A Lanzarote con Galaxy Z Fold4: il foldable di Samsung può essere la scelta giusta

A Lanzarote con Galaxy Z Fold4: il foldable di Samsung può essere la scelta giusta

In occasione di un Media Trip organizzato da Samsung in una delle principali Isole Canarie abbiamo potuto mettere alla prova Galaxy Z Fold4 e le sue tre fotocamere. Ecco cosa siamo riusciti a realizzare con il foldable top di gamma dell'azienda coreana

di pubblicato il nel canale Telefonia
SamsungGalaxy
 

Si fa fatica a rifiutare un invito per una visita a Lanzarote, l'isola più a nord-est delle Canarie, soprattutto quando durante la visita puoi avere la possibilità di "nerdare" con le fotocamere - e non solo - di uno degli smartphone più iconici del momento: Samsung Galaxy Z Fold4.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

Ho portato con me il foldable top di gamma dell'azienda sudcoreana cercando di immortalare le bellezze naturali dai tre "occhi" del dispositivo, sfruttandone le peculiarità e scovandone i difetti. Il tutto da "vacanzieri": gli scatti e le singole coperture del video che trovate nella pagina sono stati eseguiti in maniera veloce, come se dietro ci fosse una moglie, una compagna o gli amici che non ne possono più della incolmabile ossessione per l'inquadratura o la luce perfetta. Ho cercato poi di utilizzare il più possibile il punta e scatta senza ricorrere alla post-produzione.

Inoltre ho evitato le modalità manuali, limitandomi quando necessario alla modifica della sola esposizione attraverso l'interfaccia del foldable Samsung, operazione possibile semplicemente selezionando un qualsiasi punto di messa a fuoco ed effettuando uno slide sull'icona inferiore:

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

  • verso sinistra si diminuisce l'esposizione, e quindi l'immagine diventa più scura;
  • verso destra si incrementa la luce.

Molto utile, soprattutto nella registrazione di brevi coperture per video di impatto, la possibilità di bloccare in maniera rapidissima l'esposizione per tutti i video registrati nella stessa sessione (tasto lucchetto). Questo banale accorgimento può rendere il video più "cinematografico" mantenendo una buona coerenza nella luce selezionata per ogni scena. Nel caso di produzioni professionali, ma non è chiaramente il caso preso in considerazione in questo articolo, mantenere un'esposizione coerente per ogni copertura può facilitare drasticamente il lavoro di post-produzione una volta trasferiti i video nel software di video-editing scelto per il montaggio finale.

Lanzarote dagli occhi di Galaxy Z Fold4: il video

Vale la pena ricordare le caratteristiche hardware del foldable più avanzato di Samsung. Sul piano fotografico Galaxy Z Fold4 offre al suo utente tre moduli principali diversi, tutti sfruttabili per la registrazione di video anche alla risoluzione 4K Ultra HD (per il nostro video abbiamo scelto un frame rate di 30 fps, ma lo smartphone può raggiungere i 60fps con il grandangolo e il teleobiettivo). Di seguito le specifiche dei tre moduli:

Posteriore

  • Grandangolare
    • Sensore da 50 MP (pixel 1.0 µm)
    • Obiettivo 23mm equivalenti con apertura f/1.8
    • Dual Pixel PDAF + OIS
  • Ultra-grandangolare
    • Sensore da 12 MP
    • Obiettivo 123° di visione, 12mm equivalenti con apertura f/2.2
  • Teleobiettivo
    • Sensore da 10 MP (pixel 1.0 µm)
    • Obiettivo 66mm equivalenti con apertura f/2.4
    • Zoom ottico 3x
    • PDAF + OIS

Frontale esterna

  • Grandangolare
    • Sensore da 10 MP (pixel 1.22 µm)
    • Obiettivo con apertura f/2.4

Frontale interna sotto il display

  • Grandangolare
    • Sensore da 4 MP (pixel 2.0 µm)
    • Obiettivo con apertura f/1.8

Lo smartphone può registrare, come già detto, anche video 4K a 60 fps con supporto ad HDR10+ (il nostro video è stato registrato in SDR). C'è anche il supporto allo Slow-motion fino a 960 fps, anche se solo alla risoluzione HD. Non manca la possibilità di registrare video in time-lapse con una modalità automatica.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

