Amazon Prime Air, prima consegna via drone effettuata in 13 minuti

Amazon Prime Air, prima consegna via drone effettuata in 13 minuti

Sono bastati solamente 13 minuti al piccolo drone per consegnare un pacco dal centro di smistamento di Cambridge fino al suo cliente. ╚ stata la prima consegna commerciale effettuata da Amazon con un velivolo autonomo

di Nino Grasso pubblicata il , alle 10:31 nel canale Web
Amazon
 

Amazon ha iniziato i primi test commerciali del suo servizio di consegna via drone autonomo, iniziando con un unico centro di smistamento situato a Cambridge, in Inghilterra. La prima consegna è stata effettuata lo scorso 7 dicembre ed è stata conclusa in soli 13 minuti dall'invio dell'ordine da parte del cliente. Il tutto è stato raccontato dalla stessa Amazon attraverso un video promozionale che riportiamo qui di seguito e, considerando che si tratta del primo tentativo, le premesse sono assolutamente positive.

Ad oggi solamente due clienti sono stati invitati ai test di Prime Air, ed entrambi naturalmente vivono nei pressi del centro di smistamento. Questi due clienti del portale di e-commerce possono richiedere la consegna via drone in ogni giorno della settimana, quindi sabato e domenica inclusi, ma solamente nelle ore diurne e quando le condizioni atmosferiche lo permettono. La prima consegna Prime Air conteneva, nel caso ve lo steste chiedendo, una Amazon Fire TV abbinata ad un pacco di pop corn. Abbinamento perfetto.

Nel video possiamo vedere l'intero processo nelle sue diverse fasi. Se accurato queste dovrebbero partire con l'invio dell'ordine da parte del cliente, che viene gestito e confezionato da un dipendente in carne ed ossa. Una volta pronto per la spedizione il pacco viene posizionato su un nastro trasportatore che lo trascina verso il drone. Quest'ultimo viene portato all'esterno da un sistema di binari con un operatore umano che continua a gestire l'operazione, fino a dare il via per il decollo.

Da questo momento il drone utilizza i dati del sensore GPS per volare autonomamente fino alla sua destinazione, individuando il punto dell'atterraggio in un contrassegno posizionato dallo stesso cliente in un'area aperta e facilmente accessibile. A questo punto il cliente si reca nella posizione contrassegnata e recupera la scatola. La consegna con il drone è pertanto fattibile, e il video di Amazon ha proprio lo scopo di mostrare al pubblico i progressi effettuati sulla tecnologia.

La società punta ad espandere i test anche ad altre centinaia di utenti che vivono nei paraggi del magazzino di Cambridge, consentendo consegne estremamente rapide per colli che non superano i 2,3kg. Amazon Prime Air era stato annunciato a dicembre 2013 ed è curioso notare come i primi test pubblici siano stati effettuati nel Regno Unito e non negli USA, naturalmente per via delle regole meno severe in vigore in Europa. La società ha stretto accordi con la Civil Aviation Authority nel Regno Unito per poter lanciare la fase di test, accordi apparentemente non ancora raggiunti negli USA con le organizzazioni locali.

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick15 Dicembre 2016, 10:39 #1
magari viaggia in spazi aperti di campagna ed è ottimo

ma in città dove atterra?

I corrieri umani rimarranno spero per parecchio ancora..
acerbo15 Dicembre 2016, 10:48 #2
Un drone per una sola consegna non mi sembra una soluzione praticabile, calcolando che amazon ogni giorno riceverà migliaia di ordini quanti droni ci vogliono?
Tra l'altro se il centro di smistamento merci si trova troppo lontano dall'indirizzo di spedizione la cosa é impraticabile, resterà una soluzione molto di nicchia riservata solo a clienti in determinate condizioni, probabilmente di consegne via drone se ne faranno una ogni 1000
Soulbringer15 Dicembre 2016, 10:53 #3
Originariamente inviato da: acerbo
Un drone per una sola consegna non mi sembra una soluzione praticabile, calcolando che amazon ogni giorno riceverà migliaia di ordini quanti droni ci vogliono?
Tra l'altro se il centro di smistamento merci si trova troppo lontano dall'indirizzo di spedizione la cosa é impraticabile, resterà una soluzione molto di nicchia riservata solo a clienti in determinate condizioni, probabilmente di consegne via drone se ne faranno una ogni 1000


C'è il rifornimento in volo...
Mparlav15 Dicembre 2016, 11:07 #4
E' utile per le consegne nelle zone più remote.
Provate ad immaginare un furgone del corriere che debba andare a raggiungere un casale in collina e magari c'è solo quella consegna da fare nell'arco di 10 Km.
Parlo di Italia, ma in certi Paesi sono molto più frequenti.

In città non ha molto senso, magari il corriere ha qualcosa da consegnare ad ogni isolato, lì frutta di più un furgone bello carico con 1-2 addetti.
floc15 Dicembre 2016, 11:24 #5
sono da poco rientrato dall'Irlanda e girando per i paesini sperduti in cerca di bellezze naturali il nerd che e' in me pensava proprio alle consegne di amazon con i droni. Non ha proprio senso mandare il furgoncino in mezzo al nulla e di contro per chi ci vive avere consegne rapide sara' un vantaggio incredibile... Go amazon!
Dumah Brazorf15 Dicembre 2016, 11:32 #6
Dato il limite di peso, volume e distanza un paio di precari pagati in voucher con lo scooterone sarebbero più economici ed efficienti.
E vanno anche quando fuori è buio o piove.
Pegatorn15 Dicembre 2016, 11:42 #7
Originariamente inviato da: floc
sono da poco rientrato dall'Irlanda e girando per i paesini sperduti in cerca di bellezze naturali il nerd che e' in me pensava proprio alle consegne di amazon con i droni. Non ha proprio senso mandare il furgoncino in mezzo al nulla e di contro per chi ci vive avere consegne rapide sara' un vantaggio incredibile... Go amazon!


Esattamente.
E' proprio in realtà come quelle che il drone si rileva utile.
Certo, non serve a chi abita a pochi KM dal centro di smistamento, ordina alla Domenica pomeriggio e gli arriva la roba il giorno dopo prima di mezzogiorno.
LordPBA15 Dicembre 2016, 12:21 #8
Originariamente inviato da: Mparlav
E' utile per le consegne nelle zone più remote.
Provate ad immaginare un furgone del corriere che debba andare a raggiungere un casale in collina e magari c'è solo quella consegna da fare nell'arco di 10 Km.
Parlo di Italia, ma in certi Paesi sono molto più frequenti.

In città non ha molto senso, magari il corriere ha qualcosa da consegnare ad ogni isolato, lì frutta di più un furgone bello carico con 1-2 addetti.


raggio di azione del drone?

perche' io ho letto "nei paraggi" ergo penso massimo 1 o 2 km...
ludoz15 Dicembre 2016, 12:25 #9
Se abitano vicino al magazzino fanno prima ad andarselo a prendere di persona..

gd350turbo15 Dicembre 2016, 12:31 #10
È quello che ho sempre detto...
Se abito a 10 minuti da Castel san Giovanni, basta che aprano uno sportello per il pubblico ed hanno risolto...
O un armadietto con serratura codificata

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^