Microsoft Windows 7, una facile eredità

Microsoft Windows 7, una facile eredità

Da oggi è ufficialmente in vendita il nuovo sistema operativo Microsoft Windows 7. Supporto nativo touch, nuova interfaccia grafica, reattività elevate e per dare fiducia ai clienti la funzione XP Mode: il vecchio sistema operativo sopravvive dentro Windows 7. Scordiamoci Vista?

di , Fabio Boneschi, Paolo Corsini pubblicato il nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Introduzione

Si è soliti parlare di difficile eredità, quando ad essere presentato è un prodotto con un predecessore che ha saputo conquistare i cuori degli utilizzatori. E' del tutto inutile negare che, concordi o meno in base alle esperienze personali, Microsoft Windows Vista è stato mediamente un sistema poco amato dal pubblico a livello globale. Non è un caso che la presentazione di Windows 7 giunga a meno di tre anni dalla presentazione ufficiale di Windows Vista, e che sono in molti a riporre buone aspettative nel nuovo nato di casa Microsoft.

Sia ben chiaro: Microsoft ha dichiarato di aver venduto più di 40 milioni di copie di Windows Vista in soli 100 giorni dalla presentazione, rendendolo di fatto il sistema operativo più venduto in questo arco temporale, da sempre. Vi è comunque da dire che nel computo erano comprese le copie OEM, fornite di serie e senza alternative con i PC venduti in quel periodo, motivo per cui non è a nostro avviso corretto dedurre da questi dati di vendita un entusiasmo generalizzato da parte del pubblico.

A queste si sono sommati alcuni problemi di compatibilità, spesso senza colpe da parte di Microsoft ma dei singoli sviluppatori di software non adeguatisi per tempo, che hanno contribuito a far nascere una certa frustrazione nell'utilizzo comune di Windows Vista. A riprova di ciò valga la disponibilità, fino a pochissimo tempo fa, di PC in vendita con l'opzione Windows XP, un sistema presentato il 25 ottobre 2001. Il tutto nonostante gli sforzi immani di Microsoft di presentare aggiornamenti e Service Pack.

Anche Steve Ballmer, CEO e presidente di Microsoft, conscio dei problemi di percezione e non, ha scelto un approccio autoironico per presentare Windows 7: siamo di fronte ad un sistema operativo che di fatto è Windows Vista come doveva essere. Lasciando a Mr. Ballmer un'ironia che lui solo può permettersi,  è bene ricordare che Windows 7 si propone come qualcosa che va ben al di là di un semplice aggiornamento di Windows Vista. Diverse sono le novità, alcune delle quali già esposte in precedenti articoli.

- Microsoft Windows 7, un primo sguardo

- Microsoft Windows 7: novità estetiche e funzioni base

Oggi è il giorno di Windows 7 e parte già col piede giusto, in quanto difficilmente vi saranno alzate di scudi in favore di Windows Vista, destinato ad un prepensionamento per acclamazione. Cerchiamo dunque di prendere in esame alcune delle novità più importanti oltre a quelle già annunciate, facendo un breve riassunto di ciò che dovremo aspettarci dal nuovo sistema operativo Made in Redmond.

 
^