AMD Radeon HD 6870 e 6850: DX 11 di seconda generazione

AMD Radeon HD 6870 e 6850: DX 11 di seconda generazione

Con la famiglia 6800 AMD presenta le prime schede DirectX 11 di seconda generazione, abbandonando del tutto il brand ATI per le proprie soluzioni desktop. Posizionate nella soglia d'ingresso tra le proposte di fascia medio alta, le due nuove schede si distinguono per un ottimo bilanciamento tra consumi e prestazioni velocistiche, in attesa del debutto delle soluzioni Radeon HD 6900.

di pubblicato il nel canale Schede Video
ATIAMDRadeon
 

Novità per anti aliasing e filtro anisotropico

Con le schede Radeon HD serie 6800 AMD propone una nuova tecnica di anti-aliasing, indicata con il nome di Morphological Anti-Aliasing; la finalità è quella di applicare l'anti aliasing a tutta la scena, così come permesso dalle tecniche di super sampling, senza tuttavia imbattersi in eccessive penalizzazioni prestazionali.

slide_8.jpg (53163 bytes)

L'anti-aliasing viene applicato non limitandosi ai vertici dei poligoni e alle superfici alpha-tested, ma viene esteso all'intera scena attraverso una tecnica di post processing. Ogni frame viene renderizzato in maniera tradizionale ma prima di venir inviato al display viene processato nuovamente dagli shader applicando il filtro di Morphological AA. Ricordiamo come le tecniche di anti-aliasing multisampling e supersampling vengono eseguite durante la fase di rendering, non al termine di essa.

Il filtro analizza il frame generato cercando di individuare le aree a più elevato contrasto, utilizzando pattern che vengono sfruttati nell'applicazione di tradizionali tecniche di anti-aliasing. Nel momento in cui il filtro trova linee che per angolo e contrasto generano aliasing, determina una modifica dei pixel adiacenti in modo che la linea venga smussata e i pixel in prossimità modificati nel colore, attraverso un bilanciamento tra parte chiara e scura a contrasto, così da smussare l'angolo.

schema_morphological_aa.jpg (41529 bytes)

Le due immagini di esempio mostrano una porzione di scena prima e dopo l'applicazione del Morphological AA. Sulla sinistra notiamo parti a forte contrasto, con pixel adiacenti che generano un marcato effetto di aliasing; sulla destra il filtro di Morphological AA interviene con una fusione dei colori dei pixel adiacenti l'area di aliasing, così da ottenere linee più morbide.

AMD ha reso disponibile una versione dei driver Catalyst 10.10 dotata di supporto al Morphological AA solo poche ore prima della scadenza dell'embargo; non ci è stato possibile analizzare più a fondo questa funzionalità sulla quale torneremo con uno studio dell'efficacia e delle prestazioni velocistiche.

Altra novità è rappresentata da migliorie nel filtro anisotropico, il cui algoritmo è stato rivisto per risolvere alcuni limiti qualitativi che si potevano verificare nella transazione tra differenti livelli di applicazione del filtro con le GPU della famiglia RV870. Il filtro continua a non variare il proprio livello d'intervento a seconda del tipo di angolo applicato.

ccc_1.png (24325 bytes)

ccc_2.png (24540 bytes)

Il pannelo dei Catalyst Control Center è stato rivisto così da fornire informazioni più complete; notiamo anche la spunta per abilitare il Morphological AA all'interno del pannello 3D.

 
^