Il completo comparto fotografico di Galaxy Z Fold4 consente di coprire un vasto range di lunghezze focali: si parte da un ultra grandangolo di 12mm che consente di coprire un campo visivo di ben 123°, utile ad esempio per catturare ampi paesaggi o anche spazi interni in cui il grandangolo non è sufficiente; il grandangolo da 50 MP è chiaramente il modulo che si utilizza più spesso, con la sua focale da 23mm e la sua qualità d'immagine superiore sia per le foto sia per i video grazie a un sensore di dimensioni superiori (che consente, grazie a questo aspetto, di catturare un quantitativo di luce maggiore). Infine c'è il teleobiettivo con zoom ottico 3x che consente di catturare i dettagli più lontani, soprattutto quando non è possibile avvicinarsi più di tanto al soggetto.

Tutti i moduli sono molto concreti ed estremamente funzionali, in base alle esigenze del momento, con il teleobiettivo in particolare che, non essendo così spinto, può essere utilizzato spesso per catturare alcuni dei soggetti più lontani senza troppi compromessi quando c'è buona luce in ambiente. Certo è che si fa un po' sentire la mancanza di uno zoom supplementare ancor più spinto, come ad esempio il modulo 10x periscopico che la stessa Samsung utilizza su Galaxy S22 Ultra, e che ci avrebbe consentito in alcune - ammettiamo, poche - circostanze scatti unici che con Galaxy Z Fold4 possono essere realizzati solo in modalità ibrida, con zoom ottico e crop digitale, compromettendo visibilmente la qualità.

Per saperne di più puoi leggere la nostra recensione di Samsung Galaxy Z Fold4

Sorge spontanea la domanda: "Ma quanto è scomodo un foldable da 7,6 pollici per fare foto e video?". In realtà pochissimo: quando si è alla ricerca di uno scatto rapido si può tranquillamente utilizzare il display esterno da 6,2 pollici (non troppi anni fa utilizzavamo schermi da 3,5 o 4"), che offre un'ottima qualità cromatica dandoci un'idea fedele di quello che sarà lo scatto o il video in riproduzione. Con il dispositivo spento è possibile premere due volte il tasto di accensione accedendo così alla fotocamera e, premendo il tasto Volume giù, la foto sarà in pochi istanti nello storage dello smartphone. Se si vuole invece strafare si può accedere al generoso display da 7,6 pollici interno, che può vantare una luminanza sensibilmente superiore ai fatidici 1000 nit.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

Anche sotto al sole di Lanzarote si vede benissimo l'anteprima di foto e video, e non ho mai avuto brutte sorprese una volta trasferiti i contenuti sul PC o riproducendoli in spazi esterni sullo stesso dispositivo.

Ma torniamo a Lanzarote...

Primo giorno

L'isola accoglie i suoi visitatori sin da subito nella sua peculiare ambientazione vulcanica, inframezzata da piccoli villaggi con abitazioni rigorosamente bianche (per riflettere il calore solare). In tutta la superficie di Lanzarote non sono presenti insegne pubblicitarie di grandi marche (ad eccezione di qualche centro commerciale, ma per fortuna non sono molti), solo segnali stradali e cartelli per raggiungere destinazioni come mete turistiche o ristoranti. Quello che è invece presente è un clima spettacolare: dai 20 ai 25°C tutto l'anno, per tutto l'arco della giornata, anche nel mese di novembre in cui è stato effettuato il viaggio.

Ho chiaramente messo sin da subito sotto torchio il foldable di Samsung con due foto (certamente non "tecniche") dalla navetta di trasporto verso il nostro albergo: sia il modulo ultra grandangolare (nella prima foto), sia il modulo principale, riescono a congelare l'immagine nonostante le vibrazioni del mezzo.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Cliccando sulle foto in questo articolo è possibile ingrandirle e scaricare il file originale

La zona sud è fra le più turistiche dell'isola, con alberghi e spiagge più o meno incontaminate. Nella zona di Playa Blanca è difficile sbagliare una foto al tramonto, ma nel dubbio Galaxy Z Fold4 propone 3 moduli fotografici diversi.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Ultra grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Teleobiettivo (zoom 3x)

