Nubia Z11 recensione: senza cornici ai lati a 449 euro

Nubia Z11 recensione: senza cornici ai lati a 449 euro

Nubia Z11 è uno smartphone con caratteristiche tecniche tipiche della fascia alta, ma che vanta un prezzo di listino significativamente più basso. La sua peculiarità è il design ricercatissimo, con cornici laterali assenti grazie ad uno schermo con angoli arrotondati. La feature è corredata da gesture che vogliono rendere l'esperienza d'utilizzo il più possibile smart, e ridurre i tap necessari per compiere le operazioni più importanti

di pubblicato il nel canale Telefonia
Nubia
 

Recensione Nubia Z11, specifiche tecniche

Annunciato allo scorso IFA 2016 di Berlino Nubia Z11 è il primo smartphone del brand che nasce da una costola di ZTE. La partenza è indubbiamente in grande stile, grazie a un dispositivo che sul piano hardware e su quello estetico non ha molto da imparare dai nomi più blasonati del settore. Il telaio è in lega di alluminio aerospaziale ma a farsi notare subito è l'ampio display da 5,5 pollici edge-less, ovvero privo di cornici. E non si tratta di un edge-less solo su carta: molti brand cinesi hanno spesso promosso dispositivi come tali quando in realtà qualche cornice laterale c'era, mentre Nubia Z11 è un dispositivo davvero privo di cornici sui due lati, che vengono occupati interamente dal display.

[HWUVIDEO="2210"]Nubia Z11 recensione, top di gamma senza cornici[/HWUVIDEO]

Quest'ultimo vanta una diagonale da 5,5 pollici e sui lati è leggermente curvo: non è una curva estrema, alla Galaxy S7 edge per intenderci, ma una piccola curvatura che consente di avere un'esperienza tattile più piacevole nei bordi. Il tutto viene accompagnato da gesture che consentono di sfruttare la natura edge-less del dispositivo e il particolare design che per essere padroneggiato richiede un minimo di esperienza con il software. Il display supporta una risoluzione Full HD di 1920x1080 pixel e vanta un rapporto schermo-cornici dell'81%, molto elevato. Nubia Z11 è molto interessante anche per la piattaforma hardware scelta: alla sua base c'è infatti un SoC Qualcomm Snapdragon 820.

Nubia Z11

Nel mercato italiano la CPU quad-core da 2,15GHz viene supportata da 4GB di memoria RAM e 64 GB di storage espandibile via micro-SD, ma esiste anche una variante con 6 GB di RAM. Non manca un sensore biometrico per le impronte digitali, che nelle nostre prove si è rivelato piuttosto veloce ed affidabile ed è curato come vedremo più avanti anche il comparto fotografico. Il modulo principale sfrutta un sensore da 16 megapixel con PDAF e obiettivo f/2.0 a sei lenti, mentre quello frontale un sensore da 8 megapixel con obiettivo f/2.4 a cinque lenti. Lo smartphone riesce a registrare video alla risoluzione 4K ad un frame rate di 30 fps, o alla risoluzione Full HD a 60 frame al secondo.

Nubia Z11
OS Android 6.0.1 con Nubia UI 4.0
Processore Qualcomm Snapdragon 820
2 x Kryo 2,15 GHz
2 x Kryo 1,6 GHz
RAM 4 GB
Display LCD IPS 5,5"
Risoluzione 1920x1080 (403 PPI)
Storage 64 GB
Espandibili via microSD
Fotocamere Retro 16 MP f/2.0
Autofocus a rilevamento di fase
Flash Dual LED
Video 4K @ 30 fps
Fronte 8 MP f/2.4
Connettività 4G LTE
Wi-Fi 802.11ac
Bluetooth 4.1
GPS / GLONASS
NFC
Infrarossi
Sensore di impronte
Porte USB Type-C
Audio combo 3,5mm
Batteria 3.000 mAh non rimovibile
Quick Charge 3.0
Dimensioni 151,8 x 72,3 x 7,5 mm
Peso 162 g

