Configurazione del mese - Gennaio 2002

Configurazione del mese - Gennaio 2002

Guida alle configurazioni tipo dei personal computer per il mese di Gennaio 2002. Sono proposte differenti tipologie di PC divise in base al tipo di impiego preferenziale e del costo d'acquisto: entry level, computer da ufficio, PC da gioco di fascia media e alta, PC per impieghi professionali.

di , Paolo Corsini pubblicato il nel canale Sistemi
 

Entry level economica


Componente

Descrizione

Prezzi IVA incl.

Prezzi IVA incl.

Case

Case MidiTower ECO ATX - 230 Watt

38,73

38,73

Scheda madre

ECS P6VXAT FC-PGA Tualatin
ECS K7S5A SKTA + LAN

77,47

87,80

CPU

Intel Celeron II 900MHz
AMD Duron 800 MHz

82,63

61,97

Dissipatore

CPU Cooler Vantec socketA/370

12,91

12,91

RAM

1 modulo PC133 SDRAM da 128 MB - CAS3 OEM

41,32

41,32

HD

WD AC200BB 20 GB - 7200 rpm

103,29

103,29

Scheda video

Hercules 3D Prophet 4000XT Kyro 32 MB OEM

72,30

72,30

Floppy

Standard da 1,44 MB

14,98

14,98

Lettore CD

52X OEM

38,73

38,73

Scheda audio

Integrata su scheda madre

     

Tastiera

Chicony PS/2 ITA

15,49

15,49

Mouse

Logitech Pilot PS/2 OEM

10,33

10,33

Casse audio

150Watt PMPO

15,49

15,49

Modem/TA

OEM Interno PCI V90

20,66

20,66

S.O.

Windows 98 SE OEM

136,8

136,8

Assemblaggio

       

23,24

23,24

Monitor

Samsung 753S, LG 700S, Daewoo 719B

206,58

206,58

     

TOTALE soluzione Intel

€ 910,95
Lit. 1.763.845

     
    

TOTALE soluzione AMD

     

€ 900,62
Lit. 1.743.843


Da questo mese abbiamo voluto inserire una ulteriore configurazione per tutti quegli utenti che ricercano un computer con componenti di qualità, ma che dispongono di un budget limitato e che non hanno particolari esigenze d'uso; in pratica si è voluta dare una valida alternativa all'acquisto di PC anonimi presenti nei più svariati centri commerciali che rendono solo nota la tipologia della CPU installata, la capacità del disco fisso, il quantitativo di memoria RAM e nulla più.

Le due configurazioni proposte, sia con CPU AMD che Intel, nascono con l'obiettivo di fornire ai lettori una guida all'acquisto di un PC economico, ma comunque upgradabile in un futuro più o meno prossimo, l'evoluzione informatica sappiamo bene quanto sia veloce e a volte poco rispettosa degli investimenti fatti, con componenti di marca e di comprovata qualità ed affidabilità e comunque modificabile a a piacere dall'utente con un eventuale ed ulteriore risparmio. Le sezioni sulle quali potremmo, a mio avviso, agire per ridurre ulteriormente i costi sono sostanzialmente due;

a) scheda video; è possibile trovare presso numerosi negozi on line delle schede video basate sulla datata, ma comunque affidabile, GPU nvidia TNT2 M64 con 32 MB on board e dal costo pari a circa 48 € iva inclusa

b) monitor; per chi deve utilizzare saltuariamente il PC e vuole ottenere un risparmio a tutti i costi potrebbe sempre optare per un 17" OEM (costo prossimo ai 180 € iva inclusa), oppure per un 15" anche di marca e dal costo prossimo ai 160 € iva inclusa.

Per dovere di cronaca è bene ricordare che si potrebbe ottenere un ulteriore risparmio adottando un HD da 5400 rpm prediligendo più l'aspetto dimensionale che non quello prestazionale; rimanendo sempre sui 20 GB di memoria di massa la spesa preventivabile sarebbe sui 98€, con un risparmio forse troppo modesto, solo circa 5 €, considerando la riduzione marcata delle prestazioni.

Conti alla mano si potrebbero risparmiare, rispetto ai prezzi delle due configurazioni, altri 51 € circa (circa 100.000 lire) adottando un 17" OEM ed una scheda video differente senza pregiudicare più di tanto le prestazioni del PC in un ambito applicativo tipicamente domestico.

Andiamo ad analizzare nel dettaglio i componenti che differenziano le due configurazioni sopra proposte per poi approfondire le caratteristiche di quelli comuni nella pagina successiva.

