Guida monitor - Parte 5

Guida monitor - Parte 5

Monitor TFT - Analisi delle attuali tecnologie costruttive, le specifiche DVI - glossario generale relativo al mondo dei monitor e link ai produttori.

di pubblicato il nel canale Periferiche
 

Glossario

Vi rendo disponibile un elenco dei termini tecnici di maggior uso nel campo specifico dei monitor; non sempre troverete una spiegazione diretta delle singole voci, dato che ho preferito rimandarVi, con apposito link, alla parte di questa sezione in cui ho trattato l'argomento in modo più esauriente. 

Angolo di visione Questo termine lo ritroviamo nei monitor LCD, che come sappiamo offrono un campo di visione più ristretto rispetto ai tradizionali CRT. L'angolo di visione rappresenta in sostanza la massima inclinazione che possiamo assumere nei confronti del nostro monitor senza che ne venga pregiudicata la qualità dell'immagine osservata, e questo sia in direzione orizzontale che verticale. 
Aperture grille E' una delle maschere tipicamente utilizzate nel processo produttivo dei monitor; viene adottata da Sony, sotto la denominazione di tecnologia Trinitron, e da Mitsubishi come Diamondtron; l'immagine sullo schermo risulta composta da una serie di linee verticali colorate.
Astigmatismo E' un difetto di visualizzazione dell'immagine che si presenta sotto forma di una distorsione.
Banda Passante Rappresenta la massima frequenza del segnale proveniente dalla scheda video che il nostro monitor è in grado di accettare, e di conseguenza rappresenta anche il numero di punti che l'unità è in grado di tracciare in un secondo.
Barrel E' un difetto di visualizzazione della immagine che viene distorta in una classica forma a botte; l'immagine ci appare arrotondata, come uscente dal monitor sia lateralmente che nella zona superiore ed inferiore
BNC Bayonet Nut Coupuling - sui monitor CRT è un attacco video alternativo al classico D-Sub. E' composta da 5 particolari connettori e garantisce una migliore trasmissione del segnale video. Non supporta lo standard DDC.
Contrasto Caratterizza, in una immagine a video, la possibilità di vedere più o meno bene i singoli particolari; in pratica rappresenta il bilanciamento tra il chiaro e lo scuro che ci permette di meglio definire i contorni e l'aspetto di ciò che stiamo visualizzando. 
Convergenza E' un indice della corretta centratura dei tre cannoni di elettroni sui fosfori rappresentanti i tre colori fondamentali RGB (Red, Green, Blue); se la centratura è corretta e i tre fosfori equamente eccitati, questi  visualizzano, quale colore risultante, il bianco, altrimenti sono visibili i tre colori separatamente e leggermente sfuocati
Convertitore A/D (Analogico/Digitale) Dispositivo elettronico in grado di convertire un segnale analogico in uno digitale e viceversa
CRT Cathode Ray Tube, tubo a raggi catodici; è il processo attualmente più diffuso per la produzione dei monitor denominati appunto CRT

Degaussing (o smagnetizzazione)

