MSI GT75 Titan 8RG: Core i9 per il notebook più veloce

MSI GT75 Titan 8RG: Core i9 per il notebook più veloce

Grazie all'abbinamento tra processore Intel Core i9-8950HK e scheda video NVIDIA GeForce GTX 1080 il nuovo MSI GT75 Titan 8RG assicura prestazioni ai vertici tanto per il videogiocatore come per il professionista che necessita di massima potenza di calcolo.

di pubblicato il nel canale Portatili
MSIIntelCoreNVIDIAGeForce
 

Un notebook velocissimo

Per valutare le potenzialità del processore Intel Core i9-8950HK abbiamo eseguito i test della nostra più recente suite di analisi delle CPU desktop, mettendo a confronto questo notebook con le più recenti CPU Intel Core e AMD Ryzen in commercio. In questo modo potremo meglio analizzare le potenzialità della CPU Intel a 6 core, definendo anche le capacità di questo notebook di essere utilizzato come workstation mobile.

Il processore Core i9-8950HK contenuto nel notebook MSI fa registrare prestazioni velocistiche che sono di fatto speculari a quelle della CPU Intel Core i7-8700K, proposta basata sulla stessa architettura Coffee Lake a 6 core ma destinata a sistemi desktop. Un risultato di questo tipo è per molti versi sorprendente e rappresenta un passo in avanti rispetto a quanto ottenibile in precedenza con i processori per sistemi notebook. E' possibile ottenere un comportamento speculare a quello delle proposte desktop di fascia più alta, in modo simile a quanto abbiamo visto per quanto riguarda il comparto video con il debutto delle schede NVIDIA della famiglia GeForce GTX 1000 destinate ai sistemi portatili.

Passiamo ora all'analisi della scheda video discreta integrata in questo notebook: si tratta del modello NVIDIA GeForce GTX 1080, abbinata a 8 Gbytes di memoria GDDR5X. Lo schermo del notebook MSI GT75 Titan 8RG è caratterizzato da una risoluzione di 3840x2160 pixel, in abbinamento ad una frequenza di refresh di 60Hz e al supporto alla tecnologia G-Sync. Il pannello utilizzato è predisposto ovviamente per sfruttare la risoluzione nativa di 4K, permettendo di selezionarne una più contenuta per quanto con intervalli che non sono simili a quanto in genere troviamo con altri prodotti simili. Per sfruttare le risoluzioni di 2560x1440 pixel e 1920x1080 pixel è necessario creare risoluzioni custom da pannello di controllo dei driver NVIDIA: in questo modo tali risoluzioni saranno accessibili con qualsiasi gioco.

Notiamo come anche alla risoluzione nativa di 4K il notebook riesca a far registrare prestazioni velocistiche elevate, ma con frames al secondo medi che con le impostazioni qualitative più spinte sono troppo contenuti per assicurare una adeguata giocabilità. Selezionando una risoluzione inferiore i frames salgono a valori tali da assicurare piena giocabilità con qualsiasi titolo, per quanto esigente: la dinamica è quindi speculare a quanto abbiamo avuto modo di vedere in passato con le schede video GeForce GTX 1080 in ambiente desktop, capaci di ottime prestazioni velocistiche complessive ma non sino al punto da assicurare fluidità sempre massima alla risoluzione 4K. Il suggerimento finale è quindi quello di impostare la risoluzione di 2560x1440 pixel, così da garantirsi una riserva in termini di potenza di calcolo più che sufficiente a garantire un gaming fluido e senza impuntamenti.

Abbiamo evidenziato come il notebook MSI sia a dir poco voluminoso, a motivo della necessità di far spazio ai componenti interni e garantirne una adeguata dissipazione termica. Quando si richiede tutta la potenza di calcolo messa a disposizione da CPU e GPU le due ventole ruotano spostando un ingente volume di aria e generando un rumore basso come timbro sonoro ma intenso quanto a volume complessivo. Questo comportamento è speculare a quanto abbiamo già sperimentato in passato con i notebook MSI della famiglia Titan, di fatto richiesto obbligatoriamente per assicurare il funzionamento a frequenze di clock sempre molto elevate.

Portando la CPU ad operare a pieno carico notiamo come la temperatura si impenni subito superando i 90°; a questo punto la frequenza di clock, partita ben oltre i 4,5 GHz, si stabilizza su un valore di 3,5 GHz dal quale oscilla a seconda delle variazioni della temperatura della CPU durante l'utilizzo al 100% di tutte le risorse di elaborazione messe a disposizione. In questo modo il sistema opera in modo stabile offrendo il massimo, pur se con un rumore di funzionamento tutt'altro che contenuto.

Mettendo a pieno carico la componente video si ottiene un andamento speculare: la GPU NVIDIA GeForce GTX 1080 vede la temperatura salire in modo più progressivo rispetto alla CPU Intel, con la frequenza di funzionamento che tende a rimanere sopra la soglia di 1,8 GHz garantendo frames al secondo stabili e sempre molto elevati.

Da processore e scheda video difficile poter chiedere di più, ma lo stesso vale per lo storage onboard. MSI offre un hard disk da 1 Tbyte per lo storage dei dati ma il cuore è rappresentato dai due SSD da 256 Gbytes configurati in Raid 0, entrambi dotati di interfaccia PCI Express così da assicurare le più elevate velocità di trasferimento dei dati. Il risultato del benchmark CrystalDiskMark evidenzia questo comportamento in modo molto chiaro, con velocità di lettura e scrittura sequenziali che superano rispettivamente 3,2 e 2,4 Gbytes al secondo. E' difficile trovare in questo notebook un qualche componente hardware che possa venir indicato come collo di bottiglia alle prestazioni complessive del sistema.

 
^