Computex Day 0: NVIDIA svela Tegra, l'anti Atom

Computex Day 0: NVIDIA svela Tegra, l'anti Atom

All'attacco del mercato MID con una micro-piattaforma in grado di offrire tutto ciò di cui l'utente ha bisogno per gestire il Visual Computing anche sui dispositivi compatti. Questa è la filosofia di Tegra, una nuova famiglia di prodotti con la quale NVIDIA inaugura la propria presenza alla più importante manifestazione IT asiatica.

di pubblicato il nel canale Portatili
NVIDIAAtomTegraIntel
 

La famiglia Tegra

La famiglia Tegra si compone attualmente di tre modelli: NVIDIA Tegra APX2500, NVIDIA Tegra 650 e NVIDIA Tegra 600. Di questi il primo, contraddistinto inoltre dalla sigla APX, rappresenta una soluzione specifica per i dispositivi Windows Smartphone di prossima generazione, mentre gli altri due modelli sono destinati alle già citate soluzioni MID - Mobile Internet Device. Approfondiamo di seguito le caratteristiche di ciascun modello della famiglia Tegra.

-NVIDIA Tegra APX 2500: si tratta di un system-on-chip che accorpa un core CPU ARM11 (in questo caso la frequenza operativa non è stata esplicitata) in grado di supportare memoria low power DDR a 16bit e 32bit e memoria NAND Flash, un processore audio/video capace di codificare flussi video 720p H.264 e decodificare flussi video 720p H.264 e VC-1/WMV9, oltre a supportare i formati audio AAC, AMR, WMA e MP3. La GPU GeForce integrata è in grado di festire le API OpenGL ES 2.0 e D3D Mobile, oltre a supportare pixel shader, vertex&lightning programmabili. L'autonomia di esercizio dichiarata è di 100 ore di riproduzione MP3 e 10 ore di riproduzione video in alta definizione; la gestione energetica è demandata alla tecnologia nPower di NVIDIA.

-NVIDIA Tegra 650: integra al suo interno una CPU ARM11 con frequenza operativa di 800MHz, anch'essa in grado di supportare memoria low power DDR a 16bit e 32bit e memoria NAND Flash. Il processore audio/video presente in questo modello è molto simile a quello incontrato nella soluzione precedente, ad eccezione della possibilità, in Tegra 650, di poter decodificare flussi video 1080p H.264. La GPU GeForce integrata ha caratteristiche comparabili con la soluzione precedente. In questo caso l'autonomia dichiarata dovrebbe permettere 130 ore di riproduzione audio e fino a 30 ore di riproduzione video in alta definizione.

-NVIDIA Tegra 600: in questo caso la CPU ARM11 opera alla frequenza di 700MHz e mantiene il medesimo supporto alla memoria già incontrato nelle due versioni precedentemente descritte. Il processore audio/video è in grado di processare flussi video alla risoluzione di 720p, mentre anche in questo caso abbiamo da parte della GPU integrata supporto a pixel shader e vertex&lightning programmabili. Per Tegra 600 viene dichiarata un'autonomia pari a quella della soluzione Tegra APX 2500.

Tegra ed il software

Le soluzioni della famiglia NVIDIA Tegra supportano per ora solamente i sistemi operativi Windows CE e Windows Mobile. Il colosso californiano, pur assicurando la propria attenzione anche ad altri prodotti e sistemi operativi diversi da quelli di casa Microsoft, ha comunque confermato che attualmente lo sviluppo di Tegra è focalizzato esclusivamente sulle soluzioni proposte dalla casa di Redmond.

A tal proposito NVIDIA ha già provveduto a realizzare una piattaforma software completa che consenta ai vari produttori di dispositivi MID di realizzare nel più breve tempo possibile le proprie soluzioni per proporle altrettanto velocemente sul mercato. Le potenzialità offerte da Tegra, inoltre, regalano ai progettisti e agli sviluppatori la possibilità di implementare interfacce grafiche completamente tridimensionali, che possono premettere almeno potenzialmente un miglioramento dell'esperienza d'uso da parte dell'utente.

NVIDIA, nel corso della presentazione, ha voluto sottolineare il ridottissimo consumo energetico della propria soluzione rispetto ad una soluzione Intel Atom, insistendo sul concetto che l'autonomia operativa di dispositivi quali smartphone e MID dovrebbe poter essere misurata in giorni e non in ore. A tal proposito i consumi dichiarati di NVIDIA Tegra sono 50 microwatt in stato di standby, 30 milliwatt in impieghi di decodifica audio e meno di 300 milliwatt in situazione di riproduzione video HD.

E' inutile sottolineare l'importanza che il consumo energetico ha ed avrà in futuro in tutto il settore tecnologico, specie in apparecchi mobile che devono fare affidamento sull'autonomia della batteria. Le prestazioni pure, sebbene importanti, devono condividere gli onori della cronaca con il consumo energetico, che può influire sul successo o l'insuccesso di un prodotto. A nulla servirebbe uno smartphone dalla grafica eccezionale ma con un'autonomia di 3 o 4 ore. ovvero non in grado di coprire almeno una giornata di utilizzo.

 
^