Vernee Apollo Lite, 200 euro bastano per uno smartphone completo?

Vernee Apollo Lite, 200 euro bastano per uno smartphone completo?

Vernee Apollo Lite è uno degli smartphone che rientrano nella categoria dei cosiddetti cinesoni, che stanno pian piano giungendo sul nostro mercato mischiando le carte in tavola grazie ai loro prezzi decisamente inferiori alla concorrenza più blasonata, ma è tutto oro quello che luccica?

di Davide Fasola pubblicata il , alle 08:01 nel canale Telefonia
 

Il mercato degli smartphone sta diventando con il passare degli anni una vera e propria giungla di prodotti tra i quali è spesso moldo difficile muoversi, ancora di più ora che è estremamente facile reperire online tutta una serie di dispositivi prodotti da aziende cinesi in grado di offrire prodotti dalla scheda tecnica accattivante ad un prezzo decisamente interessante.

Una scheda tecnica farcita di componenti di buon livello in ogni sua voce non è però sempre sinonimo di un prodotto sicuramente ben funzionante. E proprio per questo motivo nel corso di questi mesi abbiamo iniziato a provare questi prodotti e a segnalarvi quelli che, a nostro parere, possono essere adatti ad essere utilizzati anche nei mercati occidentali. Uno di questi dispositivi è il Vernee Apollo Lite che vi descriveremo nei prossimi paragrafi.

Design

Le linee di questo Vernee Apollo Lite sanno di già visto; non si tratta sicuramente di un campione di originalità e i suoi dettagli sembrano ripresi ognuno da uno smartphone diverso e assemblati per creare una soluzione dal design che definiremmo quindi ibrido. One Plus 3, Honor 7, Huawei Mate S, sono diversi i prodotti da cui i designer Vernee sembrano aver preso ispirazione ma, tutto sommato, ci troviamo di fronte ad un dispositivo dalle forme piacevoli.

Nella parte frontale abbiamo anche un vetro a 2.5D, anche se la mezza dimensione in più è appena accennata, e il display è circondato da una cornice abbastanza sottile per quanto riguarda la scocca (parte bianca) e da una banda nera che a schermo acceso si nota forse un pochino troppo.

Il retro è in allumino, fatta eccezione per le bande alle due estremità della scocca che sono realizzate in materiale plastico per favorire il lavoro di ricezione delle antenne. Nella parte inferiore della cornice, anch'essa realizzata in alluminio, troviamo poi il connettore USB Type-C e le feritoie per lo speaker e il microfono di sistema. Il jack delle cuffie è quindi posto nella parte superiore, mentre bilancere per il volume e tasto di accensione sono ospitati sul lato destro dello smartphone.

Display

In dote a questo Vernee Apollo Lite troviamo un display da 5,5 pollici di diagonale a risoluzione 1920x1080 pixel. Si tratta di una unità di tipo IPS prodotta da Sharp il cui angolo di visione, secondo quanto dichiarato dall'azienda, dovrebbe essere di 178°. In realtà, a fronte di una buona qualità complessiva, testimoniata anche dal buon risultato ottenuto con la misurazione tramite colorimetro (vedi grafico sopra), è proprio l'angolo di visione l'unico piccolo neo di questo pannello.

Cambiando la prospettiva di visualizzazione del display, infatti, i colori tendono a sbiadire o comunque a perdere di contrasto. Non si tratta comunque di situazioni che rendono lo smarpthone intuilizzabile ma i 178° dichiarati ci paiono decisamente sovrastimati.

La luminosità massima di questo pannello, per concludere, raggiunge al valore massimo 387cd/mq. Un risultato abbastanza buono e che, rapportato alla profondità del nero allo stesso valore di lumiosità porta ad un rapporto di contrasto pari a poco più di 500:1. Non parliamo sicuramente di un record ma siamo comunque di fronte ad un valore dignitoso.

Software e Prestazioni

Il sistema operativo a bordo di questo Apollo Lite è ovviamente Android; in particolare si tratta dell'ultima versione disponibile, ovvero la 6.0 Marshmallow. La personalizzazione del software è praticamente nulla, particolare che non possiamo che apprezzare per via del rischio, tutt'altro che remoto, di incappare in traduzioni non esattamente impeccabili e in una pletora di applicazioni completamente in cinese che spesso attanagliano questo genere di prodotti.

Certo si sarebbe potuto lavorare meglio sul pacchetto di icone che, nonostante la versione recente del software, risalgono ai tempi di Ice Cream Sandwich. Nel menu delle impostazioni troviamo poi tutte le voci classiche del menù impostazioni di Android più qualche particolare comando dedicato a funzioni proprie dei chip Mediatek, specialmente quelli legati alle gesture o ad alcune regolazioni del display.

