offerte prime day amazon

Google Pixel e Pixel XL, caratteristiche e prezzi dei nuovi smartphone di BigG

Google Pixel e Pixel XL, caratteristiche e prezzi dei nuovi smartphone di BigG

Nel corso della serata di ieri Google ha annunciato i proprio nuovi smartphone denominati Pixel e Pixel XL. Prodotti ancora una volta dalla taiwanese HTC segnano la fine dell'era Nexus

di pubblicato il nel canale Telefonia
Google
 

Google Pixel e Pixel XL

Quella di ieri sera è stata indubbiamente una serata storica per il mondo della tecnologia e, in particolare, per l'universo smartphone, la conferenza stampa tenutasi a San Francisco ha infatti segnato la fine dell'era Nexus, nome con il quale erano fino ad oggi definiti gli smartphone di BigG. Ecco quindi nascere i primi due veri e propri smartphone a marchio Google, prodotti ancora una volta da HTC a sancire una collaborazione che ormai dura da anni, ma questa volta con un unico marchio sulla scocca, ovvero proprio quello del colosso di Mountain View.

I due dispositivi in questione prendono il nome di Pixel e Pixel XL e sanciscono un cambiamento radicale nella filosfia di Google sotto diversi punti di vista. Si tratta come sempre di due smartphone top di gamma a tutti gli effetti, dotati di caratteristiche tecniche di prim'ordine e di tecnologie decisamente avanzate anche per quanto riguarda aspetti particolari come il controllo vocale. Questa volta però il prezzo è allineato alla scheda tecnica e all'importanza che mamma Google vuole dare a questi prodotti, particolare che segna una decisa sterzata della propria strategia, ora molto più simile a quella della concorrenza anche dal punto di vista dei ricavi e del posizionamento.

Ma veniamo ai prodotti, essenzialmente identici dal punto di vista estetico e leggermente differenti solo in alcuni punti della scheda tecnica. Particolarmente apprezzato dagli utenti che non amano i terminali troppo grandi, il nuovo Pixel offre un display da 5 pollici di diagonale che sicuramente permette di mantentere le dimensioni complessive del device entro un range accettabile, 5,5 pollici è invece la misura del display di Pixel XL. In entrambi i casi abbiamo un pannello di tipo AMOLED e un vetro di protezione di tipo Gorilla Glass 4. Cambia invece la risoluzione: FullHD per Google Pixel e Quad HD per Pixel XL.

Niente rinunce anche per quanto riguarda il processore, parliamo infatti di un SoC Qualcomm Snapdragon 821, quad core a 2,16 Ghz di frequenza e architettura a 64bit, dotato di una GPU Adreno 530, insomma, quanto di meglio possiamo trovare oggi sul mercato. La memoria RAM ammonta a 4 GB e si tratta di una memoria LPDDR4 di ultima generazione, mentre avremo due modelli con capacità differente per quanto riguarda lo storage interno. Parliamo di 32 GB per la versione più economica e 128 per quella invece al top della gamma, in entrambi i casi si tratta di quantitativi di memoria non espandibili.

Rinnovato, e non poco, anche il comparto fotografico, nota dolente di molti vecchi dispositivi Nexus. La fotocamera posteriore e principale di questi Pixel e Pixel XL offre un sensore Sony IMX378 da 12,3 megapixel di risoluzione, con stabilizzatore digitale e pixel da 1,55 micrometri. L'ottica avrà un'apertura focale f/2.0 e il software permettera di gestire flussi video in 4K a 30fps e 1080p a 120fps. Si tratta quindi di un modulo particolarmente interessante, a cui DxO Mark ha assegnato un punteggio di 89, il più alto raggiunto ad oggi in ambito smartphone.

La fotocamera posizionata nella parte frontale dello smarpthone offre invece un sensore da 8 megapixel Sony con apertura focale f/2.4. Non manca la connettività LTE, ovviamente, così come il WiFi 802.11ac e il Bluetooth 4.2. La scocca, reallizzata in alluminio ospita poi i tasti fisici per l'accensione e il controllo del volume e, nella parte posteriore un sensore per il riconoscimento delle impronte digitali. Non manca un connettore USB Type C e, in barba a Cupertino, abbiamo anche il jack da 3,5mm.

Sicuramente da citare anche la tecnologia di ricarica rapida della batteria, la cui capacità ammonta a 2770 mAh per il più piccolo dei due dispositivi e 3450 mAh per il più grande Pixel XL. Con questa nuova tecnologia di fast charging sarà possibile ricaricare in soli 15 minuti la batteria di Pixel garantendosi 7 ore di utilizzo dello stesso.

Il software, pare quasi scontato, sarà ovviamente Android nelal versione 7.1 Noutgat, che offrirà piena integrazione a tutti i servizi Google tra cui anche in nuovi servizi di comunicazione Allo e Duo. I due Pixel saranno inoltre i primi prodotti a offrire la nuova tecnologia Assistente Google (di cui parliamo più approfonditamente qui), una versione rivista e migliorata di Now che permette di interagire in maniera ancora più profonda con lo smartphone tramite i comandi vocali.

