Su HTC Vive arriva il tracciamento oculare (con un accessorio di terze parti)

Su HTC Vive arriva il tracciamento oculare (con un accessorio di terze parti)

Una startup cinese è pronta a commercializzare un accessorio che permette di tracciare il movimento oculare per gli utenti di HTC Vive, per offrire la possibilità di sfruttare le tecniche di foveated rendering

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:51 nel canale Wearables
HTCVive
 

Tra le startup che partecipano all'acceleratore Vive X di HTC vi è la cinese 7invensun che è pronta a rilasciare un accessorio per il visore Vive che sarà in grado di tracciare il movimento oculare dell'utente. aGlass, questo il nome delle nuove lenti, saranno in pre-ordine a partire dal prossimo mese e vendute in cina per l'equivalente di circa 220 dollari. La vendita internazionale dovrebbe invece essere avviata nel corso del terzo trimestre del 2017.

aGlass è costituito da due elementi che possono essere inseriti all'interno del visore, anche da utenti non specializzati, e tre paia di lenti intercambiabili. I due elementi si collegano a Vive tramite USB, così che sia possibile tracciare il movimento della pupilla tramite sensori ed infrarossi.

Il tracciamento del movimento oculare è un tema abbastanza caldo nel panorama VR, come testimoniato anche dal lavoro in tal senso portato avanti dal produttore di visori Fove, dalla più nota Tobii e dalla startup Eyefluence acquisita da Google lo scorso anno. Tuttavia è la prima volta che si può assistere all'immissione sul mercato di un sistema di eye-tracking realizzato espressamente per essere un aggiornamento semplice da installare per uno dei principali visori VR attualmente in commercio.

La possibilità di tracciare il movimento degli occhi si rivela molto interessante per l'ambito della VR in quanto è possibile decidere quale porzione della scena calcolare alla massima qualità (ovvero quella verso cui l'utente sta guardando direttamente) e usare invece una qualità inferiore per il resto. Questa tecnica, che va sotto il nome di foveated rendering, permette almeno sulla carta di poter ottenere prestazioni sufficienti da regalare un'adeguata esperienza VR anche su sistemi dalle prestazioni non particolarmente incisive.

Il lancio di aGlass rappresenta inoltre il primo esempio di come HTC abbia intenzione di espandere l'ecosistema relativo a Vive sfruttando accessori di terze parti.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^