POCO X3 NFC: tanto a poco prezzo. Un altro best buy? La recensione

POCO X3 NFC: tanto a poco prezzo. Un altro best buy? La recensione

POCO è tornata con forza e dopo aver immesso sul mercato il nuovo POCO F2 Pro dalle specifiche tecniche esagerate per il prezzo di vendita ecco che propone per la prima volta un device di fascia media che sembra voler divenire un nuovo best buy. Ma sarà davvero così? Ecco la nostra recensione.

di pubblicato il nel canale Telefonia
XiaomiPOCO
 

Il Poco X3 NFC è senza dubbio il primo smartphone che non basa le sue specifiche o le sue caratteristiche su qualche altro smartphone dell’azienda produttrice ossia Xiaomi. E’ uno smartphone creato da POCO in modo completamente originale sia per design che per specifiche o altro. 

Poco X3 NFC è un ovvio successore del Poco X2, che sostanzialmente risultava essere un Redmi K30 ribrandizzato. Qui abbiamo un display LCD IPS da 6,67 ma con una frequenza di aggiornamento addirittura da 120 Hz che per un device da questo prezzo è veramente un plus da non sottovalutare. Il display possiede un piccolo foro nella parte anteriore molto  piccolo. L'X3 utilizza una versione aggiornata del chipset di X2 che era lo Snapdragon 730G. Qui abbiamo la potenza dello Snapdragon 732G con un processore e una grafica più potenti oltre che aggiornati. 

A livello di fotocamere poi POCO X3 possiede una promettente fotocamera quadrupla sul retro che è simile a quella dell'X2: un sensore primario da 64 MP, un sensore ultra grandangolare da 13 MP quindi un sensore macro da 2 MP ed un sensore per la profondità da 2 MP. Non solo perché su POCO X3 abbiamo anche altoparlanti stereo, una batteria grande da 5.160 mAh e capacità di ricarica più veloci oltre chiaramente al tanto atteso modulo NFC che permette di fare pagamenti digitali. E' certificato IP53 per la protezione contro schizzi e polvere ma possiede anche un sensore ad infrarossi, il jack da 3,5 millimetri oltre ad uno slot per l’espansione della memoria con MicroSD, la radio FM e si basa su Android 10 personalizzato da POCO con la MIUI 12 che vede alcune differenze rispetto alla versione classica presente negli Xiaomi. 

Insomma questo nuovo POCO X3 NFC si preannuncia come un eccellente medio gamma soprattutto per il prezzo al quale viene venduto che in questo caso risulta pari a 229€ ma in offerta a 199€. 

Indice

UNBOXING

Il Poco X3 NFC è dotato di una scatola di carta piuttosto spessa che contiene tutto ciò di cui si potrebbe aver bisogno tranne le cuffie. La confezione offre un alimentatore da 33 W, un cavo USB-C e una custodia trasparente (antibatterica). Non è tutto. All'interno della confezione troverai anche adesivi Poco, i primi manuali e il piccolo aggeggio per l’espulsione della SIM.

DESIGN: finalmente diverso dagli altri Xiaomi

Lo smartphone esteticamente si differenzia dagli altri device della famiglia Xiaomi soprattutto per la presenza di una struttura del comparto fotografico decisamente diversa da quanto visto fino ad oggi. Sostanzialmente non è solo un Redmi rinominato, ma possiede un design unico accuratamente ideato dagli ingegneri di Poco. Un passo non da poco ma sicuramente necessario e che segna il raggiungimento della maggiore età dell’azienda rispetto ai suoi albori.

Nello specifico Poco X3 NFC ha un pannello posteriore realizzato in policarbonato con trame e vernice a più strati. In tutto questo ecco la particolare trama metallica con il logo POCO che riflette la luce in modi diversi a seconda dell'ambiente circostante e chiaramente della luce riflettente. Come detto poi al posteriore la particolare configurazione della fotocamera aiuta a creare un'identità riconoscibile al device. 

Oltre alla trama unica ed originale e alla disposizione della fotocamera, il nuovo Poco X3 NFC vede la presenza di una struttura tipica degli smartphone degli ultimi tempi con pannelli a sandwich che lo racchiudono rendendolo resistente ma anche bello da vedere. Il pannello frontale è un Gorilla Glass 5 mentre il telaio in alluminio lucido permette di trasmettere eleganza e robustezza. 

