Internet Explorer è presente su quasi il 60% dei PC

Internet Explorer è presente su quasi il 60% dei PC

La classifica di Net Application in merito alla diffusione dei browser web indica Internet Explorer al comando con un ampio vantaggio su Firefox che detiene circa il 18,5%. Al terzo posto c'è Chrome distanziato dal browser Mozilla del 3%.

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 15:01 nel canale Web
FirefoxMozilla
 

I dati di NetApplications aiutano a capire alcune dinamiche relative alla diffusione dei differenti browser e per il mese di Novembre questi dati sono ancor più interessanti. Infatti, negli ultimi 30 giorni sono stati presentati Firefox 25, Chrome 31 oltre a Internet Explorer 11 con Windows 8.1.

Rispetto al mese di ottobre c'è un incremento dello share di Internet Explorer stimato nello 0,14% con una percentuale deil 58,36%, Firefox perde lo 0,16% assestandosi al 18,54% e Chrome viene stimato a 15,44% con un incremento dello 0,02%. Questi dati offrono in linea di massima i rapporti di forza tra i browser al momento più diffusi, anche se è il caso di approfondire ulteriormente analizzando lo share per ogni singola versione.

Per il momento IE10 scende al 17,5% mentre IE11 è al momento attuale allo 3,27% guadagnando l'1,49% pressochè ai danni di IE10. Ma sono le versioni precedenti di Internet Explorer a rivelare interessanti dati, infatti IE9 è stimato al 9,25% mentre IE8 detiene un risultato ancora più importante con il 21,7% e rimane il software più diffuso a livello globale secondo i dati di NetApplication.

Per Firefox la situazione relativa alle versioni precedenti è più semplice rispetto a quella di Internet Explorer: Firefox 25 è al 10,43% mentre le versioni precedenti detengono l'8%. Chrome 31 viene stimato al 6,8%, Chrome 30 a circa il 6% e le versioni precedenti sono al 2,7%. Più in generale questi valori fanno capire come Mozilla e Google riescano ad avere uno share costituito da versioni più aggiornate mentre Microsoft - in virtù anche del maggior numero di installato - fatichi a promuovere l'upgrade del proprio browser.

Ricordiamo infine che i dati di Net Application sono rilevati analizzando i dati raccolti da 160 milioni di visitatori unici attraverso 40000 siti web.

103 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
frankie02 Dicembre 2013, 15:05 #1
Giuro che leggendo il titolo avrei detto un altro autore.
Comunque io direi che IE è presente nel 100% dei PC con windows, il resto fate voi.
dav1deser02 Dicembre 2013, 15:08 #2
La questione IE8 così diffusa è facile da spiegare: su Windows XP (ancora ampiamente diffuso su moltissimi PC) non è possibile installare IE9 o superiori, sono abbastanza convinto che se si guardassero gli IE su windows vista e successivi si troverebbe una molto più bassa diffusione di IE8.
Aenil02 Dicembre 2013, 15:21 #3
è anche vero che IE10 e 11 sono due ottimi browser quindi uno sente meno il bisogno di passare ad altro, io addirittura sono passato a chrome a IE11
sopress02 Dicembre 2013, 15:25 #4
l'80% degli utenti medi non conosce neanche l'esistenza di browser alternativi... internet explorer per l'utente medio è sinonimo di "internet"....
nickmot02 Dicembre 2013, 15:29 #5
Originariamente inviato da: sopress
l'80% degli utenti medi non conosce neanche l'esistenza di browser alternativi... internet explorer per l'utente medio è sinonimo di "internet"....


Sei rimasto indietro...
Ormai Chrome ha rimpiazzato IE anche per quel genere di persone.
Non che sia stata una scelta consapevole, si è autoinstallato e configurato come predefinito assieme ad una decina di toolbar ed altre schifezze varie.

Magia dell' "avanti->avanti->avanti->...->avanti->fine".
ais00102 Dicembre 2013, 15:37 #6
Originariamente inviato da: nickmot
Sei rimasto indietro...

Ma anche no. A livello lavorativo molte aziende/negozio identificano internet dalla "e" di IE. Hanno la mentalità "non voglio installare alternative che poi mi entrano virus e non capisco... ho sempre usato quell'icona e mi trovo bene. Gli altri hanno tutti menù e voci diverse..."


Giusto o sbagliato come "filosofia"... è una cosa soggettiva. Però è un dato di fatto che la gente "non cambia la strada vecchia per quella nuova".
san80d02 Dicembre 2013, 15:41 #7
io conosco quasi solo gente per le quali cambiare browser equivale ad essere smanettoni
anac02 Dicembre 2013, 15:41 #8
Originariamente inviato da: ais001
Ma anche no. A livello lavorativo molte aziende/negozio identificano internet dalla "e" di IE. Hanno la mentalità "non voglio installare alternative che poi mi entrano virus e non capisco... ho sempre usato quell'icona e mi trovo bene. Gli altri hanno tutti menù e voci diverse..."



difatti l'unico virus che ho preso in 10 anni mi e' arrivato da chrome tramite Google play !!!
quindi quella frase non e' del tutto sbagliata
in conclusione io uso IE 11 sul fisso e firefox sul portatile
Dumah Brazorf02 Dicembre 2013, 15:41 #9
Chrome rimane aggiornato perchè installa una caterva di operazioni pianificate per l'update peggio di un adware.
Firefox nelle ultime versioni ha aggiunto un'applicazione esterna mi pare.
IE viene aggiornato meno perchè usa il windows update che divesi utonti con win crackato disattivano per paura di essere sgamati.
sopress02 Dicembre 2013, 15:43 #10
forse sono rimasto indietro io, ma dalla mia esperienza personale ho notato che c'è un ignoranza immensa a tal proposito...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^