Sirin Labs, alla base dello smartphone da 16 mila dollari, licenzia un terzo dello staff

Sirin Labs, alla base dello smartphone da 16 mila dollari, licenzia un terzo dello staff

Lo smartphone Solarin dedicato tutto alla sicurezza dei dati costava quanto un'utilitaria ben accessoriata. La società israeliana alla sua base però cassa il progetto

di Nino Grasso pubblicata il , alle 13:01 nel canale Telefonia
 

Sirin Labs, la compagnia tecnologica israeliana alla base dello smartphone Solarin estremamente sicuro da 16 mila dollari, ha tagliato un terzo della propria forza lavoro. La nuova operazione sta alla base di un drastico cambiamento nella strategia di mercato e di prodotto della compagnia che prevede, stando a quanto riporta TheVerge, di "ingaggiare nuovi ingegneri" per "supportare nuove linee di prodotto". Solarin avrà almeno un altro anno di vita davanti.

Solarin

Su Business Insider si leggono le parole di un rappresentante di Sirin Labs: "A poco meno di un anno dal lancio di Solarin, Sirin Labs inseguirà nuove direzioni verso una nuova linea di prodotto e quindi punta a ristrutturare il suo staff. Un terzo dello staff sarà lasciato andare e la compagnia si concentrerà su nuove reclute che si inseriranno meglio nella nuova visione della compagnia. Sirin Labs continuerà a produrre Solarin e fornirà supporto sui suoi canali online e offline".

È chiaro tuttavia che Solarin non sarà più il punto focale della produzione di Sirin Labs, che vuole apparentemente spostarsi verso una line-up dedicata all'utente di massa. Del resto lo smartphone ultra-sicuro degli israeliani offriva quanto già presente su altri modelli ad una frazione del prezzo, si pensi al Blackphone 2, arrivando a costare quanto un'utilitaria ben accessoriata. Solarin era stato annunciato nel 2016 vantando fra il pubblico Leonardo DiCaprio e Tom Hardy.

Questo non è stato sufficiente a solleticare l'appetito nella potenziale utenza di uno smartphone così di nicchia e la società si è trovata costretta a rivedere pesantemente la sua strategia di ingresso nel mercato. Il dispositivo si rivolge ad un'utenza "molto, molto smart" (e anche molto, molto ricca, aggiungiamo noi) e "viaggiatori internazionali, imprenditori e partner delle firme finanziarie" che stanno perennemente a contatto con dati estremamente sensibili.

Lo smartphone era stato realizzato in collaborazione delle compagnie di sicurezza Koolspan e Zimperium, alla base di una versione di Android tutta improntata sulla sicurezza dei dati. Ma la sua morte è stata praticamente preannunciata in questi giorni, anche se la società promette di continuarne produzione e supporto per almeno il prossimo anno.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sintopatataelettronica20 Marzo 2017, 13:22 #1
Boh.
La mia domanda è (visto dichiarano di continuare a produrlo per 1 anno) : ma chi lo comprerebbe uno smartphone a SOLI 16.000 dollari sapendo - tra l'altro - che sarà supportato (forse) un anno e poi destinato a sparire ?
NoX8320 Marzo 2017, 13:33 #2
Originariamente inviato da: sintopatataelettronica
Boh.
La mia domanda è (visto dichiarano di continuare a produrlo per 1 anno) : ma chi lo comprerebbe uno smartphone a SOLI 16.000 dollari sapendo - tra l'altro - che sarà supportato (forse) un anno e poi destinato a sparire ?


Ancora sottovaluti la follia di chi c'ha il grano eh?
piani20 Marzo 2017, 13:34 #3
Io ho capito che tagliando la forza lavoro, con la liquidità rimanente, riusciranno a sopravvivere per un altro anno come azienda.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^