Google Drive, Skydrive e servizi cloud, un rapido confronto

Google Drive, Skydrive e servizi cloud, un rapido confronto

A pochi giorni dalla disponibilità di Google Drive è possibile fare un confronto tra le differenti offerte e opzioni

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 15:01 nel canale Web
 

A pochi giorni dall'annuncio di Google Drive e dalle novità di servizio introdotte da Microsoft in SkyDrive può essere utile un sommario confronto tra questi e altri servizi di cloud storage, anche se l'offerta e le proposte riservate agli utenti sono destinate a cambiare con estrema fluidità nel prossimo periodo.

Per quanto riguarda lo spazio offerto in modalità gratuità Dropbox, Google Drive, Apple iCloud e Sugarsync offrono fino a 5GB, con importanti differenze sul fronte delle dimensioni massime del singolo elemento dove l'eccellenza è offerta da Google con 10GB seguita da SkyDrive con 2GB. L'offerta degli altri concorrenti è ben lontana dal singolo gigabyte.

A Microsoft rimane per il momento il record del maggior spazio messo a disposizione in modalità free: 7GB per i nuovi account e 25GB per chi utilizzava già il servizio prima del recente aggiornamento. Da un rapido confronto non sempre possibile a pari condizioni SkyDrive pare anche essere la soluzione economicamente più interessante per l'acquisto di spazio aggiuntivo.

Un altro elemento di confronto molto interessante è la disponibilità di applicazioni desktop e mobile utilizzabili per interagire con il servizio in cloud: Apple offre app mobile dedicate solo al proprio iOS mentre per il desktop è previsto anche un tool per Windows, SkyDrive può essere gestito da app per Mac OS X, iOS oltre alle applicazioni dedicate ai sistemi operativi Microsoft. Google Drive offre supporto a Windows e Mac OS X in ambiente desktop ma per il momento solo a Android per quanto riguarda il mobile.

Dropbox e Box offrono invece ampia flessibilità in ambito mobile con app per Android, iOS e Blackberry, ma all'appello manca Windows Phone disponibile invece con SugarSync. Per le versioni desktop sono disponibili tool usabili sia su Windows che su Mac. Oltre agli elementi fino a qui considerati riteniamo che la scelta di un servizio rispetto all'altro vada effettuata anche considerando altre caratteristiche, infatti le singole opzioni precedentemente elencate offre caratteristiche tecniche e opzioni in alcuni casi esclusive. Elementi come la possibilità di sincronizzare tra loro più postazioni, oppure di accedere in maniera più o meno riservata a un singolo file fornendo un URL, oppure l'integrazione anche con altri servizi meritano di essere considerati in fase di scelta.

Per quanto riguarda le condizioni di utilizzo del servizio c'è un generale allineamento e con parole o terminologie pressoché simili Google Drive, SkyDrive, iCloud, Box, SugarSync e Dropbox esplicitano la propria possibilità di accesso ai dati dell'utente per il solo espletamento del servizio. Questa possibilità viene ovviamente estesa anche a terze parti coinvolte nella fornitura del servizio stesso. Solo Google fa riferimento alla situazione in cui l'utente intenda smettere di utilizzare il servizio e nel caso del servizio di Mountain View viene esplicitamente mantenuto il diritto all'accesso a tali dati:  Questa licenza permane anche qualora l’utente smettesse di utilizzare i nostri Servizi (ad esempio nel caso di una scheda di attività commerciale aggiunta a Google Maps).

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
frankie26 Aprile 2012, 15:31 #1
Povero Windows phone, sembrerebbe quasi il grande escluso, ma penso che in futuro le cose cambieranno.

Per ora i miei 5 di dropbox +5 di Gdrive mi bastano e avanzano.

