I 10 paesi con le connessioni ad internet più veloci. E l'Italia dov'è?

I 10 paesi con le connessioni ad internet più veloci. E l'Italia dov'è?

Analizzando i dati resi disponibili da Akamai è possibile scoprire quali sono i paesi in cui viene offerta un'infrastruttura di rete migliore

di Nino Grasso pubblicata il , alle 13:01 nel canale Web
 

Se la qualità dell'ADSL o della connessione in fibra è una caratteristica indispensabile per la scelta di un vostro ipotetico trasferimento, i dieci paesi che riportiamo di seguito sono i primi da considerare. La lista è stata pubblicata da Business Insider che si è affidata ai dati di Akamai, una delle società di analisi più meticolose in questo tipo di ricerche. Gli ultimi risultati risalgono al quarto trimestre del 2014 e mostrano un quadro come al solito impietoso per le nostre vessate infrastrutture di rete.

Akamai, quarto trimestre 2014

Akamai è un provider di servizi in cloud e grazie alla sua Intelligent Platform riesce ad elaborare quotidianamente oltre 2 mila miliardi di interazioni online, proteggendo i clienti contro diverse tipologie di attacchi DDoS. La piattaforma consente anche di sviluppare numerose statistiche a livello globale, fra cui velocità di connessione, traffico generale legato agli attacchi, problemi relativi alla connettività/disponibilità della rete e schemi di traffico tra i principali fornitori di media digitali.

Di seguito riportiamo i primi 10 paesi che offrono le più veloci infrastrutture di rete al mondo:

  1. Corea del Sud: 22,2 Mbps di velocità media - +1,6% rispetto all'anno scorso
  2. Hong Kong: 16,8 Mbps di velocità media - +37% rispetto all'anno scorso
  3. Giappone: 15,2 Mbps di velocità media - +16% rispetto all'anno scorso
  4. Svezia: 14,6 Mbps di velocità media - +34% rispetto all'anno scorso
  5. Svizzera: 14,5 Mbps di velocità media - +21% rispetto all'anno scorso
  6. Paesi Bassi: 14,2 Mbps di velocità media - +15% rispetto all'anno scorso
  7. Lettonia: 13 Mbps di velocità media - +25% rispetto all'anno scorso
  8. Irlanda: 12,3 Mbps di velocità media - +8,4% rispetto all'anno scorso
  9. Repubblica Ceca: 12,3 Mbps di velocità media - +8,4% rispetto all'anno scorso
  10. Finlandia: 12,1 Mbps di velocità media - +33% rispetto all'anno scorso

Per trovare l'Italia bisogna scendere un po', fino ai bassifondi delle classifiche EMEA. Siamo penultimi nella regione geografica, e cinquantaquattresimi nel mondo, con una media di 5,6 Mbps e una pallida crescita del 7%. Facciamo ancora peggio sul fronte della velocità di picco, che nell'ultimo trimestre dell'anno scorso è cresciuta del 22% spingendosi a 26,9 Mbps. In questa specifica classifica non arriviamo che alla sessantaseiesima posizione in tutto il mondo, con il Belpaese anche in questo caso migliore solo del Sudaftica nell'EMEA.

In Italia, solo il 5,7% delle connessioni viaggia oltre i 10 Mbps, mentre il 61% riesce a superare i 4Mbps. Sono numeri impietosi su cui è possibile fare mille riflessioni (difficoltà di natura geografica rispetto ad altri paesi ad esempio) che possono essere giustificati con motivazioni che comunque reggono solo malamente. L'Italia fa come al solito meglio nelle connessioni mobile con una posizione nella Top 10 dell'EMEA e con velocità di 5,2 e 41,2 Mbps rispettivamente di media e di picco.

L'argomento può essere approfondito in questa pagina, con il rapporto State of the Internet di Akamai.

63 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Madcrix18 Maggio 2015, 13:09 #1
In Italia hanno investito solo sul mobile, e si vede.
Hyperspeed in mobile con tetti di 1 o 2 Gb al mese e livelli da terzo mondo (o peggio) con flat di terra.

Si recupera volendo, ma ci vogliono tempo e soldi. E nel frattempo chi vuole investire scarta l'Italia dato che non ci sono infrastrutture sufficienti.
Dominioincontrastato18 Maggio 2015, 13:25 #2
In Italia, solo il 5,7% delle connessioni viaggia oltre i 10 Mbps, mentre il 61% riesce a superare i 4Mbps.


Quello che mi rabbrividisce è questo, faccio parte di questo quasi 6% che non puo' essere considerato un vanto, visto che molta della restante popolazione è messa molto peggio, non credo che 61% tra 4 e 10 Mb/s possa essere considerato un buon risultato, considerando ambienti a connessione condivisa come la stragrande maggioranza dei casi
Doraneko18 Maggio 2015, 13:32 #3
Nel 2008 in Giappone avevo internet a 30 mega inclusa nel costo dell'affitto
Qui in Italia adesso ho internet a 3,5 mega, all'inizio dell'anno scorso avevo invece 4,4 mega, con stesso contratto, stesso operatore.
In pratica torniamo indietro.
Cappej18 Maggio 2015, 13:40 #4
...ma adesso abbiamo dato l'incarico ad ENEL... è fatta! siamo a cavallo!


