Honor 6C Pro in prova: bel design e prezzo ribassato

Honor 6C Pro in prova: bel design e prezzo ribassato

Abbiamo provato per qualche giorno il nuovissimo Honor 6C Pro, dispositivo con un bel design e prezzo più basso rispetto al 6C che va a sostituire nella line-up

di Nino Grasso pubblicata il , alle 14:40 nel canale Telefonia
honor
 

Honor ha avuto il pregio di azzeccare le tempistiche giuste per proporre dispositivi di fascia alta a prezzi molto bassi. Nel corso del tempo il prezzo medio dei prodotti della compagnia è aumentato, ma vla sua line-up si è espansa migliorando soprattutto nei materiali e nella qualità costruttiva, oggi indistinguibili rispetto a prodotti della concorrenza più blasonata. Da qualche anno Honor ha fatto sentire la sua presenza anche nella fascia bassa, e l'ultima soluzione in questo segmento è Honor 6C Pro, annunciato oggi in Europa sostituto di Honor 6C.

Da notare che in Italia il prezzo al pubblico è di 179,90 euro, qualcosa in meno rispetto al suo predecessore al lancio, e l'acquisto può essere effettuato come di consueto attraverso i canali digitali ufficiali (lo store HiHonor) o di terze parti.

A differenza del 6C, che adottava uno Snapdragon 435 quad-core, lo smartphone fa uso di una piattaforma hardware basata su un SoC MediaTek MTK6750 octa-core. La parte restante della componentistica hardware rimane sostanzialmente invariata: ci sono ancora una volta 3 GB di RAM e 32 GB di storage integrato, quest'ultimo basato su un chip eMMC 5.1 ed espandibile attraverso uno slot micro SD integrato nella scocca.

Il display è da 5,2 pollici a risoluzione HD, basato su una matrice LCD IPS protetta da uno strato in vetro con angoli arrotondati 2.5D. Sul piano fotografico troviamo invece un sensore da 13 MP al posteriore con autofocus a rilevamento di fase e obiettivo f/2.2 a cinque elementi, mentre la frontale può vantare un sensore da 8 MP. Sul fronte della connettività troviamo supporto a 4G LTE, Wi-Fi 802.11n (solo a banda 2.4 GHz) e Bluetooth 4.1.

Honor 6C Pro
OS (al lancio) Android 7.0 Nougat (EMUI 5.1)
Processore MediaTek MTK6750
4 x Cortex-A53 @ 1,5 GHz
4 x Cortex-A53 @ 1,0 GHz
RAM 3 GB
Display LCD IPS5,2" (16:9 - 68,9%)
Risoluzione 1280 x 720
Storage (al lancio) 32 GB - Espandibili via micro SD
Fotocamere

Retro:
13 MP f/2.2
Autofocus PDAF
Flash LED
Video Full HD @ 30 fps

Fronte:
8 MP f/2.2

Extra

4G LTE
Wi-Fi 802.11n
Bluetooth 4.1
Sensore impronte sul retro
Dual-SIM (ibrido)
Radio FM

Porte micro USB 2.0
Porta audio da 3,5 mm
Batteria 3.000 mAh
Dimensioni 147,9 x 73,2 x 7,7 mm
Peso 145 gr

Dietro, proprio sotto la fotocamera, non manca un sensore di impronte particolarmente affidabile anche se non velocissimo come sugli ultimi modelli di fascia alta. Il tutto viene alimentato da una batteria da 3.000 mAh, e gestito sul piano del software dalla EMUI 5.1 che consente di accedere al 90% delle funzioni con un massimo di tre tocchi. Honor 6C Pro non supporta tecnologie per la ricarica rapida, ha un connettore micro-USB tradizionale e integra il supporto della Radio FM.

Design

Se consideriamo la sua fascia di prezzo Honor C6 Pro è ben fatto e adotta materiali di qualità. La scocca posteriore è di alluminio con una finitura decisamente piacevole da toccare, mentre il policarbonato viene utilizzato solo per le due estremità in modo di migliorare le comunicazioni delle antenne integrate. Il retro appare così realizzato volutamente in due colori distinti, accogliendo una fotocamera leggermente sporgente (lo smartphone bascula quando appoggiato su un piano), il flash, il sensore d'impronte e - in basso - il logo Honor.

Sono molto ben fatti i dettagli dello smartphone, come i fori delle griglie sulla parte bassa, il frame lucido dei due bordi che va quasi a sparire all'interno della plastica in prossimità delle antenne, ed è bello anche il feedback dei tasti fisici posizionati tutti lungo il lato destro. Su quello sinistro c'è invece il vano per le nano SIM, o per la nano SIM e la micro SD, mentre sopra c'è la porta da 3,5 millimetri e sotto la micro USB.