Per lavoro utilizzero' google visto che TUTTI i colleghi hanno un acconut google
Acid Queen26 Aprile 2012, 15:36 #2
Ora dropbox dovrà modificare i prezzi verso il basso.
Secondo me la marcia in più di dropbox rispetto agli altri servizi è l'integrazione con le apps sui sistemi mobile. Spero che gli sviluppatori contemplino, e pure alla svelta, tutte le altre soluzioni di storage nei loro software, attualmente se si vuole utilizzare il cloud per salvare i propri progetti su ipad, dropbox rimane l'unica scelta, in quanto permette l'interazione quasi totale fra tutte le app.
Inoltre suppporta lo streaming di files multimediali (ma anche skydrive...a proposito c'è il client anche per ipad ed è fatto molto bene), mentre altri servizi come 4sync ti obbligano a scaricare tutto il file prima di aprirlo.
sirhaplo26 Aprile 2012, 15:47 #3
Beh a livello di integrazione direi che Google vince, dato che iCloud rimarra per Ios, SkyDrive rimarrà per Win7 mentre Drive è compatibile con tutto (come dropbox ma con il vantaggio di essere integrato al OS con android).

Per lo spazio togliendo i 25Gb di Skydrive che erano una sorta di promozione, rimanendo sul free, i 5Gb di media sembrano sufficienti. Peccato per i limiti sotto i 2Gb di file, che cmq con le linee attuali fare l'upload di 2gb equivale ad una vita.
Piccola precisazione su Google, oltre i 5Gb di drive, fornisce anche spazio per 20000 mp3 con music, e 10Gb con Gmail e 1Gb con Picasa.

Uso dropbox, ma penso che passerò volentieri a GDrive
Acid Queen26 Aprile 2012, 15:57 #4
Originariamente inviato da: sirhaplo
Beh a livello di integrazione direi che Google vince, dato che iCloud rimarra per Ios, SkyDrive rimarrà per Win7 mentre Drive è compatibile con tutto (come dropbox ma con il vantaggio di essere integrato al OS con android).

Per lo spazio togliendo i 25Gb di Skydrive che erano una sorta di promozione, rimanendo sul free, i 5Gb di media sembrano sufficienti. Peccato per i limiti sotto i 2Gb di file, che cmq con le linee attuali fare l'upload di 2gb equivale ad una vita.
Piccola precisazione su Google, oltre i 5Gb di drive, fornisce anche spazio per 20000 mp3 con music, e 10Gb con Gmail e 1Gb con Picasa.

Uso dropbox, ma penso che passerò volentieri a GDrive


Ma google music quindi verrà conteggiato a parte? E' splendido come servizio, io lo adoro.
sirhaplo26 Aprile 2012, 16:05 #5
Si music non ha limiti di spazio, ma di numero di canzoni.
Senza andare troppo OT, a differenza di iTunes Matches (che però è a pagamento) qui ti devi fare l'upload di tutti gli mp3, e poi cmq non ti risultano come acquistati. Su Matches invece a quanto pare si
generals26 Aprile 2012, 16:12 #6
Ripeto, una cosa trascurata e che trovo solo in SugarSync è la possibilità di selezionare le cartelle che già ho sul pc e sincronizzarle. Non è la stessa cosa di di creare o spostare cartelle in quella unica di sincronizzazione come fanno Gdrive, dropbox, ecc.
Lo stesso per gli altri pc, scelgo dove collocare la cartella sincronizzata, ovunque nelle mie directory e sub. Possibile che google non abbia implementato sta cosa?
X3n026 Aprile 2012, 16:17 #7
ne ho provati diversi, per ora dropbox non si batte.
frankie26 Aprile 2012, 16:17 #8
si, ma music per che paese é?

Io ero rimasto che in italia non andava...
Acid Queen26 Aprile 2012, 16:52 #9
Originariamente inviato da: frankie
si, ma music per che paese é?

Io ero rimasto che in italia non andava...


Per registrarti al servizio devi uscire con indirizzo IP americano (ci sono vari modi per farlo, ma mi fermo qui con l'OT)
generals26 Aprile 2012, 16:54 #10
Originariamente inviato da: X3n0
ne ho provati diversi, per ora dropbox non si batte.


in cosa?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
Trova il regalo giusto