Anteriormente lo schermo è un IPS LCD da 6,67" in risoluzione Full HD+ con la particolarità del refresh rate a 120 Hz ma anche zero curve il che lo rendono forse meno moderno ma comunque molto comodo da utilizzare. Sul display è presente il piccolo foro dove alloggia la fotocamera anteriore da 20 MP, centrato e poco fastidioso. La capsula auricolare, che funge anche da altoparlante, non è sul vetro ma nella cornice dove trova posto anche un LED di stato bianco nascosto dietro la griglia dell'altoparlante.

Le cornici del display sono più che accettabili e, sebbene non siano le più sottili sul mercato, non le abbiamo trovate per nulla spesse. Il posteriore come accennato è realizzato in policarbonato ed è leggermente curvato verso i lati. Contiene la configurazione a 4 fotocamere, che sporge molto. Per fortuna la struttura risulta praticamente rettangolare il Poco X3 NFC non oscillerà come molti altri telefoni Redmi invece fanno. 

La configurazione della telecamera ha 5 fori disposti a X. Sulla riga superiore è presente il flash LED e la fotocamera principale, quindi il sensore ultrawide è al centro ed è anche il più grande per dimensioni mentre sulla riga inferiore è presente il sensore per le macro e quello per la profondità.

Infine per quanto riguarda la disposizione dei tasti troviamo a sinistra quelli del volume e il pulsante di accensione. La superficie di quest'ultimo funge anche da sensore di impronte digitali, sempre reattivo e velocissimo nello sblocco in sicurezza. La parte superiore ha il il sensore infrarossi IR e un microfono. Il lato sinistro invece il solitario slot per la nanoSIM ibrida. La parte inferiore dell'X3 ospita il jack audio, la porta USB-C e il secondo altoparlante.

Gestire l'X3 NFC è facile: è un telefono solido che si adatta bene al palmo della mano anche se grandino. Non è esageratamente ingombrante, ma non è nemmeno un telefono sottile o leggero. La cornice è abbastanza larga per una presa sicura anche se il posteriore risulta completamente lucido ma quasi mai abbiamo sentito la necessità di utilizzare la custodia in dotazione. Ma c’è e l’apprezziamo da parte di Poco. Il telefono è dotato anche di una pellicola di protezione per lo schermo molto sottile che potrebbe evitare qualche graffio ma di certo non colpi più importanti. 

DISPLAY: i 120Hz anche a meno di 200€!

Il Poco X3 NFC utilizza uno schermo come detto LCD IPS da 6,67" con un piccolo foro per la fotocamera selfie. Il display è protetto da un pannello ‘’flat’’ Gorilla Glass 5. La risoluzione è la classica Full HD+ da 2.400 x 1.080 pixel, il che garantisce un rapporto di aspetto 20:9 e una densità di pixel di 395ppi. Il pannello a livello tecnico supporta i contenuti in HDR10 e il software di Xiaomi offre il più alto supporto DRM Widevine L1. Ciò significa che gli utenti saranno in grado di riprodurre in streaming contenuti HDR10 ad alta definizione da tutti i servizi più popolari come Netflix, Prime Video e YouTube.

Quello che forse sconvolge gli utenti su questo device è il supporto della frequenza di aggiornamento pari a 120 Hz. L'opzione 120Hz funziona dinamicamente come al solito: mostra sempre la MIUI 12 e le sue app predefinite a 120 fps, ma torna a 60Hz quando l'immagine risulta statica. Ma questo lo fanno anche altri device della concorrenza e lo fanno su smartphone ben più costosi. Dunque il vantaggio di pagare poco per avere comunque i 120Hz sullo schermo è notevole ed effettivamente alla vista scorrere contenuti con una frequenza di aggiornamento non può che rendere giustizia alla scelta di Poco. Oltretutto è presente una frequenza di campionamento di 240 Hz per il touch che di certo verrà apprezzata dai giocatori.

Il display raggiunge un massimo di luminosità a 460 nits in modo manuale che è sostanzialmente in linea con quanto promesso da Xiaomi. Quando è impostato in Automatico con di fronte una luce intensa si potrà arrivare addirittura a 630 nit. In questo caso i neri risultano abbastanza profondi anche se non sono chiaramente neri da AMOLED e il contrasto è risultato molto buono a circa 1300:1.

