Utility per la sicurezza dei notebook Acer

Utility per la sicurezza dei notebook Acer

Le prestazioni medie dei sistemi notebook hanno raggiunto ormai livello decisamente elevati e parallelamente la competizione tra i vari costruttori si sta spostando verso altre importanti caratteristiche legate alla sicurezza dei dati. Anche le utility di gestione e configurazione sono sempre più considerate.

di Fabio Boneschi pubblicato il nel canale Portatili
Acer
 

Utility per lettori di impronte biometriche

Le utility proprietari Acer non sono gli unici strumenti che il produttore taiwanese ha scelto di implementare. Per supportare il lettore di impronte biometrice collocato in prossimità del touchpad è disponibile la suite Protector QL; questa soluzione software è una scelta assai diffusa trai differenti costruttori e viene preinstallata su molti notebook attualmente in commercio.

Per insegnare l'utilizzo del lettore di impronte digitali l'utente viene invitato a seguire un breve tutorial nel quale vien simulato varie volte l'utilizzo del lettore e si ha quindi la possibilità di imparare al meglio il corretto movimento da effettuare. Per scongiurare potenziali problemi legati al riconoscimento di un singolo dito Protector Suite QL consente di registrare fino ad un massimo di 10 impronte digitali utilizzabili indifferentemente per l'autenticazione dell'utente.

Il sistema chiederà di procedere alla scansione biometrica al login di Windows anche se resterà comunque possibile accedere utilizzando la comune password utente. Utilizzando il pc e avvicinando il dito al lettore di impronte si aprirà un piccolo pannello che consente di effettuare il logout oppure di controllare i parametri di configurazione della suite Protector Suite QL.

Il riconoscimento delle impronte digitali può essere utilizzato anche per completare in automatico eventuali form online in cui venga richiesto l'inserimento di user e password: eseguendo un'apposita procedura è possibile assegnare ad uno specifico URL una coppia di parametri user e password e ogni qualvolta si apra tale pagina web sarà sufficiente avvicinare il dito al lettore di impronte digitali per completare i 2 campi e procedere con l'autenticazione.

Qualora sul notebook fosse presente lo specifico hardware TPM Protector Suite QL consente di proteggere le informazioni sensibili sfruttando tali tecnologie.

 
^