Adobe Flash scomparirà dal web entro due anni

Adobe Flash scomparirà dal web entro due anni

Un recente rapporto di Encoding.com stima che Adobe Flash non sarà più utilizzato per la gestione dei contenuti online entro i prossimi due anni. Il codec H.264 domina ancora il segmento, ma in futuro sempre più video online utilizzeranno i codec WebM e HEVC

di Salvatore Carrozzini pubblicata il , alle 09:01 nel canale Web
Adobe
 

Sono in tanti a non amare particolarmente Adobe Flash per l'ormai rinomata "pesantezza" e per l'impatto sulle risorse dei dispositivi fissi e mobile che lo utilizzano per la visualizzazione dei contenuti online, a partire dai video. Chi auspica la definitiva dipartita da Adobe Flash ha una nuova data da tener presente, quella che coincide con i prossimi due anni.

Secondo il recente rapporto elaborato da Encoding.com, che ha preso in esame i media trasmessi online da oltre 3000 emittenti e publisher nel corso del 2015, saranno necessari, indicativamente, ancora ventiquattro mesi prima di dire definitivamente addio a Flash, tuttora utilizzato per la gestione degli avvisi pubblicitari e nei browser legacy, ma dai giorni contati, come testimoniano i recenti trend. Nel corso del 2015, i video in formato FLV (Flash Video) hanno rappresentato solo il 6% dell'intero ammontare di video mobile e web analizzati, valore in calo del 15% rispetto al 2014.

Il codec video più diffuso continua ad esserel'H.264, utilizzato nel 72% dei video online pubblicati nel corso del 2015. Un risultato in parte determinato dalla scelta di importanti brand, come Apple e Google di utilizzare la sua tecnologia. Tra i codec emergenti, ma ben piazzati in vista della futura crescita figura WebM: il 12% dei video online del 2015 hanno utilizzato tale codec, che ha il vantaggio di essere distribuito senza costi di licenza per l'utilizzo. WebM deve parte della sua diffusione anche grazie all'impiego nella gestione dei video HTML5 nei browser Chrome, Firefox e Opera.

H.265 / HEVEC, erede del codec H.264, è stato utilizzato nella stessa misura di Adobe Flash - 6% di tutti i video online analizzati - ma vi è da dire che i trend sono molto differenti. Come si legge nel rapporto, sempre più dispositivi supportano i contenuti in 4k e sempre più video vengono distribuiti in rete supportando tale risoluzione. Il codec HEVEC ben si presta alla gestione dei contenuti in 4k ottimizzando il consumo di banda, ma la crescita continua ad essere limitata a causa della scarsa adozione da parte dei top brand dell'industria hi-tech. Un contributo importante per la sua diffusione potrebbe venire da Apple, che lo ha già usato per gestire il flusso video generato da Facetime con i nuovi iPhone, e da Netflix che lo impiega per lo streaming video in 4k.

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
andy4528 Gennaio 2016, 09:11 #1
Che flash sia indubbiamente destinato a sparire non lo metto in dubbio...cmq almeno per ora i video in html5 consumano più risorse di quelli in flash.
Simonex8428 Gennaio 2016, 09:18 #2
flash è come l'influenza, non riusciremo mai a debellarlo, basta poco e scoppia l'epidemia, temo che anche i miei figli (che non esistono ancora) ci avranno a che fare
Pino9028 Gennaio 2016, 09:21 #3
E sarebbe anche ora!

Originariamente inviato da: andy45
Che flash sia indubbiamente destinato a sparire non lo metto in dubbio...cmq almeno per ora i video in html5 consumano più risorse di quelli in flash.


A me è sembrato il contrario: su un vecchio portatile samsung con procio serie Penryn i video in flash mi prendono un core intero, mentre con html 5 il procio viaggia sul 35/40% di utilizzo, quindi leggermente di meno. Le tue sono misurazioni empiriche come le mie? In tal caso si spiegherebbe la differenza.


edit
@Simonex84 ROTFL!
Bivvoz28 Gennaio 2016, 09:27 #4
Io l'ho già fatto sparire dai miei pc.
Solitamente se un sito richiede flash ne uso un altro, se proprio mi serve lo apro con edge che lo ha integrato.
Simonex8428 Gennaio 2016, 09:28 #5
Originariamente inviato da: Bivvoz
Io l'ho già fatto sparire dai miei pc.
Solitamente se un sito richiede flash ne uso un altro, se proprio mi serve lo apro con edge che lo ha integrato.


e per i porno come fai?
andy4528 Gennaio 2016, 09:29 #6
Originariamente inviato da: Pino90
A me è sembrato il contrario: su un vecchio portatile samsung con procio serie Penryn i video in flash mi prendono un core intero, mentre con html 5 il procio viaggia sul 35/40% di utilizzo, quindi leggermente di meno. Le tue sono misurazioni empiriche come le mie? In tal caso si spiegherebbe la differenza.


Ovviamente si, sono misurazioni fatte sui miei pc, con flash i video di youtube in 720p stanno sul 2/3% di occupazione della cpu, con html5 invece sul 10/12%, per i 1080p invece flash sul 10/12% e html5 invece intorno al 18%...ovviamente ci sarà chi dirà il contrario, cmq almeno per ora io tutta sta leggerezza di html5 non la vedo .
s0nnyd3marco28 Gennaio 2016, 09:29 #7
Un sacco di volte ho sentito dire che flash morira'... ma purtroppo continua ad esistere...
Bivvoz28 Gennaio 2016, 09:30 #8
Originariamente inviato da: Simonex84
e per i porno come fai?


Non lo so ma si aprono, saranno in html5
benderchetioffender28 Gennaio 2016, 09:41 #9
Originariamente inviato da: andy45
....cmq almeno per ora io tutta sta leggerezza di html5 non la vedo .


e del fatto che Flash sia un colabrodo di sicurezza e son costretti a fare aggiornamenti quotidiani? (che me ne accorgo, perché di solito tiro via tutti gli aggiornamenti automatici dai computer)

e del fatto che ora si son divisi in PPAPI e NPAPI? che usando FF e Chromium vado fuori di testa e non riesco mai a navigare senza avvisi "il tuo plugin è obsoleto" e un colpo l'uno e un colpo l'altro...

tutto questo con html5 mai visto

per come è fatto e per come è gestito

A MORTE FLASH... e il prima possibile
Milo9128 Gennaio 2016, 09:46 #10
Già per il fatto che è un plugin sarebbe da abolire immediatamente.

Molto meglio qualcosa di integrato all interno del motore di rendering del browser senza avere processi esterni e aggiornamenti continui.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^