Nuovi servizi per tenersi in movimento per i device Fitbit

Nuovi servizi per tenersi in movimento per i device Fitbit

Con i dati raccolti dalle attività registrate dai braccialetti Fitbit l'azienda offre la possibilità ai propri clienti di ricevere suggerimenti personalizzati per svolgere al meglio le proprie attività: un vero e proprio personal trainer digitale

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 20:01 nel canale Wearables
Fitbit
 

Fitbit continua a rimanere l'azienda più importante a livello globale nel settore dei braccialetti fitness, fortemente impegnata nell'offerta di soluzioni che aiutino gli utenti non solo a tenere traccia delle proprie attività sportive ma anche invogliandoli a muoversi in modo più consapevole e continuativo nel tempo.

E' con questo spirito che l'azienda americana ha presentato al CES novità incentrate unicamente sulla parte software, senza presentare alcun nuovo prodotto. Del resto il lancio dei più recenti dispositivi Fitbit risale all'autunno, tempo troppo vicino al CES per pensare già ad altre importanti novità.

La piattaforma software Fitbit è stata quindi estesa partendo da una logica di funzionamento molto semplice: un braccialetto fitness è in grado di registrare e offrire all'utente una elevata quantità di informazioni legate alle proprie azioni. Questi dati possono venir utilizzati, attraverso apposite elaborazioni, sia per fornire indicazioni di massima sullo stato di salute dell'individuo e sulla sua capacità di rimanere attivo e in movimento, sia per dare indicazioni pratiche utili su cosa fare (e come) per restare attivo e in forma.

Da questo le novità software, che puntano ad esempio a supportare l'utente che si vuole rimettere in forma fornendo alcune indicazioni specifiche sulle attività da svolgere ogni giorno in funzione degli obiettivi che vogliono essere raggiunti oltre che del tipo di condizione si ha al momento.

Non solo: con la funzione Feed Fitbit offre ai propri utenti la possibilità di entrare in contatto con altri utenti di dispositivi Fitbit, condividendo con loro allenamenti e obiettivi. La componente social, in questo caso, aiuta a restare in contatto con chi è un utilizzatore di dispositivo Fitbit ma oltre a questo può servire quale stimolo per svolgere un'attività fisica costante e continuativa nel tempo.

E' quindi ancora più evidente come la raccolta dei dati individuali, tipica dei dispositivi wearables come sono quelli Fitbit, possa portare a una personalizzazione dell'esperienza d'uso sempre più spinta. Nel caso specifico dei prodotti dell'azienda americana il fine è stimolare gli utenti a restare in forma, di fatto offrendo una sorta di allenatore virtuale specializzato che alla luce dei dati di attività raccolti dal nostro braccialetto fitness possa guidarci nell'attività giornaliera a raggiungere gli obiettivi voluti.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^