JPEG del 35% più piccoli grazie al nuovo algoritmo di Google

JPEG del 35% più piccoli grazie al nuovo algoritmo di Google

Un nuovo algoritmo open-source di Google permette di risparmiare il 35% di spazio con i file JPEG. La sua implementazione però è attualmente poco pratica, ma i risultati assolutamente convincenti

di Nino Grasso pubblicata il , alle 16:31 nel canale Web
Google
 
16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
calabar18 Marzo 2017, 17:47 #11
@Hiei3600
Hai decisamente letto male la risposta di cdmauro: avendo tu parlato di "formati compressi" da abolire, lui ti ha corretto dicendo che non ha senso abolire i formati compressi perchè anche formati lossless come i PNG sono compressi.
Insomma, avresti dovuto scrivere "lossy" e non "compressi" nel tuo primo intervento.

Ad ogni modo abolire i formati lossy è pura fantascienza: hai idea di quanto occupi un'immagine lossless (anche compressa) anche di pochi megapixel?

Oggi il web non è più quello del passato: sicuramente è aumentata la velocità delle linee (ma nel mobile i GB costano comunque!), ma è anche aumentata la dimensione e la quantità di immagini.
Va bene usare più spesso formati lossless, ma decisamente la cosa non si adatta ad ogni tipo di situazione.
blackshard18 Marzo 2017, 19:42 #12
Originariamente inviato da: nastys
Limite dei 4 GB? Prova a compilarlo a 64 bit.


Ovviamente il limite di memoria impostato era quello dei processi della shell, quelli che si impostano tramite ulimit per intenderci
blackshard18 Marzo 2017, 19:45 #13
Originariamente inviato da: danieleg.dg
Sulla pagina del progetto c'è scritto che richiede circa 300MB di Ram per ogni megapixel dell'immagine. Sicuramente molto esoso, ma un'immagine 1600x1200 non dovrebbe creare grossi problemi.


Ho la sensazione che le risorse richieste, sia in termini di calcolo che di memoria, non crescano linearmente con la dimensione dell'immagine. Con una immagine, vado a memoria, sui 1000x600 ha impiegato 3 minuti per la compressione (su un q9550, il programmiello non è multithreaded) e ha utilizzato quasi 2 gigabyte di ram
EMAXTREME19 Marzo 2017, 03:27 #14
eppure se non ricordo male esisteva già da anni un algoritmo di compressione ottimizzato simile a questo chiamato "jpegmini", ok che è a pagamento ma non c'è confronto con quello di google (attualmente), questo arriva a ridurre il peso dell'immagine di quasi il 60 % in condizioni favorevoli, poi oh magari mi sbaglio eh
cignox120 Marzo 2017, 08:46 #15
Non posso non domandarmi quanto senso abbia grattare ogni singolo byte considerando che il jpeg fa giá un buon lavoro.
Peró se non sa Google come viene usato il web e di cosa avrebbe bisogno...
cdimauro20 Marzo 2017, 20:34 #16
Originariamente inviato da: calabar
@Hiei3600
Hai decisamente letto male la risposta di cdmauro: avendo tu parlato di "formati compressi" da abolire, lui ti ha corretto dicendo che non ha senso abolire i formati compressi perchè anche formati lossless come i PNG sono compressi.
Insomma, avresti dovuto scrivere "lossy" e non "compressi" nel tuo primo intervento.

Ad ogni modo abolire i formati lossy è pura fantascienza: hai idea di quanto occupi un'immagine lossless (anche compressa) anche di pochi megapixel?

Oggi il web non è più quello del passato: sicuramente è aumentata la velocità delle linee (ma nel mobile i GB costano comunque!), ma è anche aumentata la dimensione e la quantità di immagini.
Va bene usare più spesso formati lossless, ma decisamente la cosa non si adatta ad ogni tipo di situazione.

This.
Originariamente inviato da: EMAXTREME
eppure se non ricordo male esisteva già da anni un algoritmo di compressione ottimizzato simile a questo chiamato "jpegmini", ok che è a pagamento ma non c'è confronto con quello di google (attualmente), questo arriva a ridurre il peso dell'immagine di quasi il 60 % in condizioni favorevoli, poi oh magari mi sbaglio eh

Ricordo (malamente, purtroppo) qualcosa di simile, ma nient'altro, purtroppo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^