Huawei Nova Plus, la fascia media punta al top

Huawei Nova Plus, la fascia media punta al top

Lo scorso mese di settembre, in occasione di IFA, a Berlino Huawei ha annunciato il nuovo Nova Plus, un terminale che rientra nella fascia media del mercato seppur caratterizzato da specifiche e da un'esperienza d'uso che non lascia rimpianti se pensiamo alla maggior parte dei top di gamma di qualche mese fa, ecco le nostre considerazioni

di Davide Fasola pubblicato il nel canale Telefonia
Huawei
 

Huawei Nova Plus punta in alto

La cinese Huawei è indubbiamente una delle realtà in maggiore sviluppo per quanto riguarda il panorama tecnologico internazionale e in particolare in riferimento al settore smartphone. In pochissimo tempo l'azienda capitanata da Richard Yu ha saputo infatti scalare diverse posizioni tra i maggiori distributori di dispositivi mobili di ultima generazione fino ad insediarsi stabilmente ai vertici della classifiche di diffusione in tutto il mondo. L'Italia, in paticolare, è uno dei paesi nei quali la penetrazione del marchio asiatico è stata maggiormente evidente; gli investimenti effettuati nella nostra penisola in termini di comunicazione hanno portato infatti Huawei a raggiungere una posizione indubbiamente di prestigio rendendola diretta concorrente di marchi sicuramente più blasonati e conosciuti.

Una crescita costante non soltanto per quanto riguarda la brand awareness ma anche in termini di valore, e proprio in questa direzione va indubbiamente l'annuncio di Nova e Nova Plus, che hanno visto la luce all'inizio del mese scorso in occasione dell'ultimo IFA di Berlino. Parliamo di due prodotti che mirano evidentemente ad alzare l'asticella della fascia del brand asiatico, sia in termini di qualità dei dispositivi, sia per quanto riguarda, inevitabilmente il prezzo degli stessi.

E effettivamente, il Nova Plus che abbiamo provato in queste settimane ha ben poco da invidiare a smartphone di fascia tecnicamente più alta. Parliamo di un dispositivo che offre un design sobrio ma non per questo poco elegante, molto simile a quello della terminali della serie G, il cui ultimo esponente è stato GX8. La scocca in alluminio con finitura raffinata restituisce una buona sensazione al tatto e gli spigoli, marcati ma non eccessivamente vivi, permettono una presa sufficientemente salda.

Molto buono l'assemblaggio delle parti mobili, parliamo ovviamente dei tasti di accensione e regolazione del volume, oltre che del carrellino per l'inserimento della scheda SIM e della microSD per l'espansione di memoria. Nella parte frontale è invece presente un vetro di tipo Gorilla Glass 4 a 2,5D, ovvero con le estremità leggermente curve.

Sotto il vetro trova alloggiamento il display. Si tratta di una unità da 5,5 pollici di diagonale a risoluzione 1920x1080 pixel. Lo schermo di tipo IPS offre dei colori sufficientemente saturi e precisi per quanto riguarda la riproduzione delle diverse tonalità. Anche il punto di bianco risulta essere abbastanza neutro. Unico neo, ma nemmeno così evidente, è probabilmente la profondità dei neri che, come in tutti i display di questo genere non riesce mai ad essere estremamente profondo. Il contrasto risulta comunque sufficiente a far visualizzare correttamente le immagini anche in presenza di una fonte di luce diretta. Anche l'angolo di visione appare più che buono e permette di leggere le informazioni mostrate dal display ad ogni angolazione.

Per quanto riguarda il processore e le prestazioni questo Huawei Nova Plus interrompe un pò quella che era la tradizione degli ultimi terminali del produttore cinese non integrando un processore prodotto dalla stessa Huawei. Al posto dei classici Kirin troviamo infatti un SoC di produzione Qualcomm, per la precisione uno Snapdragon 625 che molto ben ci ha impressionato non solo dal punto di vista delle prestazioni.

Proprio grazie al lavoro della CPU in sinergia con i 3GB di RAM a disposizione del sistema e i 32 GB di memoria interna, l'interfaccia e le operazioni di gestione ad essa legate sono sempre risultate reattive e fluide. Mai nessuna incertezza anche quando il multitasking ha richiesto uno sforzo importante per via delle diverse applicazioni aperte in background. Nessun problema anche per quanto riguarda la riproduzione di giochi con grafica 3D anche se ben sappiamo che utilizzare uno smartphone per scopi videoludici, per quanto ampio il display, non è certo una attività estremamente diffusa tra gli appassionati del settore.

