Quad FX: la ricetta AMD per i quattro core

Quad FX: la ricetta AMD per i quattro core

Due processori dual core Athlon 64 FX: questa la proposta AMD per mettere a disposizione dell'utente più appassionato 4 core in un'unico sistema desktop. Ma Quad FX è in primo luogo una nuova piattaforma, che pone le basi per l'aggiornamento nel corso del 2007 con processori quad core basati sulla nuova architettura K10

di pubblicato il nel canale Processori
AMD
 

Le nostre conclusioni

FX_SLIready_DSDC.jpg (39852 bytes)

Il confronto prestazionale ha delineato alcuni elementi chiave:

  • nonostante la presenza di 4 core di processore, le piattaforme Quad FX non riescono ad essere più veloci di quelle Intel Core 2 Quad nell'esecuzione delle applicazioni che beneficiano della presenza di più core di processore. La giustificazione di questo comportamento è data dall'architettura Core delle cpu Core 2 Duo e Quad, che come già evidenziato in precedenti articoli è superiore a quella attualmente utilizzata da AMD per le proprie cpu Athlon 64;
  • nel corso del 2007 AMD presenterà le proprie cpu basate su core Barcelona, noto anche con i nomi in codice di K8L o K10; con questa cpu saranno 4 i core per ogni Socket, e soprattutto verranno implementate le novità architetturali che porranno le soluzioni AMD, a livello di singolo Core, con in buona sostanza lo stesso set di funzionalità implementato da Intel con le architetture Core. A differenza di queste ultime, AMD potrà contare su due elementi storicamente presenti nei propri processori: il memory controller integato e l'utilizzo di Hypertransport;
  • con sistema operativo e applicazioni a 64bit le cpu Athlon 64 FX hanno mostrato una superiore scalabilità delle prestazioni rispetto alle soluzioni concorrenti di Intel; in scenari megatasking particolarmente complessi, inoltre, il margine d'incremento delle prestazioni dei sistemi Quad FX è risultato essere superiore a quello delle soluzioni quad core di Intel.

Se in puri termini velocistici le piattaforme Quad Core di Intel sono al momento attuale più veloci, quella Quad FX di AMD lascia spazio a maggiori margini di scalabilità sia passando a codice ed applicazioni a 64bit, che utilizzando scenari con molte applicazioni contemporaneamente utilizzate: è questo quanto emerge in sintesi dalle nostre rilevazioni strumentali.

L'utilizzo di due processori e di una scheda madre particolarmente complessa ha ripercussioni in termini di consumo complessivo, che è sensibilmente superiore a quello delle piattaforme quad core di Intel; d'altro canto il target di riferimento dei sistemi Quad FX è fatto di utenti appassionati che considerano secondario questo elemento rispetto ad altri. Le temperature di funzionamento, invece, non solo tali da creare problemi di sorta, fermo e considerato che i sistemi Quad FX che i vari produttori OEM immetteranno in commercio saranno particolarmente curati nel raffreddamento.

Il giudizio sulla piattaforma Quad FX deve necessariamente tenere conto del fatto che ci troviamo davanti ad una configurazione che è più che altro un "technology showcase" che qualcosa che a breve verrà acquistato da molti utenti. Nel breve periodo AMD non prevede di rendere disponibili coppie di processori Athlon 64 FX 7x nel mercato retail se non in volumi molto ridotti, privilegiando invece i partner OEM che presenteranno proprie soluzioni con piattaforma Quad FX. Le prestazioni velocistiche di questa soluzione risentono, in termini assoluti, delle differenze architettuali attualmente esistenti tra piattaforme Athlon 64 e quelle Core 2 Duo - Quad di Intel: quando il nuovo core Barcelona debutterà, nella metà del prossimo anno, AMD potrà sicuramente meglio posizionarsi nei confronti di Intel. Quest'ultima si prepara intanto alla transizione a 45 nanometri, ma difficilmente potrà implementare nelle future versioni di processore Core attese per il 2007 novità architetturali tali da mettere in secondo piano i vantaggi di Barcelona: è presumibile che per quel periodo lo scontro tra le due aziende sarà molto più equilibrato di quanto non sia ora, o di quanto non sia stato prima dell'arrivo delle cpu Core 2 Duo.

Con Barcelona il possessore di una piattaforma Quad FX, stando a quanto antcipato quest'oggi da AMD, potrà aggiornare il sistema a due cpu quad core, avendo così a disposizione non solo un numero doppio di Core di processore, ma anche un ulteriore incremento prestazionale dato dal nuovo Core. Per alcune tipologie di utenti, pensiamo in particolare a coloro che eseguono rendering per molte ore al giorno, questo permetterà di avere a disposizione una personal workstation con 8 core.

La soluzione Intel, con la propria cpu Quad Core Core 2 Extreme QX6700, è preferibile al momento attuale in termini di pure prestazioni velocistiche, ma non quanto a flessibilità futura: la piattaforma Socket 775 LGA da questa adottata infatti permetterà nel 2007 di aggiornare il processore con altro sempre quad core, ma non di aumentare il numero di core a disposizione del sistema. Un'alternativa, sempre restando in casa Intel, potrebbe essere quella di adottare una piattaforma per processori Xeon DP, già oggi configurabile con 8 Core grazie alla disponibilità delle cpu Xeon serie 5300: anche se accessibile, questa scelta implica l'utilizzo di processori Xeon e la necessità di utilizzare memoria Fully Buffered Dimm, in abbinamento a schede madri per workstation che non offrono di certo la flessibilità nel tweaking delle soluzioni pensate per gli utenti enthusiast.

