Facebook vigilerà sui contenuti di odio e violenza. Zuckerberg pronto ad assumere oltre 3000 persone

Facebook vigilerà sui contenuti di odio e violenza. Zuckerberg pronto ad assumere oltre 3000 persone

Il CEO del social network più importante al mondo è pronto a difendere i propri utenti dalle minacce dei contenuti inappropriati. I nuovi dipendenti si aggiungeranno ai giù 4500 già operativi per la protezione degli utenti.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 12:31 nel canale Web
Facebook
 

Facebook intende dare una forte stretta ai contenuti inappropriati che possono ledere gli utenti sulla propria piattaforma. Per fare questo il CEO, Mark Zuckerberg, ha già dichiarato ufficialmente l'arrivo di oltre 3000 nuovi addetti ai lavori pronti ad aggiungersi ai già presenti 4500 che ogni giorno sorvegliano sull'intera piattaforma a difesa degli utenti. I nuovi arrivi cercheranno di monitorare i vari report relativi alla pubblicazione sul social di contenuti video inerenti a suicidi o omicidi.

Il capo di Facebook lo ha ufficializzato direttamente in un proprio post sul portale dichiarando come: "Nel corso del prossimo anno aggiungeremo 3000 persone al nostro team di Community Operations in tutto il mondo – oltre alle 4.500 persone che abbiamo oggi – per verificare e controllare le milioni di segnalazioni che riceviamo ogni settimana, e migliorare il processo in modo da renderlo più veloce. Questi revisori ci aiuteranno inoltre a migliorare il processo di rimozione dei contenuti che non consentiamo su Facebook come i discorsi d’odio e lo sfruttamento di minori. Continueremo a lavorare con le nostre comunità locali e le forze dell’ordine che si trovano nella posizione migliore per garantire aiuto a coloro che ne hanno bisogno – o perché sono in procinto di farsi del male, o perché si trovano in pericolo".

Le novità che il CEO della piattaforma social più importante e sicuramente più frequentata al mondo vuole introdurre riguardano un'effettiva "guardia" a monte con un'analisi oggettiva delle segnalazioni. Un cambiamento rispetto a quello che avviene odiernamente visto che nella maggior parte dei casi, chi si occupa delle segnalazioni è un algoritmo realizzato ad hoc proprio da Zuckerberg e dai suoi ingegneri. Facebook vuole invece realizzare strumenti che possano mettere a tacere i contenuti malevoli o non assolutamente "propri" alla convivenza sociale all'interno della piattaforma. Per fare questo gli utenti potranno segnalare i post a loro modo non consoni in maniera ancora più semplice ed immediata che automaticamente permetteranno anche di semplificare il lavoro dei revisori.

Proprio la scorsa settimana, grazie ad una segnalazione durante una diretta LIVE, è stato possibile salvare una persona che aveva apertamente dichiarato di volersi suicidare. Contattate le autorità sulla pericolosa situazione è stato evitato il peggio. E' chiaro che lo strumento di segnalazione non potrà essere sempre così efficace ma è anche chiaro che in generale non si dovrebbero creare situazioni del genere e per farlo anche Facebook deve migliorare la propria comunità in un modo o in un altro e chissà che l'arrivo di nuovi supervisori non possa in parte migliorare la situazione.

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Noir7904 Maggio 2017, 13:31 #1
come i discorsi d’odio


Interessante - chi é che decide cosa é "odio" e cosa no? Perché recentemente, una parte dello spettro politico ha cavalcato l'onda di questa parola sulla base di una definizione molto soggettiva della stessa.
Sandro kensan04 Maggio 2017, 13:34 #2
Facebook deve migliorare la propria comunità


La comunità è quella che è, al massimo facebook può fare finta di avere una comunità migliore di quel che è con la censura come nei paesi dittatoriali dove la gente è migliore di se stessa.
NeverKnowsBest04 Maggio 2017, 14:00 #3
Originariamente inviato da: Noir79
Interessante - chi é che decide cosa é "odio" e cosa no? Perché recentemente, una parte dello spettro politico ha cavalcato l'onda di questa parola sulla base di una definizione molto soggettiva della stessa.

Voi siete magnifici, e ovviamente sono sarcastico. No perché sto iniziando a farmi l'idea che chi filosofeggia con l'argomento non ha capito la portata del problema. L'odio su facebook è così palpabile, così concreto e così palese che non c'è bisogno di filosofi, lo si legge chiaramente. Quindi come esistono i mod su forum come questo, che all'occorrenza cancellano post fuori luogo, deve essere fatto in maniera efficace anche su FB, non è censura, è buon senso. Sto vedendo troppe persone iniziare ad agire con la stessa foga, la stessa violenza anche nella vita reale e la cosa francamente mi preoccupa, solo tra ieri e l'altroieri ho visto aggredire 2 volte degli immigrati, cosa che a Napoli non accadeva mai.
GTKM04 Maggio 2017, 14:20 #4
Originariamente inviato da: NeverKnowsBest
Voi siete magnifici, e ovviamente sono sarcastico. No perché sto iniziando a farmi l'idea che chi filosofeggia con l'argomento non ha capito la portata del problema. L'odio su facebook è così palpabile, così concreto e così palese che non c'è bisogno di filosofi, lo si legge chiaramente. Quindi come esistono i mod su forum come questo, che all'occorrenza cancellano post fuori luogo, deve essere fatto in maniera efficace anche su FB, non è censura, è buon senso. Sto vedendo troppe persone iniziare ad agire con la stessa foga, la stessa violenza anche nella vita reale e la cosa francamente mi preoccupa, solo tra ieri e l'altroieri ho visto aggredire 2 volte degli immigrati, cosa che a Napoli non accadeva mai.