Lo zoom ottico 3x può essere utilizzato anche quando la luce del sole tende a scarseggiare, grazie all'ottica abbastanza luminosa. È utile per catturare dettagli in lontananza, senza avvicinarsi troppo, anche se al buio lo smartphone fa un po' fatica soprattutto per quanto riguarda la registrazione di video in 4K.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Teleobiettivo (zoom 3x)

Negli scatti in notturna il sensore principale prevale decisamente sugli altri, ed è sempre preferibile grazie all'ottica stabilizzata e alla maggiore qualità del sensore integrato. In alcuni casi può aiutare la modalità Notte, non tanto in termini di dettagli (le foto risultano leggermente più impastate, infatti, soprattutto ai crop spinti), quanto in termini cromatici, con lo smartphone che riesce a catturare molta luce anche quando ce n'è davvero pochissima.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Foto a destra con Modalità Notte attiva

Il secondo giorno a Lanzarote ha previsto diverse tappe più a nord: la prima a Teguise, capitale dell'isola fino al 1847, dove Galaxy Z Fold4 mi ha garantito foto di altissima qualità semplicemente con un punta e scatta, merito soprattutto della gamma dinamica estesa offerta dai tre moduli integrati, anche grazie all'elaborazione via IA. La gestione di alte luci e ombre è in questi casi magistrale, con un ottimo numero di dettaglio impresso sia nei bianchi muri degli edifici della città, sia nelle zone d'ombra non raggiunte dal sole (anche con i moduli posteriori aggiuntivi).

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Modulo principale

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Modulo ultra grandangolare

Nelle foto a Teguise spicca l'annosa caratteristica peculiare degli smartphone Samsung, ovvero la tendenza a una marcata sovrasaturazione che rende le immagini "più belle" di quanto non dovrebbero essere. Una tendenza che o si ama, o si odia.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Modulo principale

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Da sinistra: principale e zoom 3x

Guarda a nord-ovest di Lanzarote il Mirador del Rio, ripido nel Risco de Famara con una struttura che offre una vista straordinaria sulla più piccola La Graciosa, sul resto dell'arcipelago Chinijo e sull'Oceano Atlantico.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Modulo ultra-grandangolare

Qui le possibilità di scatto sono infinite, con i tre moduli di Galaxy Z Fold4 che possono offrire una "versione" totalmente diversa dell'ambiente che circonda il visitatore.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Ultra grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Teleobiettivo (zoom 3x)

L'ultra grandangolo consente inoltre di fotografare La Graciosa nella sua interezza, dal punto di vista del Mirador del Rio, senza neanche utilizzare la Modalità Panorama.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Ultra grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Teleobiettivo (zoom 3x)

Lanzarote sa meravigliare non solo per la sua terra scura o, banalmente, per le spiagge e il mare, ma anche per le sue grotte sotterranee realizzate dalla lava fuoriuscita dagli innumerevoli vulcani presenti sull'isola. Una di queste è la Cueva de Los Verdes, che può mettere in difficoltà qualsiasi smartphone (e fotocamera dedicata) dal punto di vista fotografico.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Teleobiettivo (zoom 3x)

La cueva si è creata in seguito a eruzioni vulcaniche e internamente è illuminata in maniera decisamente soffusa, quasi drammatica. A volte aiuta la modalità Notte, utile per raccogliere luce quando ce n'è davvero pochissima, ma anche senza Galaxy Z Fold4 riesce a offrire scatti utilizzabili ed estremamente suggestivi. E, cosa ancora più importante in contesti simili, riesce a farlo con un banale punta e scatta.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
A destra con Modalità Notte

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Grandangolo

Il ritorno in superficie è sempre difficile, sia per gli occhi umani - ormai abituati alla penombra o quasi - sia per le fotocamere degli smartphone. La modalità HDR di Galaxy Z Fold4 sa essere non invasiva, come in questo caso che mantiene una luce abbastanza corretta nella parte luminosa senza dare troppo risalto alle zone d'ombra. Il risultato è la possibilità di creare uno scatto dalla luce credibile, senza gli eccessi tipici delle modalità HDR su smartphone.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Grandangolo

