelle con effetto sorpresa. Tendenzialmente la mia posizione si pone a difesa del concetto "gioco di ruolo" affiancato al titolo Oblivion poichè "gioco di ruolo" non significa esclusivamente TRAMA, gioco di ruolo significa calarsi nei panni, vedere con gli occhi del nostro personaggio, vivere un'esperienza avventurosa vestendo i panni di un eroe, provando emozioni. Oblivion è un gioco di ruolo che mette in luce caratteristiche potenziate che non si erano mai viste, si è puntato tutto sul rendere il più reale possibile l'esperienza avventurosa. Per farlo si è dovuto scendere a patti poichè dare più libertà al giocatore significa avere esponenzialmente meno controllo sui fili del racconto; è un fatto che non va lasciato scorrere. Per tutti questi motivi credo che sia assolutamente sciocco paragonare giochi come Neverwinter Nights 2 ad Oblivion, poichè sono due titoli che esprimono il proprio "giocare di ruolo" in due modi assolutamente diversi: Neverwinter Nigths pone tutto sulla narrazione e sugli abili intrecci ruolistici, Oblivion pone tutto sull'esperienza introspettiva di gioco, sul rendere l'esperienza il più reale possibile fornendo la massima libertà d'azione. Sono due modi diversi di fare la stessa cosa, sono due strategie diverse assolutamente non paragonabili, e trovo che sia da bigotti del gioco di ruolo affermare che l'uno sia superiore all'altro: questione di gusti.
A parer mio non è dunque corretto affermare che Oblivion non sia un gioco di ruolo, poichè esprime questa natura attraverso caratteristiche "diverse", fresche e nuove, in passato assolutamente non producibili per ovvi motivazioni tecniche. Tuttavia, che la trama principale sia pacchiana, bè, anche questo è un fatto.

maeco84
01-02-2007, 08:44
Recensione scritta da Karl 90:
The Elders Scrolls (TES) è una saga composta da quattro episodi, ognuno, in un certo senso, legato. L'ultimo episodio di questa saga è TES4 Oblivion. Parlando della trama, impersonerete un prigioniero di qui non si sa nulla, se non che voi dovete letteralmente "crearlo", almeno fisicamente. A gran sorpresa di questo prigioniero, rintanato nella sua cella, verra a fargli "visita", l'imperatore in persona. L'imperatore, scortato dai suoi uomini, sembra voglia fuggire da qualcuno, o... da qualcosa. Una volta seguito l'imperatore, egli verrà ucciso, senza che noi potremmo reagire. Egli ci donera un ciondolo millenario, e ci ordinerà di andare alla citta di Cyrodill, dove trovare un prete a cui chiedere informazioni, ma fermiamoci qui, non vorrei rovinare la sorpresa.
GRAFICA:
TES4 graficamente al massimo è un capolavoro: eccellente in ogni dettaglio, da un singolo filo d'erba alla rifrazione acquatica di un lago o mare. Potremo modificare il tutto dalle opzioni di gioco o dall' ini., ma questo è per i più esperti.
Potremo attivare l'HDR, o il bloom, due effetti in grado di simulare il bagliore umano, ma più efficace nell HDR(High dinamyc range). Purtroppo tutta questa grafica è molto pesante, per giocare in modo degno occore una ge-force 7900 GXT da 512 mega, e per giocare bene uno sli con la precedente ge-force.
Audio:
L'audio di TES4 è di buona fattura, con ottime sincronizzazioni labiali e un buon repertorio di musiche. Sappiate che le musiche sono modificabili, essendo mp3. Quando attraverserete una prateria, per esempio, avrete la sensazione che sia "viva", tanto che i suoni rendono l'idea.
Giocabilità:
TES4 è un fps/fantasy, quindi via Colt 1911AI, carabine, mg42 ecc... qui vengono accolte spade, archi, asce, lance ecc... Potrete effettuare con ogni arma una combo, in grado di paralizzare, atterrare, disarmare l'avversario.
Ottenendo inoltre EXP, potrete aumentare di livello, ma le caratteristiche aumenteranno solo se prima del Level UP avrete effettivamente usato quella abilità, per esempio, non combattendo mai, non aumenterete la forza in buon modo, anche se avete corso sempre. Potrete anche modificare la difficolta ogni volta che volete, in modo da non dire "TES4 è una palla, perchè impossibile". Oltre a combattere e fare quello che si fa di solito in un fps, potrete anche comunicare con la gente, parlare, dire idiozie, serietà, bugie ecc..., e risultare simpatici o meno. Mi raccomando di non commettere pazie, come uccidere innocenti ecc..., o l'esercito delle guardia(trilioni di miliardi di guardie infinite) vi verranno a dosso, a meno che non lo effettuerete di nascosto con un apposito mod.
Longevità:
Mastodontica: dalle 30 ore all 100 e passa per completare tutto il gioco. Inoltre grazie ai mod multyplayer o coop vi divertirete un mondo!!!