Sul fronte connettività è prevista la compatibilità con reti Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 4.1, NFC ed LTE, che si avvantaggia del supporto per la banda LTE 800 MHz. Ad alimentare il tutto c'è una batteria da 3.000 mAh che può essere ricaricata in breve tempo grazie al Quick Charge 3.0, attraverso il connettore USB Type-C incastonato nella parte inferiore del dispositivo. Impressionanti le dimensioni, paragonabili soprattutto in larghezza a quelle di un dispositivo con un display più piccolo: 151,8 x 72,3 mm la superficie, soltanto 7,5 mm lo spessore. Nubia Z11 pesa 162 grammi, tutti numeri davvero ragguardevoli se consideriamo che lo smartphone adotta un display da 5,5 pollici.

Design

Il primo smartphone del brand Nubia adotta un design decisamente riconoscibile grazie soprattutto al display di tipo edge-less. Visto frontalmente lo smartphone non ha alcuna cornice laterale, mentre le uniche parti in cui non è presente il display sono quella inferiore e quella superiore. La superficie frontale non ha nessun tasto fisico ma tre tasti virtuali che si illuminano di rosso durante l'interazione: i due più esterni sono personalizzabili e servono per la navigazione nel sistema operativo, quello centrale, che può essere impostato come "pulsante" alla ricezione di una notifica, funge invece da tasto Home. Nella parte superiore c'è la capsula telefonica, la fotocamera e il sensore di prossimità, il tutto coperto da una lastra di vetro 2.5D, arrotondata ai bordi.

Come scritto poco sopra il frame della scocca è realizzato in una lega di alluminio di natura aerospaziale opaca con alcuni dettagli lucidi e lavorati a specchio. Il colpo d'occhio è senza dubbio d'impatto, e qualità costruttiva e cura negli assemblaggi sono ad alti livelli. Nella parte destra dello smartphone troviamo il selettore del volume e il tasto d'accensione, in quella sinistra esclusivamente il tray per introdurre le due SIM con uno dei due slot che è purtroppo condiviso con la micro-SD: o si sceglie di usare il dual-SIM o di espandere lo storage integrato, quindi, che comunque è in abbondanza nell'unica variante da 64GB disponibile sul mercato italiano. Non manca il jack da 3,5mm, nella parte superiore insieme a uno dei microfoni e porta infrarossi.

Nubia Z11

Nella parte inferiore troviamo le due griglie di altoparlante e microfono e al centro il connettore USB Type-C. Dietro il design è molto pulito: le due bande per le antenne sono cromate e delimitano le estremità in policarbonato (la parte centrale è in alluminio), e sono cromati anche i bordi del lettore di impronte digitali, disposto nella parte superiore della scocca posteriore. La fotocamera è invece contrassegnata da bordi rossi lucidi e nella parte inferiore c'è il logo Nubia con finitura opaca. Lo smartphone risulta piacevole anche al tatto, anche se i materiali utilizzati rendono l'impugnatura un po' scivolosa.

Software

Nubia Z11 è particolarmente curato per quanto riguarda l'aspetto software, anche se sul piano della localizzazione in italiano c'è ancora molto da lavorare. Molte traduzioni sono assenti, altre non proprio corrette. Il dispositivo si basa tuttavia sulle tante funzionalità aggiuntive e l'uso delle gesture, indispensabili per sfruttare al massimo la natura "edge-less". Le gesture vengono chiamate "Gesti bordo", e hanno dedicata un'intera pagina all'interno delle Impostazioni che rimane in inglese anche con il software impostato in lingua italiana. Le gesture possibili sono spiegate con tutorial in video e sono tantissime:

  • Tenendo premuto il bordo destro o sinistro e trascinando verso sinistra o destra è possibile accedere alle singole pagine del launcher (nativo), mentre trascinando verso sopra o verso sotto si avrà rapido accesso alle applicazioni aperte in background o a discrezione dell'utente.
  • Tenendo premuto il bordo destro o sinistro inferiore o superiore e trascinando rispettivamente verso l'alto o verso il basso invece si può scegliere di accedere rapidamente ad un'applicazione specifica a scelta dell'utente, o a quelle aperte in background.
  • Trascinando uno dei bordi verso l'alto ripetutamente consente invece di forzare la chiusura di tutte le app in background.
  • Scorrendo su entrambi i bordi si aumenta o diminuisce la luminosità del display.
  • Un doppio tap sul bordo sinistro equivale alla pressione del tasto Indietro