In un passato neanche troppo lontano Lanzarote non era una meta particolarmente ambita dai turisti. Il merito di averla resa nota al grande pubblico è stato prevalentemente di César Manrique, artista e architetto nato nell'attuale capitale dell'isola Arrecife e morto prematuramente nel 1992. Manrique è stato il primo a credere nelle potenzialità di Lanzarote sul piano turistico, ed è riuscito a promuovere l'isola anche attraverso la realizzazione di strutture e opere d'arte che possono essere trovate un po' dappertutto all'interno del suo perimetro.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Grandangolo

Nel villaggio di Tahíche è possibile visitare la sua casa museo, che celebra non solo le sue opere e quelle di altri artisti, ma anche l'apporto dato da Manrique alla sua terra e il suo stile di vita aperto e libertino.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Da sinistra: selfie con fotocamera esterna, grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Teleobiettivo (zoom 3x)

Sia negli spazi interni al museo, sia in quelli esterni, i moduli di Galaxy Z Fold4 possono rispondere a diverse esigenze di scatto. Il teleobiettivo ci è servito per immortalare uno dei particolari comignoli presenti nelle case di Lanzarote (in particolare, qui, quello della casa museo dell'artista), unici in tutte le Canarie.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Teleobiettivo (zoom 3x)

Il lungomare di Playa Blanca, a sud dell'isola, porta verso est a Castillo del Aguila, con il suo porto turistico, le sue imbarcazioni e le sue luci.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Da sinistra: principale e zoom 3x

Un ottimo posto per testare le qualità di Galaxy Z Fold4 di notte: lo smartphone abilita automaticamente la modalità Notte in maniera più o meno aggressiva in base alla luce presente in ambiente. La qualità delle foto in queste condizioni è decisamente buona se si considera la luce in ambiente, con un'ottima capacità di congelare l'immagine anche con soggetti in leggero movimento. Il cavalletto non è mai indispensabile, anche se un fotografo esperto potrebbe ricavare un risultato sensibilmente superiore utilizzandolo insieme alla modalità di scatto manuale.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

Si conclude il primo giorno a Lanzarote al Castillo de San José, fortezza storica nonché sede del MIAC, International Museum of Contemporary Art dell'isola. È molto difficile mettere in difficoltà Galaxy Z Fold4 con soggetti statici, con il castello che è un'ottima tappa non solo per provare un'ottima cucina (al suo interno è presente un ristorante progettato dallo stesso Manrique), ma anche per testare come si comporta lo smartphone con un tipo di soggetto fra i più abusati durante le vacanze: il cibo.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

Secondo giorno

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

Il secondo giorno inizia a Laguna Verde, nota localmente come El Charco de los Clicos e probabilmente uno degli scorci più belli e suggestivi dell'intera isola di Lanzarote.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Ultra grandangolo

Aiuta assolutamente l'ultra grandangolo qui, in modo da immortalare da una parte il blu dell'oceano, dall'altra il verde delle acque del laghetto. Il colore è dovuto all'accumulo di zolfo e dell'alga "rupia marittima", ma l'intera costa offre "Instagram opportunities" più uniche che rare. Non avendo il physique du rôle adatto, io mi sono cimentato piuttosto in un tipico selfie da "boomer" con la fotocamera frontale esterna. Quella interna, integrata nel display pieghevole, è di qualità inferiore: meglio usarla solo per le videochiamate.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Selfie camera esterna

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Ultra grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Teleobiettivo (zoom 3x)

Non si può dire di essere stati a Lanzarote senza aver visitato il parco nazionale Timanfaya, che si estende sulla porzione meridionale di Tinajo e quella settentrionale di Yaiza: fra le attività più interessanti c'è la passeggiata a dorso di dromedario (nel cosiddetto Echadero de Camellos), che consente di raggiungere luoghi inaccessibili come semplici pedoni.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Teleobiettivo (zoom 3x)

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Ultra grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Grandangolo

Il parco nazionale Timanfaya comprende oltre venti vulcani, che possono essere osservati attraverso navette apposite percorrendo una strada privata (Ruta de Los Volcanes). Per alcuni tratti, fra crateri e rocce vulcaniche, sembra di trovarsi in un pianeta diverso dalla Terra totalmente incontaminato dall'intervento dell'uomo.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

