chiudi X
PlayStation 5 in redazione: primo unboxing

BQ Aquaris X2 Pro: Android One in tanta ‘‘eleganza’’. La recensione

BQ Aquaris X2 Pro: Android One in tanta ‘‘eleganza’’. La recensione

Abbiamo provato per qualche settimana il nuovo Aquaris X2 Pro di BQ, l’azienda spagnola divenuta famosa per il suo modus operandi professionale. Lo smartphone possiede un aspetto elegante per via dei materiali premium ma anche specifiche tecniche importanti che di certo non possono passare inosservate come la presenza di Android One. Ecco dunque la nostra nuova recensione del BQ Aquaris X2 Pro.

di pubblicato il nel canale Telefonia
BQ
 

BQ quest’anno punta tutto sul sistema operativo e decide di giocarsi la carta di Android One per competere con la concorrenza più agguerrita della fascia medio alta del mondo degli smartphone. In questo caso la scelta non è di utilizzare un sistema operativo di “fascia B”, anche perché sappiamo che Google non lo ha concepito così, ma piuttosto di proporre agli utenti un’alternativa valida ai produttori più conosciuti giocando sulla velocità degli aggiornamenti e soprattutto sulla mancanza di una personalizzazione dell’interfaccia grafica che potrebbe far storcere il naso a molti.

L’azienda spagnola, che negli anni abbiamo avuto modo di conoscere soprattutto per la sua filosofia produttiva, ha dunque deciso di realizzare un nuovo smartphone, in verità due contando anche Aquaris X2, capace di presentarsi già con Android 8.1 Oreo ma soprattutto con la consapevolezza di poter garantire agli utenti 2 anni di aggiornamenti rapidi e 3 anni di patch di sicurezza. E sappiamo che di questi tempi tutto ciò non è per nulla scontato anche quando si acquistano prodotti da quasi 1000 euro. BQ ha deciso di intraprendere questa strada ma quello che ci ha colpito non è solo l’aver deciso di usare Android One ma di farlo con componenti di qualità permettendo a chi acquisterà lo smartphone di ottenere un device di pregio sia per materiali che per hardware.

BQ Aquaris X2 Pro è un telefono compatto grazie ai suoi 5,65 pollici di display con cornici ridotte alla moda del momento, possiede una potenza considerevole visto il processore Snapdragon 660 ma soprattutto garantisce una qualità costruttiva che di certo possono porlo ad un livello leggermente superiore alla fascia media come anche il prezzo di 389€ dichiara. Vediamo tutte le sue caratteristiche e come si comporta nell’uso quotidiano qui su Hardware Upgrade.

DESIGN: il vetro vince sempre in eleganza

Guardando il BQ Aquaris X2 Pro non si possono non rinnovare i complimenti ai designer dell’azienda spagnola fatti a suo tempo per il passato Aquaris X Pro dello scorso anno. L’azienda mantiene uno stile minimale, piacevole e in qualche modo sobrio anche in questa seconda generazione del device ma che di certo risulta elegante con segni di ricercatezza stilistica.

Impossibile, in questo caso, non apprezzare la presenza del vetro sulla parte retrostante del telefono che, a detta dell’azienda spagnola, vuole ispirarsi alla bellezza del vetro e alla forza del metallo degli emblematici palazzi come il “Palacio de Cristal” di Madrid o la “Torre Glòries” di Barcellona. In effetti il nuovo BQ Aquaris X2 Pro è uno smartphone elegante, moderno e capace di regalare effetti particolari ed originali grazie alla presenza del vetro bifacciale. L’azienda lo ha reso sicuramente più accattivante rispetto alle precedenti generazioni e questo di certo lo si vede ma lo si sente anche in mano con un device che possiede solidità in ogni situazione.

Frontalmente l’azienda ha sfruttato bene lo spazio posizionando uno schermo in formato 18:9 e dunque riducendo per quanto possibile le cornici che sono ora meno generose. Angoli arrotondati sul display, presenza classica dei sensori nella parte superiore con un insolito Flash LED per realizzare selfie anche al buio.

Il resto delle caratteristiche vedono la presenza nella parte inferiore di una porta USB Type-C al centro del jack da 3,5 millimetri che l’azienda decide di posizionare nella parte sinistra. Sul lato opposto invece viene posizionata una griglia per l’altoparlante che suona bene non distorcendo troppo la musica o il parlato. Sui lati del device si trovano poi a destra il classico bilanciere del volume in un unico tasto, quindi il pulsante On/Off di accensione e spegnimento mentre sul lato opposto solo il carrellino per la NanoSIM ed una seconda SIM che potrà essere sostituita da una MicroSD per l’espansione della memoria.