Una delle novità più importanti in questo Huawei Nova Plus, in relazione anche al settore del mercato nel quale si inserisce il prodotto stesso è dato dalla fotocamera. E effettivamente anche in fase di lancio, proprio su questo aspetto, Huawei ha voluto calcare in maniera particolare la mano. A ragion veduta possiamo dire che le belle parole spese dai vertici dell'azienda in sede di annuncio sono sicuramente giustificate.

Non è infatti molto comune trovare su terminali di questa fascia di prezzo un modulo, non tanto in grado di offrire una risoluzione di 16 megapixel, comunque elevata, quanto in possesso di uno stabilizzatore ottico delle immagini. Un elemento che come dimostrano le foto che abbiamo scattato in questi giorni, risulta fondamentale per ottenere risultati soddisfacenti in condizioni di luce non ottimale.

Luce ambientale ottimale

Luce ambientale scarsa

Se in caso di luce ambientale diffusa non avevamo infatti dubbi riguardo alla buona qualità delle immagini catturate dal sensore di questo Nova Plus, a dare soddisfazione è il risultato ottenuto in caso di scarsa illuminazione. Come possiamo vedere dalla foto scattata qui sopra, infatti, Nova Plus riesce a mantenere una buona quantità di dettaglio e, soprattutto, a contenere entro limiti più che accettabili il quantitativo di rumore di fondo che generalmente condiziona pesantemente il riconoscimento dei particolari in altri dispositivi anche di fascia superiore.Voto sicuramente positivo quindi alla scelta di Huawei di dotare di stabilizzatore ottico la fotocamera di questo smartphone; particolare che permette di alzare i tempi di scatto quel tanto che basta per rendere la foto più luminosa senza rischiare di cadere nel micromosso.

Foto scattata con flash

Per concludere il capitolo fotocamera, buona anche la resa del flash che come possiamo vedere qui sopra non brucia il soggetto in primo piano ed è in grado di fornire una illuminazione diffusa, forse non così elevata ma ben calibrata.

A seguito delle belle parole sulla fotocamera, sempre in occasione del lancio, sono state spese da parte di Huawei parole importanti riguardo l'autonomia di questo dispositivo che, secondo quanto dichiarato, dovrebbe essere in grado di supportare lo smartphone per un tempo tale da permettere all'utente di scattare un numero impressionante di foto. Ebbene, non abbiamo potuto constatare se vermente questo Nova Plus fosse in grado di scattare Xmila foto prima di abbandonarci perché scarico ma abbiamo comunque potuto utilizzare lo stesso durante le nostre giornate lavorative e possiamo dire che i 3340 mAh del modulo in dote sono davvero più che sufficienti ad accompagnarci a sera e anche oltre.

Con una carica completa si raggiunge sera in un giorno di utilizzo intenso con oltre il 20% di carica. Se invece le nostre giornate non prevedono un utilizzo poi così intenso dello smartphone allora possiamo tranquillamente aspirare a coprire anche il secondo giorno di utilizzo. Merito sicuramente di un software ormai super ottimizzato e di un processore che nonostante supporti in maniera egregia l'utente nelle sue operazioni riesce ad essere sufficientemente parco nel consumo di batteria.

Molto buona anche la ricezione, come del resto da tradizione Huawei che ha fatto della sua esperienza nel campo delle reti un punto di forza anche nella realizzazione delle antenne per i propri smartphone. Nella norma anche l'audio in chiamata, sia per quanto riguarda la capsula che per quanto riguarda il vivavoce, anche se quest'ultimo pur mantenendo una buona qualità fa' registrare un volume forse eccessivamente basso.

Segnaliamo inoltre come questo Nova Plus possa ospitare sia una scheda SIM più una scheda microSD che due schede SIM in modalità dual-SIM dual-Standby, ovvero con una sola SIM attiva per volta. Per entrambi gli slot è comunque previsto il supporto LTE.