Dopo la visita ai vulcani, è possibile sostare al Restaurante el Diablo e assaggiare pietanze cotte con il calore dei vulcani.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Grandangolo

La vista panoramica verso le Salinas de Janubio è certamente un modo perfetto per concludere la giornata, nonché un modo per confrontare i diversi "punti di vista" dei tre moduli dello smartphone.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Ultra Grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Teleobiettivo (zoom 3x)

Terzo giorno

Terzo giorno soft dal punto di vista turistico, ma decisamente strong per quanto riguarda quello alcoolico. Il tour ha previsto infatti una degustazione di vini (a partire dalle 10.20 del mattino!) presso tre "bodegas" situate nella regione La Geria, una fra le più suggestive dell'isola dove viene praticata la viticoltura.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Ultra Grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Grandangolo

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Da sinistra grandangolo e teleobiettivo

Su tutta l'isola è possibile notare queste particolari buche a forma di cono rovesciato, abbastanza uniche nel loro genere, che i vigneron canari hanno ingegnosamente progettato per coltivare la vite nonostante l'ambiente arido dell'isola, il vento e la scarsità di acqua.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote
Da sinistra grandangolo e teleobiettivo

Nelle bodegas è chiaramente possibile acquistare prodotti e vini del luogo, o anche banalmente ammirare la struttura interna delle abitazioni tipiche dell'isola.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

Oltre le foto e i video

Un'altra domanda che sorge spontanea è... perché non un Galaxy S22 Ultra? Sebbene quest'ultimo garantisca una versatilità superiore in termini fotografici, e una qualità delle foto anch'essa leggermente migliore, Galaxy Z Fold4 può andare oltre in altri ambiti. Per le foto consente di utilizzare un display più ampio, offrendo una visione generale di quello che sarà lo scatto soprattutto quando si sceglie il formato 4:3. In tutte le altre circostanze ci si può tranquillamente affidare al display esterno, più piccolo ma dalla qualità paragonabile se si considera la fedeltà cromatica.

In termini di usabilità generale Galaxy Z Fold4 è, però, su un altro pianeta: è meno ergonomico, questo è chiaro, ma l'ampio display, comunque sfruttabile anche quando si è in giro alla ricerca di destinazioni o locali, consente di eseguire le operazioni tipiche delle vacanze in maniera nettamente più veloce. Molti smartphone, fra cui anche Galaxy S22 Ultra, garantiscono delle modalità multi-window e multi-tasking affidabili, tuttavia il multi-window di Galaxy Z Fold4 è l'unico che è in grado di offrire un beneficio realmente tangibile nell'uso di tutti i giorni. Aiuta chiaramente l'ampio display, ma Samsung è riuscita finalmente ad affinare la sua interfaccia utente e rendere intuitive le varie operazioni per la gestione delle finestre.

La ricerca di destinazioni e itinerari, insieme alla possibilità di seguire e rispondere a e-mail o ai messaggi nelle varie app di comunicazione, e nel frattempo poter gestire contemporaneamente altre attività, è un valore aggiunto che al momento nessun altro smartphone (neanche altri foldable della concorrenza) riesce a dare. Questo è anche merito del processore Qualcomm Snapdragon 8+ Gen 1, che offre un buon boost prestazionale rispetto al SoC Exynos 2200 proprietario che sui device della serie Galaxy S22 arranca un po' al confronto diretto. Reattività e velocità di esecuzione delle varie operazioni sono sempre state ottimali, e le temperature delle Canarie non hanno mai rappresentato un serio problema: durante l'intera durata della prova non ho assistito a gravi fenomeni di surriscaldamento, neanche durante la registrazione di video.