Xiaomi offre tre diversi preset di colore: Automatica, Intenso e Standard. Ognuno dei quali rappresenta uno spazio colore specifico. Con l’opzione Automatica riusciamo a coprire completamente lo spazio colore DCI-P3 regolando anche i colori in modo che corrispondano all'illuminazione  dell’ambiente un po’ come avviene con il True Tone di Apple. L’impostazione Standard corrisponde all’sRGB e abbiamo registrato una buona precisione del colore con un contrasto che in questo caso rimane costante. Infine la modalità Intenso fa risaltare i colori e spara forse un po’ troppo i parametri anche se di certo rende tutto molto più scenico. 

HARDWARE: il giusto per fare tutto

Il Poco X3 NFC è alimentato dal chip Snapdragon 732G, o come ama chiamarlo Poco "il più potente processore 4G di Qualcomm serie 700 realizzato ad oggi". Diciamo che proprio questo commento da parte dell’azienda non è poi così errato. 

Dal punto di vista hardware, lo Snapdragon 732G è un octa-core con due core Kryo 470 Gold (Cortex-A76) con clock a 2,3 GHz e sei core Kryo 470 Silver (Cortex-A55), che funzionano a 1,8 GHz. Tutti costruiti su processo produttivo a 8 nm. Infine, indipendentemente dal fatto che si abbia il modello da 64 GB o da 128 GB, il Poco X3 NFC verrà sempre fornito con 6 GB di RAM.

I benchmark che abbiamo eseguito mostrano chiaramente che il Poco X3 è tra gli smartphone più potenti nel segmento di fascia media in questo momento. Il suo processore è superato solo dallo Snapdragon 765 leggermente più potente. Lo stesso vale per la GPU Adreno 618 overlock. Funziona bene tanto da andare in cima alla maggior parte dei telefoni di fascia media che abbiamo testato finora. Infine, il test AnTuTu 8 mostra che il telefono è alla pari con i suoi concorrenti e non deluderà nessuno.

POCO X3 NFC
Browser Sunspider 428,9 ms
JetStream 2.0 52.707 punti
CPU GeekBench 5 COMPUTE1.286
CPU Single-core: 566
CPU Multi-core: 1751
GPU GFXBench 5 Aztec Ruins: On 17 Fps / Off 20 Fps
Car Chase: On 16 Fps / Off 19 Fps
Manhattan 3.1: On 27 Fps/ Off 32 Fps
Storage Androbench

Lettura seq.: 497,07 MB/s
Scrittura seq.: 295,35 MB/s
Lettura Random seq.: 141,92 MB/s
Scrittura Random seq.: 131,41 MB/s

Generico 3D Mark 2.680 punti
Generico AnTuTu 280.218 punti

Poco X3 NFC gestirà facilmente qualunque cosa venga avviata. Oltretutto lo smartphone utilizza un sistema a doppio raffreddamento con heatpipe a sandwich di grafite multistrato - sotto lo schermo e sotto il pannello posteriore. È abbastanza efficiente e mantiene il telefono fresco anche dopo lunghe sessioni di gioco. Insomma Poco X3 NFC è uno smartphone potente, tra i migliori nella sua fascia di prezzo.

INTERFACCIA GRAFICA: una MIUI 12 diversa con POCO Launcher

A livello di interfaccia Poco X3 NFC è il secondo smartphone che incontriamo che possiede una MIUI 12 ben diversa da quella presente sugli Xiaomi e sui Redmi. Qui gli ingegneri di Poco hanno realizzato come sappiamo un nuovo launcher basato su Android 10 e capace di introdurre un'interfaccia raffinata con nuove animazioni, nuove opzioni di privacy, finestre mobili, Centro di controllo dedicato, sezione dei Temi e un nuovissimo App Drawer suddiviso in pannelli. 

Chiaramente la base è quella della MIUI 12 che abbiamo visto essersi rinnovata rispetto alla MIUI 11 anche se non rivoluzionata. Ci sono però nuove animazioni che rendono il tutto più moderno e anche accattivante rispetto a prima soprattutto con un refresh rate maggiorato a 120Hz. Lo sblocco può avvenire tramite il veloce sensore di impronte digitali montato lateralmente ma è disponibile anche il 2D Face Unlock che comunque rimane meno sicuro rispetto ad altre opzioni come quella dell’impronta.