Vernee Apollo Lite
OS (al lancio) Android 6.0.1 Marshmallow
Processore MediaTek Helio X20
Deca-core 64bit
RAM 4 GB
Display LCD IPS 5,5"
Risoluzione 1920x1080
Storage 32 GB
Espandibili via microSD
Fotocamere Retro 163 MP f/2.0
Autofocus
Flash LED
Video 4K@30fps
Fronte 5 MP
Connettività 4G LTE
Wi-Fi 802.11n
Bluetooth 4.0
GPS / A-GPS / GLONASS
Dual-SIM
Sensore di impronte
Porte USB Type-C / MHL / USB Host
Audio jack 3,5mm
Batteria 3.180 mAh non rimovibile
Dimensioni 152 x 76,2 x 9,2mm
Peso 175 g

Come facilmente intuibile dalla scheda tecnica riportata nella tabella qui sopra, a questo Apollo Lite la potenza di calcolo non manca sicuramente. Il chip Helio X20 di Mediatek è uno degli ultimi prodotti dell'azienda cinese e, supportato dai 4 GB di RAM è in grado di soddisfare tutte le richieste dell'utente in ogni situazione senza particolari incertezze. Anche la normale gestione dell'interfaccia, vuoi per la semplicità della stessa, è estremamente fluida.

Le operazioni di navigazione, come per il resto dell'utilizzo comune dello smartphone, vengono svolte senza problemi e i più esigenti potranno trovare in questo Apollo Lite un buon alleato anche nel caso in cui si voglia giocare a qualche titolo per dispositivi mobili anche con grafica 3D.

Autonomia

Durante il nostro periodo di prova che solitamente consta di 7-10 giorni di utilizzo come nostro smartphone personale abbiamo potuto constatare come l'autonomia di questo Apollo Lite sia sufficiente a raggiungere quasi sempre sera senza bisogno di una ricarica intermedia. Solo in un paio di occasioni, in cui il dispositivo è stato sottoposto ad un utilizzo che potremmo definire molto intenso, ovvero con un paio di sessioni di navigazione stradale, diverse chiamate, foto e video e decine di messaggi Whatsapp e email letti e risposti, non siamo riusciti a raggiungere cena senza prima "dare fiato" al nostro Apollo Lite con circa un'oretta di ricarica.

Da questo punto di vista si tratta comunque di un dispositivo sicuramente adatto a chiunque utilizzi lo smartphone in maniera standard, magari anche per lavoro, specialmente se si ha accesso ad una presa di corrente almeno per un'oretta nel corso della giornata. Ovviamente non possiamo chiedere a questo Apollo Lite di andare oltre la giornata intera di autonomia, ma si tratta di una caratteristica estremamente diffusa tra questo genere di dispositivi.

Fotocamera

E veniamo alla fotocamera, solitamente non esattamente al top in questo tipo di smartphone, che per poter mantenere i costi di produzine entro una certa soglia, spesso hanno proprio nella fotocamera il loro punto debole. Anche in questo caso non siamo sicuramente ai livelli degli smartphone top di gamma ma possiamo altresì affermare di aver visto soluzioni anche peggiori.

Come la maggior parte delle soluzioni infatti, questo Vernee Apollo Lite offre buone prestazioni in caso di luce ambientale favorevole. Le immagini prodotte sono in grado di mantenere un dettaglio sufficiente e dei colori abbastanza fedeli, senza quindi cadere nell'errore di molti produttori che tendono a ipersaturare i colori per rendere le foto più appetibili per quanto meno realistiche.

In caso di luce ambientale non ottimale, o decisamente scarsa, le prestazioni calano invece drasticamente, come del resto di consuetudine per soluzioni di pari livello. Certo, se osservate a schermo e senza ingrandire i particolari le foto rimangono accettabili e utilizzabili anche per stampe di piccole dimensioni, decisamente meno per qualsiasi altro utilizzo.

Conclusioni

Siamo quindi di fronte ad un prodotto che per il prezzo al quale viene offerto, attualmente poco inferiore ai 200 euro, offre sicuramente un buon parco hardware e un software che, per quanto semplice, è in grado di soddisfare le esigenze di tutti gli utenti.

Buoni anche i materiali e l'assemblaggio, anche se le due bande plastiche all'estremità della scocca posteriore sono decisamente in contrasto con l'aspetto globale del prodotto. Particolari che ad un livello più alto avrebbero fatto la differenza ma che, all'interno della categoria nella quale è inserito questo smartphone, possono essere trascurati.

