Lenovo ThinkPad X60S: piccolo e essenziale

Lenovo ThinkPad X60S: piccolo e essenziale

L'offerta ThinkPad di Lenovo è rivolta all'utenza professionale: soluzioni robuste, durevoli e poco inclini ai trend del momento o ai compromessi imposti dai designer. La serie "ThinkPad X", dedicata agli ultraportatili e alle soluzioni tablet pc, è caratterizzata da soluzioni tecniche orientate al solo utilizzo mobile e al risparmio energetico

di pubblicato il nel canale Portatili
LenovoThinkPad
 

Descrizione - parte 2

Le opzioni di espansione vengono notevolmente ampliate dall'utilizzo di una docking station appositamente sviluppata da Lenovo. Tale dispositivo mette a disposizione l'unità ottica, non fornita con il prodotto e altre 2 porte USB 2.0. Per particolari scopi e per l'utilizzo di hardware non recente sono disponibili la porta seriale e quella parallela.

La configurazione hardware del  ThinkPad X60S analizzato in queste pagine merita qualche doverosa puntualizzazione. La cpu Intel Core Duo L2400 1,66GHz, giocoforza da abbinare al chipset Intel 945GMS, non costituisce la più recente architettura Intel Centrino ma va ricordato che queste soluzioni di nicchia vengono aggiornate con tempistiche differenti rispetto alle soluzioni standard. Lenovo, come anche la stessa IBM, non ha mai stupito per rapidità nell'adottare nuove soluzioni hardware e, soprattutto, nel renderle realmente disponibili in tempi brevi alla clientela. In ogni caso quella testata è una delle versioni disponibili; vi è anche una versione X60 equipaggiata con processore Intel Core 2 Duo e chipset più recente, con impatti differenti in termini di autonomia. Ecco spiegato il perché della presenza di un modello dall'hardware apparentemente obsoleto in listino.

L'hard disk del  ThinkPad X60S è un comune dispositivo da 2,5 pollici, con capienza pari a 80GB e dotato di interfaccia SATA. Nulla di particolare, anzi le caratteristiche sono forse sotto tono per un prodotto simile. Altri rivali concorrenti  in questo mercato di nicchia propongono dischi da 1,8 pollici e all'orizzonte soluzioni Solid State Disk.

La componentistica di un ultraportatile come il  ThinkPad X60S va pensata sicuramente in un'ottica esclusivamente professionale, quindi la ridotta disponibilità di spazio su disco non dovrebbe costituire un grosso problema, e orientata al risparmio energetico, pur garantendo un livello prestazionale minimo. Su questo fronte le scelte di Lenovo non deludono anche se la dotazione di memoria ram pari a 512MB DDR2 ci pare inadatta per una soluzione così esclusiva come il  ThinkPad X60S.

Altre opzioni, come per esempio la risoluzione di 1024x768 pixel o la mancanza di un'unità ottica integrata possono creare un certo sconcerto. Ritorneremo su questi fattori nella parte finale dell'articolo mettendo i relazione tali elementi con le altre qualità del prodotto.

In merito alla scelta di Lenovo si può solo notare la cura costruttiva prestata: i due lati più lunghi del disco sono interamente ricoperti da una guaina in materiale gommoso che offre riparo da vibrazioni o cadute accidentali. La salvaguardia del disco è altresì garantita anche dall'ormai immancabile sensore accelerometrico che colloca le testine in posizione di parking in caso di urti o altri pericolosi stress.

Il software fornito in bundle è ovviamente orientato alla tipologia business del prodotto: nessuna applicazione multimediale mentre il menù ThinkVantage da accesso a svariati tool di diagnostica, gestione e manutenzione ordinaria del sistema. Lenovo, al contrario di svariati altri concorrenti, ha utilizzato una utility proprietaria per la configurazione e gestione del finger print, anche se in realtà le opzioni disponibili non divergono dalla ben nota  e diffusa suite Protector QL.

Il  ThinkPad X60S ci è stato fornito con Microsoft Windows XP preinstallato e, pur leggendo a catalogo la disponibilità di nuove opzioni con Microsoft Windows Vista, non ci è stato possibile provare il sample con il più recente sistema operativo. In realtà questa circostanza non sconvolge di molto il piano generale del presente articolo: le nuove opzioni X60 offrono configurazioni hardware leggermente più potenti ma di fatto la nostra condizione di test coincide con la maggioranza degli utenti aziendali che, per scelta consapevole, non ha ancora effettuato la migrazione al nuovo sistema operativo di casa Microsoft.

 
^