IDF 2007: Santa Rosa e le future soluzioni notebook

IDF 2007: Santa Rosa e le future soluzioni notebook

Il debutto della nuova piattaforma Centrino, nome in codice Santa Rosa, è lontano solo alcune settimane ma Intel si porta avanti anticipando trend, nuovi form factor e Montevina, la prossima generazione di piattaforme notebook attesa per il 2008. Tutto questo senza dimenticare Penryn, le prossime cpu a 45 nanometri

di pubblicato il nel canale Portatili
Intel
 

Alcuni nuovi concetti di notebook

alienware_1.jpg (47425 bytes)

alienware_2.jpg (41017 bytes)

Uno dei fenomeni più interessanti nel mercato dei sistemi notebook è il crescente interesse verso l'utilizzo di PC portatili per applicazioni legate al gaming; in commercio, infatti, stanno debuttando soluzioni che garantiscono livelli prestazionali molto vicini a quelli di sistemi desktop di fascia alta. Un esempio pratico è questo modello Alienware Area 51 m 9750, che abbina a processore Intel Core 2 Duo un sottosistema video con due schede NVIDIA GeForce Go con tecnologia SLI, utilizzato da Intel per dimostrare come i sistemi notebook stiano raggiungendo i livelli prestazionali delle soluzioni desktop anche in questi ambiti di utilizzo.

C'è da dire, tuttavia, che in termini di prestazioni velocistiche assolute i sistemi notebook sono ancora lontani dalle proposte top di gamma per PC desktop, e presumibilmente tale divario continuerà ad essere presente a motivo dell'impossibilità di utilizzare in sistemi notebook GPU che consumino a livelli pari a quelli delle soluzioni attualmente in commercio, sia sviluppate da NVIDIA che da ATI. Un sistema come quello di Alienware qui raffigurato, tuttavia, mantiene dimensioni soprattutto nello spessore ancora accettabili: i primi modelli di notebook con tecnologia SLI, presentati 1 anno fa, avevano sorpreso per gli chassis decisamente mastodontici e ben lontani da un concetto di portabilità.

concept_1.jpg (38504 bytes)

concept_2.jpg (34329 bytes)

Altro concetto particolarmente interessante è questo notebook ultrasottile sul quale è montato un pannello in pelle con un display integrato; il nome scelto per questo concept è quello di Mobile Metro. Alla base un tradizionale notebook molto sottile, con una copertura che da un lato riveste una funzione prettamente estetica, dall'altra integra un display che trasmette informazioni provenienti dal notebook. Non solo, tuttavia: il PC può anche essere del tutto spento senza che il display superiore cessi di funzionare, ricevendo automaticamente messaggi di testo o email che possono venir così consultati senza dover riavviare il sistema.

slim_notebook.jpg (39068 bytes)

Nel corso del prossimo anno gli spessori dei notebook si ridurranno sensibilmente, come confermato da questo prototipo: nonostante la diagonale dello schermo sia non propriamente piccola, quantificabile in un 15 pollici, il notebook si presenta molto compatto così da facilitarne il trasporto e bilanciare un peso complessivo che sia il più basso possibile.

 
^