Le schermate home funzionano come al solito: sono popolate di scorciatoie, cartelle e widget. Il riquadro più a sinistra, se abilitato, è quello di Google. MIUI 12 offre un app drawer per le applicazioni per impostazione predefinita e organizza automaticamente le app in categorie. Il primo è Tutti, il che significa che contiene tutte le app. Quindi seguono Comunicazione, Intrattenimento, Fotografia, Strumenti, Notizie e Lettura ma anche Shopping, Giochi, Finanza e Stile di Vita chiaramente in base anche alle applicazioni installate. Queste categorie potranno essere modificate in qualunque momento e persino disabilitate.  

Il multitasking non è cambiato molto. Mostra tutte le tue app recenti in due colonne. C'è un nuovo pulsante Floating Windows accanto allo Split Screen, che permette di avere una nuova opzione offerta dalla MIUI 12. In questo caso è possibile mettere alcune app in uno stato fluttuante sopra ogni altra cosa anche se una sola app alla volta.

Insomma tutto funziona alla grande e soprattutto in maniera fluida in ogni situazione anche quella più pesante graficamente parlando. Poco X3 NFC non sembra un device di fascia media anzi il suo comportamento è davvero eccellente per il prezzo a cui viene venduto e l’ottimizzazione dell’azienda si fa sentire positivamente parlando. 

FOTOCAMERA: al buio si poteva fare meglio

POCO X3 NFC

  • Principale 

    • Sensore da 64 MP 

    • Obiettivo grandangolare con apertura f/1.9

    • Pixel Size - 0.8 µm 

    • PDAF 

  • Ultra - Grandangolare 

    • Sensore da 13 MP

    • Obiettivo 119° di visione con apertura f/2.2

  • Macro Camera

    • Sensore da 2 MP

    • Apertura f/2.4

  • Depht Camera 

    • Sensore da 2 MP

    • Apertura f/2.4

  • Anteriore 

    • Sensore da 20 MP - 0.8 µm - f/2.2

    • Video 4K Ultra HD @ 30 fps

Il Poco X3 NFC è dotato di una fotocamera quadrupla sul retro con un sensore primario da 64 MP, un ultra grandangolare da 13 MP, seguito da una macro cam da 2 MP e un sensore di profondità da 2 MP.  Nello specifico sappiate che la fotocamera principale da 64 MP con sensore Sony IMX 682 Quad-Bayer con obiettivo f/1.9, pixel da 0,8 µm e PDAF è l'unica telecamera che supporta la modalità notturna. 

L'app della fotocamera predefinita è praticamente quella classica della MIUI: il passaggio da una modalità all'altra viene eseguito scorrendo verso sinistra e destra e tutte le modalità disponibili tranne la Macro sono su questo carosello. La scorciatoia dello zoom sul mirino passa da ultrawide, a normale 1x e 2x zoom (digitale).

All'estremità opposta del mirino, si ha poi un interruttore della modalità flash, un interruttore HDR, un interruttore AI, Google Lens e una bacchetta magica con effetti di bellezza e filtri. Dietro un menu è possibile trovare alcune altre opzioni, inclusa la modalità Macro, oltre al collegamento alle impostazioni. 

Come scatta Poco X3 NFC? 

  • Foto di giorno: le foto predefinite da 16 MP della fotocamera principale sono eccellenti per questa fascia di prezzo. Ci sono abbastanza dettagli, il contrasto elevato e la gamma dinamica lodevole. I colori sono un po' più caldi di quanto risulta nella realtà, ma a parte questo i colori sono piuttosto vivaci. La riduzione del rumore è delicata mantenendo comunque il dettaglio. Cosa avrebbe potuto essere migliore: forse la nitidezza e un po’ più di contrasto. Ma per € 200, non possiamo davvero pretendere di più da questo nuovo Poco X3 che si comporta magnificamente.


Clicca per ingrandire


Clicca per ingrandire


Clicca per ingrandire


Clicca per ingrandire

  • Foto al buio: Le foto in condizioni di scarsa illuminazione dalla fotocamera principale vanno bene, ma non sono nulla di straordinario. Sebbene i dettagli siano sufficienti e le immagini non siano eccessivamente sfocate, la riduzione del rumore spesso rovina molti dei minimi dettagli. I colori sono più caldi di quanto dovrebbero essere, anche il contrasto non è eccezionale. Nel complesso, l'utilizzo della modalità notturna è ben consigliato dopo il tramonto. Illumina l'intera scena e ripristina le luci sfocate. Ha una riduzione del rumore ancora più forte rispetto alle foto normali. 