Ma tutto questo a che prezzo? Come detto in apertura con questi nuovi Pixel e Pixel XL Google alza l'asticella del prezzo e si posiziona a livello dei più importanti brand premium. Un azzardo? Probabilmente solo il tempo potrà darci un reale risposta. Ora come ora possiamo solo limitarci a prendere atto dell'esborso necessario per aggiudicarsi i due nuovi smartphone di mamma Google. Partiamo da 759 euro (prezzo tedesco, unico paese europeo a ricevere subito i Pixel) del modello da 5 pollici e 32 GB di memoria, per salire fino ai 1009 euro del modello XL da 128 GB di memoria. Per quanto riguarda la disponibilità in Italia ancora non si hanno notizie ufficiali ma qualcuno parla addirittura di fine 2016 o inizio 2017.

Per maggiori informazioni su tutti gli altri annunci di ieri sera vi rimandiamo all'articolo dedicato.

53 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Andreax8605 Ottobre 2016, 11:47 #1

storia già vista

Oggi Nexus 6P costa meno di 400e, e costava sugli 8oo all'uscita.
Terminali che si svalutano così presto non danno prestigio all'azienda, cosa che non accade con Apple o poco con Samsung (basta vedere quanto costa ancora l'S6).
A quel prezzo oggettivamente conviene investire, risparmiandom su S7 o S7 edge per tante ragioni. Ieri dopo l'annuncio il sito di OP3 è stato assaltato
nickmot05 Ottobre 2016, 11:49 #2
Originariamente inviato da: Andreax86
Oggi Nexus 6P costa meno di 400e, e costava sugli 8oo all'uscita.
Terminali che si svalutano così presto non danno prestigio all'azienda, cosa che non accade con Apple o poco con Samsung (basta vedere quanto costa ancora l'S6).
A quel prezzo oggettivamente conviene investire, risparmiandom su S7 o S7 edge per tante ragioni. Ieri dopo l'annuncio il sito di OP3 è stato assaltato


S6 costa 380€ da unieuro e mediaworld (non importato da chissà dove).

I prodotti elettronici si svalutano in quanto invecchiano, tutti i top di gamma dopo un anno circa stanno tra le 300 e le 400€.
Apple fa eccezione, ma non è certo quello a dare prestigio o meno ad un azienda, ne rende i prodotti concorrenti meno validi.
CrapaDiLegno05 Ottobre 2016, 11:50 #3
Google come Apple?
Spavento per i prezzi!
JOT05 Ottobre 2016, 11:57 #4
Se me lo supportano ufficialmente per 4 anni (almeno 3 mayor release dopo quella iniziale)...
DakmorNoland05 Ottobre 2016, 12:35 #5
In Italia abbiamo la fortuna di avere gli smartphone LG a prezzi ridicoli! In Asia non è così, costano decisamente di più.

Mi chiedo perchè la gente compri altri telefoni Android o Apple, se dopo 2mesi dal lancio, si può già portare a casa un LG G5 sui 450€... E non ha nulla da invidiare ad iPhone o altri top anzi! Semmai è il contrario.

Ci tengo a precisare che non sono fan LG per nulla, semplicemente lavorando nel settore, mi chiedo perchè la gente butti tutti sti soldi nel cesso, per telefoni che come valore reale, se va bene, arrivano ad 1/10 del loro prezzo. (vedi iPhone).

Spendere va bene per avere il top, ma almeno evitiamo di sprecare soldi inutilmente.

Poi vabbè se mi dite "perchè iphone è status symbol", beh allora alzo le mani.
ninja75005 Ottobre 2016, 12:38 #6
prezzi assurdi voglio vedere quanti ne venderanno
DakmorNoland05 Ottobre 2016, 12:42 #7
Originariamente inviato da: ninja750
prezzi assurdi voglio vedere quanti ne venderanno


In Italia quasi zero temo, tuttavia mi chiedo quando gli italiani inizieranno a valutare i telefoni per quello che offrono e non per il marchio.
Nurgiachi05 Ottobre 2016, 12:57 #8
A quando il Pixel C da 450 euro?
Originariamente inviato da: DakmorNoland
In Italia quasi zero temo, tuttavia mi chiedo quando gli italiani inizieranno a valutare i telefoni per quello che offrono e non per il marchio.

Perché gli italiani sono un popolo di boccaloni tranne io che non sono un italiano medio. Che noia sempre la solita solfa.
Asterion05 Ottobre 2016, 13:04 #9
Google in Italia non venderà più smartphone fino al prossimo anno e, quando lo farà, ci vorranno quasi € 700 per prenderne uno.
Questo atteggiamento mi lascia molto perplesso. Al momento e per almeno tre mesi, se volessi acquistare uno smartphone con Android puro e aggiornato da Google non sarebbe possibile.
Non mi sembra una mossa intelligente, specialmente considerando il Natale.
Marko#8805 Ottobre 2016, 13:34 #10
Originariamente inviato da: Andreax86
Oggi Nexus 6P costa meno di 400e, e costava sugli 8oo all'uscita.
Terminali che si svalutano così presto non danno prestigio all'azienda, cosa che non accade con Apple o poco con Samsung (basta vedere quanto costa ancora l'S6).
A quel prezzo oggettivamente conviene investire, risparmiandom su S7 o S7 edge per tante ragioni. Ieri dopo l'annuncio il sito di OP3 è stato assaltato


Samsung non si svaluta?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^