DISPLAY: tanta luminosità di qualità

Il display del nuovo Aquaris X2 Pro è un’unità LCD IPS LTPS Quantum Color+ da 5,65 pollici con risoluzione Full HD+ in formato 18:9 ossia leggermente più allungato in altezza per 2.160x1.080 pixel e 428 ppi. Solitamente abbiamo sempre riscontrato un’ottima qualità dei pannelli introdotti negli smartphone BQ e anche quello posizionato in questo Aquaris X2 Pro ci è effettivamente piaciuto. Colori brillanti con angoli di visione elevati e buoni ma soprattutto una gamma cromatica intensa e capace, nei neri, di raggiungere un’ottima profondità pur considerando di avere a che fare con un IPS.  Sì, manca l'opzione per calibrare lo schermo a piacere, sia in saturazione che per la temperatura di colore. Di fatto però l’impostazione predefinita permette di ottenere valori adeguati.

Da sottolineare come BQ abbia pensato alle situazioni estreme ossia quando l’utente si trova ad utilizzare lo smartphone in esterno con la luce diretta del sole. In questo caso lo smartphone aumenta la propria luminosità al massimo (parliamo di 650 nits) e garantisce dunque una corretta e sempre precisa leggibilità anche in queste situazioni. Ricordiamo oltretutto che il pannello posto sullo schermo è realizzato con Gorilla Glass e dunque efficace in caso di graffi e cadute relativamente di piccola entità.

HARDWARE: Snapdragon 660 senza ''lag''

A livello hardware il nuovo BQ Aquaris X2 Pro è in possesso di una CPU di nuova generazione ossia lo Snapdragon 660 che altro non è che un Octa-Core con clock da 2,2 GHz, processo produttivo a 14nm ed una GPU accompagnatoria Adreno 512. Il processore permette allo smartphone di ottenere una potenza considerevole e soprattutto di mantenere sempre bassi i consumi energetici anche ad elevate richieste energivore.

A livello di esperienza utente, il nuovo BQ Aquaris X2 Pro, riesce a mantenere quasi costantemente un livello ottimale di prestazioni. Il sistema gira fluido, senza intoppi, rallentamenti o altre situazioni di lag. La navigazione web, quella sui social ma anche la visione dei contenuti multimediali vengono realizzati senza problemi e molto più importante è anche la possibilità di giocare a titoli graficamente di un certo spessore senza dover rinunciare a praticamente nulla e soprattutto senza accessi lenti. Temperature quasi sempre sotto controllo considerando che il telaio dello smartphone risulta in vetro e questo tende sempre a dissipare il calore bene ma con alcuni surriscaldamenti. Qui non ne abbiamo se non in casi di stress realmente eccessivo che dunque non pregiudicano l’uso normale e quotidiano del device.

Numericamente sul BQ Aquaris X2 Pro l’azienda ha deciso di porre 4GB di RAM che sono effettivamente sufficienti per uno smartphone come questo. Nelle prove effettuate infatti il device non ha mai utilizzato più di 3GB di RAM sintomo che Android One, in questo caso nella versione 8.1 Oreo, riesce a gestire bene le esigenze dell’utente. A livello di storage BQ ha deciso di porre ben 64GB di memoria interna che potranno comunque essere espanse con una MicroSD fino a 256GB rinunciando in questo caso alla seconda SIM.

  BQ Aquaris X2 Pro
OS (al lancio) Android One (8.1 Oreo)
Processore Qualcomm Snapdragon 660 Octa-Core a 2.2GHz
RAM 4 GB
Display LCD IPS LTPS 5.65'' Full HD+ (18:9)
Risoluzione 2160x1080 px
Storage (al lancio) 64 GB + MicroSD fino a 256GB
Fotocamera Posteriore

Dual Camera:
Principale 12MP (f/1.8) +
Secondaria 5MP
Video 4K UHD @30fps

Fotocamera Anteriore 8MP (f/2.0)
Extra

4G+ LTE
NFC
Sensore impronte digitali
Certificazione IP-52

Porte USB Type-C + jack da 3.5mm
Batteria 3.100 mAh + Ricarica rapida
Dimensioni 150.7 x 72.3 x 8.35 mm 
Peso 168 gr 

Ottima la dotazione di sensori con accelerometro, giroscopio ma anche sensore di luminosità e di prossimità. Non manca anche un LED di notifica, posizionato nella cornice inferiore frontale e un lettore di impronte digitali al centro della scocca posteriore sempre rapido e sicuro. Per la connettività invece BQ ha previsto lo scambio dati in LTE, WiFi ac, Bluetooth 5.0 e NFC, presente anche la Radio FM. Da segnalare, inoltre, che la porta USB Type-C per lo scambio dati e ricarica (QC 4.0) è già aggiornata allo standard 3.1.