Modalità Notte - Clicca per ingrandire


Modalità Notte - Clicca per ingrandire


Modalità Notte - Clicca per ingrandire

  • Modulo ultra-wide: Le foto ultrawide da 13 MP sono abbastanza buone per un mid-ranger. Sono abbastanza dettagliate, i colori sono piacevoli e c'è una gamma dinamica ragionevolmente ampia. La correzione della distorsione dell'obiettivo non è sorprendente e c'è una frangia viola negli angoli, ma va bene per il segmento di fasica media a cui appartiene Poco X3 NFC.


Clicca per ingrandire


Clicca per ingrandire

  • Zoom: È disponibile la modalità da 64MP ad alta risoluzione: richiede un paio di secondi per salvare l'immagine e ogni foto pesa circa 30 MB. Le immagini sono però buone anche se il vantaggio rispetto alle altre forse non è così importante. Tuttavia, c'è un motivo per scattare in 64MP. Poiché non esiste un sensore con zoom per ottenere una foto 2x di qualità migliore è necessario scattarla proprio con la massima risoluzione. In questo modo ritagliandola a 16MP si otterrà uno zoom 2x di qualità molto migliore di quella che si può ottenere usando l'interruttore 2x.


Clicca per ingrandire


Clicca per ingrandire

  • Macro: La macro cam da 2 MP del Poco X3 ha una messa a fuoco fissa a circa 4 cm. Le foto presentano abbastanza dettagli e basso rumore ma non sono così contrastate come le altre. Tuttavia, questo 2MP andrà bene per lo scatto occasionale di un fiore o di un insetto. 


Clicca per ingrandire

  • Ritratti: C'è un sensore di profondità da 2 MP sul retro che viene utilizzato solo quando si scattano ritratti. Il Poco X3 NFC sembra essere capace in questo con la realizzazione di ritratti con un'efficiente separazione dei soggetti e sfocatura dall'aspetto naturale.  

  • Video: Il Poco X3 NFC cattura video 4K a 30fps con le sue fotocamere primarie e ultrawide. Le modalità a 1080p tradizionali sia a 30 fps che a 60 fps sono disponibili invece per entrambi. La fotocamera macro è limitata all'acquisizione di video a 720p. Le clip 4K sono nella media nei dettagli, ma l'X3 gestisce molto bene la scena: i colori sono accurati, il contrasto è ottimo e la gamma dinamica è sufficiente per un'immagine piacevole e vivace.

  • Selfie: Infine i selfie sono scatti da 20 MP della fotocamera frontale e presentano dettagli sufficienti, i colori sono piacevoli e il contrasto è eccellente. Sebbene si abbia una portata limitata per il punto debole della messa a fuoco, il Poco X3 offre abbastanza margine di manovra per coprire le diverse lunghezze del braccio e coloro che preferiscono scatti in primo piano.

AUTONOMIA: una batteria quasi infinita

Il Poco X3 NFC è alimentato da una grande batteria da 5.160 mAh ed è supportata la ricarica rapida da 33 W. A livello di autonomia possiamo dire di essere di fronte ad un device capace di completare quasi due giorni senza doverlo ricaricare. Può permettersi più di 18 ore di navigazione online o più di 15 ore di riproduzione video. Lo smartphone ricordiamo che viene fornito con un adattatore da 33 W e un cavo USB-C da 3A appropriato. Sulla ricarica rapida il caricabatterie da 33 W permetterà di ricaricare il 55% in 30 minuti e 100% in 75 minuti. 

CONCLUSIONI

Insomma Poco X3 NFC è un device davvero molto interessante per la fascia di prezzo a cui viene venduto online. Possiede uno schermo ampio e ad alta frequenza di aggiornamento, hardware potente e adatto ai giochi, un buon pacchetto fotocamera, una batteria fenomenale e una funzionale MIUI 12. C’è comunque qualche difetto come la grandezza esagerata del device, il peso non leggerissimo ma anche una fotocamera che al buio non si esalta. 