E' possibile che Intel possa presentare, nel corso del 2007, una propria piattaforma desktop per utenti enthusiast dotata di due Socket per processori? Per certi versi è quello che AMD si augura: questo infatti vorrebbe dire che una piattaforma come quella Quad FX ha motivo di esistere e offre ai propri acquirenti una superiore flessibilità di configurazione e di aggiornamento rispetto ad una a singolo Socket.

Analizzando i prezzi delle soluzioni Quad FX, non può che emergere la configurazione con due processori Athlon 64 FX70: al prezzo di 599 dollari la coppia queste cpu permettono di ottenere prestazioni, in ambito multitasking, rendering e multimediale, mediamente sempre superiore a quello della cpu Core 2 Extreme X6800, la più veloce cpu dual core che Intel offre attualmente sul mercato. Un sistema basato su questi processori permette di ottenere un buon livello prestazionale ad un costo inferiore a quello dei sistemi quad core di Intel, lasciando spazio nella seconda metà del 2007 all'aggiornamento a 8 core e a nuove architetture di cpu Athlon 64 FX.

  • Articoli Correlati
  • Intel Core 2 Extreme QX6700 "Kentsfield": il debutto del quad core Intel Core 2 Extreme QX6700 "Kentsfield": il debutto del quad core La prima cpu desktop quad core è di Intel: il modello Core 2 Extreme QX6700 propone la prima evoluzione dell'architettura Core. Caratteristiche tecniche e prestazioni di quest'ultimo arrivato sono state analizzate a confronto con tutte le cpu Core 2 Duo e con le concorrenti Athlon 64 X2 di AMD
  • 4x4 Quadfather: le nuove piattaforme di AMD 4x4 Quadfather: le nuove piattaforme di AMD In occasione dei World Cyber Games 2006 AMD mostra in anteprima il primo sistema Quadfather, dotato di 2 processori Athlon 64 FX dual core e proposto quale base di sviluppo delle piattaforme con 8 Core attese per il 2007. Megatasking è la nuova parola d'ordine: sempre più applicazioni contemporaneamente
  • K8L e Quad Core: un poker da AMD K8L e Quad Core: un poker da AMD Nel corso del 2007 AMD presenterà la più importante evoluzione della propria architettura di processore, sotto il nome di K8L. Varie innovazioni si abbineranno alla presenza di 4 core nello stesso package, interessando prima le soluzioni Opteron e poi quelle Athlon 64 e Turion 64. Ma K8L troverà spazio anche nei sistemi dual core, ancora in auge nei prossimi 2 anni.
143 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pollicino30 Novembre 2006, 08:04 #1
Tempi duri per AMD

Sorprendente anche l'efficienza della soluzione Intel Core 2 Quad.
A vida è samba30 Novembre 2006, 08:07 #2
Beh, in effetti l'unica mossa che potevano fare per avvicinarsi ad Intel, i prezzi tutto sommato contenuti se pensiamo che si comprano 2 CPU al prezzo di una, però i consumi sono davvero esagerati.

Certo che chi si può permettere un sistema tale non avrà problemi a spendere di più in bolletta.

L'idea della piattaforma dual-socket è interessante in quanto in futuro potrà essere utilizzata sui nuovi processori quadcore di AMD, credo che Intel nel "match-race" dovrà fare altrettanto altrimenti si ritroverà ad inseguire.
halduemilauno30 Novembre 2006, 08:09 #3
ammazza quanto consumano.
The_Killer30 Novembre 2006, 08:22 #4
inutile, direi (alm,eno in ambito home).

amd fa proprio di tutto per recuperare intal... la sua nuova architettura fa paura!
dwfgerw30 Novembre 2006, 08:26 #5
ma che razza di piattaforma è....
Rubberick30 Novembre 2006, 08:29 #6
Qua tempi duri.. i tempi duri non ci sono mai stati per nessuno delle 2... si sono sempre alternati... prima e' stato il momento di Intel... ora c'e' AMD che ha fatto la bella pensata di introdurre la base per i sistemi multicore in qualsiasi ambito..

Per ora sta roba e' riservata agli "entusiasti" ( sta definizione mi fa sempre ridere, l'inglese a volte tradotto alla lettera e' penoso)...

In un futuro non e' detto... tutto sta all'abbassarsi dei prezzi delle cpu, non e' escluso che in un futuro la scelta del pc sara' componibile pensando a quante cpu comprare e quali... cosa una volta riservata solo all'ambito server...

E' possibile che intel lanci un 4x4 alternativo ma AMD sara' momentaneamente avanti in quanto si prevede che la sua soluzione sara' gia' sviluppata da tempo mentre quella di intel avra' problemi di giovinezza..
TheZeb30 Novembre 2006, 08:30 #7
Che aborto di sistema.... spero la gente sia così intelligente da aspettare almeno il k8l se preferisce amd o di pigliarsi il quad di intel e non di buttare i soldi in sta ciofeca...
Fray30 Novembre 2006, 08:35 #8
gli amd consumano il doppio, vanno di meno e costano di più... speriamo nella nuova architettura quad in un unico die...
cagnaluia30 Novembre 2006, 08:35 #9
a me vien da dire se si sono rimbambiti in AMD....

boh.. in un era in cui l'integrazione è la parola d'ordine... i consumi da abbattere e la potenza i fini ultimi...
AMD che fa?

mi vende CPU in coppia.
mi vende CPU che consumano come dei scaldabagno elettrici.
mi vende CPU che alla fin fine non tengono testa agli C2D.
mi vende CPU che vincolano i costruttori di schede madre a installare esotici sistemi di raffreddamento...


bah...
ThePunisher30 Novembre 2006, 08:39 #10
Da rilevare come presumibilmente le architetture AMD in questione siano spinte ai massimi livelli (3Ghz per Core), mentre quelle Intel abbiano dimostrato margini di overclockabilità notevoli, il che fa pendere la bilancia ancora di più verso Intel.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^