Oculus chiude Story Studio, divisione a supporto dello sviluppo per la VR

Oculus chiude Story Studio, divisione a supporto dello sviluppo per la VR

L'azienda americana sceglie di chiudere Story Studio, divisione che ha sviluppato in questi ultimi 2 anni vari film specifici per il mondo della realtà virtuale che sono diventati punti di riferimento per lavori altrui

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:31 nel canale Wearables
Oculus Rift
 

Oculus ha annunciato, con questo post sul proprio blog corporate, la decisione di chiudere Story Studio: si tratta di uno studio di produzione interno all'azienda, specializzato ovviamente nei temi della realtà virtuale e che in questi ultimi anni ha sviluppato varie mini produzioni in ambiente VR.

Scopo di Story Studio è stato quello di fornire ai film-makers alcuni esempi pratici di storytelling legate all'ambiente virtuale, così che da queste potessero prendere spunto per sviluppare propri progetti. La peculiarità degli strumenti di realtà virtuale, sin dal loro debutto sul mercato, ha spinto gli sviluppatori a dover cambiare approccio rispetto alla creazione di giochi e video di tipo tradizionale. Story Studio nasce quindi proprio a supporto di questo nuovo modo di fare intrattenimento.

story-studio-logo-small.jpg

Trascorsi due anni dall'apertura ufficiale Oculus comunica la decisione di chiudere Story Studio. La motivazione indicata è molto chiara: sempre più aziende entrano nel settore VR per la produzione di propri filmati in anticipo rispetto all'adozione di massa di questi dispositivi. Di conseguenza viene a mancare la finalità per la quale è stato aperto Story Studio, creare contenuti internamente ad Oculus per il loro utilizzo in ambiente VR. L'azienda ha scelto in questo modo di meglio utilizzare le proprie risorse interne, veicolandole a supporto di un numero maggiore di iniziative esterne sviluppate da aziende terze.

Con la chiusura di Story Studio Oculus si impegna a fornire 250 milioni di dollari quale supporto finanziario a progetti legati a contenuti per la realtà virtuale; di questa somma 50 milioni saranno dedicati a finanziare progetti non legati all'ambiente gaming con strumenti VR. In questo modo Oculus vuole continuare a promuovere l'utilizzo di tecnologie VR attraverso il lavoro creativo degli artisti che si impegneranno nella produzione di contenuti per il mondo della realtà virtuale.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
davide311208 Maggio 2017, 20:20 #1

Ma va!?!??!

esatto... e fra un po' smettono anche di fare i caschi da parrucchiera... ROTFL

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^