... PIL +0,3 % siamo alla fine del tunnel! vediamo l'uscita! è finita la Crisi!


... LA MAFIA è NEL GOVERNO!!!! non è possibile!!!!


... ecc...ecc...


più passa il tempo, più invecchio, più mi chiedo se mai finirà il tempo in cui mi sentirò preso il **LO ogni volta che apro il giornale...
Pier220418 Maggio 2015, 13:43 #5
I soldi in Italia li investiamo in vitalizi perpetui, in rimborsi elettorali senza controllo, in opere incompiute, in depredazione totale delle poche cose che funzionano, nel carrozzone politico che non va mai in crisi, in agenzie delle entrate che fa raccolta a strascico, in leggi per il singolo, e potrei continuare per ore...

Lo specchio di un paese sono le sue infrastrutture..e questo è un altro esempio..

Poi parliamo delle connessioni internet. quando ognuno di noi può rendersi conto che le strade rispetto a 20 anni fa hanno aumentato solo le buche e la scarsa manutenzione, basta andare in qualsiasi comune per rendersene conto, nonostante le tasse locali sono quintuplicate...

Mi meraviglierei del contrario...
Pier220418 Maggio 2015, 13:50 #6
Originariamente inviato da: pulsar68
Dai... ci sono le elezioni regionali... forse qualche buca la tapperanno


Lo spero, solitamente dopo le elezioni si tappano i conti dell'eletto....
gd350turbo18 Maggio 2015, 13:51 #7
va bè corea, hong kong, giappone ,svizzera, ci stanno nei primi posti...

Si, però essere doppiati in velocità media, dal paese dei letti ( lettonia ) dai su...
Non si può vedere !
hrossi18 Maggio 2015, 14:10 #8
Originariamente inviato da: pulsar68
Dai... ci sono le elezioni regionali... forse qualche buca la tapperanno (sicuramente quelle nella strada per arrivare al seggio)


Tu ci scherzi ma nel mio comune del nord con le imminenti elezioni comunali sono già due settimane che le squadre di operai lavorano come bestie anche di notte per fare tutti i lavori stradali richiesti per anni.Sarà un caso?
La mafia non ha più una localizzazione precisa, è diventata politica e politicamente corretta coprendo tutte le zone d'italia.

Bastava non regalare i cavi telefonici pagati dalle nostre tasse alla telecom in fase di privatizzazione. Lo Stato avrebbe avuto il possesso dell'infrastruttura facendo oltretutto più soldi.

Hermes
devilred18 Maggio 2015, 14:11 #9
Originariamente inviato da: Pier2204
I soldi in Italia li investiamo in vitalizi perpetui, in rimborsi elettorali senza controllo, in opere incompiute, in depredazione totale delle poche cose che funzionano, nel carrozzone politico che non va mai in crisi, in agenzie delle entrate che fa raccolta a strascico, in leggi per il singolo, e potrei continuare per ore...

Lo specchio di un paese sono le sue infrastrutture..e questo è un altro esempio..

Poi parliamo delle connessioni internet. quando ognuno di noi può rendersi conto che le strade rispetto a 20 anni fa hanno aumentato solo le buche e la scarsa manutenzione, basta andare in qualsiasi comune per rendersene conto, nonostante le tasse locali sono quintuplicate...

Mi meraviglierei del contrario...


bello! questa l'ho gia' sentita e sinceramente sta stancando, sta gentaglia al governo ce la mettiamo noi, di cosa vuoi lamentarti??? ma poi e' nella natura dell'italiano fottere chi gli sta accanto, se alle prossime elezioni non si prendono decisioni drastiche l'italia sara' sbranata dal resto del mondo, hai visto i cinesi?? hanno voluto pirelli mica perche' gli piaceva, si son fottuti tutta la sua tecnologia, massimo 5 anni e butteranno in mezzo alla strada tutta la struttura italiana, vedrai!
LMCH18 Maggio 2015, 14:19 #10
Qui in Italia si paga pesantemente il fatto che avevamo un unico operatore telefonico (SIP, poi Telecom Italia) che aveva in mano la rete telefonica che prima è stato "protetto" a sproposito senza puntare a sufficienza sull'innovazione delle infrastrutture e poi è stato privatizzato ad esclusivo vantaggio dei soliti noti (e poi "rivenduto" un altro paio di volte creando debiti in un azienda che anche un bimbominkia poteva tenere inattivo con minimo sforzo visto la posizione dominante che aveva).

Non a caso ora Telecom Italia è finita sotto il controllo di Telefonica (privatizzata pure essa dalla Spagna ma mantenuta ad azionariato diffuso, come dovrebbe essere in casi simili).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^