INTERFACCIA GRAFICA: Android ONE (8.1 Oreo) che altro dire

La scorsa generazione di Aquaris X Pro aveva visto la presenza di Android Nougat con una personalizzazione realizzata dall’azienda che ben poco appesantiva il software rendendo più possibile stock appunto Android.

 

Quest’anno la scelta, come detto ad inizio recensione, è stata diretta verso Android One ossia il software realizzato e rilasciato da Google che prevede aggiornamenti costanti e rapidi oltre ad un occhio di riguardo alla sicurezza con le varie Patch.

In questo caso sembra quasi inutile dilungarsi su questo aspetto perché lo smartphone offre un’esperienza di utilizzo pari a quella di un Pixel o di uno smartphone stock di Google. C'è poco altro da menzionare, perché l'idea non è quella di aggiungere applicazioni non necessarie al sistema.

BQ ne incorpora solo una, non contando quella della fotocamera, destinata a stipulare un'assicurazione per il BQ Aquaris X2 Pro contro danni e cadute accidentali. Il resto sono applicazioni Google che provengono da Android (YouTube, Gmail, Foto, Drive e altro), incluse utility come un registratore audio e radio FM.

Non manca l’Assistente di Google che ormai da tempo è arrivato anche in Italia e che nel tempo sta acquisendo sempre più funzioni. A lui possiamo chiedere informazioni sul meteo, sul traffico, ma anche le notizie del giorno oppure farci segnare un promemoria, cercare informazioni su Internet o trovare ristoranti nelle vicinanze, tra le molte altre possibilità. Presente anche Google Lens nell'applicazione della fotocamera permettendo di realizzare la scansione di un oggetto per ricercarlo in automatico su internet.

FOTOCAMERA: doppia e di ottima fattura

La fotocamera è senza dubbio oggi giorno una delle funzioni che gli utenti più spesso utilizzano. Gli stessi chiedono ai propri smartphone scatti sempre più di qualità per garantire una reale sostituzione nei viaggi dello smartphone con una reflex o una macchina compatta.

Il nuovo BQ Aquaris X2 Pro ne possiede tre sulla moda del momento. Al posteriore l’azienda spagnola ha deciso di proporre una combinazione di un doppio sensore posto in verticale, ispirandosi ad iPhone X, di derivazione Samsung da 12MPx (codice S5KL28) ed un 5MPx (codice S5K5E8). Tecnicamente il sensore principale da 12MPx è in possesso di un’apertura focale da f/1.8 mentre il secondo non fa altro che aiutare il primo nell’individuare elementi per la profondità. I sensori sono di buona qualità e abbiamo visto nel corso degli ultimi tempi come i produttori abbiano aumentato il livello dell’asticella qualitativa degli scatti proprio negli smartphone di fascia media. Il BQ Aquaris X2 Pro non è da meno e sulla pratica riesce a mostrare un buon approccio con la fotografia.

Gli scatti realizzati sono decisamente buoni. Lo smartphone riesce a regolare nella modalità automatica bene i parametri e gli scatti risultano con colori naturali, a volte forse un po’ poco accesi, con una buona tenuta per quanto concerne la gamma cromatica. La modalità HDR automatica funziona bene riuscendo ad “impressionare” lo scatto esaltandone i dettagli nei punti giusti. Elevato il contrasto soprattutto negli scatti con tanta luminosità.


Clicca per ingrandire


Clicca per ingrandire


Clicca per ingrandire


Clicca per ingrandire

Come la luce cala, cala anche il livello qualitativo dei sensori. Un po’ come in tutti gli smartphone, soprattutto in questi di fascia media, i dettagli tendono a perdersi regalando scatti rumorosi. Da sottolineare però la tenuta degli ISO che dunque permette agli utenti di avere foto senza artefatti.

Anteriormente presente una fotocamera da 8MPx (codice S5K4H7 di Samsung) con apertura focale da f/2.0 e capace di realizzare dei buoni scatti anche in notturna grazie appunto alla presenza del Flash LED. In questo caso il sensore frontale è capace anche di registrare video fino alla risoluzione di 1080p. a 30fps.