Ma ogni medaglia a un rovescio...
infatti, il giochino qui in questione, prodotto dai Bethesha, fa schifo in stabilità: pensate che quando l'ho installato crashava sempre nelle grotte, oppure addirittura danneggiava in modo lieve, ma dannatamente fastidioso, il pc, rallentando l'avvio o addirittura annullarlo! Ma pensa te, con il pc che ho(un mostro di potenza), e questo potrebbe succedere anche a voi, e anche con la patch non cambia nulla! Quindi, mi raccomando, potrete divertirvi, ma non è sicuro...

Voti:
Grafica: 9.5
Sonoro e doppiaggio: 8
Giocabilità: 9
Longevità: 9.5
Stabilità: 2
Globale: 9

Conclusioni: un gioco bellissimo, molto divertente e longevo, ma pieno di bug e molto instabile.

Stabilità ...2? Ma quello non è dovuto al gioco sai :D , credo sia il tuo computer a dover ricevere tale voto... crash nelle grotte? Mai capitato.... ci gioco da un'anno e si e no le volte che mi si è inchiodato le puoi contare sulle dita... che è del tutto normale... bug? Nelle traduzioni forse... ma che incidano sul gameplay non ne ho visti... ma va, ma va... :Prrr: Cambiate computer, senza offesa...

sommojames
02-04-2007, 22:52
The Elder Scroll IV: Oblivion

http://www.dpluss.nl/oblivion.jpg



Di Oblivion si è parlato moltissimo e, nel bene e nel male, si è facilmente imposto come un pilastro dei videogames di nuova generazione; addirittura si potrebbe asserire che la sua esistenza fa davvero da "spartiacque" tra vecchia e nuova generazione di videogames.
Suo punto di forza sta certamente nella grafica e nel gamplay. In Oblivion non vi è solo grafica mozzafiato, ma anche l'importante concetto del rendere tutto (o quasi) interagibile. All'interno di un edificio potremmo raccogliere, spostare o rubare la maggior parte (si potrebbe tranquillamente dire "tutti") degli oggetti visibili. Questo è una caratteristica a cui ci si abitua, dimenticando che sono davvero pochissimi i giochi che vantano un'interagibilità così potenziata. Camminando per le città si ha la percezione di trovarsi in un ambiente realmente vivo, in cui le persone si alzano la mattina per andare a lavorare, lavorano, chiudono il negozio, vanno in una taverna a bere la sera per poi tornare a casa. Ogni singolo essere vivente pensante del gioco avrà un suo personale parere su di noi, ad alcuni piaceremo ad altri assolutamente no e, non di meno, con il proseguire delle nostre avventure la nostra fama accrescerà, anche in questo caso, nel bene o nel male.
Oblivion si pone come un gioco di ruolo tuttavia, i moltissimi fanatici del genere, non risparmiano assolutamente le proprie numerose critiche personali. Oblivion, ai più, appare come un gioco di ruolo mancato, poichè la trama e i fili del racconto non sono propriamente quelli di un fresco gioco di ruolo. La notevole libertà fa sì che la trama risulti costantemente fluttuante in un iperuranio di cui si dimentica spesso anche l'esistenza. Dopo molte ore di gioco si ha la frustrante sensazione che, forse, una trama nemmeno ci sia. Appurando e ammettendo l'effettiva debolezza della trama principale, un pò "moscia" e "dozzinale", è importante far notare alcuni punti assolutamente a favore del titolo per quanto concerne l'argomento. Le tante quest del gioco, a parer mio, risultano, nella maggior parte dei casi, molto ben orchestrate. Alcune sono molto intelligenti e ruolisticamente parlando avvincenti, soprattutto quelle a sfondo investigativo o quelle con effetto sorpresa. Tendenzialmente la mia posizione si pone a difesa del concetto "gioco di ruolo" affiancato al titolo Oblivion poichè "gioco di ruolo" non significa esclusivamente TRAMA, gioco di ruolo significa calarsi nei panni, vedere con gli occhi del nostro personaggio, vivere un'esperienza avventurosa vestendo i panni di un eroe, provando emozioni. Oblivion è un gioco di ruolo che mette in luce caratteristiche potenziate che non si erano mai viste, si è puntato tutto sul rendere il più reale possibile l'esperienza avventurosa. Per farlo si è dovuto scendere a patti poichè dare più libertà al giocatore significa avere esponenzialmente meno controllo sui fili del racconto; è un fatto che non va lasciato scorrere. Per tutti questi motivi credo che sia assolutamente sciocco paragonare giochi come Neverwinter Nights 2 ad Oblivion, poichè sono due titoli che esprimono il proprio "giocare di ruolo" in due modi assolutamente diversi: Neverwinter Nigths pone tutto sulla narrazione e sugli abili intrecci ruolistici, Oblivion pone tutto sull'esperienza introspettiva di gioco, sul rendere l'esperienza il più reale possibile fornendo la massima libertà d'azione. Sono due modi diversi di fare la stessa cosa, sono due strategie diverse assolutamente non paragonabili, e trovo che sia da bigotti del gioco di ruolo affermare che l'uno sia superiore all'altro: questione di gusti.
A parer mio non è dunque corretto affermare che Oblivion non sia un gioco di ruolo, poichè esprime questa natura attraverso caratteristiche "diverse", fresche e nuove, in passato assolutamente non producibili per ovvi motivazioni tecniche. Tuttavia, che la trama principale sia pacchiana, bè, anche questo è un fatto.