Dispositivo di smagnetizzazione. Ogni monitor è dotato di un dispositivo di smagnetizzazione che provvede ad eliminare tutte le impurità di colore causate da campi magnetici presenti nelle vicinanze del monitor, come ad esempio quelli provocati da eventuali casse audio, oppure da apparecchiature elettroniche in genere. Questi campi magnetici interagiscono con quello presente nel tubo catodico provocando un effetto di colori "impastati" e quindi non più perfettamente nitidi. I monitor più economici provvedono in automatico ad una operazione di smagnetizzazione ad ogni avvio o riavvio del PC, mentre i modelli di fascia alta sono forniti anche di un apposito tasto destinato a questa funzione.
Diagonale E' intesa come la distanza misurata sulla diagonale del monitor e rappresenta quel numero che definisce la classe dimensionale del monitor stesso; ad esempio possiamo avere la dimensione di 15" (leggi 15 pollici), si usa quindi una misura in pollici, dove ogni pollice corrisponde a 2,54 cm.
Diamondtron E' il nome della tecnologia sviluppata da Mitsubishi per i monitor che si basano sulla struttura Aperture Grille
Dimensione Pixel E' la minima dimensione del punto che fisicamente compone l'immagine a video. A seconda del tipo di tecnologia costruttiva che viene adottata dal produttore del monitor, questa dimensione dipende dal dot pitch (tecnologia Shadow Musk), oppure dallo stripe pitch (tecnologia Aperture Grille), o infine dallo slot pitch (tecnologia Slot Musk).
DDC Display Data Channel - rappresenta uno standard creato da VESA (Video Electronics Standard Association) che consiste nell'individuare quelle che possono essere definite le "vie" di comunicazione tra il monitor e la scheda video e quindi di conseguenza il PC; attraverso queste vie il monitor riesce a comunicare al PC le proprie caratteristiche e quindi si può ottenere la configurazione ottimale dell'insieme scheda video monitor, a seconda delle caratteristiche hardware di questi due dispositivi
Dot pitch Indica la minima distanza che intercorre tra punti del medesimo colore in un monitor che adotta la tecnologia Shadow Musk.
Dpms Dispaly Power Management Signaling - consente alla scheda grafica di attivare le tre modalità di risparmio energetico "Stand-by", "Suspend" e "Spento"
DSTN Double Super Twisted Nematic - Tecnica costruttiva per i monitor LCD dei PC portatili, largamente utilizzata nei dispositivi a matrice passiva.
D-Sub Connettore di maggiore diffusione sui monitor CRT e sulle schede video. Garantisce il pieno supporto del P&P e del DDC
Dual Scan Particolare tecnologia che risolve i problemi di sfarfallio dell'immagine in schermi LCD a matrice passiva.
Dvi Digital Visual Interface - interfaccia per la trasmissione di un segnale video digitale.
EPA Energy Star E' la modalità di risparmio energetico che caratterizza la maggior parte dei tradizionali monitor CRT a tubo catodico.
FED Field Emission Display. Nuova tecnologia adottata per la realizzazione di schermi piatti per PC da tavolo.
Frequenza Orizzontale si misura in KHz (Kilo Hertz) e rappresenta il numero di righe orizzontali che possono essere visualizzate in un secondo sul nostro monitor.
Frequenza Verticale meglio nota come refresh rate, espressa in Hz (Hertz). Indica il numero di volte che nel tempo pari ad 1 secondo (cioè la frequenza e quindi il numero di eventi che si manifestano in un secondo) l'immagine a video viene completamente ridisegnata.
LCD Liquid Cristal Display, display a cristalli liquidi.
Luminosità Nei display LCD è la luminosità associata ad ogni pixel che forma l'immagine a video
Matrice attiva E' una delle due tecnologie utilizzata per la realizzazione di schermi per PC portatili ed ora anche per PC da tavolo. Caratterizza i display per portatili denominati TFT. Risolve i classici problemi dei display LCD e cioè lo sfarfallio e la scia lasciata dagli oggetti in rapido movimento.
Matrice passiva E' la tecnologia più economica adottata nella realizzazione di schermi LCD e la troviamo nei classici display denominati DSTN.
MPR II Normativa emessa dallo SWEDAC (Swedisch Board for Technical Accreditation) relativa alla riduzione delle onde elettromagnetiche emesse da un monitor durante il suo funzionamento. Fa parte, con le normative TCO, di tutte quelle disposizioni in genere adottate dai vari costruttori di monitor per tutelare la salute di chi utilizza un PC.
Multifrequenza E' la caratteristica di un monitor di autoadeguarsi alla frequenza del segnale proveniente dalla scheda video.
Multimediale Viene così definito il monitor che ha integrati dispositivi audio (casse) e microfono
