Guida ai PC per giocare, parte 3: periferiche, VR e upgrade

Guida ai PC per giocare, parte 3: periferiche, VR e upgrade

Una volta identificati i componenti che andranno a costituire il nostro PC, scelti rispettando un bilanciamento tra le parti che conduca a prestazioni equilibrate, è la volta di capire quali periferiche abbinarvi e quali tecnologie, del presente e del futuro, tenere maggiormente sotto controllo.

di Redazione pubblicato il nel canale Schede Video
 

Il bilanciamento tra CPU, GPU e i restanti componenti

Eccoci alla terza parte della nostra guida alla configurazione di un PC destinato ai videogiocatori. Ripercorriamo le tappe che ci hanno condotto sino a questo punto partendo dalla prima parte della guida, disponibile online a questo indirizzo: in essa abbiamo fornito alcune informazioni generali che guidano l'utente che voglia configurare un PC pensato per il gaming. Abbiamo identificato processore e scheda video come i due componenti che rivestono il ruolo principale in una configurazione di questo tipo, la cui scelta deve sempre essere orientata al mantenimento di un equilibrio e di un bilanciamento complessivo.

Il punto di partenza è però quello dello schermo, e di conseguenza della risoluzione alla quale si vorrà giocare: questo parametro influenza direttamente la scelta dei due componenti principali del sistema ma in particolare la scheda video. Una risoluzione elevata implica la necessità di dotarsi di una scheda video potente, e per questo motivo costosa: ne consegue un budget più elevato che deve essere messo a disposizione per l'acquisto del sistema. La scelta della risoluzione e dello schermo è quindi il primo aspetto da tenere in considerazione nella configurazione di un PC per il gaming: l'evoluzione tecnologica ha di fatto reso accessibile schermi Full HD (1.920x1.080 pixel) anche in sistemi dal costo contenuto e accessibili alla maggior parte dei videogiocatori appassionati.

punto di partenza per la configurazione di un PC gaming è la risoluzione video adottata dallo schermo che verrà abbinato al PC

Passando alla seconda parte della guida, accessibile a questo indirizzo, abbiamo delineato alcune linee guida sulla scelta dei componenti del sistema da gaming in funzione di alcune soglie di budget a disposizione. Non abbiamo volutamente indicato componenti specifici per le varie configurazioni, in quanto avremmo in questo modo fornito una fotografia valida al momento della pubblicazione di quella guida. Scopo di queste pagine è invece quello di fornire indicazioni che abbiano validità nel corso del tempo, anche alla luce di novità tecnologiche introdotte sul mercato dai vari produttori e che possono influenzare verso una o l'altra delle proposte disponibili in vendita.

Abbiamo quindi soffermato l'attenzione su quelle che sono le serie di schede madri e schede video specificamente sviluppate per i giocatori: si tratta di modelli che il marketing dei produttori spinge in modo particolare verso i gamers ma che implementano caratteristiche tecniche che sono di particolare interesse per questa tipologia di utenti. Pensando alle schede video non possiamo non citare sistemi di raffreddamento custom a più ventole, capaci di garantire una migliore dissipazione del calore con una parallela riduzione del rumore di funzionamento, oppure l'implementazione di overclock di serie per la GPU. Passando alle schede madri spiccano particolari soluzioni costruttive che aiutano a mantenere i componenti al posto anche quando il sistema viene spesso spostato da un ambiente all'altro, o circuiterie di alimentazione più sofisticate della media che permettono a chi è appassionato di overclock di ottenere un incremento nelle prestazioni velocistiche quando si gioca.

Nel complesso la scelta di un PC gaming, fissato un budget di acquisto e ricavata dalla risoluzione la tipologia di schermo che deve essere abbinato, è di successo quando avviene cercando una scelta bilanciata tra i componenti. Non vi devono essere, nel limite del possibile, degli evidenti colli di bottiglia alle prestazioni ma allo stesso tempo si incorre in un errore se una serie componenti bilanciati tra di loro viene affiancato ad uno che spicca sensibilmente per funzionalità e prestazioni che permette di offrire.

la scelta di un PC gaming, fissato un budget di acquisto, è di successo quando avviene cercando una scelta bilanciata tra i componenti

Arrivati a questo punto possiamo dare per assodati alcuni elementi che devono guidare nella scelta di un PC per i videogiochi. I componenti fondamentali sono processore e scheda video, con la scelta della seconda che guida quella della CPU così da mantenere un approccio bilanciato. In funzione del budget di spesa a disposizione verrà fissata la risoluzione video, e da questa lo schermo da abbinare. E' possibile configurare un sistema più che adatto a gestire giochi alla risoluzione Full HD di 1.920x1.080 pixel senza spendere cifre importanti, ma è fondamentale procedere con una scelta bilanciata dei componenti così che non emergano colli di bottiglia.

Quanta memoria per la mia scheda video? Quanti core deve avere la CPU da installare nel sistema? Le tecnologie multi GPU sono utili, e quanto? A queste domande abbiamo dato risposta nella prima parte della guida, fornendo quelle indicazioni teoriche e tecniche che permettono di meglio capire quali caratteristiche osservare nei componenti e quanto queste possano o meno essere importanti al fine di offrire un'esperienza di gioco che sia di elevata qualità. Come bilanciare i componenti tra di loro, e quali caratteristiche particolari integrino le soluzioni specificamente sviluppate per il gaming, è stato l'argomento al centro della seconda parte della guida: con questi dati non è difficile riuscire a configurare, in funzione dei componenti presenti in commercio, un sistema da gioco bilanciato e in grado di assicurare ore di divertimento.

In questa terza e ultima parte della guida andremo a fornire indicazioni sui componenti che completano il nostro sistema, anche in questo caso non indicando nello specifico alcuni modelli ma preferendo puntare su un approccio didattico che permetta all'utente di acquisire consapevolezza di quali componenti siano da scegliere.

 
^