L'idea delle gesture sui bordi dello smartphone è certamente apprezzabile, anche se la fruibilità della funzione non è sempre ai massimi livelli. A volte perfezionare un comando può essere addirittura più complicato che affidarsi all'interazione tradizionale con i tasti su display, e capita di rado che l'input non sia percepito correttamente dal software. Inoltre, vista l'assenza dei bordi si è talvolta costretti ad alcune contorsioni in modo da non toccare involontariamente il display e dare comandi non voluti. Insomma, bella l'idea ma utile solo per alcune funzionalità e non per tutte quelle offerte in via predefinita sul nuovo Nubia Z11.

Come molti dispositivi cinesi il launcher di Nubia Z11 si presenta piuttosto spoglio, facendo l'occhiolino ad iOS. Non è presente un app drawer con tutte le applicazioni installate che vengono disseminati sulla Home, mentre il Centro Notifiche ha uno sfondo trasparente con effetto blur e le varie schermate sfondi chiarissimi. Molto interessante la possibilità di utilizzare due applicazioni contemporaneamente su schermo semplicemente trascinando la parte inferiore della schermata verso l'alto. Facendolo dal launcher vedremo due launcher identici da cui eseguire le diverse applicazioni, con un funzionamento sempre intuitivo.

Nubia Z11 software

Nubia UI 4.0 si è mostrata parecchio fluida durante i nostri utilizzi e in linea con le migliori produzioni Android con Snapdragon 820. Abbiamo notato solo qualche sporadico impuntamento nelle animazioni del sistema operativo, ma l'esperienza d'utilizzo dello smartphone è a livelli molto elevati.

Prestazioni

Lo smartphone utilizza un processore Qualcomm Snapdragon 820, un quad-core con architettura proprietaria definita Kryo basata sulle prestazioni del singolo core. Il SoC viene stampato a 14-nm e utilizza una configurazione con doppia CPU: la prima, più potente, dual-core da 2,15GHz; la seconda, per gli incarichi meno onerosi sul piano computazionale, sempre da due core ma con frequenza decurtata a 1,6GHz. Si tratta di una delle soluzioni migliori su Android fra quelle disponibili attualmente in commercio, oltre ad essere la più equilibrata fra potenza della CPU e potenza della GPU.

Si occupa della parte grafica una Adreno 530 che utilizza una memoria virtuale condivisa e supporta Renderscript e OpenCL 2.0. È compatibile con le API grafiche OpenGL ES 3.1 + AEP e le API Vulkan per la programmazione a basso livello. Si tratta di una soluzione ampiamente supportata dalla stragrande maggioranza delle applicazioni presenti su App Store, che consente le prestazioni massime anche per quanto riguarda l'efficienza energetica non solo sui giochi ma anche con i player multimediali.

Nella galleria di seguito trovate tutti i benchmark che abbiamo effettuato con lo smartphone al fine di valutare le prestazioni generali del dispositivo.

Sul piano prestazionale Nubia Z11 fa registrare valori molto interessanti, in linea se non superiori a molte altre soluzioni che adottano lo stesso SoC. Su 3D Mark è secondo solamente a iPhone 7 Plus, mentre su AnTuTu ha ottenuto un punteggio solo leggermente inferiore rispetto a OnePlus 3 ed LG G5, entrambi con lo Snapdragon 820. Un po' deludenti le performance sul piano grafico, le quali risultano sensibilmente inferiori rispetto ad altri dispositivi con Adreno 530, così come anche il browser integrato non si manifesta estremamente efficace. Assolutamente consigliato l'uso di Chrome come soluzione predefinita.

