Amazon, coppia dell'Indiana ammette di aver rubato oltre 1,2 milioni di dollari in merce mai resa

Amazon, coppia dell'Indiana ammette di aver rubato oltre 1,2 milioni di dollari in merce mai resa

Erin Finan e Leah Finan, rispettivamente 38 e 37 anni, hanno basato la loro truffa sulla politica di reso che Amazon mette a disposizione dei propri clienti che non sempre richiede che un elemento dichiarato rotto sia restituito prima che il rimborso venga emesso

di Carlo Pisani pubblicata il , alle 14:41 nel canale Web
Amazon
 

Tramite una notizia riportata dal sito The Star Press, è stato reso noto che una coppia dell'Indiana, Stati Uniti, nei giorni scorsi è stata dichiarata colpevole di una truffa, finalizzata al riciclaggio di denaro, basata su una complessa elaborazione di ordini mai restituiti al noto e-commerce Amazon, per l'ammontare di più di 1,2 milioni di dollari.

Erin Finan e Leah Finan, rispettivamente 38 e 37 anni, hanno basato la loro truffa sulla politica di reso che Amazon mette a disposizione dei propri clienti che non sempre richiede che un elemento dichiarato rotto sia restituito prima che il rimborso venga emesso. Sotto centinaia di false identità, la coppia ha ordinato beni elettronici come, actioncam GoPro, smartwatch Samsung, Xbox e molto altro, sostenendo che ciascun articolo recapitato fosse non funzionante. Il servizio clienti di Amazon, effettuato il rimborso, non si è però mai rivisto recapitare nemmeno uno degli oggetti in questione, e, forse grazie all'astuzia dei due, non è stata in grado nemmeno di recuperare i soldi dovuti in un secondo momento.

Nella truffa è stata rintracciata una terza figura, Danijel Glumac, il quale ha aiutato la coppia a rivendere la merce, tra l'altro a pieno prezzo, attraverso una figura con sede a New York, non resa nota; Glumac inoltre ha fornito anche supporto per organizzare al meglio gli acquisti, come una specie di broker clandestino dell'e-commerce. 

Complessivamente l'abile ricettatore è stato in grado di racimolare oltre 1,2 milioni di dollari, di cui circa 725.000 $ finiti nelle tasche della coppia. Tramite un'inchiesta congiunta condotta dall'Internal Revenue Service, dalla U.S. Postal Inspection Service e dall'Indiana State Police è stato scoperto il proficuo giro d'affari, e lo scorso maggio, i tre personaggi in questione, sono stati accusati di frode e riciclaggio di denaro: essendosi dichiarati colpevoli, la coppia dovrà pagare ad Amazon esattamente 1.218.504 $ per la merce rubata e scontare 20 anni di carcere.

Detto questo, vi ricordiamo che la mancata restituzione di oggetto rimborsato, salvo diversa indicazione del venditore, abitualmente dopo un numero prestabilito di giorni, Amazon applica la politica di riaddebitare l'intero costo sul metodo di pagamento utilizzato in precedenza per l'acquisto, quindi nella maggior parte dei casi, anche se l'errore avviene in buona fede, ci pensa direttamente Amazon a mettersi in pari.

56 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Robbygo04 Ottobre 2017, 14:48 #1
In Italia è gia tanto se li mettevano agli arresti domiciliari altro che 20 anni, giusto cosi'.
Miciomiao04 Ottobre 2017, 14:52 #2

Ma da quando rimborsano subito?

In italia, se metti come motivazione "non di mio gradimento", rimborsano solo a merce ricevuta e mi pare giusto sia così, non lo facessero con le altre motivazioni, od in america avessero un altra politica, sarebbero stupidi.
In Italia, con prime, se metti "non di mio gradimento", rimborsano solo DOPO aver ricevuto il reso. Mi risulta così.
Paganetor04 Ottobre 2017, 14:53 #3
20 anni mi sembra un filo esagerato, ma comunque bene così.

qui da noi ti danno un premio
Korn04 Ottobre 2017, 15:03 #4
Originariamente inviato da: Miciomiao
In italia, se metti come motivazione "non di mio gradimento", rimborsano solo a merce ricevuta e mi pare giusto sia così, non lo facessero con le altre motivazioni, od in america avessero un altra politica, sarebbero stupidi.
In Italia, con prime, se metti "non di mio gradimento", rimborsano solo DOPO aver ricevuto il reso. Mi risulta così.


si il rimborso parte da poco dopo che hai riconsegnato alle poste o al corriere
Cr4z3304 Ottobre 2017, 15:06 #5
Originariamente inviato da: Paganetor
20 anni mi sembra un filo esagerato

Figurati hanno truffato Amazon per "soli" ottocentomila e passa Euro...
Shertes04 Ottobre 2017, 15:19 #6
Originariamente inviato da: Miciomiao
In italia, se metti come motivazione "non di mio gradimento", rimborsano solo a merce ricevuta e mi pare giusto sia così, non lo facessero con le altre motivazioni, od in america avessero un altra politica, sarebbero stupidi.
In Italia, con prime, se metti "non di mio gradimento", rimborsano solo DOPO aver ricevuto il reso. Mi risulta così.


Infatti, se leggi l'articolo, loro hanno dichiarato che l'articolo era non funzionante, in questo caso Amazon rimborsa subito la spesa (entro 5 giorni lavorativi). è successo pure a me un paio di volte. Ma la cosa "interessante" è che se l'articolo è venduto e spedito da amazon devi effettuare il reso, se, invece, il bene è venduto da terzi, se chiedi direttamente al venditore per garanzia, perché il prodotto è rotto o non funziona più a dovere, solitamente ti rimborsano subito oppure ti spediscono un secondo articolo senza che tu debba procedere al reso
Cappej04 Ottobre 2017, 15:27 #7
Originariamente inviato da: Shertes
Infatti, se leggi l'articolo, loro hanno dichiarato che l'articolo era non funzionante, in questo caso Amazon rimborsa subito la spesa (entro 5 giorni lavorativi). è successo pure a me un paio di volte. Ma la cosa "interessante" è che se l'articolo è venduto e spedito da amazon devi effettuare il reso, se, invece, il bene è venduto da terzi, se chiedi direttamente al venditore per garanzia, perché il prodotto è rotto o non funziona più a dovere, solitamente ti rimborsano subito oppure ti spediscono un secondo articolo senza che tu debba procedere al reso


mitici! CRACK THE SYSTEM!
Mars4ever04 Ottobre 2017, 15:34 #8
C'è scritto che hanno usato tante false identità, ma la domanda che mi sorge è: e quante carte di credito avevano? Mica se ne possono fare centinaia come se piovesse.
kamon04 Ottobre 2017, 15:53 #9
Originariamente inviato da: Cappej
mitici! CRACK THE SYSTEM!


So che lo dici scherzando, ma in Italia una quantità enorme di persone la pensa così seriamente... Ecco perchè moltissimi concorsi sono truccati, l'evasione dilaga (e parlo anche di attività piccole come bar o studi medici) e le tasse per chi paga sono alle stelle. Quì il "culto del furbone" esiste eccome, non è un pregiudizio...

Detto questo, 20 anni per una truffa ad un gigante online, che non manderà sul lastrico ne metterà in ginocchio nessuno, mi pare una punizione davvero eccessiva, anche perchè a 37/8 anni equivale quasi ad un ergastolo...
san80d04 Ottobre 2017, 15:56 #10
20 anni e restituire il maltolto, no comment... anzi si, paese serio gli stati uniti

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^