SCiO il sensore molecolare per smartphone e bilance

SCiO il sensore molecolare per smartphone e bilance

SCiO è un particolare sensore in grado di effettuare spettroscopia all'infrarosso: integrato in bilance e smartphone permette di avere un'idea più chiara di quello che si sta mangiando, oltre che di riconoscere il Viagra originale da quello taroccato

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 16:21 nel canale Telefonia
 

"Dimmi quello che mangi e ti dirò chi sei". Sapere esattamente quello che si mangia è a volte però un problema. Lo sanno bene tutti quelli che, anche grazie alle app di fitness, stanno cercando di tenere una precisa tabella alimentare: spesso si riescono a inserire dati molto approssimativi rispetto a quello che si mangia. Prendiamo ad esempio la frutta: a seconda del grado di maturazione il contenuto di zuccheri può differire in modo sostanziale. Dovrebbe garantire una soluzione semplice a questo tipo di problema SCiO di Consumer Physics, piccolo dispositivo che permette di effettuare in meno di due secondi analisi di spettroscopia all'infrarosso sugli alimenti. Questo tipo di analisi può dire molte informazioni sulle cose che ci stanno intorno, andando ad analizzare i legami chimici dei materiali che le compongono. Con questa tecnica si possono infatti analizzare contemporaneamente più analiti e dagli spettri possono essere dedotte proprietà fisiche e informazioni strutturali delle molecole.

[HWUVIDEO="2234"]SCiO: spettroscopia NIR per smartphone e bilance[/HWUVIDEO]

SCiO era stato lanciato inizialmente con un dispositivo di analisi tascabile da connettere allo smartphone, ma al CES di Las Vegas abbiamo visto due applicazioni molto interessanti integrate in due prodotti, per rendere le analisi più semplici e immediate. Uno è la bilancia NutriSmart di Terraillon che integra il sensore SCiO al centro del piatto di misura e che, quindi, oltre al peso di ciò che gli viene posto sopra può fornire infomazioni anche sulla sua composizione molecolare. In questo modo il calcolo delle calorie può essere più preciso individuando i contenuti lipidici, proteici, di zuccheri e di acqua. Inoltre può essere valutato anche il grado di freschezza di un particolare alimento.

Changhong H2 è invece il primo smartphone a integrare uno spettrometro NIR (Near InfraRed). Con esso è questione molto semplice scegliere i cibi migliori al supermercato (la misura funziona anche attraverso le confezioni di plastica come quelle in nylon) e permette anche di analizzare oggetti più sensibili come i medicinali, per smascherare eventuali falsi: allo stand SCiO abbiamo visto all'opera il sensore per discriminare tra una pillola di Viagra originale e un falso di quelli che i clienti si trovano spesso a comprare via internet. Non solo, il sensore può essere anche puntato sul nostro corpo per avere una misura dello stato di idratazione e sulla percentuale di massa grassa, con una stima di questi valori che il produttore dichiara più precisa di quella delle bilance con misura elettrica impedenziometrica.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
globi11 Gennaio 2017, 22:46 #1

Una cosa così é fantastica

e aprirà parecchi nuovi scenari nel nostro modo di vivere, p.es.:
- determinare la presenza di lattosio o di allergeni sui cibi;
- controlli sugli stupefacenti da parte degli organi preposti ma anche da parte di chi con droghe commercia;
- controlli immediati di qualità su vari prodotti;
- diagnosi mediche;
- controlli di emissioni e di agenti inquinanti;
- e chissà cosa ancora.
dr-omega11 Gennaio 2017, 23:16 #2
Ma la tabella di riferimento chi la fornisce? E' nelle API del software del sensore oppure devo acquistare applicazioni di terze parti per interpretare i dati?
E le tabelle di riferimento sono generiche?
Comunque potrebbe essere un gadget interessante, sicuramente più utile della fotocamera frontale per fare i selfie...
Zenida11 Gennaio 2017, 23:58 #3
Ora bisogna solo testare l'attendibilità dei risultati.
Luca6912 Gennaio 2017, 07:22 #4
Perché invece di fare un telefono non hanno fatto una piccola telecamera da connettere via bluetooth o con il connettore per la ricarica?
Comunque una bella idea che apre parecchi possibili scenari.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^