Le dimensioni standard e il peso ben distribuito rendono Honor 6C Pro uno smartphone comodo da utilizzare, e troviamo anche una pellicola preapplicata sul display per proteggerne il vetro. Manca il tasto Home sulla parte frontale, e non ci sono nemmeno i tasti capacitivi. Tutto viene gestito con i tasti di navigazione on-screen presenti sulla EMUI. Le cornici ci sono, ma le dimensioni generali del dispositivo non fanno sentire troppo la loro presenza.

Software, prestazioni, display, autonomia

Come abbiamo già detto Honor 6C Pro utilizza la EMUI 5.1 proprietaria, che si basa su Android 7.0 Nougat. Sul piano grafico Android viene pesantemente modificato, anche se il software aggiuntivo installato al primo avvio non è così invadente come su altri dispositivi provenienti dalla Cina. Esteticamente la personalizzazione è massiccia, ma l'aspetto dell'interfaccia piuttosto gradevole, coerente e con dimensioni degli elementi proporzionate. Purtroppo la pesantezza dell'interfaccia si fa sentire in alcune circostanze, anche considerando l'abbinamento con hardware che non fa delle prestazioni il suo punto di forza.

Honor 6C Pro è un dispositivo che presta talvolta il fianco a rallentamenti e lag di diversa natura. Ad esempio con Chrome è necessario attendere il caricamento della pagina web prima di navigare nella stessa, e anche la tastiera non è così reattiva quando viene richiamata Le prestazioni sono quelle tipiche di un dispositivo di questa fascia di prezzo, ma i dispositivi di importazione di altre società ci hanno abituato fin troppo bene su questo particolare ambito, con Honor 6C Pro che fa quel che può - con i mezzi a propria disposizione - per rimanere il più reattivo possibile nella stragrande maggioranza delle circostanze.

Honor 6C Pro benchmark
Browser Sunspider 1832,8 ms
CPU Geekbench Single-core: 636
Multi-core: 1836
Storage Androbench Lettura seq.: 190,52 MB/s
Scrittura seq.: 60,02 MB/s
Generico AnTuTu 40964 punti

Honor 6C Pro utilizza un display di discreto livello, caratterizzato da una soddisfacente saturazione dei colori e - soprattutto - da una luminosità davvero molto elevata. Gli angoli di visione sono buoni, soprattutto se consideriamo le alternative di questa particolare fascia di prezzo, anche se a quelli più elevati si perde un po' di luminosità e anche il rapporto di contrasto viene leggermente compromesso. Con una luminanza massima misurata in 454 cd/m² lo smartphone può essere utilizzato davvero ovunque, anche in spiaggia d'estate, senza problemi nella visualizzazione degli elementi.

L'hardware integrato e la batteria da 3.000 mAh promettono buoni risultati sul fronte dell'autonomia operativa. Ed in effetti Honor 6C Pro si è comportato in maniera piuttosto interessante sul fronte dell'autonomia operativa, concludendo il nostro test di navigazione Wi-Fi in 735 minuti, pari a poco più di 12 ore. È uno smartphone da caricare ogni sera, prima di andare a letto, ma che non fa fatica a superare la giornata anche con un uso pieno. Al solito, per eseguire i nostri test abbiamo impostato il display a 200 cd/m² e lanciato uno script che simula l'interazione umana con le pagine web con attese variabili fra un indirizzo e l'altro.

Fotocamera

Su smartphone di questa fascia di prezzo le fotocamere non possono di certo competere con i capisaldi del settore, e su Honor 6C Pro non possiamo aspettarci risultati da primato. Lo smartphone fa uso di un modulo da 13 MP al posteriore con autofocus a rilevamento di fase e obiettivo f/2.2 con stabilizzazione solo digitale per i video. All'anteriore troviamo invece una fotocamera da 8 MP. Si tratta di soluzioni decisamente diffuse in questa fascia di prezzo, con la registrazione video che si ferma alla risoluzione Full HD a 30 fotogrammi al secondo.

Clicca sulle immagini per visualizzare la foto originale nella sua interezza

Con Honor 6C Pro la qualità è buona quando c'è molta luce in ambiente, anche se ai bordi è visibile un'evidente distorsione dell'immagine, mentre al calare del buio si palesano rumore di fondo e carenza di dettagli. La fotocamera dello smartphone consente di immortalare determinati momenti in cui non si necessita della migliore qualità possibile, e sforna scatti che possono essere tranquillamente pubblicati sui social. I video, che non godono di un'elevata gamma dinamica e i colori appaiono un po' spenti, possono essere stabilizzati via software ma risultano comunque un po' mossi se non si mantiene lo smartphone con una presa stabile.

Considerazioni

Honor 6C Pro è uno smartphone di fascia medio-bassa con un'estetica curata, caratterizzato da material di ottima qualità. Si presenta come un dispositivo ben fatto, certamente molto bello a vedersi e piacevole da utilizzare grazie ad un'ottima distribuzione dei pesi e alle dimensioni contenute ma non troppo. In aggiunta, anche la scelta della particolare finitura liscia per l'alluminio lo rende molto piacevole al tatto, anche se un po' scivoloso se non si sta attenti.