Samsung Galaxy Z Fold4 a Lanzarote

Chiaro è che Galaxy Z Fold4 non è uno smartphone per tutti e le sue dimensioni, oltre che le sue interminabili funzionalità per la gestione delle sue risorse hardware, potrebbero scoraggiare alcuni tipi di utenti. Chi non sapesse come sfruttare tutte le sue capacità potrebbe trovarsi ad armeggiare con uno smartphone grosso e pesante, senza ottenere in cambio grandi vantaggi in termini di usabilità. Il suo prezzo, poi, non lo rende di certo uno smartphone democratico, e sarà molto difficile vedere cali decisi nelle prossime generazioni (avevamo approfondito l'argomento qui). Galaxy Z Fold4 è tuttavia a mio avviso uno dei pochi "oggetti del desiderio" veri e propri in ambito mobile: uno dei pochi smartphone che sì, costa uno sproposito, ma di cui posso senza problemi giustificare il suo prezzo d'acquisto, per chi può permetterselo. E non è solo moda.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pistillo28 Novembre 2022, 13:47 #1
senza giretto gratis a lanzarote ah no scusate media trip! l'oggetto del desiderio cosa sarebbe stato, un costoso giocattolo? ma cosa mi tocca leggere
Nino Grasso28 Novembre 2022, 16:16 #2
Originariamente inviato da: pistillo
senza giretto gratis a lanzarote ah no scusate media trip! l'oggetto del desiderio cosa sarebbe stato, un costoso giocattolo? ma cosa mi tocca leggere


È chiaro che quando si scrive un articolo del genere, preparato in un contesto simile, si è sempre esposti a commenti come il tuo. Proprio per questo l'ho scritto nella maniera più esplicita e trasparente possibile, senza aver fatto finta (avrei potuto e mi sembra che molti lo facciano) di essermi trovato lì per caso con un Galaxy Z Fold4 in mano.

Sono ormai quasi 10 anni che lavoro in questo ambiente e ho imparato a non rispondere a provocazioni come questa, ma nel caso di questo articolo ritengo che sia doveroso farlo, anche nel rispetto del lavoro svolto.

Ho scritto il pezzo a Lanzarote, quando invece avrei potuto sguazzare nell'Oceano Atlantico e prendermi il sole. Nessuno mi ha puntato una pistola alla testa per farlo. Non ci sono state pressioni per scrivere quanto hai letto, e mi sembra di essere stato estremamente oggettivo nel sottolineare i difetti della fotocamera di questo modello (se hai visto il video trovi anche delle coperture al buio che, oggettivamente, non sono proprio di qualità.

Avrei potuto scrivere che questo telefono fa schifo, nessuno credo che mi avrebbe ucciso, ma non sarebbe stata la verità. Rispetto comunque il tuo parere, ma non posso accettare il tono del commento, banale e certamente non costruttivo. Io la chiamo mancanza di rispetto e non è una cosa che tollero quando mi approccio a un articolo simile nella totale trasparenza verso il lettore.
AaLl8628 Novembre 2022, 19:01 #3

Ottimo articolo!

Analisi della fotocamere e foto eccellenti! Peccato che il Fold 4 costi davvero uno sproposito! XD
giovanni6928 Novembre 2022, 19:20 #4
"E non è solo moda."

Credo che questo articolo rimarrà tra i riferimenti per chi é interessato a questo tipo di prodotti di fascia alta o comunque di nicchia...per ora.
Infatti potrebbe portare ad un nuovo trend in futuro tra schermi arrotolabili e pieghevoli.

Grazie!
Therinai28 Novembre 2022, 23:10 #5
Originariamente inviato da: Nino Grasso
È chiaro che quando si scrive un articolo del genere, preparato in un contesto simile, si è sempre esposti a commenti come il tuo. Proprio per questo l'ho scritto nella maniera più esplicita e trasparente possibile, senza aver fatto finta (avrei potuto e mi sembra che molti lo facciano) di essermi trovato lì per caso con un Galaxy Z Fold4 in mano.

Sono ormai quasi 10 anni che lavoro in questo ambiente e ho imparato a non rispondere a provocazioni come questa, ma nel caso di questo articolo ritengo che sia doveroso farlo, anche nel rispetto del lavoro svolto.

Ho scritto il pezzo a Lanzarote, quando invece avrei potuto sguazzare nell'Oceano Atlantico e prendermi il sole. Nessuno mi ha puntato una pistola alla testa per farlo. Non ci sono state pressioni per scrivere quanto hai letto, e mi sembra di essere stato estremamente oggettivo nel sottolineare i difetti della fotocamera di questo modello (se hai visto il video trovi anche delle coperture al buio che, oggettivamente, non sono proprio di qualità.

