Analisi delle cpu Dual Core: AMD vs Intel

Analisi delle cpu Dual Core: AMD vs Intel

Confrontate le nuove architetture Intel Pentium D e Pentium Extreme Edition, a confronto con la cpu Athlon 64 X2 4.800+. Un totale di 16 processori differenti, testati con applicazioni single e multi tasking oltre che con nuovi benchmark che riproducono tipici scenari d'uso personale

di pubblicato il nel canale Processori
IntelAMD
 

Multitasking test

Per valutare l'impatto dei processori dual core nell'esecuzione di più applicazioni contemporaneamente, abbiamo eseguito alcuni test di tipo multitasking, cercando di replicare un tipico scenario d'uso di un utente tipico. Quando si eseguono benchmark, soprattutto di processori, si tende ad utilizzare un sistema che sia il più possibile libero da applicazioni che operano in background, così da lasciare tutte le risorse di sistema a disposizione per lo specifico test che si sta eseguendo.

Valutando le tipiche applicazioni che un utente utilizza nel proprio sistema, abbiamo limitato la scelta a quelle che a nostro avviso meglio riproducono due scenari tipici e allo stesso tempo caricano il sistema in modo considerevole. La prima prevede la conversione di un filmato DVD in formato DivX, eseguita mentre in background operano altre applicazioni di produttività personale. La seconda prevede una sessione di gioco con Doom 3, mentre in background il sistema opera con differenti applicazioni ad alto carico aperte contemporaneamente.

multitasking_1.png (43492 bytes)

Il grafico mostra i tempi richiesti, con vari processori, nella conversione dei primi 5 capitoli del DVD "The Bourne Supremacy", utilizzando il tool AutoGK con DivX 5.21 in modalità qualità al 75% e audio italiano a 5.1 canali. In colore rosso i risultati ottenuti con sistema libero da qualsiasi altra applicazione, quindi in condizioni d'uso pressoché ideali; in colore giallo il sistema in condizione di multitasking, con quindi le seguenti applicazioni in esecuzione:

  • antivirus F-Prot residente nel sistema;
  • download via ftp di un file ISO da 600 Mbytes;
  • esecuzione di un album in formato MP3, utilizzando il player Winamp
  • apertura di 7 finestre di explorer sui seguenti siti:
      hwupgrade.it
      corriere.it
      repubblica.it
      virgilio.it
      slashdot.com
      techreport.com
      theinquirer.net

E' possibile che un sistema preveda più applicazioni in esecuzione contemporaneamente rispetto a quanto ipotizzato in questi test; ovviamente a carico più elevato si otterrà un impatto negativo sui risultati dei test, tanto maggiore se la cpu è di tipo single core.

multitasking_3.png (35481 bytes)

Il grafico mostra le variazioni percentuali registrate, in termini d'incremento dei tempi di completamento della conversione DVD in DivX passando dallo scenario con una applicazione in esecuzione a quello multitasking. La cosa più sorprendente, osservando in dettaglio quanto ottenuto, è che il tempo di esecuzione della cpu Athlon 64 X2 4.800+ in contesto multitasking è inferiore a quello della cpu Athlon 64 FX55, quest'ultima in test con una sola applicazione aperta: 725 secondo contro 729. I benefici prestazionali delle architetture dual core sono così netti ed evidenti, rispetto a quelle single core, da richiedere ben pochi commenti.

Il secondo test prevede l'esecuzione di timedemo con Doom 3, alla risoluzione di 1600x1200, con differenti scenari di background. In questo caso si è scelto di utilizzare una risoluzione video poco dipendente dalla pura potenza di calcolo del processore, quella di 1600x1200 per l'appunto, in quanto maggiormente significativa in termini di reale utilizzo da parte del videogiocatore rispetto a quella di 640x480, fortemente dipendente dalla cpu ma non utilizzata su sistemi così potenti.

multitasking_2.png (44667 bytes)

I risultati esposti sono in rosso con solo Doom 3, in giallo con Doom 3 e la conversione DVD in Divx utilizzata anche nel test precedente, mentre in verde alle due applicazioni di prima abbiamo aggiunto anche la compressione di 3,5 Gbytes di files con il tool Winrar. La tabella seguente riassume le variazioni percentuali nelle due modalità testate:

multitasking_4.png (40178 bytes)

Molto interessante il risultato della cpu Pentium Extreme Edition 840; nonostante la presenza di 4 core logici la cpu perde molti frames al secondo nell'esecuzione di più applicazioni contemporaneamente, segno che lo scheduler di Windows XP invia alcuni task ai core logici e non a quelli fisici, pur essendo questi più veloci e disponibili per l'esecuzione di applicazioni. Nelle stesse condizioni d'uso la cpu Pentium D 840 ha impatti sulle prestazioni nettamente inferiori, chiaro segno di come il limite della cpu Extreme Edition 840 in questi test stia proprio nell'errato sfruttamento da parte del sistema operativo della presenza di due core logici accanto ai 2 fisici.

Questi test multitasking non hanno la pretesa di riassumere le prestazioni di questi processori, single e dual core, con più applicazioni in esecuzione contemporaneamente nel sistema. Riteniamo che questi test aiutino a meglio capire quale sia il reale ambito di utilizzo delle cpu dual core, ma nulla può superare un periodo di utilizzo di persona con sistemi dual core per meglio capire come si comportino questi processori nell'utilizzo concreto.
Un sistema dual core, infatti, risponde ai comandi in modo molto più pronto, soprattutto quando sono in esecuzione altre applicazioni o semplicemente sono residenti in memoria programmi di varia utilità; basti pensare ai tool antivirus, o a un programma di firewall, che pressoché tutti gli utenti tengono regolarmente attivi nel proprio sistema.

 
^