AMD FX-8350: la seconda generazione di CPU FX

AMD FX-8350: la seconda generazione di CPU FX

AMD introduce l'architettura Piledriver anche per le proprie proposte della famiglia FX, destinate a sistemi desktop socket AM3+, dopo che alcune settimane fa tale passaggio era stato fatto per le soluzioni APU della famiglia Trinity. Frequenze di clock più elevate e migliorie nell'IPC permettono di ottenere un incremento prestazionale rispetto alle proposte FX di prima generazione, tutto con prezzi che rimangono contenuti

di pubblicato il nel canale Processori
AMD
 

Applicazioni multimediali

automvk.png (45559 bytes)

handbrake.png (42620 bytes)

La conversione di flussi video con Handbrake e AutoMVK è un classico scenario di utilizzo che permette alle CPU AMD con architettura a 8 core di far registrare valori molto interessanti: la risultante per il modello FX-8350 sono valori allineati a quelli della CPU Intel Core i7-3770K, modello quad core con tecnologia HyperThreading che si posiziona su una soglia di prezzo ben più elevata della nuova arrivata di casa AMD.

media_espresso_1.png (60760 bytes)

Media Espresso è un tool di conversione che può sfruttare la GPU integrata all'interno della CPU, con approcci differenti a seconda dell'architettura. Nel caso di Intel viene sfruttata la tecnologia Quick Sync, che permette di ottenere i tempi di elaborazione più ridotti in assoluto come ben evidenziato dal primo grafico. Per le architetture AMD Trinity è presente solo un preset che sfrutta la GPU integrata, senza possibilità di selezionare una impostazione che privilegia la qualità d'immagine o un'altra che riduce al minimo i tempi di elaborazione come invece accessibile tanto per le CPU Intel quanto per le APU Llano di precedente generazione. Utilizzando accelerazione via GPU, che sia integrata nella CPU o attraverso una scheda video dedicata, si ottengono output video differenti a seconda del tipo di implementazione adottata: i tempi di elaborazione presi da soli possono quindi fornire un quadro in parte fuorviante, in quanto corrispondenti ad output video differenti.

Per questo motivo abbiamo optato per disabilitare qualsiasi tipo di accelerazione via GPU, ottenendo output identici dalle varie CPU e dipendendo nei tempi di elaborazione solo da queste ultime. Il risultato finale conferma un certo allineamento tra FX-8350 e Core i7-3770K, con la nuova arrivata di casa AMD che riesce a far registrare tempi di elaborazione ben più contenuti di quelli del modello FX-8150 che va a sostituire.

x264_hd_1.png (45515 bytes)

x264_hd_2.png (43981 bytes)

Risultati validi anche con i due test del benchmark x264 HD; il primo, first pass, è tipicamente più dipendente dall'IPC del singolo core e per questo motivo i risultati migliori sono quelli registrati dai processori Intel. Il secondo test, second pass, sfrutta meglio la presenza di un numero maggiore di core oltre a risultare essere maggiormente esigente nel complesso visti gli inferiori frames al secondo elaborati. In questo caso è la CPU FX-8350 a far registrare i risultati migliori, nuovamente grazie alla presenza di 8 core.

proshow.png (49122 bytes)

A chiudere il quadro delle applicazioni multimediali troviamo ProShow Gold, software con il quale abbiamo convertito delle immagini in un video in formato high definition. In questo test le CPU AMD della famiglia FX risultano fortemente penalizzate, sia nel confronto con quelle Intel della famiglia Core sia rispetto alla CPU Phenom II X6 1100T con architettura a 6 core. Si tratta di fatto dell'unico test nel quale si propone uno scenario di questo tipo, indice di come tale applicazione sia fortemente dipendente dall'IPC a livello di singolo core.

 
^