Avrei potuto scrivere che questo telefono fa schifo, nessuno credo che mi avrebbe ucciso, ma non sarebbe stata la verità. Rispetto comunque il tuo parere, ma non posso accettare il tono del commento, banale e certamente non costruttivo. Io la chiamo mancanza di rispetto e non è una cosa che tollero quando mi approccio a un articolo simile nella totale trasparenza verso il lettore.


Lungi dal farne una questione di stato, ma una delle regole base di qualsiasi realtà con un minimo di sale in zucca è non accettare più di 100€ dai fornitori... inutile dire che il trip a Lanzarote va ben oltre ogni ragionevole limite. E non è un mio parere, è che un normale dipendente di un'azienda che deve avere a che fare con i fornitori ha scritto sul contratto chiaro e tondo che lo silurano prima di subito se si prende una mazzetta del genere, e gli fanno pure i corsi al riguardo, della serie non hai scuse, non puoi sbagliarti.
A scanso di equivoci ciò non significa che non puoi fare la gita offerta dal fornitore, significa che qualsiasi cosa scrivi dopo "media trip" viene identificato come marketta e magari il "consumatore" ha altre esigenze.
Commento spassionato, a me di samsung e di smarfon frega meno di niente, anzi spero ti possa fare un media trip a ogni smarfon che esce
unnilennium29 Novembre 2022, 18:59 #6
Originariamente inviato da: Therinai
Lungi dal farne una questione di stato, ma una delle regole base di qualsiasi realtà con un minimo di sale in zucca è non accettare più di 100€ dai fornitori... inutile dire che il trip a Lanzarote va ben oltre ogni ragionevole limite. E non è un mio parere, è che un normale dipendente di un'azienda che deve avere a che fare con i fornitori ha scritto sul contratto chiaro e tondo che lo silurano prima di subito se si prende una mazzetta del genere, e gli fanno pure i corsi al riguardo, della serie non hai scuse, non puoi sbagliarti.
A scanso di equivoci ciò non significa che non puoi fare la gita offerta dal fornitore, significa che qualsiasi cosa scrivi dopo "media trip" viene identificato come marketta e magari il "consumatore" ha altre esigenze.
Commento spassionato, a me di samsung e di smarfon frega meno di niente, anzi spero ti possa fare un media trip a ogni smarfon che esce


appartengo alla categoria dotata di ordine professionale, e nel codice deontologico, come anche nel codice etico aziendale, si fa specifico riferimento alla ricezione dei benefit, come anche al conflitto d'interesse, con regole precise e limiti ben definiti. non penso però che si possa confrontare con una testata che si occupa espressamente di informazioni a volte pubblicitarie, e infatti non viene mai scritto nulla riguardo ai suddetti conflitti di interesse. il viaggio era bello, era un'occasione, è stato sfruttato per scrivere un articolo, e punto. si descrive il terminale, aggiungendo qualcosa a quello che già era stato scritto nella recensione. detto questo, costa un rene ma prova a mostrare qualcosa di diverso rispetto al solito.
quindi complimenti all'autore. se dovessimo fare questo discorso, il 99% degli articoli sarebbe da cestinare.
randorama30 Novembre 2022, 11:05 #7
siete riusciti a fare incavolare nino... ce ne vuole
a me sembra abbastanza evidente che Samsung abbia erogato una marchetta; mi sembra però palese la trasparenza dell'articolista.

se proprio si vuole sollevare una critica, io avrei speso più parole sullo schermo (che è la vere peculiarità di sto coso) che non sulla telecamera.
però è come se mi incazzassi se una recensione di un'auto si concentrasse sui consumi che non sulla velocità di punta...
MikTaeTrioR30 Novembre 2022, 11:22 #8
si può dire qualunque cosa ma non che samsung (e motorola) non siano i veri innovatori oggi...bellissimi telefoni..


bellissima anche Lanzarote, ha reso ancora più piacevole l'articolo, sicuramente la migliore isola nelle Canarie...anche Fuerteventura se la gioca bene!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^