Ma che spartiacque, l'interazione totale con l'ambiente c'era già anche in Deus Ex ben 5 anni prima.

DakmorNoland
06-04-2007, 08:27
Ma che spartiacque, l'interazione totale con l'ambiente c'era già anche in Deus Ex ben 5 anni prima.

Poi scusate ma se e' per quello c'era pure in morrowind!!!!

Infatti a me ha un po' deluso, avendo giocato a lungo a morrowind, alla fine e' identico, solo gli hanno migliorato la grafica, poi il sistema di gioco e' quello!

Chiaro per uno che non sa nemmeno cosa sia morrowind puo' essere innovativo, altrimenti non vedo grosse novita'.

giacomino29
19-12-2007, 10:46
The Elder Scroll IV: Oblivion

http://www.dpluss.nl/oblivion.jpg



Di Oblivion si è parlato moltissimo e, nel bene e nel male, si è facilmente imposto come un pilastro dei videogames di nuova generazione; addirittura si potrebbe asserire che la sua esistenza fa davvero da "spartiacque" tra vecchia e nuova generazione di videogames.
Suo punto di forza sta certamente nella grafica e nel gamplay. In Oblivion non vi è solo grafica mozzafiato, ma anche l'importante concetto del rendere tutto (o quasi) interagibile. All'interno di un edificio potremmo raccogliere, spostare o rubare la maggior parte (si potrebbe tranquillamente dire "tutti") degli oggetti visibili. Questo è una caratteristica a cui ci si abitua, dimenticando che sono davvero pochissimi i giochi che vantano un'interagibilità così potenziata. Camminando per le città si ha la percezione di trovarsi in un ambiente realmente vivo, in cui le persone si alzano la mattina per andare a lavorare, lavorano, chiudono il negozio, vanno in una taverna a bere la sera per poi tornare a casa. Ogni singolo essere vivente pensante del gioco avrà un suo personale parere su di noi, ad alcuni piaceremo ad altri assolutamente no e, non di meno, con il proseguire delle nostre avventure la nostra fama accrescerà, anche in questo caso, nel bene o nel male.
Oblivion si pone come un gioco di ruolo tuttavia, i moltissimi fanatici del genere, non risparmiano assolutamente le proprie numerose critiche personali. Oblivion, ai più, appare come un gioco di ruolo mancato, poichè la trama e i fili del racconto non sono propriamente quelli di un fresco gioco di ruolo. La notevole libertà fa sì che la trama risulti costantemente fluttuante in un iperuranio di cui si dimentica spesso anche l'esistenza. Dopo molte ore di gioco si ha la frustrante sensazione che, forse, una trama nemmeno ci sia. Appurando e ammettendo l'effettiva debolezza della trama principale, un pò "moscia" e "dozzinale", è importante far notare alcuni punti assolutamente a favore del titolo per quanto concerne l'argomento. Le tante quest del gioco, a parer mio, risultano, nella maggior parte dei casi, molto ben orchestrate. Alcune sono molto intelligenti e ruolisticamente parlando avvincenti, soprattutto quelle a sfondo investigativo o quelle con effetto sorpresa. Tendenzialmente la mia posizione si pone a difesa del concetto "gioco di ruolo" affiancato al titolo Oblivion poichè "gioco di ruolo" non significa esclusivamente TRAMA, gioco di ruolo significa calarsi nei panni, vedere con gli occhi del nostro personaggio, vivere un'esperienza avventurosa vestendo i panni di un eroe, provando emozioni. Oblivion è un gioco di ruolo che mette in luce caratteristiche potenziate che non si erano mai viste, si è puntato tutto sul rendere il più reale possibile l'esperienza avventurosa. Per farlo si è dovuto scendere a patti poichè dare più libertà al giocatore significa avere esponenzialmente meno controllo sui fili del racconto; è un fatto che non va lasciato scorrere. Per tutti questi motivi credo che sia assolutamente sciocco paragonare giochi come Neverwinter Nights 2 ad Oblivion, poichè sono due titoli che esprimono il proprio "giocare di ruolo" in due modi assolutamente diversi: Neverwinter Nigths pone tutto sulla narrazione e sugli abili intrecci ruolistici, Oblivion pone tutto sull'esperienza introspettiva di gioco, sul rendere l'esperienza il più reale possibile fornendo la massima libertà d'azione. Sono due modi diversi di fare la stessa cosa, sono due strategie diverse assolutamente non paragonabili, e trovo che sia da bigotti del gioco di ruolo affermare che l'uno sia superiore all'altro: questione di gusti.
A parer mio non è dunque corretto affermare che Oblivion non sia un gioco di ruolo, poichè esprime questa natura attraverso caratteristiche "diverse", fresche e nuove, in passato assolutamente non producibili per ovvi motivazioni tecniche. Tuttavia, che la trama principale sia pacchiana, bè, anche questo è un fatto.

OTTIMA RECENSIONE, LASCIA STARE I DETRATTORI, DATTI A SCRIVERE I ROMANZI! :)