Non interlacciato Modalità di funzionamento dei monitor CRT che consiste nel formare l'immagine a video una riga dopo l'altra, dall'alto verso il basso. Si differenzia dai monitor interlacciati che generano l'immagine a video in due differenti scansioni, visualizzando prima le righe pari e poi le righe dispari. Dato che l'immagine viene formata nel suo complesso in tempi minori, i monitor con queste caratteristiche risentono meno del problema dello sfarfallio.
OSD On Screen Display - comodissima utility sui monitor che dispongono di un sistema di regolazione digitale delle caratteristiche dell'immagine che consiste nel visualizzare a video un piccolo menu dal quale selezione le varie modalità di regolazione, e col quale visualizzare i valori che via via andiamo ad impostare. Non è di fondamentale importanza che un monitor abbia questa funzione, ma la sua presenza può facilitarne le operazioni di regolazione.
Parallelogramma E' un difetto geometrico di visualizzazione dell'immagine sul monitor che, come appare chiaro dalla sua denominazione, si manifesta con una forma tipica dell'immagine a parallelogramma e quindi con i lati non perfettamente verticali, ma inclinati
Pincushion E' un difetto dell'immagine a video che assume la forma tipica di un puntaspilli; è un difetto praticamente opposto a quello definito "Barrel", dato che ora i lati dell'immagine anziché protendere verso l'esterno del monitor lo fanno verso l'interno
Plasma (PDP) E' una delle nuove tecnologie di fabbricazione nel campo dei monitor. Con essa si possono realizzare schermi di grosse dimensioni praticamente piatti e quindi con limitato ingombro. Si sono già raggiunte dimensioni di 50" sulla diagonale.
Plug & Play Modalità di riconoscimento e configurazione automatica delle periferiche connesse con un PC; se le periferiche ed il sistema operativo supportano questo standard vengono riconosciute, installate e configurate in modo del tutto automatico semplificando le procedure di installazione ai meno esperti.
Refresh vedi Frequenza verticale
Risoluzione E' intesa come la dimensione dell'immagine visualizzata espressa nel numero di punti che costituiscono la larghezza e l'altezza dell'immagine stessa. E' uno dei parametri di scelta per un monitor e deve essere adeguata alla dimensione del monitor stesso.
Shadow Musk E' la maschera più utilizzata nel processo produttivo dei monitor CRT e ne caratterizza la tecnologia costruttiva.
Slot Musk Questa è la tecnologia adottata da NEC sotto il nome di "Cromaclear". E' in sostanza una soluzione ottenuta combinando le due tecnologie denominate Shadow Musk e Aperture Grille
Slot Pitch Nella tecnologia Slot Musk, viene definito come la minima distanza tra due celle delle stesso colore.
Stripe Pitch Nella tecnologia Aperture Grille, indica la minima distanza tra strisce del medesimo colore.
STN Super Twisted Nematic - E' la tecnologia alla base del processo costruttivo dei monitor LCD e dalla quale si è poi realizzata la nota tecnologia DSTN che caratterizza i monitor LCD dei PC portatili di fascia bassa.
TCO Severa normativa svedese che, come l'MPR II, fornisce ai vari costruttori di monitor i valori limiti di emissione di onde elettromagnetiche consentite ad un monitor per non essere nocivo all'uomo. Abbiamo le norme TCO, TCO '92 e TCO '95 e TCO '99.
TFT Thin Film Transistor - tecnologia adottata nel processo produttivo dei monitor LCD a matrice attiva
Trapezoidale E' una particolare distorsione dell'immagine che si può riscontrare in alcuni monitor. L'immagine anziché assumere la classica forma rettangolare appare con due lati leggermente convergenti e quindi con una forma che ricorda molto quella di un trapezio.
Trinitron Tecnologia sviluppata da Sony per i suoi monitor CRT che si basano sulla tecnologia di tipo Aperture grille
TSTN Triple Super Twisted Nematic - particolare tecnica adottata nella fabbricazione dei monitor LCD.
TN Twisted Nematic, cioè cristalli nematici ruotati. Tecnica alla base del processo produttivo dei display LCD.
VESA Video Electronics Standard Association - è una società svedese senza scopo di lucro gestita da un consiglio di direttori che fanno capo a ben 280 società presenti nel mondo; nacque nel momento in cui sul mercato hardware iniziarono a fare la loro comparsa dei dispositivi per il settore grafico che risultarono non compatibili tra loro,  creando quindi non pochi problemi.
VESA DPMS VESA Display Power Management Signaling -  rappresenta uno standard del consorzio VESA; si riferisce alle modalità di risparmio energetico durante il periodo di inattività di un monitor e prevede tre caratteristiche modalità di funzionamento, denominate "Stand-by", "Suspend" e "Spento".
 
^