Processore:

sono stati presi in considerazioni due processori con frequenza di clock inferiore al GHz, gli entry level attualmente ancora disponibili sul mercato per i due principali produttori Intel ed AMD.

tualatin.jpg (5963 byte)

Per la configurazione basata su CPU Intel abbiamo fatto riferimento al nuovo Celeron II da 900 MHz, processore con frequenza di bus da 100 MHz, clock interno di 900 MHz, processo produttivo a 0.18 micron, quantità di cache L2 di 128 KByte. Frequenza di bus pari a 100 MHz.
Per la soluzione AMD si è adottata una CPU della serie Duron, versione "economica" delle tradizionali CPU AMD Thunderbird con fsb 200 MHz; cache interna di 192 KByte di cui 128 KByte di tipo L1 e 64 KByte full-speed di tipo L2, integrata direttamente sul chip. Tecnologia 3DNow. Questa CPU pur essendo uscita di produzione è ancora presente sui listini di alcuni rivenditori on line.

athlon.jpg (25165 byte)

CPU Cooler:

ventola_vantec.jpg (4119 byte)

Per raffreddare in modo adeguato queste due CPU si è optato per un dissipatore di produzione Vantec, un modello base, dal costo contenuto, ma in grado di svolgere egregiamente il proprio lavoro su questa tipologia di processori sia di casa Intel che AMD. Molto pratico il sistema di bloccaggio che caratterizza questo dispositivo


Scheda madre:

passiamo in rassegna le schede madri utilizzate nelle due differenti configurazioni; in entrambe le soluzioni proposte abbiamo considerato mother board ECS del produttore Elitegroup, non molto noto in Italia pur essendo uno dei principali costruttori al mondo. Questo marchio si sta diffondendo sempre più nel nostro paese grazie all'aggressiva politica commerciale della stessa società con il lancio di prodotti dall'ottimo rapporto qualità/prezzo; sono sempre più numerosi i listini on line che propongono schede madri ECS. Iniziamo a vedere le caratteristiche della scheda per CPU Intel; si tratta del modello P6VXAT caratterizzato dall'ottima espandibilità e dal limitato prezzo d'acquisto:

b-p6vxat-1.jpg (14356 byte)
a) chipset VIA VT82C694T & VT82C686B
b) supporto delle CPU Pentium III/Tualatin FC-PGA, Intel Celeron FC-PGA
c) supporto FSB a 66/100/133 MHz
d) 3 banchi DIMM che possono ospitare fino ad un massimo di 1,5 GB PC 100, PC133
e) 4 slot PCI
f) 1 slot AGP 4X
g) 1 slot AMR
h) 4 porte USB (due disponibili tramite pettine di connessione su scheda)
i) audio integrato (Line-in, Line-out, Mic-in, and Game Port) AC97 Audio Codec Compliant con specifiche AC97 2.1
l) 2 canali IDE UltraDMA 100
m) 2 porte seriali ed 1 parallela
n) Hardware Monitoring per il monitoraggio delle temperature, rotazione ventole tachimetriche etc

Passiamo ora alla proposta ECS per piattaforme AMD Socket A; si tratta del modello ECS K7S5A, la prima scheda madre basata sul chipset SiS 735 caratterizzata dalla buona qualità costruttiva, espandibilità e stabilità operativa:

ECSK7S.jpg (18798 byte)

a) chipset SiS 735 con il supporto AGP 4X, memorie DDR e UDMA 33/66/100
b) supporto per CPU AMD Socket A Duron e Thunderbird fsb 200/266
c) 4 banchi DIMM; 2 per moduli PC100, o 133, e 2 per moduli DDR 200, o 266, per un massimo di 1 GByte di RAM. Non possono essere installati contemporaneamente moduli PC 1xx con moduli DDR 2xx
e) audio integrato (Line-in, Line-out, Mic-in, and Game Port) AC97 Audio Codec Compliant
f) 4 slot PCI
g) 1 slot AGP 4X
h) 1 slot AMR
i) doppia interfaccia IDE PCI; 4 canali IDE (PIO mode 4, DMA Mode 2, Ultra DMA 33/66/100)
l) 2 porte seriali e 1 parallela
l) scheda di rete integrata 10/100 Mbit

Il chipset SiS 735 è uno tra i più recenti per piattaforme Socket A ma, stando ai primi risultati, è quello che è stato capace di superare in prestazioni il chipset AMD-760. La più interessante caratteristica del chipset SiS 735 è data dalla sua costruzione; è formato, infatti, da un solo chip nel quale sono integrate le funzionalità tipicamente divise negli altri chipset, in north bridge e in south bridge. Per maggiori informazioni potete consultare queste pagine

 
^