Giungiamo quindi a parlare del software, ormai ben noto in quanto si tratta dell'interfaccia utente EMUI nella sua versione 4.1 che ormai da tempo accompagna gli smartphone Huawei. Un'interfaccia semplice e molto pulita, oltre che largamente personalizzabile grazie ad un ben fornito store di temi. Non mancano le applicazioni personalizzate, come ad esempio quelle per la gestione del telefono o per il backup dei file che troviamo pre-installate al momento dell'acquisto. Interessanti, seppur non da considerare fondamentali, le funzioni legate al colpo di nocca o all'utilizzo del lettore di impronte digitali per l'accesso ad applicazioni o per scorrere le immagini nella galleria.

E il prezzo? Questo Huawei Nova Plus è stato lanciato sul mercato con un prezzo di listino di 429 euro, giusto per il contenuto e per la qualità della costruzione e dei materiali ma forse un pò elevato se inserito nel contesto del mercato che vede proprio in questa fascia di prezzo una concorrenza quasi spietata. Se state puntando questo Nova Plus già da qualche settimana perché vi piace in maniera particolare e i 429 euro sono comunque una spesa che avevate messo in conto di spendere allora nessuna remora, questo Huawei è un davveo un bel terminale completo. Se invece volete risparmiare qualcosa o il vostro budget è leggermente inferiore, diciamo intorno ai 350 euro, allora forse aspettare un mesetto e le prime offerte del periodo pre-natalizio può essere una strategia vincente.

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Spider Baby12 Ottobre 2016, 15:46 #1
Dopo le pubblicità estremamente invasive, adesso anche i video con l'inutile e fastidioso auto-start. Sono già stati criticati in passato, ma ne ho trovati due in pochi giorni (compreso quello in questa pagina): evidentemente i redattori non stanno a sentire i propri utenti.
Almeno le pubblicità sono un guadagno (anche se su un sito di hw quasi tutti le eliminano prima che vengano scaricate), ma i video che partono da soli che motivo hanno di esistere?
Domenik7312 Ottobre 2016, 16:22 #2
429 euro.... e poi scopri che Oneplus 3, a 399, lo batte sotto ogni punto di vista (il doppio della ram, snap 820, display amoled, il doppio dello spazio di archiviazione....)
err40412 Ottobre 2016, 16:49 #3
GRAZIE per l'autoplay, se ne sentiva proprio il bisogno.

per firefox :

- about:config
- autoplay
+Benito+12 Ottobre 2016, 18:08 #4
1 non è fascia media
2 HiSilicon è sì di Huawei ma è fabless, ergo non produce i Kirin
Eress12 Ottobre 2016, 18:11 #5
Per 350 euri direi un ottimo terminale. Huawei non si smentisce in fatto di qualità.
X3n012 Ottobre 2016, 20:21 #6
il video con l'auto start è quanto di più fastidioso possa esistere...

comunque 430 euro snapdragon 625... a 400 prendi oneplus 3 :|
Marko#8812 Ottobre 2016, 21:49 #7
Originariamente inviato da: Domenik73
429 euro.... e poi scopri che Oneplus 3, a 399, lo batte sotto ogni punto di vista (il doppio della ram, snap 820, display amoled, il doppio dello spazio di archiviazione....)


Originariamente inviato da: X3n0
il video con l'auto start è quanto di più fastidioso possa esistere...

comunque 430 euro snapdragon 625... a 400 prendi oneplus 3 :|


Perchè sicuramente le differenze prestazionali si sentono nell'uso reale...
cruelboy13 Ottobre 2016, 00:04 #8
Originariamente inviato da: err404
GRAZIE per l'autoplay, se ne sentiva proprio il bisogno.

per firefox :

- about:config
- autoplay


ti sto amando più di quanto ho odiato l'autoplay!
TheZeb13 Ottobre 2016, 08:21 #9
Asus Zenfone3 369 euro..
Domenik7313 Ottobre 2016, 08:59 #10
Originariamente inviato da: Marko#88
Perchè sicuramente le differenze prestazionali si sentono nell'uso reale...


1. Io le differenze nell'uso reale, usando applicazioni spinte, le vedo eccome tra terminali con hw differente. Certo se usi solo facebook e whatsapp non le vedi (effettivamente sti produttori che si impegnano a fare tentando di migliorare le prestazioni, tanto le differenze non si vedono).

2. Se le differenze non le vedi, puoi sicuramente spendere meno di quella cifra, o, se vuoi, tu paga pure una cifra alta per un hw mediocre (tanto le differenze non le vedi )

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^