GPS Garmin al servizio dello sport

GPS Garmin al servizio dello sport

Garmin da tempo propone una completa linea di prodotti dedicati agli amanti dello sport: le tecnologie GPS sono in grado di offrire un valido aiuto per gestire in modo preciso e efficace i propri allenamenti. Abbiamo provato il Forerunner 305 e l'Edge 305 rispettivamente pensati per gli amanti di corsa e ciclismo

di pubblicato il nel canale Portatili
Garmin
 

Introduzione

Le tecnologie legate alla localizzazione satellitare stanno subendo una rapidissima diffusione: inizialmente utilizzate in particolari ambiti militari, scientifici o comunque molto di nicchia, ad oggi la diffusione di soluzioni GPS è assai più capillare. E' possibile affermare senza rischio di smentita che la vera svolta per il successo di tali tecnologie sia riconducibile all'introduzione sul mercato dei navigatori satellitari da installare sulle automobili: tali dispositivi possono essere indicati come "killer application" per la tecnologia e da ciò ne è derivato un indiscutibile successo.

Prima di tale boom le tecnologie GPS erano già disponibili e anche gli utenti finali ne potevano beneficiare: Garmin, Magellan, Leica e marchi simili producevano soluzioni dedicate alle attività outdoor ma, purtroppo, il bacino di utenza era minimo. Ad oggi i ricevitori GPS vengono impiegati nei più disparati ambiti e recentemente anche gli smartphone di ultima generazione consentono di effettuare la localizzazione utilizzando i satelliti del sistema GPS.

Una particolare nicchia di questo mercato emergente è legata all'integrazione dei ricevitori GPS su dispositivi adibiti alle attività sportive: gli appassionati di corsa, ciclismo e attività simili possono oggi beneficiare di strumenti espressamente pensati per loro. Qualche mese fa ci siamo occupati di una soluzione realizzata da Canyon, brand praticamente sconosciuto nel nostro paese, mentre nelle pagine seguenti descriveremo il Forerunner 305, un prodotto disponibile sul mercato da tempo e sviluppato da Garmin. Confronteremo poi il modello Garmin dedicato ai corridori con la soluzione Edge 305 pensata per i ciclisti.

Le attività outdoor come la corsa o il ciclismo hanno esigenze ben differenti sia dalle ben note tecnologie di navigazione stradale sia dalle più classiche soluzioni pensate per il trekking o la nautica. Nello specifico ambito in cui il Fourrunner si inserisce la semplice indicazione di latitudine e longitudine, fondamentale in altre applicazioni, riveste un ruolo secondario: in tale specifico ambito è più importante fornire all'utente chiare indicazioni in merito alla distanza percorsa, al dislivello superato e alla velocità media.

Quelle appena elencate sono le funzionalità base del Garmin Forerunner 305 a cui si affiancano altri importanti strumenti per la pratica sportiva come ad esempio cronometro e cardiofrequenzimetro con la possibilità per quest'ultimo di impostare soglie limite, siano essere massime o minime.

Garmin fornisce il Forerunner 305 con un bundle completo di fascia toracica per il rilevamento del battito cardiaco, una basetta da utilizzare per la ricarica delle batterie o per la connessione a un pc e un cd rom contenente il software necessario a importare i dati relativi alle varie sessioni di allenamento. Purtroppo la ricarica del dispositivi avviene esclusivamente utilizzando la basetta appena nominata: la presenza di un plug, magari mini usb, direttamente sul Forerunner 305 avrebbe offerto maggior flessibilità di impiego.

Alla prima accensione è necessario attendere qualche minuto prima che il Forerunner 305 sia completamente funzionante: tale intervallo è necessario a realizzare il primo fix GPS. Il prodotto viene fornito con una serie di preset definiti corsa, ciclismo e altro (quest'ultimo con simbolo di uno sciatore), al cui interno Garmin ha identificato una configurazione e un preset adatto alle specifiche attività sportive.

L'utente ha però la massima libertà di intervento potendo personalizzare le informazioni presenti sul display a proprio piacimento. La prima operazione da effettuare riguarda la scelta del numero di campi dati da visualizzare e successivamente si andrà a definire la tipologia di tali dati. Le opzioni disponibili sono assai numerose e oltre alle più scontate indicazioni cronometriche e velocistiche possono indicare anche la frequenza cardiaca, la velocità media, la soglia cardiaca, la quota e la distanza percorsa.

 
^