Conferenza stampa Maxtor - report settore hard disk

Conferenza stampa Maxtor - report settore hard disk

Breve riassunto dei punti salienti della conferenza stampa Maxtor, tenutasi a Milano nei giorni scorsi: accenni agli standard futuri e all'andamento del mercato italiano, notizie sulle vendite e aspettative per il futuro

di pubblicato il nel canale Storage
 

Novità

Abbiamo avuto modo di partecipare ad una conferenza di Maxtor riguardante la situazione del mercato hard disk, unita ovviamente ad una presentazione dei prodotti della casa stessa.

Didier Trassaert, vice-presidente responsabile per l'Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA), già intervistato da Hardware Upgrade in occasione di Smau 2001, ha esposto alcune interessanti informazioni riguardo alla situazione generale.

Attualmente il mercato degli hard disk vede come leader nelle vendite Seagate, seguita da Maxtor (Seagate detiene, con il 53%, una leadership netta nel mercato SCSI).

Le novità che il futuro, immediato e non, ci riserva sono abbastanza incoraggianti. Oltre all'ormai imminente SerialATA, nato per affiancare e poi sostituire il classico connettore EIDE, è previsto l'esordio, verso il 2004/2005, di qualcosa di simile anche per lo SCSI, con il nome di SAS, Serial Attached SCSI.

Siamo di fronte ad una nuova interfaccia, il cui testing è però previsto solo nel 2004. I vantaggi, sulla carta, dovrebbero risiedere nell'adozione di un connettore unico in comune con il serialATA, in modo da poter essere sfruttato, all'interno di server e non solo, in alternativa ai meno performanti ma più capienti ATA senza stravolgere la configurazione della machina. Questo è quello che viene detto, facile aspettarsi tutto ed il contrario di tutto da qui a 2 anni, purtroppo.

Sempre in ambito SCSI, l'intenzione è quella di estendere la funzione MaxADAPT a tutti i dischi SCSI. Questa tecnologia è sviluppata per garantire un flusso di corrente di alimentazione il più possibile costante e controllato, anche in situazioni impreviste. L'affidabilità è l'obiettivo primo che si propone Maxtor, prima ancora delle prestazioni: questa tecnologia è stata sviluppata proprio per prevenire i danni dovuti alle alterazioni di corrente e ad un irregolare alimentazione del dispositivo.

In campo EIDE le novità sono poche, in verità. Oltre al discorso SerialATA è stato indicato nel 2005 l'anno di immissione sul mercato del primo disco da 1 Terabyte, mentre è previsto per la fine di questo anno l'ingresso nel settore laptop, con dischi da 2,5".

Singolare l'andamento del mercato nel nostro Paese, che vede snobbati completamente gli hard disk esterni, al contrario di tutti gli altri paesi.

Il buon Didier vede nel basso reddito pro-capite medio, rispetto agli altri paesi comunitari, il motivo di tanta titubanza nell'acquistare tali dispositivi non prettamente standard. La gente preferisce acquistare masterizzatori CD economici e supporti da un euro, piuttosto che investire una cifra considerevolmente più elevata per un dispositivo come un hard disk esterno.

 
^