Non è che la gente ha aggredito gli immigrati perché usa Facebook, eh. Magari i problemi alla base sono un po' più gravi di quello che vogliate far credere?
Altrimenti così sembra che prima di Internet fossimo tutti in pace col mondo, dimenticando invece che odio, invidia, pregiudizio, ecc ecc, sono vecchi come l'uomo.
NeverKnowsBest04 Maggio 2017, 14:32 #5
Originariamente inviato da: GTKM
Non è che la gente ha aggredito gli immigrati perché usa Facebook, eh. Magari i problemi alla base sono un po' più gravi di quello che vogliate far credere?
Altrimenti così sembra che prima di Internet fossimo tutti in pace col mondo, dimenticando invece che odio, invidia, pregiudizio, ecc ecc, sono vecchi come l'uomo.

Il discorso è questo: nell'essere umano è insito il sentimento di odio, è naturale, è "umano"; il problema nasce nel momento in cui invece di reprimere comportamenti che cozzano con l'idea di "società", questi comportamenti vengono fomentati dalla consapevolezza di non essere i soli a provare determinate pulsioni, il che porta i repressi, i frustrati e i violenti a non nascondersi più, e foraggia la nascita di altri frustrati e violenti. Insomma a mio modo di vedere i social non sono la causa ma un coadiuvante, quella cosa che va a sdoganare pazzi che fanno poi proseliti, e quindi vanno regolamentati più severamente, basta vedere quanti danni sta facendo in Italia la campagna contro i vaccini.
GTKM04 Maggio 2017, 14:36 #6
Originariamente inviato da: NeverKnowsBest
Il discorso è questo: nell'essere umano è insito il sentimento di odio, è naturale, è "umano"; il problema nasce nel momento in cui invece di reprimere comportamenti che cozzano con l'idea di "società", questi comportamenti vengono fomentati dalla consapevolezza di non essere i soli a provare determinate pulsioni, il che porta i repressi, i frustrati e i violenti a non nascondersi più, e foraggia la nascita di altri frustrati e violenti. Insomma a mio modo di vedere i social non sono la causa ma un coadiuvante, quella cosa che va a sdoganare pazzi che fanno poi proseliti, e quindi vanno regolamentati più severamente, basta vedere quanti danni sta facendo in Italia la campagna contro i vaccini.


Al massimo, i social ti permettono di vedere quanto siano diffusi certi sentimenti. Semplicemente, prima di Internet non sapevi che a 10 km da te c'era un tale che al bar, tra una birra e l'altra, pensava esattamente queste cose.

I social amplificano sicuramente, ma anche facendoli sparire (cosa che per Facebook, Instagram e cazzi vari non mi dispiacerebbe nemmeno) non cambierebbe di una virgola la situazione. Almeno secondo me.
NeverKnowsBest04 Maggio 2017, 14:40 #7
Originariamente inviato da: GTKM
Al massimo, i social ti permettono di vedere quanto siano diffusi certi sentimenti. Semplicemente, prima di Internet non sapevi che a 10 km da te c'era un tale che al bar, tra una birra e l'altra, pensava esattamente queste cose.

I social amplificano sicuramente, ma anche facendoli sparire (cosa che per Facebook, Instagram e cazzi vari non mi dispiacerebbe nemmeno) non cambierebbe di una virgola la situazione. Almeno secondo me.

No assolutamente, il mio auspicio non è di farli sparire ma di moderarli in maniera funzionale e concreta. Io spero sia come dici, ma sto vedendo nel concreto cose che difficilmente prima vedevo nella "real life", comportamenti che rispecchiano quelli che vedo su FB, aggressività, violenza, intolleranza, la cosa mi preoccupa
Notturnia04 Maggio 2017, 14:41 #8
se non venisse pubblicizzata ogni cosa che fa l'ISIS questi sparirebbero in pochi mesi perchè di zero impatto..

prima di internet nessuno sapevo cosa succedeva a 500 km da noi e, problemi o no, si viveva meglio
GTKM04 Maggio 2017, 14:44 #9
Originariamente inviato da: NeverKnowsBest
No assolutamente, il mio auspicio non è di farli sparire ma di moderarli in maniera funzionale e concreta. Io spero sia come dici, ma sto vedendo nel concreto cose che difficilmente prima vedevo nella "real life", comportamenti che rispecchiano quelli che vedo su FB, aggressività, violenza, intolleranza, la cosa mi preoccupa


Forse eri abituato bene. O forse oggi l'odio sta crescendo, o forse ci sono milioni di genitori che hanno sbagliato tutto con i propri figli.

O, più semplicemente, siamo gli stessi di duemila anni fa, solo con più comodità. L'idea dell'uomo buono, pacifico e "cittadino del mondo" è molto bella ma, monaci tibetani a parte (che, di fatti, vivono rinchiusi per i ca**i loro), lontana dalla realtà.

A me sembra che la storia non faccia altro che ripresentare sempre le stesse situazioni, solo con dettagli differenti.
Bloccare i post su Facebook aiuta a non dare visibilità a certe cose, vero, ma se il sentimento è diffuso, è solo un modo rapido di nascondere la polvere sotto il tappeto, e aspettare che succeda il finimondo.
GTKM04 Maggio 2017, 14:46 #10
Originariamente inviato da: Notturnia
se non venisse pubblicizzata ogni cosa che fa l'ISIS questi sparirebbero in pochi mesi perchè di zero impatto..

prima di internet nessuno sapevo cosa succedeva a 500 km da noi e, problemi o no, si viveva meglio


Ben prima di Internet i tedeschi sono diventati in gran parte nazisti, gli italiani in gran parte fascisti.
E i motivi sono gli stessi dell'odio di oggi, gira e rigira.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^