Poco X3 NFC viene però venduto a soli 229€ e 269€ anche se in questo caso fino a fine settembre sarà possibile avere il prezzo ribassato a 199€ e 249€ che è davvero incredibile rispetto alla concorrenza. Le versioni sono chiaramente quelle da 64GB e 128GB con l’accoppiata per entrambi dei 6GB di RAM. Poco X3 NFC è uno smartphone eccezionale con un'ottima scheda tecnica a un prezzo stracciato. Non c'è motivo per cui non  dovremmo consigliarlo per chi non vuole esagerare nella spesa di uno smartphone ma vuole comunque un ottimo compagno di quotidianità. 

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CYRANO23 Settembre 2020, 16:33 #1
Forse me lo prendo già il prox mese, vediamo...



Còslmlslmslms???
Mparlav23 Settembre 2020, 17:10 #2
Gran prodotto in questa fascia di prezzo.

Penso che le migliori alternative siano lo Xiaomi Mi Note 10 Lite e lo Xiaomi Mi 10 5G, per chi preferisce l'amoled anche se a 60Hz.

Ma l'opzione microsd del Poco continua a piacermi.
unnilennium23 Settembre 2020, 17:53 #3
il terminale è interessante, la recensione meno. per quanto smart, resta sempre un telefono, almeno sapere come va la parte telefonica sarebbe interessante... che me ne faccio dei numeretti dei benchmark.. com'è l'audio? nessuna menzione al fatto che sia stereo? dalle immagini si evince che la redazione di HWupgrade è così meticolosa nelle review dei telefoni che non ha messo manco la sim dentro per vedere come andava... veramente professionale....
StIwY23 Settembre 2020, 17:56 #4
"Best buy" questi terminali con i buchi su schermo? Ma anche no. Questi obbrobri dovrebbero essere snobbati a prescindere.
Opteranium23 Settembre 2020, 19:24 #5
Possibile non esista nulla di compatto in questa fascia? Solo padelle
GaryMitchell24 Settembre 2020, 01:55 #6
Originariamente inviato da: Opteranium
Possibile non esista nulla di compatto in questa fascia? Solo padelle


Batterie enormi, "vapour chamber" per il raffreddamento di cpu octacore overcloccate, giga camere zoom,
rotoloni in rame per la ricarica wireless triturbo, prendono un sacco di spazio e vanno a vanificare tutti i progressi che sono stati fatti in un decennio in termini di spessore dalle varie industrie per portare i dispositivi a spessori di 7mm.

Infatti, vorrei ricordare che smartphone cosi' sottili in passato avevano schermi da 5 pollici, cpu modeste e batterie da 2000mah.

L'ultimo dispositivo sotto gli 8mm di Xiaomi era il Mi9 liscio e portava una batteria di appena 3000mah.

Le padellone da tre etti come ai tempi degli Etacs, stanno rimontando una meraviglia ! Ma la colpa e' del mercato che vuole cpu strapotenti, schermi da 7 pollici, quattro fotocamere, tremila ammenicoli e una batteria per alimentare tutto cio' per due giorni..
ellerix24 Settembre 2020, 09:07 #7
mi 10 lite 5g. 7.98mm
megthebest24 Settembre 2020, 10:31 #8
Originariamente inviato da: unnilennium
il terminale è interessante, la recensione meno. per quanto smart, resta sempre un telefono, almeno sapere come va la parte telefonica sarebbe interessante... che me ne faccio dei numeretti dei benchmark.. com'è l'audio? nessuna menzione al fatto che sia stereo? dalle immagini si evince che la redazione di HWupgrade è così meticolosa nelle review dei telefoni che non ha messo manco la sim dentro per vedere come andava... veramente professionale....


In effetti..
Ricezione non pervenuta, qualità audio in capsula e vivavoce, nemmeno.
Compatibilità con il 4G+ e che tipo di aggregazione bande abbia, nulla...
Audio stereo non menzionato (soprattutto riguardo al bilanciamento dei due speaker ed alla qualità, come correttamente hai fatto notare...
Senza sim si provano i tablet Wi-Fi, non i telefoni
Anche perchè parlare della durata della batteria, senza Sim e/o uso del 4G è totalmente inutile... (anche perchè non c'è nemmano uno screenshot che confermi le conclusioni date con la frase "una batteria fenomenale"
Opteranium24 Settembre 2020, 13:42 #9
Originariamente inviato da: ellerix
mi 10 lite 5g. 7.98mm

si ma anche 6,6 pollici..
black8124 Settembre 2020, 21:30 #10
Dopo questo tipo di recensione tornerei volentieri all'epoca del gettone e cabina telefonica...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^