Quello che conta quando si acquista un terminale di questo genere è infatti, a nostro parere, la sostanza. Si deve trattare di un dispositivo affidabile, che funzioni senza troppe incertezze e rallentamenti e che sia in grado di portarci a sera, e magari oltre, con una sola carica. Tutte richieste che questo Apollo Lite di Vernee sembra soddisfare.

Tornando al nostro titolo quindi, 200 euro bastano per uno smartphone completo? Se i 200 euro sono spesi per questo Apollo Lite di Vernee la risposta è ancora no, ma ci siamo molto vicino, fotocamera a parte, infatti, c'è davvero poco di cui lamentarsi.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dark_edo03 Novembre 2016, 08:37 #1
Sì, ma la scheda tecnica dov'è?! Nemmeno un link al sito del produttore.
acerbo03 Novembre 2016, 09:12 #2
Originariamente inviato da: dark_edo
Sì, ma la scheda tecnica dov'è?! Nemmeno un link al sito del produttore.


é una marketta ad amazon, tanto per cambiare. Di ste cinesate dalle marche piu' disparate ne vendono a centinaia, gusci vuoti senza supporto software con rom spesso buggate e il gps che funziona alla pene di segugio, la scheda tecnica puoi pure lasciarla stare.
conan_7503 Novembre 2016, 10:35 #3
Originariamente inviato da: acerbo
é una marketta ad amazon, tanto per cambiare. Di ste cinesate dalle marche piu' disparate ne vendono a centinaia, gusci vuoti senza supporto software con rom spesso buggate e il gps che funziona alla pene di segugio, la scheda tecnica puoi pure lasciarla stare.


No, dai, erano problemi dei mediatek di 2-3 anni fa.

Se prendi uno Xiaomi, Oneplus, Leeco o Zuk sono ottimi dispositivi con snapdragon.

Di certo è la recensione più pessima che abbia mai letto.
Non si sa che cpu monta, ram, memoria interna...
Dual sim? Microsd?

Mah...
devilred03 Novembre 2016, 10:46 #4
Originariamente inviato da: conan_75
No, dai, erano problemi dei mediatek di 2-3 anni fa.

Se prendi uno Xiaomi, Oneplus, Leeco o Zuk sono ottimi dispositivi con snapdragon.

Di certo è la recensione più pessima che abbia mai letto.
Non si sa che cpu monta, ram, memoria interna...
Dual sim? Microsd?

Mah...


temo proprio che abbia ragione acerbo. la scheda tecnica ti serve a niente se poi ha un software fatto da cani, se almeno si avesse la garanzia che la comunita' ci mette mano allora......
acerbo03 Novembre 2016, 10:51 #5
Originariamente inviato da: conan_75
No, dai, erano problemi dei mediatek di 2-3 anni fa.

Se prendi uno Xiaomi, Oneplus, Leeco o Zuk sono ottimi dispositivi con snapdragon.

Di certo è la recensione più pessima che abbia mai letto.
Non si sa che cpu monta, ram, memoria interna...
Dual sim? Microsd?

Mah...


no no, il gps difettoso lo trovi pure su terminali recenti, credo dipenda dal firmware oltre che dall'hardware e dall'antenna.
Comunque giusto per informazione sempre su amazon a 199 euro ci ho preso un moto G4 plus, altro che Apollo creed
+Benito+03 Novembre 2016, 11:24 #6
non è difettoso, è che quando parte "da freddo" carica le effemeridi pensando di essere in cina. non scherzo.
jotaro7503 Novembre 2016, 12:27 #7
Originariamente inviato da: acerbo
no no, il gps difettoso lo trovi pure su terminali recenti, credo dipenda dal firmware oltre che dall'hardware e dall'antenna.
Comunque giusto per informazione sempre su amazon a 199 euro ci ho preso un moto G4 plus, altro che Apollo creed

G4 Plus o normale?perchè lo sto tenendo d'occhio anche io da un mese ma trovo solo il G4 a 199, il plus sempre trovato a 249...venduto da amazon...
acerbo03 Novembre 2016, 15:56 #8
Originariamente inviato da: jotaro75
G4 Plus o normale?perchè lo sto tenendo d'occhio anche io da un mese ma trovo solo il G4 a 199, il plus sempre trovato a 249...venduto da amazon...


il plus, ogni tanto lo mettono nelle vendite flash
jotaro7503 Novembre 2016, 16:05 #9
Originariamente inviato da: acerbo
il plus, ogni tanto lo mettono nelle vendite flash


grazie per l'info
palarran03 Novembre 2016, 19:01 #10
Comunque per i "cinesoni" preferirò sempre un marchio con un gran numero di sviluppatori dietro..
Xiaomi e Meizu in primis, che ad un prezzo da paura offrono tantissimo (124 euro il redmi note 3 pro 3/32.. Ma di che stiamo parlando??)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^