Autonomia

Nubia Z11 utilizza una batteria non rimovibile da 3.000 mAh che consegna un'autonomia operativa più che soddisfacente, e dispone di varie funzionalità per risparmiare sul consumo energetico. Molto interessante, come abbiamo già visto con molti dispositivi con Snapdragon 820, la possibilità di ricaricare velocemente l'unità integrata che consente di ottenere numerose ore di autonomia collegando lo smartphone alla rete elettrica per poche decine di minuti . Di seguito i risultati fatti registrare da Nubia Z11 all'interno dei nostri test eseguiti in laboratorio, impostando la luminosità al valore arbitrario di 200cd/m² su tutti i dispositivi.

I grafici mostrano una situazione piuttosto altalenante, con risultati discordanti fra i due test: se da un lato l'efficienza nell'ambito della navigazione web è piuttosto elevata con risultati in linea a quelli di dispositivi di pari generazione e specifiche tecniche paragonabili, in quello della riproduzione di video in Full HD scende alle ultime posizioni. Rispetto ad HTC 10 resiste quasi 2 ore in meno in riproduzione video, mentre invece rispetto ad LG G5 le ore in meno sono più di 3.

Display

Il display di Nubia Z11 è un Full HD da 5,5 pollici border-less, ovvero privo di cornici nei due lati. La caratteristica ha consentito ai tecnici di Nubia di integrare un pannello dalla diagonale ampia in una scocca di dimensioni limitate in larghezza, molto simili a quelle di dispositivi dal display da 5 pollici. I due bordi sono inoltre leggermente arrotondati grazie all'uso di un vetro 2.5D. I vantaggi della soluzione sono soprattutto di natura estetica ed ergonomica: Nubia Z11 è un dispositivo molto distintivo come design e l'uso dello smartphone certamente più comodo rispetto ad altri modelli con diagonale simile.

Tuttavia ci sono anche degli svantaggi: capita di interagire con i bordi del display involontariamente e nei due bordi sono ravvisabili naturalmente delle distorsioni che peggiorano la qualità delle immagini.

La qualità del display integrato su Nubia Z11 è piuttosto buona in termini di luminosità massima, pari a 430cd/m² e seconda solamente a quella di Xperia Z5, se si escludono i vari modelli di iPhone. Lo smartphone si legge benissimo sotto la luce del sole e vanta un rapporto di contrasto intorno a 450:1, nella media per i display LCD IPS per smartphone. I risultati dei nostri test sono stati meno lusinghieri per quanto riguarda la fedeltà cromatica, con tonalità fredde sovrasature e un'imprecisione visibile anche ad occhio nudo sul rosso. Come risultato complessivo abbiamo colori estremamente vivaci e piacevoli da vedere, anche se l'imprecisione delle tonalità droga spesso l'immagine allontanandola dalla versione originale. Come potete vedere nella foto che riportiamo di seguito, infine, sono ottimi gli angoli di visione.

Fotocamera

Sul fronte fotografico Nubia Z11 utilizza un modulo con sensore Sony IMX298 e stabilizzazione ottica delle immagini, coadiuvato da tecnologie di stabilizzazione digitale (EIS). Per l'auto-focus lo smartphone si affida all'ottima tecnologia a rilevamento di fase, capace di mettere a fuoco, dati tecnici alla mano, in soli 0,1 secondi. L'obiettivo è a sei lenti con un'apertura massima fissa di f/2.0. Per la fotocamera frontale Nubia ha scelto un sensore da 8 megapixel con obiettivo f/2.4. Di seguito riportiamo alcuni scatti che abbiamo effettuato durante le nostre prove.

Cliccando sulle foto si apre un'anteprima a pieno schermo con l'immagine a risoluzione originale.






