AOpen AX59PRO

AOpen AX59PRO

Scheda madre in formato ATX, chipset Via MVP3, AGP

di pubblicato il nel canale Schede Madri e chipset
 

AOpen AX59PRO

Specifiche della Motherboard - Test - Bios - Impressioni finali - Note tecniche - Contatti

 

AOpen ha assunto un ruolo di primo piano quale produttore di motherboard veloci e dalla elevata qualità costruttiva, grazie in particolare a prodotti come la AX6LC (slot 1, chipset Intel 440LX) e la AX6B (Slot 1, chipset 440BX); la AX59PRO è il primo modello di motherboard AOpen Socket 7 dotato di supporto per la frequenza di bus di 100 Mhz, ottenuta grazie all'impiego del chipset Via MVP3.
 
Specifiche della Motherboard 
 

Tipo di Socket

Socket 7
Release della motherboard 1.2
Chipset Via MVP3
Formato ATX
Produttore Bios Award
Cache di 2° livello 512K
Voltaggi supportati 1.3V~3.5V
Velocità di bus settabili 60-66-75-83-90-100-112 Mhz
Moltiplicatori di frequenza 1.5x-2x-2.5x-3x-3.5x-4x-4.5x-5x-5.5x
Slot memoria 3 DIMM 168 pin; 2 Simm 72 pin
Slot AGP-PCI-ISA 1 AGP 4 PCI 2 ISA 

Controller EIDE e I/O

2 canali EIDE, 1 canale floppy drive, 2 seriali, 1 parallela, 2 USB 

Dotazione

Cavo floppy, 1 cavo IDE, CD-Rom Driver, Manuale dell'utente 

 

AOpen AX59PROLa motherboard è in formato ATX e presenta una espandibilità nella norma per le motherboard Super 7, con l'unica particolarità nel fatto di avere soltanto 2 Slot ISA e non 3 come solito trovare nelle motherboard con 4 Slot PCi; questo, a mio avviso, penalizza un po' i possessori di periferiche ISA in quanto l'impiego contemporaneo, ad esempio, di un modem interno e di una scheda audio impedisce di utilizzare ulteriori schede ISA quali, ad esempio, un controller SCSI per pilotare un masterizzatore oppure uno scanner (è però da ricordare che stanno sempre più prendendo piede periferiche in formato PCI, soprattutto controller SCSI, anche dal costo contenuto). I banchi memoria sono 3 per moduli DImm (di buona fattura, con alette di serraggio plastiche di tipo alto e molto robuste) e 2 per i moduli Simm (questi di qualità decisamente inferiore a quelli Dimm in quanto totalmente in plastica); la presenza di entrambi i tipi di memoria è spiegata dal fatto che il chipset MVP3 permette di forzare la frequenza alla quale lavora la memoria a 66 Mhz quando si utilizza il bus a 100 Mhz, così da sfruttare la maggiore velocità della cache di 2° livello continuando ad utilizzare i propri vecchi moduli Sdram o Simm che non reggono i 100 Mhz; durante le prove ho utilizzato 2 moduli Simm Fast Page con bus a 100 Mhz senza alcun tipo di problema.
La costruzione della motherboard rispeccia in pieno la tradizione AOpen di elevata qualità: a fianco del Socket 7 sono posti i due alimentatori della cpu, di tipo switching, e un buon numero di condensatori di medio-grande dimensione (in tolate ne sono presenti 17, posti anche in prossimità dei banchi memoria e degli slot PCI e AGP) così da garantire sempre elevata stabilità di funzionamento anche alle frequenze di bus più elevate; sono presenti connettori per abilitare il Wake-Up to Lan, il Modem Wake Up e la porta IrDA (a raggi infrarossi)
I jumper sono numerosi ma disposti in posizioni facilmente accessibili (soprattutto se il proprio case ATX è spazioso); i voltaggi Core e i moltiplicatori di frequenza vengono selezionati agendo su uno switch a 8 selettori, posto in alto sulla destra in posizione estremamente accessibile; tutte le impostazioni principali di jumper e switch sono serigrafate sulla motherboard oltre che dettagliatamente illustrate sul manuale. I connettori per canali EIDE e per il Floppy Drive sono dotati di guide d'innesto plastiche; mentre i primi due sono posizionati a fianco dei banchi memoria, il connettore per il Floppy è stato stranamente posizionato poco sotto le porte seriali, proprio a fianco del connettore ATX, in posizione non molto agevole. 
Con la motherboard sono forniti in dotazione un manuale dell'utente (in perfetto stile AOpen, molto ricco e curato anche nei minimi particolari), i connettori per periferiche EIDE e per il Floppy Drive, un CD-Rom contenente i driver Bus Master, le patch per Windows 95 e un software per monitorare voltaggi, temperature e velocità di rotazione delle ventole (la AX59PRo non si affida al collaudato moduli LM-78 per monitorare il proprio funzionamento ma utilizza dei controller proprietari, cosa del resto già sperimentata con le altre motherboard Slot 1 di AOpen; possono essere collegate fino a 3 ventole direttamente sulla motherboard ma solo 2 di tipo tachimetrico). I connettori per jumper e led del case, infine, sono raggruppati in fondo sulla sinistra e facilmente raggiungibili.
Le corrispondenze tra frequenza di bus, delle periferiche PCI e dello Slot AGP sono riportate nella tabella sottostante:

 