Il dispositivo ha qualche magagna sul piano prestazionale, con la EMUI 5.1 che si rivela troppo pesante da gestire per l'hardware integrato. Non si tratta di un problema del tutto invalidante considerando che ci troviamo di fronte a un dispositivo economico, ma ci sono altri smartphone che ad un prezzo paragonabile offrono un'esperienza d'uso più fluida e una reattività superiore. Di discreto livello, in relazione al prezzo, la fotocamera posteriore, soprattutto se non si hanno esigenze particolari.

Il nuovo smartphone di Honor punta ad offrire le stesse caratteristiche del predecessore ad un prezzo di qualche decina di euro più basso, sostituendo il processore Qualcomm con un MediaTek e mantenendo le sue belle caratteristiche estetiche. È uno smartphone per esigenze di base, come navigazione web, gestione delle e-mail, consultazione dei profili social e qualche gioco sporadico, e che offre al tempo stesso un'ottima autonomia operativa capace di raggiungere l'intera giornata anche se lo si usa massicciamente.

Ricordiamo infine che Honor C6 Pro è disponibile in Italia da oggi, 9 novembre, ad un prezzo di 179,90 euro.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Giouncino09 Novembre 2017, 15:16 #1
un SoC scarso, display in bassa risoluzione e prezzo altino, ma per favore...
alla stessa cifra si trova ormai il Lenovo P2 (per stare su telefoni cinesi supportati anche da noi) che è decisamente meglio
GMClaudio09 Novembre 2017, 19:41 #2
Originariamente inviato da: Giouncino
un SoC scarso, display in bassa risoluzione e prezzo altino, ma per favore...
alla stessa cifra si trova ormai il Lenovo P2 (per stare su telefoni cinesi supportati anche da noi) che è decisamente meglio


Secondo me, il tuo paragone con il P2 non regge, perchè è più un medio/alta gamma rispetto a questo Honor, ed infatti il prezzo di listino del P2 era praticamente il doppio di questo, come rivale del Lenovo vedrei molto di più il P10 Lite. Dici che lo si può trovare allo stesso prezzo del 6C Pro, se mi dici dove...
Giouncino10 Novembre 2017, 10:37 #3
Originariamente inviato da: GMClaudio
Secondo me, il tuo paragone con il P2 non regge, perchè è più un medio/alta gamma rispetto a questo Honor, ed infatti il prezzo di listino del P2 era praticamente il doppio di questo, come rivale del Lenovo vedrei molto di più il P10 Lite. Dici che lo si può trovare allo stesso prezzo del 6C Pro, se mi dici dove...


il paragone regge eccome perchè oggi i 2 terminali costano praticamente la stessa cifra.
vai su gearbest e vedi quanto costa il P2 (comprato 3 giorni fa da un collega alla stessa cifra del 6C qui testato)
GMClaudio10 Novembre 2017, 14:04 #4
Originariamente inviato da: Giouncino
il paragone regge eccome perchè oggi i 2 terminali costano praticamente la stessa cifra.
vai su gearbest e vedi quanto costa il P2 (comprato 3 giorni fa da un collega alla stessa cifra del 6C qui testato)

E secondo te un device comprato su uno store cinese è paragonabile ad uno venduto sia fisicamente che direttamente nel ns. paese, dal produttore dello stesso?! Auguro al tuo amico di ricevere il P2 in tempi “umani” perchè se ha scelto la sped. gratuita, come minimo lo aspetta un mese... mentre con DHL gli addebiteranno le spese doganali, ed una volta ricevuto gli auguro sempre che sia tutto a posto, se nò reso in Cina con ulteriori tempi di attesa e spese di sped. a suo carico, quindi non proprio una bella prospettiva. Detto questo, secondo me il confronto va fatto con prodotti commercializzati e venduti per il mercato italiano, altrimenti è ovvio che a parità di prezzo trovi tantissimi smartphone magari più performanti, ma poi a livello di affidabilità e assistenza? Secondo me per ciò che offre questo Honor il suo prezzo è corretto/onesto, certo sarebbe stato meglio avere sotto la scocca uno Snap 450 come era stato ipotizzato prima del lancio, ma trovami un altro modello simile con queste caratteristiche che costi meno, e allora se ne può discutere, quando tra non molto calerà ulteriormente di prezzo sarà un prodotto che potrà avere un suo mercato.

P.S.: non sono un dipendente Honor
Giouncino10 Novembre 2017, 14:29 #5
un altro collega l'ha ricevuto in 10-15gg, da gearbest.
Il supporto levono ce l'hai anche in italia, indipendentemente da dove lo compri
Tu compralo dove ti pare, io per farti un altro esempio, il mio xiaomi l'ho preso 1 anno fa sempre su gearbest e sempre ricevuto entro 20gg (sotto natale).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^