Sul piano del dettaglio le fotografie di Nubia Z11 sono estremamente interessanti, fra le migliori dell'intera categoria. Soprattutto in condizioni di luce ottimali vengono offerte le rese migliori: la prima foto fra quelle dimostrate è emblematica, con le persiane che vengono riprodotte singolarmente. La maschera di contrasto è applicata in maniera quasi del tutto invisibile e il rumore è visibile solamente nelle zone d'ombra. Nella seconda foto, scattata in condizioni climatiche più avverse, vengono riprodotte particolarmente bene le fronde degli alberi e il livello di dettaglio rimane comunque molto elevato. Al calar della luce la fotocamera di Nubia Z11 continua a comportarsi bene mantenendo basso il rumore, anche se la stabilizzazione non è ai livelli degli smartphone più blasonati. In questi casi aiuta moltissimo il flash, con l'ultima foto che è veramente molto interessante anche come resa cromatica.

Quest'ultimo aspetto è un po' controverso, visto che in alcuni scatti il bilanciamento dei colori non viene calibrato in maniera ottimale. La prima fotografia infatti mostra una leggera tendenza verso tinte fredde, che rende il cielo e le zone d'ombra irrealistiche e sovrasature.

Conclusioni e prezzo

Ad un prezzo di 499 euro (449 sul sito ufficiale) Nubia Z11 offre parecchie caratteristiche interessanti, ed alcune abbastanza ricercate. Ci riferiamo soprattutto al display border-less, feature molto difficile da trovare su dispositivi venduti ufficialmente in Italia e soprattutto feature "reale" sul nuovo top di gamma di Nubia. A differenza di molti altri smartphone cinesi promossi come border-less ma con cornici solo nascoste nel materiale di marketing, Nubia Z11 manca veramente di cornici laterali. Si tratta di una caratteristica di particolare impatto estetico e corredata da numerose gesture che rendono più agevole la navigazione fra i vari menu del software e le varie app.

La mancanza di cornici richiede però una certa attenzione per evitare che si interagisca con il display in maniera involontaria. Durante le nostre prove è capitato di lanciare senza volerlo operazioni via gesture, che spesso abbiamo preferito disabilitare. Per il resto Nubia Z11 è un dispositivo ben fatto e abbastanza affidabile, in grado di offrire prestazioni di altissimo livello con il suo Snapdragon 820 e una buona autonomia operativa su singola carica. Lo smartphone dispone di una porta USB Type-C e supporta inoltre la ricarica rapida della batteria da 3.000 mAh. Non mancano alcuni difetti, che speriamo dipendano dalla gioventù del dispositivo: il software non è tradotto in maniera ineccepibile, e addirittura alcune voci vengono proposte in lingua inglese.

All'interno troviamo un DAC Hi-Fi AKG AK4376 che può essere sfruttato in parte con gli auricolari integrati, i quali offrono un'ottima qualità sonora se rapportati ad altri modelli offerti nelle dotazioni degli smartphone della concorrenza. Nella scatola troviamo anche un comodissimo adattatore USB Type-C/micro-USB. In definitiva, Nubia Z11 è uno smartphone molto interessante offerto ad un prezzo che ne rende l'acquisto molto invitante in relazione ai contenuti tecnici presenti. Si tratta di un dispositivo certamente molto distintivo grazie al suo display senza bordi, ideale soprattutto per chi vuole uno smartphone che si allontana dai soliti percorsi stilistici ormai troppo consolidati nell'intero settore degli smartphone.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dark_edo24 Novembre 2016, 16:28 #1
Prezzo un po' altino... non vedo un facile inserimento nel mercato degli smartphone "cinesi".
devilred24 Novembre 2016, 17:29 #2
sopravvalutato!! comunque telefono che ne ha gia' viste di tutti i colori e' graffiato, sulla ferrari c'e' un po' di polvere, chiamate un impresa di pulizie...
alexbilly24 Novembre 2016, 20:33 #3
più che nubia sembra ci sia scritto muoio.
hexaae26 Novembre 2016, 11:05 #4
Chrome fa pena. Usate Opera (quello nuovo è cmq basato sul motore di Chromium), ha anche il risparmio dati con blocco pubblicità e adattamento del testo dopo zoom. Non crasha mai, neanche in background.
Max_it28 Novembre 2016, 10:20 #5
Anche la recente versione di chrome ha il risparmio dati, basta attivarlo dalle opzioni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^