Frequenza di bus 

Frequenza bus PCI 

Frequenza AGP

60 Mhz 

30 Mhz 

60 Mhz

66 Mhz 

33 Mhz 

66 Mhz

68 Mhz 

34 Mhz 

68 Mhz

75 Mhz 

32 Mhz 

75 Mhz

83 Mhz 

28 Mhz 

56 Mhz

90 Mhz 

30 Mhz 

60 Mhz

100 Mhz 

33 Mhz 

66 Mhz

112 Mhz

37.5 Mhz

75 Mhz

  
Test
 

Configurazione testata 

Processore(i) 

Intel Pentium 233MMX A.M.D. K6-2 300mhz  

Versione Bios 

Award  

Ram 

 1x64 mbyte SDRAM LGS 

Hard Disk 

I.B.M. DAQA 32160 Deskstar III  
Scheda video 

Matrox Mystique 4 Mbyte 

Driver Busmaster 

Nessuno 

Driver scheda video 

 Matrox PowerDesk 3.63 

Sistema operativo 

 Windows 95 4.00.950 B 

Note 

 1024x768x256colori 

 
I test sono stati eseguiti con i seguenti criteri: 
- l'hard disk è stato formattato e su di esso è stato installato Windows 95; sono stati caricati solo i driver della scheda video e non è stato installato nessu driver per abilitare il Bus Master ; 
- ogni benchmark è stato eseguito per almeno 2 volte, prendendo come valore riferimento quello medio; se i risultati ottenuti sono parsi inattendibili o eccessivamente diversi tra di loro ho provveduto a rieffettuare i benchmark fino ad un massimo di 5 volte; 
- se il sistema si è comportato in maniera erratica ad una particolare frequenza anche dopo aver ripetuto più volte i benchmark, aver riformattato l'hard disk e reinstallato Windows 95 , si è preferito non dare valutazione a motivo dell'instabilità operativa; 
- Winstone 98 è stato testato solo per alcune configurazioni della cpu in quanto impiega molto più tempo della versione 97 per terminare la sua esecuzione. 
- Al termine di ogni esecuzione dei benchmark il sistema è stato riavviato e l'hard disk deframmentato utilizzando il software Defrag contenuto in Windows 95. 

 

Le prestazioni della AX59PRO sono a livello di quelle della Epox EP51-MVP3-E, tenendo in considerazione il fatto che quest'ultima monta 1 Mbyte di cache mentre la Aopen utilizzata nella prova si ferma a 512 Kbyte; la stabilità operativa è uno dei punti di forza di questa motherboard, risultando essere molto elevata in tutte le situazioni di prova.  

Processore 

Business Winstone 97 

Business Winmark 98 

Pentium 233 MMX 

46.1

Pentium 250 MMX (83x3) 

49.2

Pentium 250 MMX (100x2.5)

51.3

19.3

K6 300 (100x3)

57

22.1

K6 315 (90x3.5) 

56.1

K6 332 (83x4) 

56.4

21.9 

K6 337.5 (75x4.5) 

55.4

   
Bios 
 
Questi sono i principali settaggi del bios che ho utilizzato durante le mie prove con la AOpen AX59Pro: consiglio di utilizzare memoria SDRAM da almeno 10ns, meglio ancora se da 8-7 ns, dotata di chip EEPROM; per impostare il bus a 112 Mhz (che è poi risultato essere inutilizzabile a fini pratici) è stato necessario impostare la voce "DRAM Read Pipeline" su Disabled.
 

Memoria SDRAM

Frequenza Bus

66-75-83-100 Mhz

Bank 0/1 DRAM Timing

60 ns

Bank 2/3 DRAM Timing

60 ns

Bank 4/5 DRAM Timing

60 ns

DRAM Read Pipeline

Enabled

Sustained 3T Write

Disabled

Cache Rd+CPU Wt Pipeline

Enabled

CPU to PCI Write Buffer

Enabled

PCI Dynamic Bursting

Enabled

PCI Master 0 WS Write

Enabled

PCI Delay Transaction

Enabled

PCI Master Read Perfect

Enabled

PCI#2 Access #1 Retry

Enabled

AGP Master 1 WS Write

Enabled

AGP Master 1WS Read

Enabled

Video Bios Cacheable

Enabled

System Bios Cacheable

Enabled

Impressioni finali 
 
La AX59Pro è una motherboard particolarmente curata, dotata di caratteristiche peculiari quali la possibilità di impostare tutti i voltaggi di alimentazione Core da 1.3V a 3.5V a passi di 0.1V (caratteristica molto gradita agli overclockers), frequenze di bus fino a 100 Mhz utilizzabili senza alcun problema in termini di stabilità, una buona espandiblità e l'impiego di materiali di qualità. Purtroppo la frequenza di bus di 112 Mhz è inutilizzabile a fini pratici, presumo più che altro per limiti propri del chipset MVP3, ma non è detto che con le release successive tale interessante caratteristica possa diventare utilizzabile, contribuendo a dare un'ulteriore spinta al mercato delle motherboard e delle cpu Socket 7.
 
Note tecniche 
 
Nel manuale della motherboard sono riportati, in maniera molto dettagliata, tutti i settaggi per moltiplicatore di frequenza, frequenza di bus e voltaggi di alimentazione della cpu; questi ultimi, in particolare, possono essere impostati nell'intervallo tra 1.3V e 3.5V a passi di 0.1V, caratteristica molto utile qualora si desideri overvoltare un po' la cpu per rendere più stabile un overclock. Non ci sono settaggi nascosti.

Contatti  
 
AOpen AX59Pro 
 
Pagina Web: http://www.aopen.com.tw 
 
L'esemplare utilizzato per la prova è stato gentilmente fornito da Next Hardware & Software  http://www.nexths.it

-1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^