I video invece realizzati con la cam posteriore possono essere girati fino alla risoluzione massima del 4K a 30fps con stabilizzazione digitale. Presente anche lo slow motion in Full HD a 120fps. Qualitativamente siamo in linea con gli avversari con video ben stabilizzati, immagine di buona qualità con una gamma dinamica forse leggermente inferiore a quanto possibile con gli scatti fotografici.

AUTONOMIA: l'ottimizzazione paga sulla giornata

La batteria del BQ Aquaris X2 Pro risulta pari a 3.100 mAh e seppure la numerazione potrebbe tranne in inganno, la presenza di un display non esageratamente grande ma anche l’ottimizzazione di Android One, permettono di raggiungere autonomie davvero buone. Sì. perché anche in giornate con stress importante sul processore, sul sistema, sulla fotocamera, e soprattutto con situazioni di Wi-Fi ma anche di rete 4G, lo smartphone permette di raggiungere sera senza problematiche e senza dover portarsi dietro power bank di sorta.

Come ogni smartphone che si rispetti di ultima generazione anche il BQ Aquaris X2 Pro permette di ricaricarsi velocemente grazie alla presenza dell’alimentatore Quick Charge 3.0 e chiaramente il suo supporto a livello software. In questo caso lo smartphone riesce a raggiungere il 100% di carica dallo 0% in poco più di un’ora e 30 minuti mentre il soli 45 minuti si può già ottenere più del 60% di carica residua.

CONCLUSIONI

Il nuovo BQ Aquaris X2 Pro viene venduto in diverse configurazioni che riguardano sostanziali differenze di memoria. Sul catalogo troviamo infatti attualmente una versione con 4GB di RAM e 64GB di memoria interna ad un prezzo di 389,90€ nella colorazione White/Glaze White come quella avuta in prova. In arrivo invece se si vuole maggiore spazio interno e maggiore RAM si potrà optare per la versione con 6GB di RAM e 128GB di storage nella colorazione Black/Deep Silver a poco più di 500€. Infine in arrivo anche la versione scura con 4GB di RAM e 64GB di storage interno.

Prezzi forse leggermente superiori a quanto ci si potrebbe attendere ma è altrettanto vero che questa nuova generazione di Aquaris X2 Pro punta ad un livello superiore della fascia media. Punta a scontrarsi con avversari come Honor 10 e Galaxy A8 di Samsung. Dallo scontro diretto con questi device però l’azienda spagnola potrebbe imporre non solo la sua filosofia artigianale con un device preciso, equilibrato e soprattutto ben fatto a livello costruttivo ma anche e soprattutto per un sistema operativo praticamente stock e nella versione di Android One che è sinonimo di aggiornamenti rapidi e sicuri.

Da non sottovalutare poi anche la qualità fotografica del device che in uno smartphone di fascia media non sempre è possibile trovare. Qui abbiamo tre fotocamere marchiate Samsung con un lavoro software importante da parte dell’azienda spagnola che permette di ottenere risultati a volte sorprendenti.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Haran Banjo16 Luglio 2018, 17:36 #1
Marchette. Marchette ovunque.
.Diablo.16 Luglio 2018, 19:34 #2
@Haran Banjo: non so dove tu veda la marchetta sinceramente...
Sono un cliente soddisfatto di prodotti BQ (BQ M5 e BQ X5) e ti posso garantire che i prodotti di questa azienda sono davvero ben fatti.
Aspetto che l'X2 scenda di 20/30 euro e poi probabilmente diventerà il mio prossimo smartphone.
RoUge.boh16 Luglio 2018, 23:52 #3
Ho regalato un bq aquaris X alla mia ragazza dopo 1 anno non posso che apprezzare il lavoro che fanno, e gli aggiornamenti che ha. Ottima casa.
marco.magnaterra17 Luglio 2018, 09:44 #4
E' parecchio bello, però costa tanto.
Marok17 Luglio 2018, 10:44 #5
Soddisfattissimo del mio X liscio. Sicuramente in futuro continuerò a prendere in considerazione gli smartphone di questa casa, l'unica pecca è che non si svalutano come gli altri ed è difficile trovare un'offerta competitiva lato prezzi.
phmk20 Luglio 2018, 13:47 #6
"è in possesso di una CPU di nuova generazione ossia lo Snapdragon 660"
Nuova generazione no eh... semmai lo saranno quelli con l'imminente 710...molto meglio attendere....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^